Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal

Classifica


Contenuti più popolari

I contenuti con la più alta reputazione dal 21/08/2018 in tutte le aree

  1. 14 punti
    Durante una cena estiva, dove tutti, o quasi, portano una bottiglia di buon vino, ne è comparsa una di "Novecento" un Chianti classico Riserva 2001 della cantina Dievole. Dopo una prima occhiata, ho notato che nella parte alta era stata incastonata una moneta. Per celebrare i 900 anni della tenuta, i maestri di vigna hanno creato un vino, del quale sono state prodotte 9000 bottiglie, fatto con uve sovramaturate, raccolte solo alla metà di novembre e "sigillato" con una riproduzione di una moneta d'argento, proprio come quelle che avevano permesso l'acquisto di Dievole. La tenuta vanta una storia antichissima, nasce nel lontano XI secolo e più precisamente il 10 maggio 1090, quando due uomini, per l'acquisto del podere, pagarono due capponi, tre pani, e sei Denari Lucchesi di buon argento. Dopo un attento studio, riportato in un attestato storico numismatico posto all'interno della confezione, sono stati creati i coni per la riproduzione della moneta. Una bella testimonianza di storia e passione per la terra. Prosit
  2. 10 punti
    Ciao a tutti, ho il piacere di mostrarvi l'ultima entrata in collezione. Una piastra di Ferdinando ii testa grande. Magliocca 560 R2. Che ne pensate?
  3. 9 punti
    Non sono giovane ma ho appena finito di leggere la discussione e mi sono un po' commosso... ringrazio profondamente voi tutti che avete scritto queste pagine. La mia storia di collezionista è semplice: fino ai 13 anni collezionavo le monete che mi portavano i miei zii quando tornavano dai viaggi all'estero e qualcuno, ogni tanto, mi regalava anche una moneta d'argento sapendo della mia seppur modesta, passione. All'epoca non c'erano tanti svaghi e io sfogliavo e risfogliavo quell'album come una mamma culla il suo bambino. La moneta delle Olimpiadi del Messico del 1968 era quella che adoravo di più. Poi sono diventato adolescente e la mia passione per le monete è un po' scemata (rimpiazzata da passioni diciamo "ormonali"...) e immancabilmente c'è anche stato il momento del trasloco, ovvero da una città a un'altra e un'altra ancora. Passano gli anni e finiti gli studi universitari mi ricordo della mia passione da bambino, mi chiedo dove siano le mie monete e constato che per via dei traslochi, le mie monete non c'erano più: forse buttate da qualcuno, forse rubate, chissà. Da ormai padre di famiglia mi metto l'anima in pace, ripensando con malinconia alle mie monete: straniere, d'argento, e quella famosa messicana del 1968... Arriva l'anno 2010 e mi chiama mia sorella: "facendo ordine in cantina ho trovato un cofanetto con delle monete, sono tue vero?" EUREKA!!!! Da allora mi è riscoppiata una voglia che non riuscirà più a fermarsi, capite? E' come aver trattenuto Freddy Mercury dal cantare per 25 anni eppoi di colpo lasciargli la libertà di farlo.... un tripudio!!!! E così dal 2010 sono diventato un appassionato collezionista ovviamente di Euro, solo che è come se avessi 25 in meno...!!! Ragiono come un bambino!
  4. 9 punti
    Buongiorno, domani si ricomincia a lavorare e oggi la si passa a rilassarsi guardando le monetine oggi vi mostro questa muraiola a mio avviso eccezionale per argentatura e rilievi intatti..questi piccoli tagli in mistura quando son belli sono uno spettacolo per me e difficilmente resisto....rovescio con tondello leggermente ondulato. grazie a chi darà la sua opinione...un saluto a tutti marco
  5. 8 punti
    Incontro Culturale Numismatico nel Parco Nazionale del Gargano "LANGOBARDORVM NVMMORVM DOCTRINA - 13 ottobre Monte Sant'Angelo Il Centro Studi Storico Archeologici del Gargano, con la direzione scientifica della Società Mediterranea di Metrologia Numismatica, sono lieti di invitarvi all'Incontro Culturale Numismatico nel Parco Nazionale del Gargano "LANGOBARDORVM NVMMORVM DOCTRINA", previsto per il 13 ottobre a Monte Sant'Angelo (FG).
  6. 8 punti
    Scusate ma Mi sto incartando seguendo questa discussione... ma cosa significa che una moneta deve rendere? Se acquisto una cosa che mi piace o mi interessa questa deve per forza ‘rendere’ un domani? E - se comprendo bene il ragionamento - se una moneta vale poco posso anche fregarmene se un domani renda o meno mentre se comincia a costicchiare allora deve per forza rendermi ?!? Boh un appassionato può ‘ acquisire una moneta un quadro un cimelio unicamente perché piacciono o perché li ritiene importanti, o anche per prestigio e per questo posso anche spendere una cifra elevata ma perché devo necessariamente pensare che un domani - vendendola - debba rifarci i soldi spesi piu’ Un congruo guadagno? Se mi interessa il guadagno guardero’ un Titolo in borsa ( immateriale - che non so nemmeno com’e fatto - ma li è l’eventuale guadagno l’unica cosa ad interessarmi ). se invece compro un quadro, una moneta una bella macchina la soddisfazione per quel bene che mi interessa , mi piace, o reputo importante, è gia’ quello che Dovrebbe soddisfarmi senza pensare ad un guadagno materiale domani ( che comunque ci sara’ se scelgo oggetti di qualità che con buona probabilità domani manterranno o incrementeranno il loro valore). Questo aspetto pero’ deve comunque restare secondario - una conseguenza - e non il motore della mia motivazione altrimenti da fervente appassionato mi trasformo in investitore o peggio speculatore...
  7. 8 punti
    Taglio: 20 cent Nazione: Vaticano Anno: 2003 Tiratura: solo in divisionale Conservazione: BB Località: Milano
  8. 8 punti
    Questo è il risultato della pulizia...
  9. 7 punti
    Buonasera di ritorno da Riccione con qualche acquisto...questo in particolare dovevo ritirarlo dopo un paio di mesi di attesa e devo dire che è valsa la pena aspettare. Ultimamente ho un debole per Pio VI e poi adoro il rame in bella conservazione...devo dire che in mano è davvero una signora moneta con una bella tonalità marroncina e qualche riflesso rosso. Per Gubbio direi che resta il taglio più ostico da trovare in alta conservazione;ora mi tocca trovare un bel baiocco per finire la serie eugubina (madonnina,sampietrino,2 baiocchi,baiocco,mezzo baj). cosa ne pensate? un grazie a tutti e un saluto marco
  10. 7 punti
    Buonasera, Piastra 1838 con sottocorona rigato e assenza di punteggiatura al rovescio.
  11. 7 punti
    .. questa affermazione ha tutta l’aria di una “iettatura” ..😁 Sosteniamo lo sforzo profuso dall’associazione perché è un bene per tutti gli appassionati/appassionandi.. è un bene per la numismatica continuate così, con leggerezza e simpatia!!! Sappiate che se avrete bisogno, potrete contare sul supporto di tanti amici!👍
  12. 7 punti
    Taglio: 2 euro Nazione: Vaticano Anno: 2013 Tiratura: solo in divisionale Conservazione: BB Località: Milano
  13. 7 punti
    Certo che si Carissimo Michele, dai il tempo all'Associazione, oggi è sabato, e avrai tutti riscontri nella mail associativa. Ricordo che le parti associative vanno dibattute nelle sue sedi naturali, come ripetuto più volte, assemblee, newsletter, mail associative…. il forum può proporre eventi e pubblicazioni. Certo che visto il tuo interesse associativo alla prossima ti propongo sicuramente come Socio Onorario 😜…. buon weekend !
  14. 7 punti
    A proposito di 12 TARI', questa mi è capitata in questi giorni. Cosa ne pensate?
  15. 6 punti
    Contribuisco con un altro esemplare di Gioacchino Murat, 2 Lire 1813.
  16. 6 punti
    Taglio: 2 € Nazione: Andorra Anno: 2015 Tiratura: 200.000 Condizioni: BB Città: Bassano del Grappa (VI)
  17. 6 punti
    Buonasera a tutti, Complice l'ultimo acquisto di un caro Amico del forum.... Ho controllato le mie Piastre del 1838 che ho in Collezione e ho deciso di condividere questo pezzo con voi. Evito tutti i miei soliti e noiosi riferimenti.... Il particolare raro sta nel taglio.....
  18. 6 punti
    BANDO DI CONCORSO ALLA SECONDA EDIZIONE DEL PREMIO “MARCO OLIVARI” Il Circolo numismatico bergamasco indice la seconda edizione del premio “Marco Olivari”, promosso dalla vedova e dalla figlia del numismatico prematuramente scomparso. Il concorso è rivolto ai giovani di età compresa tra i 18 ei 26 anni, che dovranno produrre un elaborato sul tema, derivato da quello del secondo congresso dei Circoli numismatici che avrà luogo a Padova il prossimo ottobre: “ La numismatica del tuo territorio” : descrivi un fatto, una medaglia, una moneta o un soggetto (incisore, collezionista, studioso, operatore del settore numismatico) protagonista della numismatica del tuo territorio. Gli elaborati, che non dovranno eccedere la dimensione di 4 pagine in formato A4, dovranno essere inviati entro il 10 gennaio 2019 via mail all’indirizzo e-mail del C.N.B. circolonumismaticobg@gmail.com accompagnati dai seguenti dati: - nome e cognome dell’autore - indirizzo di residenza - indirizzo e-mail (se disponibile) e numero di telefono Gli elaborati saranno giudicati da una apposita commissione, che verrà nominata e comunicata successivamente. L’elaborato vincente sarà premiato con una somma in denaro di 300 euro; tutti gli elaborati saranno pubblicati sul sito del Circolo e tutti i partecipanti riceveranno in omaggio alcune pubblicazioni. Il premio sarà consegnato da Violante Olivari, figlia di Marco, il 9 febbraio 2019 in occasione del 54° Convegno numismatico nazionale di Bergamo.
  19. 6 punti
    Grazie Caro @eracle62 per il pensiero. (Cosa hai messo via? Eh no, ora devi palesarti...) Qualcuno sostiene che l'Euro sia una moneta senza storia. Non sono assolutamente d'accordo, l'Euro è la moneta dei nostri tempi, è testimone di ciò che stiamo vivendo oggi. E la storia non solo ce l'ha, ma la sta rappresentando anche. Per me i 2 Euro sono passione, emozione, coinvolgimento, curiosità continua, interesse che permane nel tempo. Tutt'oggi mi entusiasmo esattamente come il primo giorno in cui cominciai a collezionarli. Mi prendo cura delle mie monete. Magari qualcuno leggerà ciò come un'eresia ma... senza il rapporto fisico che ho con loro, senza non le toccassi, se non le maneggiassi, se non le tenessi, molto probabilmente non le collezionerei proprio. Che siano esemplari circolati, FDC, FS. Mi entusiasmano i 2 Euro che possiedo già, e quelli dei quali entrerò in possesso più avanti. Mi piacciono quelli emessi finora, e faranno lo stesso gli esemplari che verranno emessi in futuro. Mi diverto. Che si tratti di ritrovamenti tra i circolati, che si tratti di acquisti in negozio o online, che si tratti del Cordusio. E, ricevere le foto tramite WhatsApp di familiari e amici, che vogliono collaborare, essere riconosciuto come un "collezionista", mi diverte. Per quanto concerne il progetto, se vi farà piacere (e se il tempo lo permetterà, il lavoro nobilita l'Uomo ma gli nega il tempo libero...) potrei farne parte. Buona collezione e buona giornata a tutti! Gaetano
  20. 6 punti
    …Siamo in molti ad augurarci che la prossima riunione del “Cordusio”ci sia…Mario, Ercole: bravi avete portato una ventata di aria fresca al difficile settore della numismatica, spesse volte tanto bistrattata. Nonno Cesare, da quell’orso che è, ha rispettato sino ad oggi un religioso silenzio, anche per non cedere a facili entusiasmi; ma adesso che il sogno si è fatto idea e meravigliosa realtà non posso far altro che plaudire all’ambizioso progetto…anzi perché nella prossima riunione, oltre ovviamente a conferire onorifiche attribuzioni, non prendete in considerazione anche la possibilità di trasmettere le vostra esperienza ad altre regioni, sempre ovviamente nell’ambito della Moneta che qui ci ospita e che vediamo un po’ come la “Casa madre” Il pensiero corre ai Lamonetiani Toscani, anche per sfatare la leggenda che vuole, nella terra di Toscana ogni città un mondo a sé stante; ma che dico, ogni quartiere o terziere una entità autonoma: Siena docet….Troviamoci; Viareggio è bella, in autunno poi non ha niente ad invidiare ai tramonti romani ed è facilmente accessibile da tutto il territorio…facciamoci tutti un pensierino ( anche i Milanesi del Cordusio) Una giornata assieme a parlar di monete, di libri di storia e di numismatica e poi, perché no! Se la Moneta ed il Cordusio accettano una costola in più…che ne dite? Buon fine settimana e buona serata da nonno Cesare
  21. 6 punti
    Il 6 Giugno 2014 viene emesso dalla Francia il 2 Euro Commemorativo in occasione del 70° anniversario dello Sbarco in Normandia, passato alla storia come il più imponente sbarco della Storia Moderna. Siamo in una fase del 2° Conflitto Mondiale in cui l'Esercito Tedesco mostrava segni di cedimento, impegnato sul fronte orientale nella Campagna di Russia, in Italia per contrastare le Forze Alleate sbarcate in Sicilia ed a difendere le coste del Nord Europa, poiché, nonostante gli Alleati abbiano fatto di tutto per mantenere segreta l'operazione, i tedeschi erano al corrente dell'imminente minaccia. Un operazione di estrema difficoltà, non solo per il gran numero di uomini e mezzi impegnati, ma anche dalle condizioni meteo avverse e soprattutto dalla ciclopica linea di difesa nemica, composta da grandi fortificazioni in cemento armato che partiva dalla Francia sino ad arrivare alla Scandinavia, dotate, nei punti più strategici, di batterie di cannoni prelevate direttamente dalle navi da guerra. Il successo della missione determinò in maniera definitiva l'inizio del declino del Terzo Reich, conclusosi un anno più tardi con la vittoria finale degli Alleati e sancendo la fine della 2° Guerra Mondiale in Europa. Di questa emissione mi ha colpito particolarmente il disegno dell' impronta degli scarponi dei soldati delle Forze Alleate che stanno per essere cancellate dal passaggio di un'onda. Un invito dell'autore della rappresentazione a non lasciare che il passare inesorabile del tempo ( l'onda ) non vanifichi il sacrificio fatto dai soldati protagonisti di questo evento e di coloro hanno perso la vita per esso ( le impronte ) ed allo stesso tempo rimanga ad imperitura memoria.
  22. 6 punti
    Perchè quando era giovane mio padre = Regno Perchè quando ero giovane io = Repubblica Perche se sei un giovane tu= sei €uro.. Anche i giovani di prima vedi mio padre e poi io non guardavamo ovviamente solo al presente, ma lo stesso era un punto di riferimento importantissimo per approcciare e iniziare il grande viaggio della conoscenza. Ho conosciuto giovani che contemporaneamente facevano il tondello corrente e quello passato. Ho conosciuto giovani che facevano solo le antiche. Ho conosciuto giovani che vivevano la numismatica in modo intraprendente. Ho conosciuto giovani..tanti giovani.. L'amico Mario, @dabbene mi è testimone, perchè insieme abbiamo tirato su tantissimi giovani e abbiamo fatto diventare la numismatica giovane anch'egli.. Giovane e l'€uro è una provocazione, una frase retorica, un voler sottolineare che il tempo non cambia mai, anche se pare che oggi si faccia solo tutto e solo ora.. Giovane è lo spirito con cui si relaziona, giovane è l'entusiasmo, giovane è il partecipare, giovane è Lamoneta, giovane è il confrontarsi, giovane è colui che scrive..giovane è colui che divulga.. Giovane e L'€uro a volte imprescindibili per questa monetazione, ma comunque sia, è giusto che giovane sia colui che raccoglie.. Quindi alla fine giovani siamo noi.. E di conseguenza giovani noi e giovani loro, il passato e tutta la monetazione relativa allo stesso, diverrà per forza di cose anche la loro... Per il famoso interscambio che avviene ogni giorno nei vari ambiti della numismatica. Stasera..ops...stamane il rito si è ripetuto nuovamente.. Un bell'omaggio a tutti i giovani.. Savoia : Carlo Emanuele III - mezzo scudo 1763 - p.s. Dimenticavo, nulla può reggere il confronto a questa scienza...armonia sublime del mio meraviglioso percorso.. p.s. del p.s. io mi chiamo Eros..un pò di Euro è anche in me...alla fine
  23. 6 punti
    Buona domenica a tutti, si continua con i grandi pezzi in rame borbonici: Ferdinando II 10 Tornesi 1849 MAGLIOCCA 682 Rara
  24. 5 punti
    Oggi volevo parlarvi di due importanti ripostigli scoperti qualche anno fa interrati in due momenti distinti e a breve spazio di distanza l'uno dall'altro, si tratta di due ripostigli che - all'epoca del ritrovamento - han destato molto interesse e clamore: Langtoft hoard I e Langtoft hoard II. Il 24 settembre del 2000 Jimmy Haley, Paul Rennoldson e Stephen Best si sono avventurati con i loro metal detector in un campo nella zona di Langtoft nello Yorkshire. Dopo alcuni rinvenimenti superficiali sparsi si sono imbattuti in quello che, dai segnali dei loro md, aveva tutta l'aria di essere un importante ripostiglio in quanto in breve tempo, appena smossa la terra, si sono ritrovati manciate di antoniniani radiati del III secolo in buone condizioni e con ancora buona parte del rivestimento argenteo superficiale. Continuando a scavare un po' più in profondità si sono imbattuti in un vaso contenente un grosso quantitativo di radiati. Ancora esaltati dalla scoperta, cercando materiale sparso superficiale uscito dal ripostiglio, a breve distanza dal contenitore appena scoperto - poco più di 20 metri circa - hanno iniziato a rinvenire considerevoli quantitativi di follis e - cosa incredibile - smuovendo la terra ecco un secondo tesoro: un altro contenitore questa volta ricolmo esclusivamente di follis costantiniani. Essendo domenica i tre, aiutati dal proprietario del terreno, hanno deciso di recuperare tutte le monete dei due ripostigli, mantenendole ovviamente distinte, e di lasciare interrati i due contenitori per non rovinarli e per non compromettere troppo la stratigrafia del terreno. Al lunedì dopo aver contattato il museo di York, gli archeologi hanno provveduto alle analisi del sito e al recupero dei contenitori. Durante queste operazioni sono stati rinvenuti altri modesti quantitativi di monete che nel tempo con i lavori di aratura erano stati sparsi nei dintorni del terreno. Monete e vasi sono stati trasferiti al museo di York per uno studio dettagliato e questo è il report preliminare che è stato fatto: Lo studio della composizione dei due contenitori e la stratigrafia hanno confermato che si tratta di due veri e propri hoard distinti che sono stati interrati in due momenti separati e, quasi sicuramente, da persone differenti: il primo ripostiglio, composto da radiati e grandi nummi è stato interrato attorno al 305 d.C. mentre il secondo, composto esclusivamente da nummi di Costantino I e Licinio I (e famigliari), nel 325 d.C. Dai due ripostigli sono stati prelevati 54 esemplari acquistati dai musei e trattenuti dagli scopritori, i rimanenti esemplari sono stati venduti tutti in asta da DNW suddivisi in 91 grandi lotti il 13 marzo 2002. Questa la mia piccola selezione dal primo dei due ripostigli, il Langtoft I: TACITO (275-276) Zecca di Lione; Antoniniano; biglione; 23 mm; 3,22 gr D\ IMP CL TACITVS AVG, busto radiato, drappeggiato e corazzato a destra. R\ TEMPORVM FELICITAS, La Felicità stante a sinistra con in mano caduceo e cornucopia; delta in campo a sinistra e stella in campo a destra. RIC V-1 65, Bastien 92 Provenienza: ex DNW - ex T. W. collection PROBO (276-282) Zecca di Lione; Antoniniano; biglione; 23 mm; 3,87 gr D\ IMP C PROBVS P F AVG, busto radiato, drappeggiato e corazzato a destra. R\ TEMPOR FELICI, La Felicità stante a sinistra con in mano caduceo e cornucopia; I in esergo. RIC 104, Bastien 188, busto tipo B. Provenienza: ex DNW - ex T. W. collection E con questi ultimi pezzi la mia sezione di monete da hoard si arricchisce di una nuova provenienza!
  25. 5 punti
    Buonasera a tutti gli utenti del forum, Non è proprio l'ultima arrivata........ Anzi, ha ben 15 anni di permanenza in Collezione : FERDINANDO II 10 Tornesi 1831 Riferimenti: MAGLIOCCA 665 D'INCERTI 393 PAGANI 324. Peso 28,67 grammi ( MAGLIOCCA gr. 30,15/31,19) un po' sotto peso. Taglio liscio. Il Grande Morello, la giudico' SPL nel suo Listino periodico 2003. Questo è il primo anno di coniazione per le monete del giovane Ferdinando, che successe al padre Francesco I nel 1830. L'effige giovanile è per me fra le più raffinate e curate di tutta la sua tipologia monetale. Nei 10 Tornesi del 1831 troviamo varianti per simbologia: MAGLIOCCA 665 e MAGLIOCCA 665/A e diversi abbinamenti nella legenda per grandezza di caratteri. Il pezzo di @motoreavapore ha le lettere in legenda piccole e simbolo stella a 5 punte, il mio ha le lettere grandi e stesso simbolo a 5 punte. Altre varianti le riscontriamo nella mancanza di punteggiatura e nel simbolo stella a sei punte. Altro particolare da notare è che si riprende lo stesso decoro nella fascia della Corona Reale come nei precedenti 10 Tornesi 1819 e 1825.
Questa classifica è impostata su Roma/GMT+02:00

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×