• Nostalgica
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Benvenuto su Lamoneta.it

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

apollonia

GC
Le monete più attraenti di Alessandro Magno

3340 risposte in questa discussione

Per la cronaca, il quarto di statere del Grande con le armi di Eracle al rovescio segnalato al post # 26, un vero gioiello, ha raggiunto un hammer di 6000 US$ da base 3000 US$. Come dire 4700 € al cambio di oggi.

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ripensando allo statere postato da sku al # 49, mi sembra strano che i segni di usura siano concentrati sul rovescio mentre non se ne vedono (almeno dalla foto) nemmeno sui rilievi più alti del diritto.

Mah!

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questo è un mio tetradramma stile Alessandro coniato ad Anfipoli nel 294-290 a. C. sotto il regno di Demetrio Poliorcete, catalogato Price 501 e Müller 16.

Eracle a destra che indossa pelle di leone / Zeus su trono rivolto a sinistra con un’aquila nella mano destra tesa e uno scettro nella sinistra. Fulmine a sinistra, sotto Z; delfino sotto il trono. ΑΛΕΞΑΝΔΡΟΥ

La moneta (17,00 g) non ha nulla di eccezionale quanto a conservazione (che potrebbe essere un buon BB o q SPL).

E’ eccezionale invece la qualità dell’altro esemplare nel post che segue.

apollonia

post-703-0-16638200-1326302989_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Come sempre bellissime! :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ecco un altro mio tetradramma di Anfipoli coniato poco dopo la morte di Alessandro (ca 323-320 a. C.) in stile ‘lifetime’.

La moneta (17,029 g) con la raffigurazione nel campo a sinistra di Atena Promacos in piedi verso destra con scudo e lancia proviene da un’asta Varesi ed è catalogata come Price 105 e Müller 649.

L’Atena Promachos, cioè prima in battaglia o combattente in prima linea, era una colossale statua di bronzo scolpita da Fidia nell’Acropoli di Atene.

Atene era la dea della saggezza e dei guerrieri e la protettrice di Atene.

apollonia

post-703-0-19018300-1326370756_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ancora Anfipoli ma dalla Francia (Argenor, casa d'asta chiusa da qualche anno): il primo tetradramma entrato nella mia collezione.

Sul rovescio nel campo a sinistra, sotto il monogramma, una fiaccola. Altro monogramma caratteristico sotto il trono

La data di coniazione si può collocare tra ca 315-ca 294 a. C. Il peso è 17,11 g. La catolagazione è Price 486, Muller 33.

apollonia

post-703-0-34955000-1326817069_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ancora Anfipoli ma dalla Francia (Argenor, casa d'asta chiusa da qualche anno): il primo tetradramma entrato nella mia collezione.

Sul rovescio nel campo a sinistra, sotto il monogramma, una fiaccola. Altro monogramma caratteristico sotto il trono

La data di coniazione si può collocare tra ca 315-ca 294 a. C. Il peso è 17,11 g. La catolagazione è Price 486, Muller 33.

apollonia

post-703-0-34955000-1326817069_thumb.jpg

Per una quasi incredibile coincidenza una moneta molto simile (Price 458, differisce per il simbolo di zecca sotto il trono) doveva essere anche la mia prima tetradracma di Alessandro.

Purtroppo per la prima e fortunatamente ad oggi unica volta, la moneta non mi è mai arrivata, perché probabilmente sottratta nel centro di smistamento postale di Milano. Fortunatamente il prezzo pagato mi è stato rimborsato, ma per ragioni scaramentiche credo che non ne comprerò un'altra.

Molto bella la tua, comunque.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ancora Anfipoli ma dalla Francia (Argenor, casa d'asta chiusa da qualche anno): il primo tetradramma entrato nella mia collezione.

Sul rovescio nel campo a sinistra, sotto il monogramma, una fiaccola. Altro monogramma caratteristico sotto il trono

La data di coniazione si può collocare tra ca 315-ca 294 a. C. Il peso è 17,11 g. La catolagazione è Price 486, Muller 33.

apollonia

post-703-0-34955000-1326817069_thumb.jpg

Per una quasi incredibile coincidenza una moneta molto simile (Price 458, differisce per il simbolo di zecca sotto il trono) doveva essere anche la mia prima tetradracma di Alessandro.

Purtroppo per la prima e fortunatamente ad oggi unica volta, la moneta non mi è mai arrivata, perché probabilmente sottratta nel centro di smistamento postale di Milano. Fortunatamente il prezzo pagato mi è stato rimborsato, ma per ragioni scaramentiche credo che non ne comprerò un'altra.

Molto bella la tua, comunque.

io starei ancora maledicendo chiunque D:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Già che siamo ad Anfipoli, ecco un tetradramma della zecca di questa città che mi sono aggiudicato cinque anni fa a una casa d’asta di cui non faccio il nome perché la raffigurazione sul rovescio nel campo a sinistra era indicata ‘elmo su colonna’ quando si tratta in effetti di un’erma itifallica.

Nel mondo greco classico l’erma itifallica, di Hermes o di Dioniso, difendeva con il suo potere propiziatorio le città, i templi, le case, ed era collegata principalmente al culto dionisiaco.

La moneta è stata coniata attorno al 325-323 a. C., pesa 17,19 g e la catalogazione è Price 78.

Lo stile e la conservazione validi, ma la frase di mia moglie alla vista della moneta ‘Finalmente un esemplare con gli attributi!’ non è che deponga a mio favore.

apollonia

post-703-0-77754000-1326896970_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ma la frase di mia moglie alla vista della moneta ‘Finalmente un esemplare con gli attributi!’ non è che deponga a mio favore.

apollonia

post-703-0-77754000-1326896970_thumb.jpg

AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH :D

tornando alla numismatica, esemplare come sempre bellissimo. La tua collezione sta diventando il mio Nirvana :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buon pomeriggio a tutti

Ho aperto questa discussione come invito agli appassionati della monetazione del Grande a inserire gli esemplari più interessanti dal punto di vista estetico e anche per rarità, sia posseduti sia visti in giro. E questo indipendentemente dal metallo, quindi dai distateri ai bronzi.

Questo mio tetra proveniente dalla Tkalec di Zurigo dell'ottobre 2007 penso sia adeguato ad aprire la galleria, anche perché Martin Joseph Price ha scelto questa immagine come illustrazione del suo libro più famoso ‘The Coinage in the Name of Alexander the Great and Philip Arrhidaeus’.

La zecca è di Tarso, in Cilicia, e il periodo c. 323-317 a. C. Leggiadra la Nike in volo a destra nel campo a sinistra. La catalogazione è Price 3042a in quanto, oltre al monogramma sotto il trono, è presente una sigma maiuscola in esergo.

apollonia

Complimenti per la moneta davvero splendida....

Una dei migliori tipi di tetra in circolazione... Un vero motivo di orgoglio :good:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Apollonia, mi chiedevo se potessi gentilmente postare quella meravigliosa moneta raffigurante Alessandro in procinto di affrontare un elefante.. Non ricordo se fosse uno statere o meno..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Hm no, non è quella..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Post # 5 della stessa discussione richiamata al # 64?

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

No, neanche. Rappresentava un guerriero (Alessandro?) a cavallo rampante che affronta un elefante.. L' ho cercata in tutte le disc sul Grande ma non l' ho trovata.. Eppure ero sicuro si trattasse di lui..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Beh, consolati con questo pezzo in oro con elefante sul rovescio, che fa parte del più grande deposito di monete d’oro, argento e bronzo scoperto nel 1992 a Mir Zakah, città dell’Afghanistan a 53 km da Gardez.

Al diritto è raffigurato Alessandro con il corno di Ammone (che indica il suo stato divino) e lo scalpo d’elefante e l’egis che simboleggiano l’intervento divino nella sua vittoria sul fiume Idaspe.

apollonia

post-703-0-32519800-1327327327_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ritorniamo sulla terra con questo tetradramma che mi sono aggiudicato anni fa all’asta Cayon (Spagna).

La moneta (17,16 g, zecca di Anfipoli, Price 99, Müller 207) si accosta a quella del post # 60 in quanto il caduceo, qui - stlizzato - nel campo a sinistra come là l’erma itifallica, è un altro elemento simbolico del dio Ermes (Mercurio per i romani).

Il caduceo è un bastone intorno al quale sono attorcigliati due serpenti. Secondo la tradizione Mercurio, che aveva ricevuto il bastone da Apollo, quando in Arcadia trovò sul suo cammino due serpenti in lotta lo gettò tra loro e li vide avvolgersi attorno al bastone e rappacificarsi. Da qui il caduceo è diventato simbolo di concordia e, per estensione, di commercio.

apollonia

post-703-0-57154100-1327334512_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questa tetra di Arados (Price 3332 - Müller 1370) ha due cose in comune con la tua: il caduceo nel campo a sinistra e la provenienza da un'asta spagnola.

La conservazione è evidentemente diversa, ma mi accontento.

post-22231-0-28490700-1327344766_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questo è il tetra di Arado che ho in archivio (ma purtroppo non nell'album).

Rispetto all'Anfipoli caduceo più lungo, monogramma AP sotto il trono e più sotto la scritta BASILEUS; gambe di Zeus parallele ma con la sinistra leggermente flessa all'indietro; trono con spalliera e piedi rafforzati.

Ma la sorpresa è al post che segue.

apollonia

post-703-0-86407400-1327418043_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Antica imitazione in bronzo di un tetradramma di Arado trovata in Siria.

apollonia

post-703-0-09962200-1327418361_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Decadramma ‘elefante’

Nella discussione ‘Iconografia di Alessandro Magno sulle monete’ avevo già descritto questa moneta riportando la foto del pezzo del British Museum (post # 13) e il link al post # 18.

Il decadramma coniato a Babilonia attorno al 327 a. C. pesa ca 40 g, è rarissimo (solo una decina quelli pubblicati) e ha importanza storica in quanto ricorda le campagne militari in cui il Grande impiegò elefanti da combattimento e in particolare la battaglia sul fiume Idaspe in India, nella quale sconfisse Poro, il sovrano che governava la regione dell’attuale Pakistan. Anche il doppio darico d’oro del post # 68 commemora questi avvenimenti.

Il decadramma è catalogato dal Price e le foto sono quelle del suo libro. Al diritto c’è Alessandro su Bucefalo a destra nell’atto di colpire con la sarissa il conduttore dell’elefante che gli sta seduto sopra con il suo comandante. Sul rovescio è raffigurato Alessandro in veste militare in piedi a destra con un fulmine nella destra e una sarissa nella sinistra, e sopra lui la Nike in volo nell’atto di incoronarlo.

apollonia

post-703-0-71065100-1327498771_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Decadramma 'Eracle/Zeus'

Nella stessa asta del decadramma ‘elefante’ (link al post # 18) è stato battuto il decadramma della foto che può definirsi classico in quanto presenta l’iconografia caratteristica dei tetradrammi e delle dramme del Grande.

La moneta è stata coniata a Babilonia quando Alessandro era ancora in vita (336-323 a.C.), pesa 42,28 g ed è catalogata dal Price come 3618A mostrando al rovescio una piccola ape nel campo a sinistra e un monogramma e una lettera M sotto il trono. Nel Price 3595 manca l’ape e nel Price 3600, pure senza l’ape, la lettera M è in esergo.

Il prezzo realizzato è 250.000 USD (hammer) da base 100.000 USD. Complimenti a chi se l’è aggiudicata.

apollonia

post-703-0-66244300-1327501637_thumb.jpg

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Decadramma 'Eracle/Zeus'

Nella stessa asta del decadramma ‘elefante’ (link al post # 18) è stato battuto il decadramma della foto che può definirsi classico in quanto presenta l’iconografia caratteristica dei tetradrammi e delle dramme del Grande.

La moneta è stata coniata a Babilonia quando Alessandro era ancora in vita (336-323 a.C.), pesa 42,28 g ed è catalogata dal Price come 3618A mostrando al rovescio una piccola ape nel campo a sinistra e un monogramma e una lettera M sotto il trono. Nel Price 3595 manca l’ape e nel Price 3600, pure senza l’ape, la lettera M è in esergo.

Il prezzo realizzato è 250.000 USD (hammer) da base 100.000 USD. Complimenti a chi se l’è aggiudicata.

apollonia

post-703-0-66244300-1327501637_thumb.jpg

Sì....Ricordo anni fa su Vcoins che ne vendevano metà...

Metà magari no, ma rimane davvero una splendida moneta.

Da ragazzo mi sembra inoltre di averla vista in una mostra che fecero qui a Roma a quello che ora chiamano il "museo del corso". E' in quell'occasione che mi venne la grande passione per le monete di Alessandro il Grande.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?