Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal

Tutte le attività

Questo elenco si aggiorna automaticamente     

  1. Ultima ora
  2. nikita_

    Monete Contemporanee Estere (dal 1800 a oggi)

    Nessuno con una moneta (anche in euro) del 2018 ? Debbo cominciare a guardare cosa ho in tasca...
  3. Malikalkamil

    LE FIERE E I DENARI DELLA CHAMPAGNE

    Mi permetto di riesumare questa bellissima discussione perché, nel mio girovagare numismatico, mi sono imbattuto nell'affascinante denaro provisino (affascinante soprattutto per l'importanza economica e la diffusione che ebbe). In particolare ne ho letto nell'eccellente libro della Travaini "Monete e storia nell'Italia medievale", che ho da poco acquistato, e poi ho reperito ulteriori informazioni in rete (ad esempio sempre della Travaini ho letto estratti dello studio sui ritrovamenti nel Regno di Sicilia) in vista di un possibile acquisto (visti anche i costi contenuti). Soltanto una cosa non sono riuscito a trovare nella mia ricerca, e per questo chiedo a voi: esiste uno studio, o almeno qualche informazione anche approssimativa, sul contenuto di fino del denaro provisino? Ho letto che era di buon argento, e perciò richiesto e apprezzato in molte zone d'Europa, e che dopo i suoi esordi con Thibaut II è andato incontro, come tutti i denari, a un lento processo di svilimento. Ma è possibile sapere qualcosa di più preciso? Anche una percentuale di massima del fino contenuto? Grazie a chiunque possa rispondere e in ogni caso a tutti coloro che, sette anni fa, hanno dato vita a questa interessante discussione.
  4. eliodoro

    20 Nummi di Teodorico-Ravenna

    La monetazione ostrogota mi affascina di più della contemporanea vandala..il richiamo a Roma è più forte.. bella moneta, rovescio meglio del diritto. saluti Eliodoro
  5. borgia

    Sesterzio di Valeriano I

    Sicuramente autentica, interessante la patina, Anche se un Po usurata, se dovessi valutaria penso sui 30/40 euro. Borgia.
  6. borgia

    Identificazione e valutazione

    In questo stato nessuno 😄 Borgia
  7. PriamoB

    ultimi acquisti

    Ed anche di un discreto valore..... tanto per usare un eufemismo.
  8. Oggi
  9. giancarlone

    Lombardia DEVOZIONALI SANTUARI LOMBARDI E TRIVENETO

  10. INVITO GLI AMICI LAMONETIANI A CONDIVIDERE LE PROPRIE MEDAGLIE DI SANTUARI, SANTUARIO DELLA BEATA VERGINE DELLA FONTE di CARAVAGGIO (BG) E' il santuario più noto e frequentato della Lombardia. Nel 1432 la Vergine appare a Giannetta Varoli di 32 anni, le prevedeva la tranquillità famigliare e diede incarico di portare un messaggio di pace ai governanti che la guerra imperversava fra gli stati vicini e anche fra le Chiese d' Oriente e di Occidente, e invitandoli a costruire una cappella sul luogo dell'apparizione. Sul luogo scaturì una fonte mai vista prima da nessuno che scorre ancora oggi. Filippo Maria Visconti fece costruire una chiesa cosacrata nel 1451, in seguito fu ampliata e ricostruita per volere di San Carlo Borromeo su disegni di Pellegrino Tibaldi. Per maggiore informazioni e foto vedi: https://it.wikipedia.org/wiki/Santuario_di_Santa_Maria_del_Fonte_presso_Caravaggio La prima medaglia settecentesca, quando CARAVAGIO si scriveva con una G sola.
  11. mazzarello silvio

    PORTA

    Ciao scusate ma mi ero dimenticato, eccovi il retro. Silvio
  12. miza

    Tallero di Maria Teresa

    Ciao. Di nuovo Complimenti Come giustamente dicevi il bottone rotondo è il primo particolare che salta all'occhio. Però come sicuramente già saprai, ci sono altri particolari che ci aiutano a capire che la monta da te postata è stata coniata a Venezia. Aggiungo alcune delle altre differenze rispetto a Talleri coniati a Roma Vienna e Londra. Se parliamo di grading, che dire: Non ci sono debolezze di conio(cosa che si vede spesso), ogni particolare è ben impresso, il rovescio è bellissimo. dire FDC con fondi speculari. Una domanda: al R/ sui campi vedo delle piccole righe, sono sulla plastica? saluti miza
  13. Tinia Numismatica

    Un quadrigato di bronzo ?

    È un quadrigato, pesa 6 grammi ma è in bronzo. Probabilmente non è mai stato sottoposto al passaggio finale di argentatura per farne un suberato
  14. Borghese decaduto

    Riproduzione in oro del denario di Antonio e Cleopatra Editalia

    Il prezzo viene volutamente tenuto nascosto (da loro come da altre società). Viene comunicato da un addetto al momento della consegna, a casa, dell'omaggio. Compito della persona che viene a casa tua è di convincerti ad acquistare. Qui le tecniche variano da azienda a azienda, alcune adottano una forte pressione psicologica per raggiungere l'obiettivo.
  15. grazie dracma. Noto come siano spesso lacunose le descrizioni ed i riferimenti che chi vende riporta nei cataloghi. Si rischia a volte di prendere abbagli. La bibliografia per chi colleziona è fondamentale, e ci si mette una vita per mettere assieme una bella biblioteca.... skuby
  16. giollo2

    Aiuto testo Travaini

    Grazie mille! Gentilissimo.
  17. nikita_

    Indimenticabili anni '80

    Ce ne sono tanti altri tipi che sicuramente ho omesso... la mia preferita era Vartan Comunque, finalmente potete dirlo! dove li nascondevate?
  18. eracle62

    Indimenticabili anni '80

    Comunque quante cento lire...spese per sognare un pò...
  19. eracle62

    Indimenticabili anni '80

    Capitava spesso anche a noi quando c'era il bar pieno..
  20. Gallienus

    1/2 lira II tipo 1709 Vitt.Amedeo II

    La foto è talmente sfocata che potrebbe essere anche di cioccolato per quello che vedo io...
  21. Una interessante frazione d’argento di Crotone è recentemente apparsa in Savoca Numismatik GmbH & Co. KG, Blue Auc. 7, 26/5/2018, lot 12 (Fig. 1). Fig. 1 La moneta viene descritta come segue: Bruttium. Kroton circa 390 BC. Diobol AR 10mm., 0,97g. Head of Persephone right, hair bound in ampyx and sphendone / The Herakliskos Drakonopnigon: the Infant Herakles, nude, crouching facing on rock, head left, strangling a serpent in each hand. BMC Italy -; HNItaly -; SNG ANS -. A giudizio degli editori l’esemplare non troverebbe alcun riscontro nei repertori bibliografici, in particolare nel catalogo del British Museum (BMC), nell’Historia Numorum di Rutter (HNItaly) e nelle collezioni edite dall’American Numismatic Society di New York nella collana Sylloge Nummorum Graecorum (SNG ANS). Se ne può dubitare. Un esame incrociato di dati tratti dal web e dalla documentazione bibliografica ha consentito di censire 7 esemplari del tutto analoghi a quello sopra illustrato e caratterizzati dai seguenti tipi: D/ a d. Testa femminile di profilo con capelli raccolti sulla nuca e adorna di orecchino; a s. foglia di alloro (?). R/ Herakles infante che strozza i serpenti. Di seguito fornisco un breve elenco dei pezzi raccolti ordinato secondo il criterio del décalage ponderale e accompagnato dall'identificazione dei nominali (in corsivo) proposta dai vari editori: 1) gr. 1,22 triobolo Attianese 1992, p. 154, n. 166 2) gr. 1,15 triobol Spink, NumCirc 100, Oct. 1992, 5843 3) gr. 1,14 triobol SNG Aarhus, 156 4) gr. 1,05 triobol or sixth stater SNG ANS III, 419 (Rutter, HN, 2158) 5) gr. 0,99 diobol SNG Cop., 1805 6) gr. 0,97 diobol Savoca Numismatik, Blue Auction 7, 26/5/2018, 12 7) gr. 0,92 diobol SNG Fitzw. IV, 804 Si riporta a titolo esemplificativo l’immagine dell’es. n. 4 (SNG ANS III, 419; Fig. 2) Fig. 2 Come si nota l’instabilità ponderale degli esemplari ha dato origine ad una diffusa incertezza nell'esatta codificazione del nominale. Tuttavia il peso medio calcolato sulla base delle monete note, seppur esigue e non sempre in buona conservazione, indicano un valore di gr. 1,06 circa, dato che sembrerebbe orientare verso un’identificazione dei pezzi come trioboli. Che si tratti di un unico nominale emerge inoltre dalla compattezza tipologica degli esemplari oltre che dall’ omogeneità sul piano tecnico-produttivo (tondelli di mm 11-10 circa). Per l’inquadramento cronologico, in assenza di uno studio sistematico sui coni della monetazione crotoniate, ci si dovrà basare sugli elementi noti. Rutter (HN, 2158) colloca l’emissione dei trioboli in esame in parallelo (o in immediata successione) con gli stateri del tipo Testa di Apollo/Herakles infante che strozza i serpenti (Fig. 3) - di cui ripetono il tipo del rovescio – inquadrandoli, sulla scia di Stazio (Stazio 1984, p. 391 ss.), agli inizi del IV secolo a.C., nel convulso periodo della Lega italiota e della lotta contro i Lucani e Dionigi di Siracusa, a cui si ascrivono anche gli stateri con Hera Lakinia/Herakles seduto su roccia (Fig. 4). Fig. 3 Roma Numismatics Ltd, Auction XI, 7/4/2016, lot 51 Fig. 4 Roma Numismatics Ltd, Auction XV, 5/4/2018, lot 36 Con questa datazione sembra collimare anche il dato epigrafico per la stabilizzazione delle lettere ioniche, in particolare dell’omega in luogo dell’omicron, che sembra verificarsi sulle monetazioni della Magna Grecia non prima della fine del V secolo a.C. Un’ultima considerazione riguarda il tipo della testa femminile, oggetto di svariate interpretazioni (ninfa, Demetra, ecc.). La sua presenza non trova alcun riscontro sulle emissioni in metallo prezioso del periodo, che contemplano tra le divinità solo Hera ed Apollo a cui si aggiunge l’eroe Herakles. Una testa femminile alquanto simile si riscontra invece su una serie in bronzo (Taliercio Mensitieri 1993, fase 3, gruppo XVII) che tuttavia appare di incerta cronologia e in ogni caso più tarda (metà o seconda metà del IV sec. a.C.: Taliercio Mensitieri 1993, p. 124 nota 73; prima metà del III secolo a.C.: Rutter, HN, p. 174) e sulla quale dettagli iconografici e stilistici consentono l’identificazione del tipo con Persefone (Fig. 5). Fig. 5 Savoca Numismatik GmbH & Co. KG, Blue Auction 6, 7/4/2018, lot 27 Non si può pertanto sfuggire alla tentazione di identificare il tipo del D/ proprio con la dea Hera, già associata ad Herakles in una coeva serie monetale e titolare di un culto antichissimo nella colonia achea. Riferimenti bibliografici ATTIANESE 1992 = P. ATTIANESE, Kroton. Ex Nummis Historia, Settingiano 1992 RUTTER, HN = N.K. RUTTER, Historia Numorum. Italy, London 2001. STAZIO 1984 = A. STAZIO, Problemi della monetazione di Crotone, in Crotone, Atti del XXIII Conv. di Studi sulla Magna Grecia (Taranto-Crotone 1983), Taranto 1984, pp. 369-398. STAZIO 1993 = A. STAZIO, La moneta argentea di Crotone, in A. MELE (cur.), Crotone e la sua storia tra il IV e il III secolo a.C. (Napoli 1987), Napoli 1993, pp. 103-109. TALIERCIO MENSITIERI 1993 = M. TALIERCIO MENSITIERI, Problemi della monetazione in bronzo di Crotone, ibidem, pp. 111-129.
  22. Fabiorobbi

    1/2 lira II tipo 1709 Vitt.Amedeo II

    Periziata da Montenegro Autentica in condizioni MB
  23. Gallienus

    Aiuto testo Travaini

    @giollo2 Ecco a te:
  24. L. Licinio Lucullo

    Regalo moneta romana

    Ed ecco comparire, in una gioielleria di Roma .... (vedi in basso )
  25. L. Licinio Lucullo

    Un quadrigato di bronzo ?

    Interessante. Cos'è? È poi: si tratta di Giano? Mi sembra in imberbe.
  26. A me sembra un fatto grave e lesivo per l'intera numismatica, poi che l'iniziativa parta da certi attori col nome Stato peggiora il tutto ....
  27. PriamoB

    Indimenticabili anni '80

    Averne avuto di baristi così.. a noi finiva sempre che ci staccava la spina...
  1. Mostra più attività

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×