• Nostalgica
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Benvenuto su Lamoneta.it

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
odjob

I banchieri Fugger sulle monete papali

79 risposte in questa discussione

Salute

negli anni 90 sulla rivista Cronaca Numismatica fu pubblicato un artocolo sui banchieri Fugger e sul loro monogramma apposto sulle monete pontificie(i Giuli),mi sapreste dire in che numero appare questo articolo.oppure in che mese ed anno di CN?

--Grazie .

-odjob

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao odjob, ho i numeri di CN dal 1993 ad oggi ma sinceramente non ricordo l'articolo che ti serve :huh:

Hai provato a mandare una e-mail alla redazione di CN ?? Probabile che lora bbiano un database che gli consenta di darti risposta in tempi brevi :rolleyes:

Ciao, RCAMIL.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

I Fugger e la zecca pontificia CN n. 99 di luglio-agosto 1998.

Se ti interessa posso inviarti una scansione delle pagine.

ciao.

petronius :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

"La storia di ogni Stato ha inmancabili retroscena economici e finanziari,anche se essi rimangono spesso nascosti per il carattere riservato delle operazioni.Eppure fu l'apporto di oro e di denaro in ogni epoca,in maggiore o minor misura a condizionare conquiste territoriali,capovolgimenti politici,elezioni di sovrani.Parlando di ogni conquista dovremmo sempre confrontare due fattori:prevalsero le imprese o le sovvenzioni dei banchieri?

Carlo V ottenne l'impero per gli appoggi economici di una famiglia di banchieri tedeschi,i Fugger di Augusta.""I rapporti della banca Fugger con Roma papale non si limitarono alla gestione della Zecca per diversi anni,ma riguardarono anche altri aspetti.Vicino a Castel Sant'Angelo Jacopo Fugger aveva impiantato fin dal 1495 un'agenzia con una bella sede dotata di abitazioni per gli impiegati,che il popolo chiamò Banco di Roma di Ulrich Fugger e fratelli.Le finanze dello Stato Pontificio ,per la prodigalità dei Papi del Rinascimento,erano in crisi,soprattutto da quando Alessandro VI ,per la vita dispendiosa,si era trovato con le casse sempre più vuote.""Divenuto il primo banchiere del Papa ,Jacopo Fugger si assunse il reclutamento e finanziamento della prima guardia svizzera sotto Giulio II,e sotto Leone X ebbe l'incarico della riscossione delle offerte dovute per le indulgenze ,destinate alla costruzione di San Pietro.In precedenza si era assicurato la concessione di tutte le somme dovute alla Chiesa per il Giubileo del 1500 nel ducato di Lorena e la concessione della Zecca romana.""Le varie monete che portano il marchio Fugger(tridente con cerchietto in basso a destra,oppure tridente con cerchietto a sinistra in basso,oppure cerchietto pieno con astina ed in basso cerchietto a destra)specialmente sotto Giulio II,rappresentano una vera innovazione artistica ,sia nei tipi,che nelle leggende."

"Jacopo Fugger,vissuto dal 1459 al 1525, fu la figura più rappresentativa del casato,fu detto il Ricco.Uomo del Rinascimento a tutti gli effetti,non fu soltanto a contatto con i Principi,Papi,Re ed Imperatori,ma ebbe l'amicizia e la stima degli uomini di cultura del tempo,da Erasmo a Durer che lo ritrasse in un bellissimo ritratto conservato nella pinacoteca di Augusta"

"E'così che attività imprenditoriali,trasformatesi in potenze finanziarie sotto forma di istituti bancari di portata mondiale,furono decisive nella storia d'Europa,nelle trasformazioni economiche,politiche,sociali ,culturali e religiose ed i Medici di Firenze,i Rothschild di Francoforte ed i Fugger di Augusta furono i maggiori protagonisti."

Lo scritto di cui sopra è tratto dall'articolo di Paolo Pini pubblicato su Cronaca Numismatica n°99 del luglio-agosto 1998

-Ringrazio per il consiglio rcamil e per l'esatta indicazione datami da petronius.

La domanda posta dall'autore dello scritto di cui sopra e che ho evidenziato in neretto,ve la ripropongo,per sapere cosa ne pensate in merito.

--Salutoni

-odjob

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Parlando di ogni conquista dovremmo sempre confrontare due fattori:prevalsero le imprese o le sovvenzioni dei banchieri?

355530[/snapback]

In questo frangente della vita politico-economica romana, ben descritto da Pini nell'estratto sopra, certamente si può dire che prevalsero le sovvenzioni dei banchieri. Nel caso specifico dei Fugger più che semplici elargitori di denaro, erano anche gestori delle casse pontificie nonchè della zecca, praticamente, da laici, vennero ad assumere un importanza imprescindibile all'interno del mondo ecclesiastico ai più alti livelli... :rolleyes:

"Le varie monete che portano il marchio Fugger(tridente con cerchietto in basso a destra,oppure tridente con cerchietto a sinistra in basso,oppure cerchietto pieno con astina ed in basso cerchietto a destra)specialmente sotto Giulio II,rappresentano una vera innovazione artistica ,sia nei tipi,che nelle leggende."

355530[/snapback]

Non posso che confermare quanto afferma Pini, per questo allego la foto di un giulio di papa Giulio II (1503-1513), ben visibile al rovescio il marchio Fugger, tridente con cerchietto in basso a destra.

giuliogiulioiiromaij3.th.jpg

Interessante, e quantomai inconsueta per il periodo, la raffigurazione di S.Pietro e S.Paolo, che dona un senso di dinamicità al tutto :)

Ciao, RCAMIL.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

"E'così che attività imprenditoriali,trasformatesi in potenze finanziarie sotto forma di istituti bancari di portata mondiale,furono decisive nella storia d'Europa,nelle trasformazioni economiche,politiche,sociali ,culturali e religiose ed i Medici di Firenze,i Rothschild di Francoforte ed i Fugger di Augusta furono i maggiori protagonisti."

--Salutoni

-odjob

355530[/snapback]

Furono comunque vincolati, i Fugger, a intervenire anche , come si direbbe oggi, nel settore del welfare. Forse data anche la vicinanza a le finanze ecclesiastiche; infatti costruirono, proprio ad Augusta (oggi Augsburg) il primo quartiere di case popolari (detta Fuggerei) dove ancora fino a un decennio fa gli inquilini pagavano un marco simbolico.

Forse sono andato un po' OT

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Beh io dico la mia(riallacciandomi alla domanda di Pini(prevalsero le imprese o le sovvenzioni dei banchieri?)

senza denaro non si canta messa,mi sembra dicesse un detto.

Senza denaro le grandi imprese non si potevano ed ancor oggi non si possono fare.

Certo si può imbrogliare,ma si deve sempre e comunque promettere denaro.

--Salutoni

-odjob

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Altro stupendo Giulio con la scritta ROMA in esergo

STATO PONTIFICIO.

Giulio II (1503-1513)

BOLOGNA Giulio. AR

D/Stemma sormontato da triregno e chiavi decussate.

R/ PASTOR• - • DOCTOR Figure affrontate di S. Pietro, e di S. Paolo ed ai piedi il monogramma dei Fugger .In esergo ROMA

riferimenti: CNI 87. Munt. 25 var. I. Berman 571.

--Salutoni

-odjob

post-1715-1214154391_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

BOLOGNA Giulio. AR

358249[/snapback]

Bologna ? :huh:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Opps chiedo venia

-è un'emissine di ROMA

Salutoni

odjob

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Altra moneta con il marchio Fugger:

Roma

Leone X (Giovanni de’Medici), 1513-1521. Giulio, AR

D/ LEO PAPA DECIMVS Stemma sormontato da tiara e chiavi decussate.

R/ ALMA ROMA Figure affrontate di S. Pietro e S. Paolo.

riferimenti :CNI 61. Muntoni 21. Berman 639.

moneta da asta n°26 della casa d'aste Munzen & Medaillen

--Salutoni

-odjob

post-1715-1215355858_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salute

sarebbe ottimo postare in questa discussione il Due Ducati e mezzo di Leone X,per capirci,quelo con i Magi ,e sotto il segno dei Fugger

Riferimento Muntoni 1 CNI 1 Berman 628

--Salutoni

-odjob

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Ecco qua il Due Ducati e Mezzo

D/ LEO . X . PONTEFEX . MAXIMVS.

Busto a sinistra

R/ LVX . VERA - IN . TENEBRIS . LVCET - esergo ROMA e segno di zecca Fugger.

Il motto al rovescio “ La luce vera splende nelle tenebre” – Giovanni 1,9

Riporto la nota del lotto 111 del Catalogo 16 NAC del 28/29 ottobre 1999

Mentre la foto è del lotto 1194 del Catalogo Catalogo 300 Raritäten Hess-Divo ag Auktion 300 del 27/10/2004:

“I conii di questa splendida e famosa emissione, furono opera di Piermaria da Pescia.

Non è certo quale fosse stata l’occasione per emettere una moneta così particolare per il valore ( due ducati e mezzo) e così sontuosa nella raffigurazione.

Si è detto che l’occasione venne da un’ambasceria inviata a Roma nel 1513 dal Re del Portogallo e capitanata da Enrico, suo figlio, o addirittura dall’apparizione di una cometa tra il 1513 e il 1514, ma l’ipotesi più probabile, a nostro avviso, è che si tratti di un’emissione per celebrare l’avvento di Leone X al soglio pontificio.

Non bisogna dimenticare che cronologicamente viene emessa in un periodo di grande ricchezza e sfarzo: basti ricordare che il Papa profuse in cortei e fasti che accompagnarono il suo ingresso in Laterano oltre 100.000 ducati d’oro, di tasca propria.”

( centomila ducati d’oro pesavano ben 350 Kg!!!!)

La predetta moneta in conservazione SPL ebbe base d’asta Fsv 30.000 e fu aggiudicata a Fsv 44.000 circa 29.000 euro;

altri passeggi in aste

Astarte XVI del 26/11/2004 Fsv 35.000 aggiudicata a 40.000;

NAC 16 28/10/1999 ve ne erano ben due esemplari entrambi in condizioni SPL da 22.000/30.000 Fsv furono aggiudicati a 25.800/37.000;

andando molto indietro negli anni, e più per una curiosità “storica”, sempre il medesimo conio fu venduto all’Asta Martinori il 24/11/1913 a 1.300 Lire in condizioni qSPL, e all’asta Collezione. Vidal Quadras y Ramon – Paris a 1.780 Franchi Francesi. Altri tempi altri prezzi!!

Saluti

TIBERIVS

post-7073-1216063631_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Inviato (modificato)

Per continuare con le monete con il segno di zecca dei Fugger, ecco un Ducato sempre di Leone X ( questo a differenza dei 2 e mezzo, è mio), Zecca di Roma Muntoni 6:

D/ . LEO . PAPA. - .DECIMVS .

Stemma semiovale con cimassa, chiavi, in doppio quadrilobo

R/ ALMA . S . - P. S. - P. ROMA in esergo segno zecca

Gr 3,494 Ø 24 mm orientamento ore 14

Il D/

Saluti

TIBERIVS

post-7073-1216063738_thumb.jpg

Modificato da TIBERIVS

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

ed il R/

post-7073-1216063789_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ottime informazioni Tiberius!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salute

per tornare a parlare del Due Ducati e mezzo di Leone X(quello con i Magi)postato da Tiberivs,che ringrazio,mi piace evidenziare la dicitura al Rovescio:LVX VERA IN TENEBRIS LVCET =La luce vera splende nelle tenebre

Questa splendida e rarissima moneta fu coniata fra il 1513 ed il 1515.La figura dei Magi non venne più impressa sulle monete pontificie dopo questa coniazione.

--Complimenti al bel Ducato postato sempre da Tiberivs.

---Salutoni

--odjob

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salute

mi piacerebbe che qualche appassionato di monete papali postasse,in questa discussoine, una foto del Giulio ,coniato sotto il pontificato di Leone X ,con al R/Leone con zampa sul globo e coronato da Vittoria in volo con segno FUGGER.

Classificazione BERMAN 644 MUNTONI 27 CNI 66.

-purtroppo non sono riuscito a trovare foto in merito

--Salutoni

-odjob

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, di foto "dirette" non ne ho, così allego la scansione di uno dei cataloghi d'asta in cui la moneta compare, la vendita Varesi dell'autunno 1992, tra l'altro uno splendido esemplare (classificato RR, stimato 700 mila lire ed aggiudicato per 1 milione e 350 mila lire :rolleyes: ):

giulioleonexromarl4.jpg

Molto interessanti sia il diritto, con i santi Paolo e Pietro affiancati e posti sopra lo stemma papale, che il rovescio con il leone che viene incoronato dalla Vittoria e la legenda "VICIT · LEO · DE · TRIBV · IVDA", ha vinto il leone della tribù di Giuda, tratto dal V capitolo del libro libro dell'Apocalisse:

E vidi nella mano destra di Colui che era assiso sul trono un libro a forma di rotolo, scritto sul lato interno e su quello esterno, sigillato con sette sigilli.

Vidi un angelo forte che proclamava a gran voce: «Chi è degno di aprire il libro e scioglierne i sigilli?». Ma nessuno né in cielo, né in terra, né sotto terra era in grado di aprire il libro e di leggerlo.

Io piangevo molto perché non si trovava nessuno degno di aprire il libro e di leggerlo.

Uno dei vegliardi mi disse: «Non piangere più; ha vinto il leone della tribù di Giuda, il Germoglio di Davide, e aprirà il libro e i suoi sette sigilli».

Altri esemplari del giulio Muntoni 27 sono comparsi nelle aste:

- Kunst&Munzen XXI, 1980 (lotto 170 - BB - St. 500CHF, realizzo ??)

- Varesi "Alma Roma", 1992 (lotto 1114 - BB - St. 450 mila lire, realizzo 900 mila lire)

I medesimi soggetti, ad eccezione dello stemma del banco Fugger, vennero utilizzati anche sul giulio per Ancona (Muntoni 74, in esergo il segno dello zecchiere Paolo Sinibaldi, foto tratta da coinarchives):

image00098.jpg

e sul doppio ducato d'oro e sul giulio per Foligno (Muntoni 122-123)

Ciao, RCAMIL.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non potrebbe essere una moneta celebrativa di una vittoria militare? Come possibilità mi viene in mente la battaglia di Novara, combattuta il 6 giugno 1513.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Solitamente il Muntoni è sempre attento alle commemorazioni monetate di guerre e paci varie.

In questo caso non ne fa menzione nè sulle note alla monetazione di Leone X, nè sulle tavole descrittive delle legende monetali, dove il campo "riferimento" rimane tristemente vuoto.... :rolleyes:

Mi sembra strano che una emissione che ha coinvolto tre zecche differenti (Roma, Ancona, Foligno), non abbia una documentazione che la potesse legare all'evento che era chiamata a commemorare.... :rolleyes:

Probabile quindi che rimanga unicamanete il richiamo bibblico unito al leone, non a caso "immagine" del nome del pontefice ;)

Ciao, RCAMIL.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se vi interessa, su Google Books e' scaricabile (col solito giochino dei proxy) il volume Die Fugger in Rom 1495-1523 di Aloys Schulte, Lipsia 1904. Il fatto che sia in tedesco magari non ne agevola la fruibilita' ma, come al solito... e' gratis. ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter
Se vi interessa, su Google Books e' scaricabile (col solito giochino dei proxy) il volume Die Fugger in Rom 1495-1523 di Aloys Schulte, Lipsia 1904. Il fatto che sia in tedesco magari non ne agevola la fruibilita' ma, come al solito... e' gratis. ;)

GRAZIE

tiberivs

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Messaggio per andrea695....

Mi hai chiesto di inviarti le scansioni, non posso farlo tramite MP perchè non sei ancora abilitato a riceverli, vai nel mio profilo

http://www.lamoneta.it/index.php?showuser=206

e mandami una mail col tuo indirizzo (clicca in basso a sinistra)

Nel caso tu non fossi abilitato nemmeno a quello, rispondi qui, che vediamo di trovare un'altra soluzione ;)

ciao.

petronius :)

P.S.: le scansioni posso mandartele domani.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salute

riattivo questa discussione per arricchirla della foto di un'altra moneta RARA con il marchio Fugger:

Giulio II(1503-1513) Giulio Argento Zecca di Roma

Riferimento Muntoni n°20

La differenza rilevante di questa moneta con gli altri Giulii postati in questa discussione è che questa all'esergo ha le lettere RO.

La moneta in questione ha una bella patina di antica collezione,con tracce di iridescenze,e proviene da collezione privata.

--Salutoni

-odjob

post-1715-1244037235_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?