• Nostalgica
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Benvenuto su Lamoneta.it

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Sign in to follow this  
Followers 0
odjob

I banchieri Fugger sulle monete papali

79 posts in this topic
Supporter

bellissima moneta complimenti

Tiberivs

Share this post


Link to post
Share on other sites
Supporter

gent.le odjob

devo correggere il riferimento che hai dato per il Giulio, non è Muntoni 20 ma Muntoni 27, infatti:

il D/ è comune con il 20 °IVLIVS°II - °PONT°MAX° stemma a targa semiovale, gigliato in quadrilobo

ma il retro

R/ PE.APLVS.PAV.DOC.GENTIVM. esergo RO

figure affrontate di San Pietro a sinistra e San Paolo, in basso segno di zecca dei Fugger.

l'iscrizione per esteso è PETRVS APOSTOLVS PAVLVS DOCTOR GENTIVM

Pietro apostolo (e) Paolo maestro delle genti.

saluti

TIBERIVS

Share this post


Link to post
Share on other sites

grazie per la correzione,tib

--odjob

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salute

solo ora mi sono accorto che questa discussione ,aperta da me,è stata posta in questa sezione,tra le discussioni importanti e ne sono felice.

Approfitto per rispolverare questa discussione postando questa moneta con il simbolo dei Fugger:

Quattrino : Leone X(1513-1521) Zecca di Roma mistura

D/Leone a sinistra ed in esergo il tridente con accanto anelletto(simbolo dei banchieri Fugger)

R/Chiavi decussate sotto tiara;in esergo ROMA

Riferimenti:MUNTONI 54 ; BERMAN 657

Moneta appartenente a collezione privata

--Salutoni

-odjob

post-1715-0-45808700-1306357422_thumb.jp

Share this post


Link to post
Share on other sites
Supporter

:prevalsero le imprese o le sovvenzioni dei banchieri?

La domanda posta dall'autore dello scritto di cui sopra e che ho evidenziato in neretto,ve la ripropongo,per sapere cosa ne pensate in merito.

--Salutoni

-odjob

Buona serata

sto rileggendo in questi giorni un libro che vi consiglio: "Q" di Luther Blisset - Einaudi. Parla delle lotte di religione nella Germania del 1500 tra cattolici "papisti", luterani e anabattisti.

C'è un capitolo intero che parla dei Fugger e di una truffa che i protagonisti hanno in animo di fare ai suoi danni nelle varie filiali sparse per l'Europa. Non ho intenzione di svelarvi trama e finale, ma vorrei rispondere a odjob con le parole di uno dei personaggi; ex agente di una filiale del Fugger ed ora tra gli "attori" della truffa:

"Guarda dritto davanti a noi, poi punta l'indice sull'edificio che ci sta di fronte e mormora: - Le banche.

Ora capisci dove si annida l'Anticristo che hai combattuto per tutta la vita.

- Li dentro? - Indico l'edificio imponente che ci fronteggia.

- No. Nelle borse che passano di mano in mano in giro per il mondo. Hai lottato contro i principi ed i possidenti. Ti sto dicendo che senza il denaro quelli non sarebbero niente, li avreste sconfitti da un pezzo. Invece c'è sempre un banchiere che regge loro il moccolo finanziandone le iniziative."......

"I nostri mercanti sarebbero persi senza il denaro che i Fugger mettono a disposizione per finanziare i loro viaggi. Carlo V non sposterebbe un solo soldato se non avesse un credito illimitato presso i loro forzieri. Del resto Carlo V deve ai Fugger la sua corona, la guerra contro la Francia, la crociata contro i turchie il mantenimento di tutte le sue puttane.".....

"Il cuore batte forte in fondo allo stomaco, le viscere si allentano. Ferdinando, Carlo V, il Papa, i principi tedeschi. Tutti legati alla borsa di Anton il Furbo (Fugger)"

Saluti

Luciano

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salute

Luciano ringrazio per la segnalazione,vedrò di acquistare il libro.

Mi sembra che sia stato detto in questa discussione:"Senza soldi non si canta messa"

Carlo V ,per le sue battaglie,si servì dei tercios delle Fiandre(la più potente fanteria della storia)e,di sicuro,per finanziarli si servì dei prestiti dei Fugger

--Salutoni

-odjob

Se avete altre foto di monete con il simbolo dei Fugger presente ,postatele pure in questa discussione

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma è mai possibile che comandino sempre i banchieri??? :wacko:

--odjob

Share this post


Link to post
Share on other sites

Riprendo questa vecchia discussione perchè, non so se ve ne siete accorti, all'Asta Hirsch odierna c'erano alcuni Giuli con simbolo Fugger.

Numero 4529 , difetti, non è piaciuto e mi pare sia andato a 250

Numero 4530 , a 500

Numero 4531, a 480

Numero 4534, con un bel colpo (non segnalato) non so il realizzo

Numero 4535 quello con il leone al rv/ ha superato i 1000 ma non so il prezzo finale.

Non ho notato nel Live presenza di italiani.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Riprendo questa vecchia discussione perchè, non so se ve ne siete accorti, all'Asta Hirsch odierna c'erano alcuni Giuli con simbolo Fugger.

Me ne ero accorto ed avevo anche offerto per il lotto 4535, non me lo sono di certo aggiudicato se ha superato i 1000 euro... -_-

Non ho notato nel Live presenza di italiani.

Un italiano interessato si stava giusto chiedendo come trovare i realizzi, sarebbe stato presente se solo avesse pensato che c'era la sessione live... :rolleyes:

Ciao, RCAMIL.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Correggo i prezzi di realizzo:

4529 380

4530 500

4531 480

4534 700

4535 1000

Share this post


Link to post
Share on other sites

Visti i realizzi chiedo agli esperti del settore :

Queste monete sono veramente rare ?

I prezzi fatti come possono essere considerati ? Buoni? Esagerati? Giusti?

Grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me sono prezzi allineati con il mercato attuale e con la rarità delle monete in vendita, che è indubbia. Per scegliere tra le tue opzioni direi prezzi "giusti".

Un esemplare simile alla moneta del lotto 4534 (Leone X) poteva essere comprato (e lo è stato) a 580 euro nell'ultimo listino di Numismatica Picena; rispetto a 700 euro + diritti e spese varie, era un prezzo "buono"... :rolleyes:

Ciao, RCAMIL.

Edited by rcamil

Share this post


Link to post
Share on other sites

Diciamo che

le monete in asta erano "ben occultate"e ,se le avessero presentate insieme alle altre "Munzen Des Mittelalters"avrebbero spuntato di più così come le monete di Vittorio Emanuele III.

Il prezzo di Numismatica Picena è(era) molto buono,e quello spuntato in asta ,come diceva rc,è in linea con quelli di mercato,ma secondo me ha giocato il fatto che le monete sono sfuggite a molti anche perchè queste monete le acquistano anche all'estero e lì non giunge ,in massima parte,il listino di Numismatica Picena

--odjob

Share this post


Link to post
Share on other sites

Diciamo che

le monete in asta erano "ben occultate"e ,se le avessero presentate insieme alle altre "Munzen Des Mittelalters"avrebbero spuntato di più così come le monete di Vittorio Emanuele III.

Il prezzo di Numismatica Picena è(era) molto buono,e quello spuntato in asta ,come diceva rc,è in linea con quelli di mercato,ma secondo me ha giocato il fatto che le monete sono sfuggite a molti anche perchè queste monete le acquistano anche all'estero e lì non giunge ,in massima parte,il listino di Numismatica Picena

--odjob

Mi sono chiesto anch'io perchè le hanno messe come Vatican e non come si fa di solito tra le italiane. Sono state tutte vendute in sala. Ho visto solo un tedesco come Live fare un rilancio. Pensavo che il nome Fugger avrebbe attirato i tedeschi , ma così non è stato. Anche le italiane non hanno suscitato molto interesse.

Non c'entra niente con questa discussione ma c'erano in vendita una quarantina di 8 reales macuquinas provenienti da un ritrovamento di un vascello affondato. Corrose dal sale e in cattive condizioni sono andate tutte invendute. Ne avrei anche comprata una se non fossero state tutte chiuse in quelle orrende scatolette americane che mi fanno venire l'orticaria.

Ciao.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Supporter

Io me ne ero accorto e avevo pure fatto delle offerte ma sono state superate, devo dire che la qualità di questi pezzi e superiore a quelle viste di recente, considerato questo i realizzi spuntati sono direi .. "equi"

Alessandro

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vado ad arricchire questa discussione con questo gioiellino che fu venduto all'asta di Numismatica Ars Classica n°50 del 2008:

Leone X (Giovanni de’Medici), 1513-1521. Ducato papale, AU 3,45 g

D/ LEO PAPA – DECIMVS Stemma sormontato da triregno e chiavi decussate.

R/. ALMA ROMA S. Pietro e S. Paolo stanti di fronte; tra i due, sulla linea dell’esergo, segno del Banco Fugger.

Riferimenti: CNI 15. Muntoni 5. Berman 631. Friedberg 47.

--Salutoni

-odjob

post-1715-0-50007600-1366901052_thumb.jp

Share this post


Link to post
Share on other sites

Da asta numismatica n°285 (28.09.2012) di Hirsch

Leo X. de' Medici. 1513-1521. Roma, Banco Fugger. Giulio - P. S. -. P. LEO. X. -. PONT. M. Büsten St. Petri und Pauli über Medici - Schild. Rs: VICIT. LEO. DE. TRIBV. IVSA Victoria über Löwe l. mit Kugel, im Abschnitt ROMA über Dreizack (= Bank Fugger). Muntoni 27. 3,95 g. RR ss Erworben in den 1960er Jahren bei Bank Leu.

La moneta fu venduta in un'asta di Bank Leu del 1960 come da descrizione

Per la cronaca questa moneta da Hirsch fu aggiudicata a € 1000+ diritti

post-1715-0-51747000-1382262928_thumb.jp

Share this post


Link to post
Share on other sites

Da asta numismatica di Kunker n°233 del 17/06/2013

PAPST LEO X., 1513-1521
Münzstätte Rom. Giulio Rom. Auf der Rückseite Münzzeichen der Fugger. Muntoni 27. Sehr selten in dieser Erhaltung. Attraktives Exemplar mit feiner Tönung, vorzüglich

Questa moneta è stata aggiudicata ad € 2800+ diritti d'asta

è meglio conservata rispetto a quella venduta da Hirsch precedentemente postata

post-1715-0-86130800-1382263279_thumb.jp

Share this post


Link to post
Share on other sites

Voglio aggiungere a questa ineressante discussione dei Fugger che anche il fiorino di camera della Sede vacante 1523 è contraddistinto dal simbolo dei banchieri tedeschi.

allego immagine dalla NAC 16

DARECTASAPERE

Share this post


Link to post
Share on other sites

scusate, ecco l'immagine

post-13774-0-97253200-1382280215_thumb.j

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bella moneta darectsapere proveniente oltretutto da un'asta che soprattutto accomunava belle e rare monete papali ed altrettanto belle e rare monete napoletane e siciliane

--grazie per il tuo contributo

-odjob

Share this post


Link to post
Share on other sites

Posted (edited)

Non può mancare in questa discussione

 

questo Quarto di Ducato di Leone X in vendita nell'asta n°81 di Numismatica Ars Classica al lotto n°390

Leone X (Giovanni de’Medici), 9 marzo 1513-1 dicembre 1521

Quarto di ducato, AR 9,87 g.

D/ LEO·DECIMVS·PONT·MAXIMVS · Busto a s., con piviale ornato.

R/ PACEM·MEAM – DO·VOBIS Gesù, stante a s., benedice gli apostoli genuflessi; all’esergo, ° ROMA ° / tridente (segno del Banco Fugger)

Riferimenti:CNI 50 (denominazione inesatta). Martinori, Annali, p. 13. Muntoni 17 var. Berman 636.

 

 Secondo il Martinori(Annali), il conio di questo quarto di ducato deve essere attibuito all’incisore Vittorio Camelio, che con breve papale del 24 giugno 1515 venne nominato a vita incisore della Zecca. qqqqLa tradizione vuole coniata questa moneta per commemorare il perdono e la reintegrazione negli onori che il Papa concesse ai Cardinali Bernardino Carvajal e Federico Sanseverino, che avevano preso parte al Concilio scismatico di Pisa. Il segno dei banchieri Fugger posto al rovescio di questa rarissima moneta ne colloca la datazione ai primi due anni di pontificato.

 

 

 

 

--Salutoni

-odjob

post-1715-0-60969800-1416382166_thumb.jp

Edited by odjob

Share this post


Link to post
Share on other sites

il lotto 390 precedentemente postato è stato venduto dalla casa d'aste Numismatica Ars Classica ad €   28.000+ diritti d'asta

 

Complimenti a chi si è aggiudicato questa bella e rara moneta

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi accorgo solo adesso del passaggio nell'ultima asta di Gadoury di questo giulio a nome di Giulio II con l'armetta Fugger.

 

post-32073-0-19203000-1418321892_thumb.j

 

Jules II 1503-1513 Giulio, Rome, non daté, AG 3.57g.
Avers: IVLIVS II PONT MAX Écu dans un quadrilobe, sommé d'une tiare pontificale et de deux clefs croisées
Revers: PE APLVS PAV DOC GENTIVM, à l'exergue : RO
Ref : Munt.27 , Berman 573
Conservation : TTB/SUP. Rare

 

 

 

Base d'asta 200 €, battuto a 280 €

 

 

Buona serata,

anto R

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now
Sign in to follow this  
Followers 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?