Vai al contenuto

  • Connettiti con Facebook Connettiti con Twitter Log In with Google Connettiti
  • Registrati ora!
Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!








Foto

Medaglie Papali: originali e riconi.

* * * * * 4 Voti

  • Please log in to reply
206 risposte a questa discussione

#201
web27it

web27it

    Nobile

  • Utente Senior
  • StellettaStelletta
  • 129 Messaggi

  • Sul forum da:
    11 anni e 8 giorni

Traguardi

              

buonasera,

vorrei chiedere a chi più esperto, come si è potuto stabilire con assoluta  con certezza che la medaglia ex asta nomisma 42 lotto 718, della quale allego foto del dritto (che ho preso dal catalogo online, relativa a quella dell'asta citata) non sia coeva, ma un riconio successivo.

Il mio dubbio, nasce dal fatto,  che al Mazio, il dritto di questa medaglia è arrivato con l'anno modificato da XIII a XIIII, poiché utilizzato all'epoca (modificandolo) anche per coniare la medaglia ufficiale dell'anno XIIII.

Inoltre, come si vede, dalle foto che allego, la frattura di conio presente sull'esemplare coniata dal Mazio è assente su quella in oro, mentre  è presente quella piccola imperfezione o frattura tra la X di MAX e il contorno.

Questo a mio avviso denota che il conio utilizzato per la coniazione dell'esemplare in oro è coevo e non successivo.

Cosa ne dite???

 

 

 

 

Allega File(s)


Messaggio modificato da web27it il 18 ottobre 2014 - 17:40


#202
Giov60

Giov60

    Marchese

  • Utente Storico
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2088 Messaggi

  • Sul forum da:
    5 anni, 9 mesi e 19 giorni
  • Sesso:Uomo

Traguardi

              

Non sono esperto di medaglistica pontificia. Tuttavia vorrei aggiungere un paio di annotazioni:

verissimo quanto affermato da web27it, tant'è che nel testo di Francesco Mazio "Serie dei conj di medaglie pontificie da Martino V ...", edizione del 1824, non è riportata questa medaglia per l'anno XXIII ma solo al n° 204 la medaglia dell'anno XXIIII. Tuttavia il titolare di Nomisma è un grande conoscitore di medaglistica pontificia in oro per cui se ha ritenuto non coeva la medaglia è verosimile che ciò sia vero. Non si tratterebbe allora di un "riconio del Mazio". Da profano quale io sono credo che l'altissima conservazione della medaglia unita alla estrema lucentezza del metallo e mancanza di impurità faccia propendere per un "oro" moderno. Ovviamente anche il conferente avrà avuto qualcosa da dire, direttamente o indirettamente. Si fosse trattato di una medaglia originale in oro in quella conservazione penso che la stima sarebbe stata moltiplicata x molte volte ... tuttavia in caso di falso la stima sarebbe stata quella dell'oro contenuto e dunque molto meno della base d'asta.

La medaglia è andata invenduta ...

 

Per molte medaglie pontificie l'origine risulta difficile da stabilire e non credo vi possa essere assoluta certezza (salvo che un esame atto a valutare il titolo dell'oro con spettrometria non documenti incontrovertibilmente che si tratti di un falso).


Messaggio modificato da Giov60 il 18 ottobre 2014 - 19:54


#203
web27it

web27it

    Nobile

  • Utente Senior
  • StellettaStelletta
  • 129 Messaggi

  • Sul forum da:
    11 anni e 8 giorni

Traguardi

              

Ciao Giov,

la medaglia era andata invenduta con base di partenza di 5000 €urozzi, quindi non credo che una medaglia "moderna" potesse avere quella stima così elevata, per di più in una casa d'asta così importante.

La cosa che non mi torna, è proprio quell'imperfezione che ho indicato sulla X di MAX, presente sia sulla medaglia in oro che su quella del Mazio in bronzo o rame che ho postato.

Ciò mi fa pensare, che questa medaglia in oro sia stata coniata con i conii originali, prima che subissero la modifica dell'anno da anno XIII ad anno XIIII, visto,  che detta modifica, è stata apportata all'epoca sul conio dell'anno XIII  per coniare le medaglie dell'anno XIIII.

Mi ritengo comunque un profano del settore, mi è nato questo dubbio, e spero che qualche esperto possa chiarirlo.

finisco postando la foto di un'altra medaglia in oro dello stesso pontefice, che  presenta la stessa lucentezza nonché la stessa perlinatura del contorno.

Detto esemplare è stato venduto a 12.000 + diritti nel 2007 alla NAC

Allega File(s)

  • Allega file  357774.jpg   73,2K   3 Numero di downloads

Messaggio modificato da web27it il 18 ottobre 2014 - 21:19


#204
renzo1940

renzo1940

    Visconte

  • Utente Senior
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 777 Messaggi

  • Sul forum da:
    9 anni, 4 mesi e 16 giorni
  • Sesso:Uomo

Traguardi

              

L'osservazione di web27 è pertinente e trova conferma anche nel rovescio della medaglia, che ha iscrizione completa S. ANASTASIAE nella facciata della chiesa e nessuna iscrizione in esergo (ho riguardato l'esemplare aureo de quo, fotografato da fabio nel catalogo del forum). La medaglia non è pertanto un riconio Mazio.

Ma non si può escludere  un riconio arbitrario moderno (invero quasi del tutto assenti nella medaglistica pontificia); indicazioni in tal senso non si rilevano dalla foto,  ma saranno state certamente evidenziate dall'esame diretto. In tanti anni di collezionismo (con evidente interesse delle case di aste anche se in buona fede) ho visto troppe volte nei cataloghi la omessa indicazione della riconiazione  anche conclamata; mai il caso contrario...........Comunque ci sta l'errore anche contro i propri interessi e quelli del cliente venditore rappresentato.

Non ricordo di essermi soffermato nell'esame della medaglia quando proposta in asta, probabilmente perchè non colleziono medaglie in oro.



#205
web27it

web27it

    Nobile

  • Utente Senior
  • StellettaStelletta
  • 129 Messaggi

  • Sul forum da:
    11 anni e 8 giorni

Traguardi

              

Ma non si può escludere  un riconio arbitrario moderno (invero quasi del tutto assenti nella medaglistica pontificia);

La cosa che mi lascia perplesso è data dal fatto che lo stile è identico a quello dell'incisione originale, anzi il conio sembra essere identico in ogni sua parte, fatta eccezione dell'anno.
Osservate la frattura sopra la x, è il dettaglio della "stanghetta " verticale della R di VRBANVS.

#206
monete65

monete65

    Aspirante Cittadino

  • Aspirante Utente
  • 1 Messaggi

  • Sul forum da:
    8 mesi e 13 giorni

Traguardi

              

Le osservazioni di web27it , sono effettivamente pertinenti.

Il conio essendo unico ( anche nei suoi difetti ) conferma quasi certamente l'autenticità.

La visione diretta è però d'obbligo.



#207
web27it

web27it

    Nobile

  • Utente Senior
  • StellettaStelletta
  • 129 Messaggi

  • Sul forum da:
    11 anni e 8 giorni

Traguardi

              

Le osservazioni di web27it , sono effettivamente pertinenti.

Il conio essendo unico ( anche nei suoi difetti ) conferma quasi certamente l'autenticità.

La visione diretta è però d'obbligo.

ciao,

effettivaente è così.

Ogni conio è singolo nel suo genere e nei suoi difetti, paragonabile quasi ad un impronta digitale.

Con questo porto avanti la mia tesi che il conio utilizzato per la coniazione della medaglia in oro in questione, sia il conio originale dell'anno XIII, prima che subisse la modifica ad anno xIIII.

Aspetto qualche parere più autorevole.

un saluto






0 utente(i) stanno visualizzando questo forum

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi