• Nostalgica
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Benvenuto su Lamoneta.it

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Sign in to follow this  
Followers 0
Trimalcione

approfondimento
Moneta di Lire 20 con profilo del Duce e relativo motto

28 posts in this topic

Salve,

è possibile sapere qualche notizia a riguardo di questa moneta del ventennio, in quale circostanza fu coniata e perchè? Grazie :)

post-13781-1243265035_thumb.jpg

post-13781-1243265078_thumb.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Non è una moneta, non ne esistono col ritratto di Mussolini, ma solo una patacca moderna per nostalgici del ventennio.

Nessun valore storico o numismatico, e nemmeno economico, a meno che non sia in oro o argento ;)

petronius B)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come riportato dal catalogo Gigante.

Sulle monete poteva essere riportata solamente l'effige del Capo dello STATO! Mussolini era il Capo del GOVERNO!!

Quindi come detto non è una moneta ma una medaglia!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oltre al fatto che non è una moneta, ribadisco che, secondo me, non ha neppure dignità di medaglia. Al di là del fatto che non si tratterebbe, comunque, di un'emissione ufficiale, il finto valore nominale mi sembra un chiaro tentativo fraudeolento di accreditarla come moneta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infatti non è una medagli e tantomeno una moneta,

è bensì una riproduzione nostalgica che non ha nessun valore.

Share this post


Link to post
Share on other sites

:D Povero nonno, ma non credo cmq che si stia rivoltando nella tomba dato che come me non era un numismatico; nostalgico lo era il mio :D , sì, e forse pure troppo. Cmq non è ne d'oro e ne d'argento, una medaglia non può esserlo perchè sopra c'è scritto Lire 20, allora mi spiegate chi l'ha stampata? Mi sembra abbastanza ben fatta come lavoro di conio, e io non sono un esperto... ma soprattutto mi spiegate come mai sul verso e sul recto compaiono tre date diverse a numeri romani? 1943, 1918, 1928 sono cmq tre date significative... Ora un pataccaro non credo che avrebbe scritto tre date diverse.... a meno che piuttosto non si tratti di un'imitazione di due diversi esemplari messi insieme. Cmq grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites
:D Povero nonno, ma non credo cmq che si stia rivoltando nella tomba dato che come me non era un numismatico; nostalgico lo era il mio :D , sì, e forse pure troppo. Cmq non è ne d'oro e ne d'argento, una medaglia non può esserlo perchè sopra c'è scritto Lire 20, allora mi spiegate chi l'ha stampata? Mi sembra abbastanza ben fatta come lavoro di conio, e io non sono un esperto... ma soprattutto mi spiegate come mai sul verso e sul recto compaiono tre date diverse a numeri romani? 1943, 1918, 1928 sono cmq tre date significative... Ora un pataccaro non credo che avrebbe scritto tre date diverse.... a meno che piuttosto non si tratti di un'imitazione di due diversi esemplari messi insieme. Cmq grazie.

E' stata prodotta come oggetto commemorativo, per nostalgici. Le motivazioni, che hanno spinto a creare una moneta di fantasia, immagino siano legate alla volontà di dare maggior lustro al personaggio, più che "bidonare" i suddetti nostalgici.

Come date il 1943 è evidente: nascita della RSI. per quanto riguarda 1918-1928, ipotizzo... decennale della vittoria nella Grande Guerra? O si intendeva avallare una retrodatazione della creazione dei fasci di combattimento di un anno, per farla coincidere con la vittoria? Boh?

Share this post


Link to post
Share on other sites
per quanto riguarda 1918-1928, ipotizzo... decennale della vittoria nella Grande Guerra? O si intendeva avallare una retrodatazione della creazione dei fasci di combattimento di un anno, per farla coincidere con la vittoria? Boh?

Beh, il pataccone mussoliniano nasce ad imitazione del famoso 20 lire elmetto, che sul dritto riporta l'effigie elmata del re e non di Mussolini. Questa moneta venne emessa nel 1928 per commemorare il decennale della vittoria nella prima guerra mondiale, ecco perchè le cifre 1918-1928 che sono presenti pure sull'originale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
per quanto riguarda 1918-1928, ipotizzo... decennale della vittoria nella Grande Guerra? O si intendeva avallare una retrodatazione della creazione dei fasci di combattimento di un anno, per farla coincidere con la vittoria? Boh?

Beh, il pataccone mussoliniano nasce ad imitazione del famoso 20 lire elmetto, che sul dritto riporta l'effigie elmata del re e non di Mussolini. Questa moneta venne emessa nel 1928 per commemorare il decennale della vittoria nella prima guerra mondiale, ecco perchè le cifre 1918-1928 che sono presenti pure sull'originale.

Tirando ad indovinare (non seguo la monetazione del regno mi pare evidente... :P ) c'avevo azzeccato :D .

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh, allora approfittiamone per approfondire la genesi di questo patacùn :P

Questa è la moneta originale da cui prende spunto il pataccone mussoliniano:

http://numismatica-italiana.lamoneta.it/moneta/W-VE3/41

Nel dopoguerra (c'è chi dice subito dopo, chi dice negli anni '50, alcuni addirittura vedono nella data 1943 quella di origine di questa patacca. In ogni caso non è chiarissimo quando furono messi in giro per la prima volta questi tondelli) vennero prodotti da privati, probabilmente nostalgici del ventennio ma non è detto che questo fosse l'unico motivo, tondelli in vari materiali che prendevano spunto dal 20 lire elmetto, pressoché identici sul R/ ma con Mussolini elmato sul D/ al posto del re. Come noto, Mussolini non poteva apparirere sulle monete, prerogativa che era del re. In seguito la coniatura di tali schifezze è andata probabilmente un pò oltre a quelle che erano le reali volontà di chi le aveva ideate, tanto che al giorno d'oggi il mercato ne è clamorosamente invaso. Come detto nell'altra discussione, a fare la "fortuna" (si fa per dire) di questa patacca è soprattutto la somiglianza col cappellone, molti neofiti/inesperti sono convinti di trovarsi di fronte a questa moneta (che pur non particolarmente rara ha cmq un certo valore sul mercato) e la acquistano. Quando si rendono conto di ciò che hanno acquistato la ripongono in un cassetto dove vegeta per anni, finchè qualcuno la riesuma e viene su lamoneta a chiedere quanto può valere un 20 lire 1943 con Mussolini al dritto :P

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie per le precisazioni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bene, a questo aggiungo che qualcuno mi ha detto che forse questa moneta, o almeno l'originale, fu stampata con la RSI e questo giustifica perchè compaia Mussolini e non il Re, in quanto in quel momento nell'Italia divisa Mussolini era il capo dello Stato neorepubblicano... Bisognerebbe solo capire se è un'imitazione di un qualche originale, appunto una patacca del dopoguerra, ma cmq mio nonno credo che, conoscendolo, l'abbia semplicemente comprata in qualche mercatino dell'antiquariato.... grazie ancora per le delucidazioni; cmq se per caso uno di questi giorni in soffitta dovessi trovare anche il denario di Nostro Signore ve lo farò sapere... :D un caro saluto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io non parlerei di monetazione per la Repubblica Sociale Italiana. E' vero che per i francobolli, esistono di sovrastampati; è anche vero che una moneta fu coniata, il 10 centesimi, zecca di Aosta. Se una moneta del genere, fosse stata veramente coniata, molti la avrebbero vista in circolazione, ne sarebbero spuntati fuori i relativi atti di emissione, e soprattutto vi sarebbe stata propaganda da parte dei Repubblichini.

Saluti,

Giuseppe.

Share this post


Link to post
Share on other sites
qualcuno mi ha detto che forse questa moneta, o almeno l'originale, fu stampata con la RSI e questo giustifica perchè compaia Mussolini e non il Re, in quanto in quel momento nell'Italia divisa Mussolini era il capo dello Stato neorepubblicano

Ancora non ci siamo....:rolleyes:

Non esiste un "originale" di questa "cosa", come ti hanno già spiegato sia qui che in un'altra discussione il modello è il 20 lire del 1928 col ritratto del re.

Mussolini, anche da capo di stato a Salò, non ha battuto moneta, quelle coniate ad Aosta, con millesimo 1943, sono identiche e indistinguibili rispetto a quelle coniate a Roma prima della divisione dell'Italia.

petronius :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Supporter
qualcuno mi ha detto che forse questa moneta, o almeno l'originale, fu stampata con la RSI e questo giustifica perchè compaia Mussolini e non il Re, in quanto in quel momento nell'Italia divisa Mussolini era il capo dello Stato neorepubblicano

Ancora non ci siamo....:rolleyes:

Non esiste un "originale" di questa "cosa", come ti hanno già spiegato sia qui che in un'altra discussione il modello è il 20 lire del 1928 col ritratto del re.

Mussolini, anche da capo di stato a Salò, non ha battuto moneta, quelle coniate ad Aosta, con millesimo 1943, sono identiche e indistinguibili rispetto a quelle coniate a Roma prima della divisione dell'Italia.

petronius :)

....e chiaramente con l'effige del Re, nonostante coniate nel territorio della RSI.

Non esiste nessuna moneta con l'effige di Mussolini, nè ante nè post 1943.

Poi si può al massimo discutere su come chiamare le coniazioni del tipo presentato in questa discussione. Medaglie? io le considero patacche, coniate con motivazioni diverse.

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' un pezzo di fantasia...Mussolini ed il fascio littorio...dopo la guerra (ed anche ora) erano ancora elementi di grande suggestione.Giuro di aver visto un pezzo del genere,in oro,con dicitura 100 lire,nella cassaforte di un noto professionista romano,ignaro di aver preso una fregatura clamorosa.Sono stati prodotti anche esemplari ben curati, in argento o mistura,alcuni si presentano ben patinati.E' un pezzo che ha,realmente,riscosso una enorme fortuna,ne hanno venduti a camionate.Il ritratto di Mussolini non e' un granche',in quanto a stile.Si e' volutamente scelto un ritratto con l'elmetto,come per l'immagine originale di Vittorio Emanuele III.Dalle mie informazioni,la realizzazione di tale oggetto risale agli anni '50.Io li ho visti a Porta Portese a Roma ,a partire dal 1974.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Posted (edited)

Sorge spontaneo chiedere: se si è deciso di "coniare", come mai ci si è rifatti al 20 Lire Cappellone?

Saluti,

Giuseppe.

Edited by gufetto

Share this post


Link to post
Share on other sites

... ma personalmente non so, così mi ha detto uno su di un forum di militaria sul parere di un suo amico numismatico... <_<

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragionar non nuoce, io posso anche sospettare che forse furono fatte ma con due punzoni, uno originale della Zecca e uno artigianale falso, in fondo Mussolini era Capo dello Stato della RSI, il Re Capo di un governo del Sud, in fondo se Mussolini avesse voluto mettersi sulla moneta del Re, avrebbe anche potuto farlo, no?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Trimalcione purtroppo stiamo continuando a ragionare su come oramai appurate. Le avrebbero viste circolare e ci sarebbe stata una grandissima "pubblicità" già durante l'esistenza della Repubblica Sociale Italiana. Ti invito a chiedere all'amico dell'amico di fornire dati più concreti circa la sua asserzione.

Saluti,

Giuseppe.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sorge spontaneo chiedere: se si è deciso di "coniare", come mai ci si è rifatti al 20 Lire Cappellone?

Saluti,

Giuseppe.

Si sono coniati pezzi anche con il fascione e con la vetta d'Italia. Ma sono tutte patacche. Ancora oggi una fabbrica orafa di Oristano stampa pezzi con l'effige di Mussolini e il rovescio del cappellone, in oro, per i nostalgici. Ma NON sono monete. Io personalmente ho visionato tutto il materiale creatore presente alla Zecca e non esistono coni con immagine o scritte riconducibili a Mussolini. Hanno commemorato con le lire 100 e le lire 20 in oro la Marcia su Roma e la cosa finisce qui. Fatevene una ragione. Così come per Umberto II.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ragionar non nuoce, io posso anche sospettare che forse furono fatte ma con due punzoni, uno originale della Zecca e uno artigianale falso, in fondo Mussolini era Capo dello Stato della RSI, il Re Capo di un governo del Sud, in fondo se Mussolini avesse voluto mettersi sulla moneta del Re, avrebbe anche potuto farlo, no?

Ad Aosta hanno lavorato le maestranze della zecca di Roma, ma niente effigi di Mussolini. Garantito al 100%.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Elledi mi era sfuggita la "coniazione" anche con altri tipi monetali, ecco il perché della mia domanda.

Saluti,

Giuseppe.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oh bene, siete stati anche con la vs. esperienza personale veramente esaustivi e vi ringrazio, in fondo alla fine, quello che mi interessava capire è se per caso la realizzazione di queste patacche fosse avvenuta durante la RSI, più che altro una mia curiostà di appassionato di storia e non di numismatico; il tizio, amico di uno che non conosco <_< , che su un altro forum, ma di militaria, mi ha detto addirittura di orginali valutabili da 200 a 1800 euro sinceramente si pone nel contesto di una falsa moneta ormai assodato, e non vale la pena sinceramente di prenderlo sul serio... l'ho riferito più che altro per riportarne la info che ho ricevuto. In conclusione, essendo interessato io a saperne di più cosa fosse, se fosse vera o falsa per semplice curiosità, se dovessi dare un giudizio generale penso che produrre di queste patacche sia buono solo per polli oltrechè illegale.... vi ringrazio, un caro saluto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now
Sign in to follow this  
Followers 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?