• Nostalgica
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Benvenuto su Lamoneta.it

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Sign in to follow this  
Followers 0
oedema

Moneta d'Oro Spagnola

Dovrebbe trattarsi di 2 scudi di Filippo II di Spagna.

Il peso è Gr. 6,7

Il diametro è Cm. 2

Nello stemma, in basso a destra, vi sono tre gigli disposti a triangolo accanto al secondo piccolo scudo interno.

Io non sono riuscito a trovare una moneta uguale alla mia, malgrado sia iscritto anche a due siti spagnoli.

Segnalo questo sito, dove viè una moneta simile alla mia:

http://onzasmacuquinas.com/2rafa111.php?anverso=034FII-AuNDASev2.jpg

Amedeo

post-28330-0-36544200-1325026396_thumb.j

post-28330-0-07780400-1325026408_thumb.j

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Amedeo :)

riporto in evidenza questa discussione perchè mi interesserebbe conoscere qualcosa di più sulla tua moneta.

Purtroppo però non posso aiutarti..

Matteo

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Indubbiamente non è questa , anche perchè la tua è senza dubbio una moneta da 2 escudos, ma volevo farti notare che questa si avvicina molto nello stemma ( è un inizio!)

felipe3escudos4ej1.jpg

Tipo de moneda: 4 ESCUDOS Año: 1598-1621

Peso: 13.5 gr. Medida: 32 mm

Anverso: PHILIPPVS III D G alrededor del escudo de armas coronado dentro de círculo, entre ceca sobre ensayador y valor IIII.

Reverso: HISPANIARVM REX AÑO alrededor de una cruz potenzada dentro de una orla de 4 lóbulos

Cecas: SEGOVIA SEVILLA TOLEDO

Share this post


Link to post
Share on other sites

Posted (edited)

Ti ringrazio per il tuo interessamento.

Nemmeno gli utenti di un sito spagnolo sono riusciti ad identificarla con sicurezza.

Ti saluto.

Edited by oedema

Share this post


Link to post
Share on other sites

oppure questa

2%20escudos%20segovia%201597%20arbolito.jpg Tipo de moneda: 2 ESCUDOS (tipo 3)

Año: 1597-1598 Peso: 6.76 gr Medida: 30 mm

Anverso: PHILIPPVS D G OMNIVM alrededor del escudo de armas coronado, con escusón de Portugal, entre marcas de ceca, ensayador y valor.

Reverso: HISPAN REGNORVM REX AÑO alrededor de una cruz potenzada, dentro de una orla de 4 lóbulos

Cecas: GRANADA SEGOVIA SEVILLA

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Posted (edited)

Indubbiamente non è questa , anche perchè la tua è senza dubbio una moneta da 2 escudos, ma volevo farti notare che questa si avvicina molto nello stemma ( è un inizio!)

felipe3escudos4ej1.jpg

Tipo de moneda: 4 ESCUDOS Año: 1598-1621

Peso: 13.5 gr. Medida: 32 mm

Anverso: PHILIPPVS III D G alrededor del escudo de armas coronado dentro de círculo, entre ceca sobre ensayador y valor IIII.

Reverso: HISPANIARVM REX AÑO alrededor de una cruz potenzada dentro de una orla de 4 lóbulos

Cecas: SEGOVIA SEVILLA TOLEDO

Edited by oedema

Share this post


Link to post
Share on other sites

Indubbiamente non è questa , anche perchè la tua è senza dubbio una moneta da 2 escudos, ma volevo farti notare che questa si avvicina molto nello stemma ( è un inizio!)

felipe3escudos4ej1.jpg

Tipo de moneda: 4 ESCUDOS Año: 1598-1621

Peso: 13.5 gr. Medida: 32 mm

Anverso: PHILIPPVS III D G alrededor del escudo de armas coronado dentro de círculo, entre ceca sobre ensayador y valor IIII.

Reverso: HISPANIARVM REX AÑO alrededor de una cruz potenzada dentro de una orla de 4 lóbulos

Cecas: SEGOVIA SEVILLA TOLEDO

Credo che sia Filippo II.

La moneta proviene da Salerno e nel 1554 Filippo II divenne Re di Napoli.

Trascivo ciò che ho trovato in Wikipedia:

FELIPE II

Rey de Nápoles

A finales de 1553 se anunció la boda de Felipe con su tía segunda María I de Inglaterra. Pero el problema era que Felipe era únicamente príncipe y duque, y era impensable el matrimonio de la reina con alguien de rango inferior. La solución de Carlos I fue renunciar al Reino de Nápoles en favor de su hijo.

El 24 de julio de 1554 Juan de Figueroa, enviado especial de Carlos I y Regente de Nápoles, llegó a Inglaterra con la investidura formal de Felipe como Rey de Nápoles y Duque de Milán.. Al día siguiente se celebraron los esponsales.

E' molto ineressante questo sito: www.onzasmacuquinas.com

Ti saluto

Amedeo

Share this post


Link to post
Share on other sites

mi pare che l avevam gia discussa questa moneta sul FAC

il problema e` lo scudo superiore che non e` quello del portogallo , la presenza dei 2 scudi esclude filippo II e lascia solo filippo III o IV come possibilita`

ma zecca e zecchiere son lisci

se non ricordo male l avevo tentativamente attribuita a filippo III per siviglia

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come hai detto tu, nella moneta di cui discutiamo, lo stemma in alto non è portoghese; ma allora quale stemma è?

Per quanto riguarda l'attribuzione a Filippo III, nella descrizione che segue tratta dal sito www.onzasmacuquinas.com, nella zecca di Siviglia è incluso lo stemma portoghese:

SEVILLA

ENSAYADORES

B. Esta sigla pertenece al ensayador Juan Vicente Bravo, (ver nos 82 a 88).

D. Esta sigla pertenece al ensayador Domínguez Ortiz, (ver nos 89 a 92).

V. Esta sigla pertenece al ensayador Francisco Bautista Veyntín, (ver nos 93 a

97).

G. Se desconoce a quién pertenece esta sigla., (ver nos 98 a 102).

LEYENDAS

1ª Leyenda. Anverso: PHILIPPVS · D · G · OMNIVM, cuya traducción es:

FELIPE POR LA GRACIA DE DIOS DE TODOS... (Ver nos 82 y 83).

Reverso: HISPAN · REGNORVM · REX y fecha, cuya traducción es: DE TODOS

LOS REINOS DE LAS ESPAÑAS. (Ver nos 82 y 83).

Nota: No puede entenderse la traducción si no unimos el anverso y el reverso,

que debería decir, sin abreviaturas: PHILIPPVS III DG OMNIVM HISPANIARVM

REGNORVM REX, que significa: FELIPE III POR LA GRACIA DE DIOS, REY DE TODOS

LOS REINOS DE LAS ESPAÑAS.

2ª Leyenda. Anverso: PHILIPPVS · III · D · G ·, cuya traducción es: FELIPE

III POR LA GRACIA DE DIOS. (Ver nos 84 a 102).

Reverso: º HISPANIARVM REX · y fecha, cuya traducción es: REY DE LAS

ESPAÑAS. (Ver nos 84 a 102).

DESCRIPCIÓN TIPOLÓGICA

Anverso: En el campo entre S sobre ensayador y II, escudo coronado, cuartelado

de Castilla y León, Aragón y Sicilia, Granada, Austria, Borgoña antiguo y moderno,

Brabante, Flandes y Tirol, con el escudito de Portugal. (Ver nos 82 a 102).

Reverso: En el campo Cruz de Jerusalén encerrada en una figura formada por

cuatro semicírculos, que en su punto de unión, por la parte interior aparecen cuatro

hojas, y en su parte exterior, cuatro círculos. (Ver nos 82 a 102).

Ti saluto e ti ringrazio

Attendo un tuo parere

Share this post


Link to post
Share on other sites

e` uno stemma che non conosco , con 2 aquile

onestamente mi ero arenato su questa moneta

Share this post


Link to post
Share on other sites

Posted (edited)

Ho trovato lo stemma con il leone rampante a sinistra e l'aquila sulla destra. E' quello della Casa d'Asburgo; lo conoscevo, ma lo avevo dimenticato. Questo è grave perchè era lo stemma del Regno delle due Sicilie!.

Le origini dello stemma delle Due Sicilie

In conseguenza lo stemma moltiplica i suoi scudi e si complica di elementi ornamentali riferibili alla carica imperiale e all'acquisita grande potenza spagnola. Nello stemma imperiale sono presenti: gli scudi già descritti di Castiglia, Leon, Aragona-Sicilia, Granada, Aragona, Gerusalemme e Ungheria; inoltre lo stemma d'Austria, quello di Borgogna, quello della seconda linea borgognona, quello di Brabante, quello di Limburgo e quello del Tirolo.

Dalle raffigurazioni del tempo rileviamo che lo scudo viene sorretto dall'Aquila bicipite sormontata dalla corona imperiale. Alla base due colonne sormontate, la prima a destra dalla corona imperiale, la seconda a sinistra da quella regia. Entrambe le colonne sono ravvolte in un'unica lista recante il motto PLUS ULTRA (=Più in là). Le colonne sono allusive di quelle che Ercole avrebbe poste ai due lati dello stretto di Gibilterra per ammonire i naviganti a non spingersi oltre. Dunque il motto fin allora era stato NON PLUS ULTRA (=Non più in là); Carlo V lo adottò sopprimendo il NON e capovolgendone il significato. Ciò "gli fu suggerito dal medico di corte, il milanese Luigi Merliano: l'imperatore così orgogliosamente ricordava come il proprio regno fosse tanto esteso da superare perfino i limiti tradizionali della terra".

file:///C:/Users/AMEDEO/AppData/Local/Temp/msohtml1/01/clip_image001.jpgLo Stemma di Carlo V

Per la prima volta lo scudo è cinto alla base da un collare, quello del Toson d'Oro. Il relativo Ordine, istituito nel 1429 dal duca di Borgogna Filippo il Buono di Valois, è stato ereditato da Carlo V tramite l'imperatore Massimiliano per il suo matrimonio con l'ultima erede dei Valois, Maria. Il Collare rappresenta degli "acciarini o focili concatenati tra loro ed intercalati da pietre focaie azzurre sprizzanti rosse fiamme", inusitato omaggio cavalleresco alle armi da fuoco, alla cui base pende il "Vello d'Oro, la leggendaria pelle di montone d'oro della quale il mito di Giasone ci narra". Il motto riferibile al collare è ANTE FERIT QUAM FLAMMA MICET (Ferisce prima che la fiamma splenda), mentre quello riferibile al pendente è AULTRE N'AURAY (Non ne avrò un'altra).

Filippo II

Nel 1556 Carlo d'Asburgo, al culmine della sua potenza, compì un atto solenne di abdicazione, rinunciando ai suoi vastissimi domini, e si ritirò nel monastero di San Jerónimo de Yuste in Estremadura. Ripartì la successione tra il figlio Filippo e il fratello Ferdinando, assegnando al primo la Spagna, i possedimenti transoceanici, i domini italiani e i Paesi Bassi, al secondo i paesi tedeschi ereditari della casa d'Asburgo.

Ma l'investitura di Filippo (Secondo in quanto nipote di Filippo il Bello, arciduca d'Austria) era stata già preparata da Carlo nel corso dei tre lustri precedenti alla rinuncia. Infatti Filippo aveva già avuta la reggenza della Spagna, il giuramento di fedeltà dei paesi fiamminghi e della Navarra, l'investitura del ducato di Milano e, nel 1554, il governo del Regno di Napoli.

Lo stemma di Filippo II segue le sorti della divisione dei domini di Carlo. Scompaiono l'Aquila bicipite e la Corona imperiale. Restano il Toson d'Oro e gli scudi rappresentativi dei suoi domini.

Questo stemma, nella versione della Collezione Borgia, è il più sobrio ed elegante tra quelli che si sono succeduti nella storia delle Spagne e pertanto anche delle Due Sicilie. Nei primi due quarti sono conservati gli scudi di Ferdinando il Cattolico e cioè:

  • • le Torri di Castiglia d'oro su fondo di rosso inquartato con i Leoni di Leon di rosso su fondo d'argento;
  • • i Pali di rosso e d'oro d'Aragona e quelli campati in Croce di Sant'Andrea con le due Aquile nere su fondo d'argento rappresentanti la Sicilia;
  • • con in punta ai due quarti la Mela granata su fondo d'argento.

Sul tutto dei due quarti lo scudo del Portogallo, eredità di Filippo dalla madre Isabella regina di quel regno, che è d'argento con cinque Scudetti d'azzurro posti in croce caricati ciascuno d'un bisante d'argento in Croce di Sant'Andrea, con la bordura di rosso caricata di sette Castelli di oro, posti tre nel capo, due ai lati e due inclinati a destra e a sinistra della punta.

Lo Stemma di Filippo II

file:///C:/Users/AMEDEO/AppData/Local/Temp/msohtml1/01/clip_image003.jpg

Nei due quarti sottostanti figurano da destra a sinistra:

  • • casa d'Asburgo di rosso alla Fascia d'argento;
  • • Borgogna antica, Bande d'oro e d'azzurro, bordate di rosso;
  • • Borgogna moderna, Gigli d'oro in campo azzurro bordato d'argento e di rosso;
  • • Brabante, Leone d'oro in campo nero.

Sul tutto dei secondi due quarti: uno scudo spartito tra Fiandra, Leone di nero in campo d'oro e Anversa, Aquila di rosso in campo d'argento.

Lo stemma or ora descritto non subì variazioni eccetto che per lo scudo del Portogallo che ne fu rimosso a seguito della lunga lotta e dell'indipendenza conseguita dai portoghesi con la pace di Lisbona del 1668. Ma, come vedremo, lo scudo del Portogallo è destinato a tornarvi per altra via.

http://www.realcasad...e-sicilie-3.php

_____________________________________________________________________________________

Ritornando alla moneta spagnola, ne ho trovata una simile:

FELIPE IV - Sevilla S - 2 ESCUDOS

168 1623 D - Escudo entre S/D y ·II·.

Cal. 08 - Tipo 39 - nº 186b 1.000

Base Datos 2

Este mismo ejemplar, en MBC+

Adjudicado en 2009 en 1.100

http://onzasmacuquin...Au1623ASev1.jpg

Però riguardando meglio la moneta oggetto di questa discussione, noto che nella parte superiore dello stemma sembra che sia impressa la lettera A o parte di un simbolo.

Nelle immagini delle monete di Filippo II, III e IV non vi sono segni simili, a meno che non si tratti della parte inferiore della corona che le sovrasta tutte.

Ti saluto

Edited by oedema
1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Posted (edited)

La cosa strana è che i piccoli scudi sono uguali e non compare quello del Portogallo.

Edited by oedema

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho variato il testo della mia discussione un minuto dopo il tuo !!!!!

Per favore rileggila.

Noterai che il piccolo scodo è spartito tra Fiandra (Leone di nero in campo d'oro) e Anversa (Aquila di rosso in campo d'argento).

Share this post


Link to post
Share on other sites

la A sulla tua moneta non e` una A ma parte della corona

Share this post


Link to post
Share on other sites

Posted (edited)

Sono quasi del tutto sicuro che si tratta di Felipe IV (1623)- 2 escudos - Sevilla

D/ Scudo – stemma (Due scudi degli Asburgo, uno nel luogo del Portogallo).

R/ Croce di Gerusalemme in un quadrifoglio con globi negli angoli e all’interno della croce base di quattro gigli o trifogli.

http://onzasmacuquinas.com/2rafa111.php?anverso=168FIV-Au1623ASev1.jpg

Il fIle di comparazione delle due monete è troppo grande e quindi non posso inviarlo.

La A di cui parlavo precedentemente è parte della corona sovrastante.

Non riesco a comprendere il significato dei gigli; quella dell'http://onzasmacuquinas.com/2rafa111.php?anverso=168FIV-Au1623ASev1.jpg

ha due gigli, mentre la moneta di cui parliamo ne ha tre.

Edited by oedema

Share this post


Link to post
Share on other sites

anch io adesso concordo

per i 3 gigli non saprei , erano il simbolo della francia e nel periodo ci son state alcune guerre come quella dei segadores nel 1640 , puo darsi che ci fosse una pretesa sul titolo di francia oppure sulla navarra.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quello che non capisco è perchè in alcune monete, anche di altri regnanti, i gigli variano da uno a quattro.

Sicuramente hanno un significato ben preciso.

Speriamo che qualcuno possa dare una spiegazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

quello non lo so

potrebbe anche essere che gli incisori dei conii ne mettevano quanti ne volevano

Share this post


Link to post
Share on other sites

non credo

Share this post


Link to post
Share on other sites

"francesco77" mi ha fornito preziose informazioni:

Si tratta di semplici varianti riguardanti errori araldici, i tre gigli presenti nello stemma dei re di Spagna sono le armi di Francia. Mi consiglia di dare un'occhiata allo studio monografico pubblicato su CN riguardante alcune varianti araldiche sulle monete napoletane di Filippo II principe di Spagna. Sembra che mentre in un 2 scudi i tre gigli non sono allineati, nell'altro sono disposti orizzontalmente, e il primo giglio si intravede nascosto dietro lo scudo (vedi ciuffo superiore).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now
Sign in to follow this  
Followers 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?