Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal

All Activity

This stream auto-updates     

  1. Past hour
  2. Sirlad

    Medaglione Antonius Pignatelli 1733

    Da queste foto sembrerebbe chiaramente trattarsi di una fusione. Saluti
  3. Io sarò presente a questa bellissima iniziativa, ci vediamo domani.
  4. Buongiorno a tutti, Complimenti Luca, ottimi rilievi per questo 10 Tornesi 1798. Appena ti è possibile rifai le foto? Quel colore "marziano" non mi sembra il suo.
  5. Ok capito! diciamo che comunque una moneta in zinco o rame è facilmente individuabile la placcatura argentata... con il nichel molto meno visto che già ha lo stesso colore 🤔
  6. Come richiesto da @numa numa posto gli indici dei quattro numeri: I, 1 - ottobre 2018 Ruotolo, G. Saggio sulla letteratura numismatica merovingia, pp. 5-75 (unico articolo) II, 1 - marzo 2019 Ruotolo, G. Medaglie antiche inedite, pp. 1-40 Ruotolo, G. I maneggi di economia politica di Francesco II di Borbone, pp. 41-91 II, 2 - giugno 2019 Rutolo, G., Lombardi, L., Sapienza, A. Le scale dei moduli in numismatica, pp. 1-109 (unico articolo) II, 3 - ottobre 2019 Passera, L., Winsemann Falghera, E. La nascita della monetazione dell' Ordine teutonico tra devozione cristiana e vocazione assolutistica, 1-18 Ruotolo, G. Rilettura dell'immagine ritenuta di San Michele sul solido del Principe Sicone di Benevento, pp. 19-72
  7. Giusto per farti un esempio, queste le ho rinvenute in ciotola tempo fa:
  8. Sembra anche la variante doppio punto
  9. Non la sapevo questa cosa, sempre bello imparare comunque non credo sia stata argentata, ad occhio non mi sembra, comunque non ne ho la certezza
  10. Si, il metallo è quello, siccome dalla foto sembra argentata domandavo. In Romania negli anni '40 l'inflazione fu devastante, da noi un 5 lire d'argento della fine degli anni '30 diventò una moneta in alluminio nel giro di una diecina di anni, da loro invece bastarono solo 3/4 anni ed anche un 10.000 lei diventò una monetina spicciola. Per ricavarci qualcosina, una volta che dovevano essere demonetizzate, tantissime monete di vari tagli (100,200,1.000,2.000 lei), con l'argentatura privatamente furono abbellite/impreziosite per il mercato collezionistico degli anni '50/'60. Nessuna rarità, si trovano spesso in ciotola sia argentate che non.
  11. moneta66

    Incrostazioni su argento

    Dalla foto non mi sembrano incrostazioni "pericolose" . Infatti la maggior parte della superficie della moneta appare solamente brunita o sporca da residui e composti chimici tipici dell'argento. La zone con le piccole incrostazioni verde smeraldo, sul rovescio sembrano innocue anche loro.. Se sono dure coriacee e non polverose, ed hanno anche il classico colore dei composti "buoni del rame" tutto OK. Potrebbe trattarsi di malachite o altri composti chimicamente correlati similari. Bisogna solo verificare entro breve (anche poche settimane) che non cambino colore e non assumano un aspetto polveroso e non spolverino. Non credo ci sia da preoccuparsi e personalmente non effettuerei nessun intervento.
  12. Today
  13. Stilicho

    Raccolta di rebus attinenti alla Numismatica

    Ciao, Il rebus mi è piaciuto molto. Molto interessante il ragionamento che ti ha portato alla soluzione e il commento. Io avevo capito "esse", "epo" e "sì ti va". Non mi veniva il verbo. Ci ero andato vicino, dai! E il bello che pensavo: prima della e di epo ci deve essere una i....ma la parola "serie" (che mi avrebbe guidato) proprio non mi è venuta! Ti auguro una buona giornata. Stilicho
  14. Caro Rapax, premetto che ho voluto estendere il mio pensiero all intera categoria, Scrivendo “da altri ...”, mi riferivo ad episodi avvenuti in passato e siccome avevano in parte coinvolto la sezione della quale ero curatore, mi ricordo bene... skuby
  15. Sottolineo ancora, se le cose funzioneranno, arriveranno, statene certi. Ed anche gli esteri. Si è citato Verona..., non abbiamo la pretesa di diventare come Verona, questa manifestazione è presente da decadi, ero ancora bambino ed abitavo a Verona, quando andavo al Palazzo della Gran Guardia in Piazza Bra dove si faceva. L’intenzione, sicuramente, è quella di percorrere una strada nuova; il mio personale obbiettivo è, con l’occasione di questa manifestazione, di intercettare nuovi collezionisti, rinnovato interesse, linfa nuova. Di questo ne abbiamo assoluto bisogno. Ribadisco che la parte culturale parallela è un primo passo. Poi alcuni commercianti della zona verranno comunque a fare una ricognizione, lo so. E va bene così, leggete quello che ho scritto precedentemente. Chiosa finale: sono comunque soddisfatto della partenza mediatica, anche l’articolo di Cronaca Numismatica, beh..., c’è di che compiacersi e ripaga tanto. Adesso vediamo di dare soddisfazione anche a chi vi partecipa; discorso materialistico, ripetitivo, ma purtroppo necessario nella contabilità del commerciante. Io, comunque, mi ripeto, sono già soddisfatto.
  16. No no, nessuno denigrato. Ci si confronta e si scambiano opinioni. Però ribadisco a Verona 2-3 sono i commercianti di cui uno presente al convegno e uno che non li fa proprio mai. A Padova sono 2 e saltuariamente presenti a qualche convegno nazionale e uno di questi a Mestre c'è. In provincia di Treviso i più noti sono 2-3 e uno c'è. Per la provincia di Venezia io conosco solo l'organizzatore presente e altri mi pare che non ci siano proprio o quasi.... Per il Trentino non ne conosco personalmente nessuno. Per il Friuli ne ho citato uno e un altro a Trieste che non ci sarà. Altri friulani mi pare che non esistano proprio ormai anche se famosi nel passato. Mi scuso se qualcuno non me lo ricordo ma così sottolineo che nel Triveneto che praticano commercio numismatico non è che ne esistano tantissimi... Ma di questi a Mestre un bel po' ce ne saranno.
  17. Yesterday
  18. paololita

    Ricordi con la Lira

    Bellissima discussione! Io ricordo che da bambino, a casa dei miei nonni, prendevo una moneta, la mettevo sotto un foglio di carta e ci passavo sopra con la matita: veniva fuori un bel calco della moneta! Sempre a casa dei miei nonni materni c'era un salvadanaio pieno di monete in Lire che usava mia madre da ragazza, regalatole da suo zio che a sua volta lo aveva ricevuto dalla Banca: pesante, in ghisa, con un sistema di pesi che bloccava la fuoriuscita delle monete se lo si capovolgeva e un foro circolare sul lato per infilare banconote arrotolate. Credo fosse un regalo comune che le banche facevano ai clienti, in quanto spesso ne vedo ai mercatini con la targhetta di varie banche.
  19. apollonia

    Raccolta di rebus attinenti alla Numismatica

    Avendo auspicato nel post precedente l’intervento di Filippo Bianchi per conoscere la sua interpretazione di un rebus di un autore che certamente conosce, ne approfitto per chiedergli anche un parere sul mio tentativo di valutazione di questo rebus seguendo le sue indicazioni, con la preghiera di correggermi dove trova errori o imprecisioni. Nella prima vignetta l’allenatore del ciclista in allenamento cancella l’eritropoietina dalla dieta lasciando gli integratori vitaminici e proteici; nella seconda, preso atto del conseguente risultato negativo sulla prestazione sportiva in una gara regionale, aggiunge nuovamente l’eritropoietina alle vitamine e alle proteine e nella terza si vede il risultato positivo in una gara nazionale. Per arrivare alla soluzione si parte dai grafemi esposti che vanno letti alfabeticamente e non foneticamente, come si può dedurre dal fatto che in prima lettura non c’è nessuna parola di una lettera. Il primo sarà quindi ‘esse’ corrispondente alle quattro lettere iniziali e il secondo sarà ‘ti’ da collocare in una delle due parole tra il punto esclamativo e il segno di uguale. La parola di otto lettere in prima lettura dev’essere il verbo che sarà al passato in quanto si riferisce all’azione svolta in precedenza da S che ha reinserito l’eritropoietina (comunemente abbreviata Epo, come sanno gli appassionati di ciclismo) nella lista. In tal modo si deduce anche il virgolettato di tre lettere e si trova la frase interrogativa della prima lettura: “esse reinserì epo?”. La risposta è “sì!” seguita da “Ti” che, come il disegno rende bene l’azione del ciclista rispetto a quella delle vignette precedenti, “va”. Quindi la chiave risulta: “essere in serie positiva”. Dal mio punto di vista il rebus è pregevole in quanto: -vi sono solo due grafemi, da leggersi entrambi (come vuole la regola) alfabeticamente; -la frammentazione (o cesura) del verbo (re/in/serì) e del sostantivo (e/po) è ottima; -la frase risolutiva ha un senso facilmente comprensibile; -l’illustrazione mette in evidenza gli elementi iconografici utili alla soluzione del rebus.
  20. Ecco a voi un altro 10 tornesi 1798 (unico nominale in rame che colleziono). Cosa ne pensate? Grazie a tutti voi.
  21. Stilicho

    Raccolta di rebus attinenti alla Numismatica

    Onestamente, non ci sarei mai arrivato...Mi sembra molto stiracchiato, davvero. Comunque rebus interessante: ha stimolato la discussione e mi ha fatto conoscere una poetessa (della poesia erotica😜). Buona notte e....al prossimo rebus. Stilicho
  22. Ho letto nelle caratteristiche che dovrebbe essere acciaio placcato in Nichel...cosa vuol dire che le monete rumene Anni 40 erano a volte argentate? Non ne so nulla purtroppo
  23. apollonia

    Raccolta di rebus attinenti alla Numismatica

    Mah, ‘a stampa’ è da intendersi per lo più in contrapposizione a ‘manoscritto’. Ad es., le opere a stampa sono quelle riprodotte per mezzo della stampa (quindi con gli stessi caratteri), in contrapposizione alle opere manoscritte. I segnali di fumo erano utilizzati dagli indiani d’America per comunicare a distanza ed erano prodotti da un falò scoperto a intervalli più o meno regolari in modo da formare nuvole di diverse dimensioni. Ora l’indiano del rebus vede solo le tre nuvole che hanno le stesse dimensioni, a differenza di quelle sottostanti di dimensioni diverse. Da qui la sua impressione che siano prodotte a stampa anziché a mano (che qui è una locomotiva). Questa è la mia interpretazione ma bisognerebbe chiedere a N’ba N’ga se è giusta. E sarebbe anche utile sapere qual è l’interpretazione del nostro ‘rebusman’ Filippo? Buona notte. apollonia
  1. Load more activity

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.