Vai al contenuto

  • Connettiti con Facebook Connettiti con Twitter Log In with Google Connettiti
  • Registrati ora!
Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!







Foto

Clemente XII - le monete

* * * * * 6 Voti

  • Please log in to reply
105 risposte a questa discussione

#31
piakos

piakos

    Marchese

  • Utente Senior
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2415 Messaggi

  • Sul forum da:
    5 anni, 10 mesi e 19 giorni
  • Sesso:Uomo
  • Provenienza:Italia
Allega file  clemete X1736 - II 2.300 B.JPG   487,65K   5 Numero di downloads

Posto anche una frazione del rovescio...è la stessa moneta.

I noti problemi dell'editor impediscono di caricare oltre una certa quantità.
Ho preferito il massimo dettaglio del parziale...piuttosto che la solita foto...più anonima.
Prendete la cosa per un vezzo...del quale mi scuso.

P.S.
L'altra è addirittura un filino migliore come conservazione...ma non mi consento di dare grading. :) La luce e la patina, tuttavia, non sono di pari suggestione.

#32
picchio

picchio

    Duca

  • Coordinatore
  • 5372 Messaggi

  • Sul forum da:
    9 anni, 6 mesi e 19 giorni
  • Sesso:Uomo
Tra gli inviti di Clemente XII ad una maggior moralizzazione della funzione pubblica questo testone li riassume tutti. Clemente XII tra le prime azioni che intraprese non appena a capo della Chiesa mise sotto processo il Cardinale Coscia, già ministro di Benedetto XIII, accusato di frodi e rapine ai danni dello Stato e della popolazione. Fu condannato a pagare 200.000 scudi, una somma grandiosa, e 10 anni di detenzione in prigione. Con Clemente XII fu abolito l'immunità dei luoghi sacri agli omicidi e diede nuovamente al giuco del lotto la legalità ma solo nello Stato Pontificio, per i giocatori all'estero c'era il rischio di scomunica !. In altre parole invitava ad una scelta e distinguere il bene dal male. Un insegnamento che sarebbe quanto mai attuale ai giorni nostri.

Allega file  Dabis W.jpg   134,58K   29 Numero di downloads


Stato Pontificio Clemente XII (Lorenzo Corsini) 1730-1740
Testone Anno VI Roma Argento gr. 8,399 diametro 31,22mm
D/ (s) CLEMENS - XII•PONT:MA:AN:VI busto con camauro e stola ornata a destra
Rv. DABIS / DISCERNERE / INTER•MALVM / ET•BONVM tra rami di palma, chiusi in basso da armetta Mons. Casoni T/ foglie in rilievo ↑
Conservazione quasi Splendida con tentativo di foro. Moneta molto rara.
Asta Negrini 29 n. 1292 11/6/09
Muntoni 029 Serafini 37 (o/m) CNI 26

#33
almineo

almineo

    Nobile

  • Utente Senior
  • StellettaStelletta
  • 119 Messaggi

  • Sul forum da:
    9 anni, 6 mesi e 2 giorni
  • Sesso:Uomo
  • Provenienza:Parma

Con un po' di titubanza posto l'unica piastra di Clemente XII, del 1731. Questo esemplare è preso dall'asta Tkalec del 26 ottobre 2007 (lotto 453, lustrous uncirculated): base 15000 CHF e aggiudicata a 48000 CHF. :o
L'esemplare era di conservazione eccezionale: peccato non aver vinto al superenalotto e averci fatto un pensierino.


Questa moneta è veramente meravigliosa!
lo dico con molto orgoglio in quanto si trova nel mio monetiere ...
I gioelli servono per essere mostrati e non tenuti chiusi in cassaforte, questo è il piacere del collezionismo.

Coglievo l'occasione per chiedere a Picchio (o a chiunque altro sia amante di papa Corsini) se avesse mai avuto occasione di vedere passaggi del Doppio Zecchino. Non sono mai riuscito a trovare nulladi questa moneta.

#34
picchio

picchio

    Duca

  • Coordinatore
  • 5372 Messaggi

  • Sul forum da:
    9 anni, 6 mesi e 19 giorni
  • Sesso:Uomo
Mi perdoni il ritardo, ma dato il limitato interesse del topic lo avevo temporaneamente abbandonato al suo destino senza postare altro.
Ne è passato uno da Varesi in conservazione BB e .... non sono riuscito a prenderlo, sigh;
altri passaggi sono nelle aste Kunst und Munzen maggio 1980 e fece 8.400 chf in BB, kunst und Munzen ottobre 1985 in bel BB (non mi pare lo stesso esemplare di 5 anni prima) per un realizzo di 5.000 chf e poi alla NAC 16 ottobre 1998 di Zurigo in Splendido e fece poco pochino 2.900 franchi svizzeri.

altra moneta secondo me molto rara è lo zecchino del 1738, compare sempre o quasi il 1739 ma non il 1738.

Per l'argento ce ne sono parecchi edi monete quasi introvabili, ma spero in un po di fortuna.

#35
almineo

almineo

    Nobile

  • Utente Senior
  • StellettaStelletta
  • 119 Messaggi

  • Sul forum da:
    9 anni, 6 mesi e 2 giorni
  • Sesso:Uomo
  • Provenienza:Parma
Grazie mille Picchio della tua risposta, forse quindi ho qualche speranza di trovarlo ...
Non avevo notato la rarità dello zecchino 1738, ne ho uno anche io infatti del 1739.
Per quanto riguarda gli argenti introvabili ti riferisci forse a qualche giulio in particolare?
Non vorrei che la mia curiosità non fosse di interesse generale, in tal caso rispondimi pure in MP
un saluto

#36
picchio

picchio

    Duca

  • Coordinatore
  • 5372 Messaggi

  • Sul forum da:
    9 anni, 6 mesi e 19 giorni
  • Sesso:Uomo
Gentile Almieno,
considerato il soggetto mi auguro ci siano altri pareri sulle rarità oltre al Suo, ed al mio.
Mi sono messo in testa una 20na di anni fa di collezionare quante più monete di Clemente XII (in bella conservazione) mi fosse possibile; recentemente un pò sfinito dalle ricerche ho deciso di rivedere i parametri qualitativi per l'acquisto, ci sono alcuni giuli che non ho proprio incontrato nelle mie ricerche, altri che sempre e solo in conservazione mai superiore al BB, lo stesso vale per alcuni grossi. Al momento ho costituito un nucleo di circa una 90 monete, la strada è ancora lunga, conto sull'età e qualche colpo di fortuna providenziale.
Il doppio zecchino è una moneta rara, più di quello che viene comunente considerato, la Sua speranza di trovarla è anche la mia.

Stasera posto un paio di monete in oro, magari le commentiamo assieme.

#37
sesino974

sesino974

    Marchese

  • Utente Storico
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2370 Messaggi

  • Sul forum da:
    8 anni, 11 mesi e 19 giorni
  • Sesso:Uomo
  • Provenienza:dietro l'angolo
LeggerVi è sempre interessantissimo ;)

Sergio

#38
picchio

picchio

    Duca

  • Coordinatore
  • 5372 Messaggi

  • Sul forum da:
    9 anni, 6 mesi e 19 giorni
  • Sesso:Uomo
In una precedente discussione, con Rcamil si parlava di quando le monete papali sono state orlate, ed è proprio con questo papa che s'inizia a ben delineare in maniera "artistica" ma in realtà al fine di scoraggiare i tosatori di moneta buona.
Con chirografo del 29 maggio 1734, "affichè li malvagi più difficilmente si arricchissero di tosare le monete et abbia la moneta a se stessa la marca della sua intierità" decretò che tutte le monete d'oro e d'argento, al pari di quanto già si praticava per lo zecchino recassero sul taglio un motivo che ne sancisse l'integrità "o sia giro o orlo sulla costa o festone ovvero cordoncino" (Archivio di Stato in Roma, Archivio camerale, Zecca, busta n. 24, fasc. 3.). Prontamente si diede seguito a quanto decretato con l'emissione del 1734 dello scudo d'oro con stemma e Lumen Rectis al rovescio.

Allega file  Lumen Rectis.jpg   138,39K   22 Numero di downloads

Stato Pontificio Clemente XII (Lorenzo Corsini) 1730-1740
Scudo d'oro 1734 Anno V. Roma Oro grammi 3,066, diametro 18,61 mm
D/ CLEMENS - XII. P. M. A. V, stemma sormontato da tiara e chiavi decussate.
Rv. LVMEN / RECTIS / 1734 entro cartella sagomata (Luce per i Giusti)
T/ cordonato ↑
Conservazione, praticamente fior di conio. Moneta rara
Asta Rodolfo Ratto Milano, 21 aprile 1914, n. 3252 FDC (Cinagli 13)
Muntoni 013, CNI 32, Berman 2613, Friedberg 224

Lumen Rectis ; Salmi, 111, 4 : Exortum est in tenebris lumen rectis "è spuntata nelle tenebre una luce per i giusti".
cioè : all'oro che ben si adoperi a menar vita santa e limosiniera è lume ai giusti
da Achille Monti in - Motti sopra alcune monete dei Pontefici - in "Periodico di numismatica e sfagistica per la storia d'Italia" di Carlo Strozzi, fascicoli II e III del 1873.
Anche in questo caso l'esortazione di Clemente XII alla carità, elemento costante nella monetazione di Papa Corsini

#39
rcamil

rcamil

    Portavoce Ufficiale

  • Curatore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7685 Messaggi

  • Sul forum da:
    10 anni, 7 mesi e 18 giorni
  • Sesso:Uomo
  • Provenienza:Urbino
Finalmente il biondo metallo in questa carrellata di monete di papa Corsini :P

Bel pedigree e conservazione eccelsa tra l'altro ;)

Ciao, RCAMIL.

#40
fra crasellame

fra crasellame

    Marchese

  • Utente Storico
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4778 Messaggi

  • Sul forum da:
    8 anni, 10 mesi e 7 giorni
  • Sesso:Uomo
Che bella moneta!!! E la cartella sagomata!!! Le monete del '600 - '700 sono bellissime!!!

#41
almineo

almineo

    Nobile

  • Utente Senior
  • StellettaStelletta
  • 119 Messaggi

  • Sul forum da:
    9 anni, 6 mesi e 2 giorni
  • Sesso:Uomo
  • Provenienza:Parma

In una precedente discussione, con Rcamil si parlava di quando le monete papali sono state orlate, ed è proprio con questo papa che s'inizia a ben delineare in maniera "artistica" ma in realtà al fine di scoraggiare i tosatori di moneta buona.
Con chirografo del 29 maggio 1734, "affichè li malvagi più difficilmente si arricchissero di tosare le monete et abbia la moneta a se stessa la marca della sua intierità" decretò che tutte le monete d'oro e d'argento, al pari di quanto già si praticava per lo zecchino recassero sul taglio un motivo che ne sancisse l'integrità "o sia giro o orlo sulla costa o festone ovvero cordoncino" (Archivio di Stato in Roma, Archivio camerale, Zecca, busta n. 24, fasc. 3.). Prontamente si diede seguito a quanto decretato con l'emissione del 1734 dello scudo d'oro con stemma e Lumen Rectis al rovescio.

Allega file  Lumen Rectis.jpg   138,39K   22 Numero di downloads

Stato Pontificio Clemente XII (Lorenzo Corsini) 1730-1740
Scudo d'oro 1734 Anno V. Roma Oro grammi 3,066, diametro 18,61 mm
D/ CLEMENS - XII. P. M. A. V, stemma sormontato da tiara e chiavi decussate.
Rv. LVMEN / RECTIS / 1734 entro cartella sagomata (Luce per i Giusti)
T/ cordonato ↑
Conservazione, praticamente fior di conio. Moneta rara
Asta Rodolfo Ratto Milano, 21 aprile 1914, n. 3252 FDC (Cinagli 13)
Muntoni 013, CNI 32, Berman 2613, Friedberg 224

Lumen Rectis ; Salmi, 111, 4 : Exortum est in tenebris lumen rectis "è spuntata nelle tenebre una luce per i giusti".
cioè : all'oro che ben si adoperi a menar vita santa e limosiniera è lume ai giusti
da Achille Monti in - Motti sopra alcune monete dei Pontefici - in "Periodico di numismatica e sfagistica per la storia d'Italia" di Carlo Strozzi, fascicoli II e III del 1873.
Anche in questo caso l'esortazione di Clemente XII alla carità, elemento costante nella monetazione di Papa Corsini


Quoto con ammirazione quanto riportato da Picchio, e a conferma, aggiungo questa immagine dove l'orlatura della moneta è ancorà più marcata.

almineo


Immagine inserita

#42
fra crasellame

fra crasellame

    Marchese

  • Utente Storico
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4778 Messaggi

  • Sul forum da:
    8 anni, 10 mesi e 7 giorni
  • Sesso:Uomo
E' un riflesso o all'interno della C di CLEMENS vedo del rosso ? Tipo la famosa patina boscoreale (anche se il termine patina non è esatto).

#43
picchio

picchio

    Duca

  • Coordinatore
  • 5372 Messaggi

  • Sul forum da:
    9 anni, 6 mesi e 19 giorni
  • Sesso:Uomo
Anche l'oro ha del rame nella lega, piccole percentuali e queste tendono ad ossidarsi e quindi a generate una "patina".

#44
fra crasellame

fra crasellame

    Marchese

  • Utente Storico
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4778 Messaggi

  • Sul forum da:
    8 anni, 10 mesi e 7 giorni
  • Sesso:Uomo
Una persona competente in chimica una volta mi disse che non è il rame che risale ma è l'ossidazione dell'oro che diventa cloruro aurico.
Comunque chiederò conferme.

#45
picchio

picchio

    Duca

  • Coordinatore
  • 5372 Messaggi

  • Sul forum da:
    9 anni, 6 mesi e 19 giorni
  • Sesso:Uomo
Il tipo LVMEN RECTIS viene coniato anche nel 1735, sebbene vengano apportate differenze nella cartella al rovescio, di tipo assolutamente dfferente rispetto al precedente.
In questo caso l'orlatura è più marcata, ma questo dipende solo dalla pressione del macchinario. e dal tondello, ancora di forma irregolare.

Allega file  Lumen rectis 1735.jpg   138,73K   7 Numero di downloads

mentre invece notiamo che il diritto rimane abbastanza simile, sia nello stemma Corsini, sia nella legenda.




0 utente(i) stanno visualizzando questo forum

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi