Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal

Search the Community

Showing results for tags 'toscana'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • La più grande community di numismatica
  • Identifica le tue monete
    • Richiesta Identificazione/valutazione/autenticità
  • Mondo Numismatico
    • La piazzetta del numismatico
    • Bibliografia numismatica, riviste e novita' editoriali
    • Segnalazione mostre, convegni, incontri e altro
    • Contest, concorsi e premi
  • Sezioni Riservate
    • Le prossime aste numismatiche
    • Falsi numismatici
    • Questioni legali sulla numismatica
  • Monete Antiche (Fino al 700d.c.)
    • Monete Preromane
    • Monete Romane Repubblicane
    • Monete Romane Imperiali
    • Monete Romane Provinciali
    • Monete greche: Sicilia e Magna Grecia
    • Monete greche: Grecia
    • Altre monete antiche fino al medioevo
  • Monete Medioevali (dal 700 al 1500d.c.)
    • Monete Bizantine
    • Monete dei Regni Barbarici
    • Monete Medievali di Zecche Italiane
    • Altre Monete Medievali
  • Monete Moderne (dal 1500 al 1800d.c.)
    • Monete Moderne di Zecche Italiane
    • Zecche Straniere
  • Stati preunitari, Regno D'Italia e colonie e R.S.I. (1800-1945)
    • Monetazione degli Stati Preunitari (1800-1860)
    • Regno d'Italia: identificazioni, valutazioni e altro
    • Regno D'Italia: approfondimenti
  • Monete Contemporanee (dal 1800 a Oggi)
    • Repubblica (1946-2001)
    • Monete Estere
  • Euro monete
    • Monete a circolazione ordinaria di tutti i Paesi dell’Area Euro.
    • Euro Monete da collezione Italiane e delle altre Zecche Europee.
    • Altre discussioni relative alle monete in Euro
  • Rubriche speciali
    • Monete e Medaglie Pontificie
    • Monete e Medaglie delle Due Sicilie, già Regno di Napoli e Sicilia
    • Monete e Medaglie dei Savoia prima dell'unità d'Italia
    • Monete della Serenissima Repubblica di Venezia
    • Medaglistica
    • Exonumia
    • Cartamoneta e Scripofilia
  • Altre sezioni
    • Araldica
    • Storia ed archeologia
    • Altre forme di collezionismo
    • English Numismatic Forum
  • Area Tecnica
    • Tecnologie produttive
    • Conservazione, restauro e fotografia
  • Lamoneta -Piazza Affari-
    • Annunci Numismatici
  • Tutto il resto
    • Agorà
    • Le Proposte
    • Supporto Tecnico
  • Circolo di esempio's Discussioni
  • GRUPPO NUMISMATICO QUELLI DEL CORDUSIO ex ACQDC's Discussioni
  • Circolo Numismatico Ligure "Corrado Astengo"'s Discussioni
  • Circolo Numismatico Patavino's Discussioni
  • Centro Culturale Numismatico Milanese's Discussioni
  • Circolo Numismatico Asolano's Discussioni
  • CENTRO NUMISMATICO VALDOSTANO's SITO
  • Circolo Filatelico e Numismatico Massese's Discussioni

Calendars

  • Cultural Events
  • Eventi Commerciali
  • Eventi Misti
  • Eventi Lamoneta.it
  • Aste
  • Circolo di esempio's Calendario
  • GRUPPO NUMISMATICO QUELLI DEL CORDUSIO ex ACQDC's Eventi
  • Circolo Numismatico Ligure "Corrado Astengo"'s Eventi
  • Circolo Numismatico Patavino's Eventi
  • Centro Culturale Numismatico Milanese's Eventi
  • Circolo Culturale Castellani's La zecca di Fano
  • CENTRO NUMISMATICO VALDOSTANO's Collezionare.......non solo monete
  • Associazione Circolo "Tempo Libero"'s Eventi
  • Circolo Filatelico e Numismatico Massese's Eventi

Categories

  • Articoli
    • Manuali
    • Portale
  • Pages
  • Miscellaneous
    • Databases
    • Templates
    • Media

Categories

  • Aggiornamenti

Product Groups

  • Editoria
  • Promozioni
  • Donazioni

Categories

  • Libri
    • Monete Antiche
    • Monete Medioevali
    • Monete Moderne
    • Monete Contemporanee
    • Monete Estere
    • Medaglistica e sfragistica
    • Numismatica Generale
  • Riviste e Articoli
    • Rivista Italiana di Numismatica
  • Decreti e Normative
  • Circolo di esempio's Documenti
  • GRUPPO NUMISMATICO QUELLI DEL CORDUSIO ex ACQDC's File
  • Circolo Numismatico Patavino's File
  • Circolo Numismatico Patavino's File 2
  • Cercle Numismatique Liegeois's File
  • CIRCOLO NUMISMATICO TICINESE's VERNICE- MOSTRA
  • Circolo Numismatico Asolano's Documenti dal circolo

Collections

  • Domande di interesse generale
  • Contenuti del forum
  • Messaggi
  • Allegati e Immagini
  • Registrazioni e Cancellazioni
  • Numismatica in generale
  • Monetazione Antica
  • Monetazione medioevale
  • Monetazione degli Stati italiani preunitari
  • Monetazione del Regno d'Italia
  • Monetazione in lire della Repubblica Italiana
  • Monetazione mondiale moderna
  • Monetazione mondiale contemporanea
  • Monetazione in Euro

Marker Groups

  • Members
  • Operatori Numismatici

Categories

  • Monete Italiane
    • Zecche italiane e Preunitarie
    • Regno D'Italia
    • Repubblica Italiana (Lire)
  • Eur
  • Monete mondiali
  • Gettoni
  • Medaglie
  • Banconote, miniassegni...
  • Cataloghi e libri
  • Accessori
  • Offerte dagli operatori
  • Centro Culturale Numismatico Milanese's Annunci
  • CIRCOLO NUMISMATICO TICINESE's Interessante link

Categories

  • Applications

Categories

  • American Numismatic Association
  • Altro

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Found 363 results

  1. Nasce nel 1596 il Ducatone con un peso maggiore ,un peso legale di gr. 32,26 di quello che sarà poi nel 1700 inoltrato ; l'esigenza a Lucca ,come lo fu a Firenze era quella di coniare una moneta ,un grande nominale che tendesse a sostituire l'oro con l'argento per i grandi pagamenti. Lucca arriva tardi a questo nominale , il ducatone, fu tariffato a 75 bolognini, divenne anche moneta di conto col nome di scudo,moneta che poi vedremo sarà battuta nel 1700; moneta il ducatone che ha un grado di rarità R4 e che incomincerà a diventare più comune quando il peso si abbasserà dal 1735 a gr. 28,72 col nome di scudo che è la moneta che adesso vedremo. Gli scudi di Lucca dalla fine del 1500 erano conosciuti e accettati in tutta Europa , i mercanti di Lucca arrivavano dovunque a Parigi,Berlino,Mosca in tutte le capitali con le loro mercanzie, essenzialmente seta e prodotti di tessitura dove lo Scudo fu utilizzato per circa 200 anni e scambiato con prodotti locali che poi portavano in Italia. Lo Scudo si basa sul diritto sul simbolo di identità ,lo stemma col libertas, e il richiamo in leggenda alla Repubblica Lucensis ,sul rovescio abbiamo il San Martino a cavallo nell'atto di tagliare il mantello per il mendicante; abbiamo qui una raffigurazione cristiana che rappresenta la carità e l'elemosina , l'uomo che divide col povero il suo mantello. Quindi simbolo emittente ,di identità e simbolo cristiano ; la raffigurazione che è riportata anche sul libro del Bellesia al rovescio è di una bellezza prodigiosa, si avvicina a una scena scultorea,i particolari sono plastici e armoniosi. Lo scudo è una moneta che assumerà diverse variazioni sia al diritto che al rovescio ,lo stemma varierà ,prima più grande,poi più piccolo,con festoni,con pantere con testa in dentro e in fuori,altrettanto la scena del San Martino col mendicante subirà negli anni piccole variazioni che potremo vedere magari insieme. Per il momento posto uno Scudo del 1744 : D/ RESPUBLICA LUCENSIS R/ SANCTUS MARTINUS Gli scudi ebbero diversi problemi negli anni tecnici e di coniazione,i conii hanno spesso sbavature di metallo o come evidenziato anche nell'esemplare postato segni di rotture accanto alle lettere US di MARTINUS. Se vorrete potremo vedere negli anni come evolve e cambia questa moneta.
  2. Buonasera,osservando queste due monete,la prima datata 1698 la seconda 1692 ho notato alcune differenze,cito quelle molto evidenti: la prima moneta non ha il cestino posto in vetta al faro, e neanche la bandiera sulla torre,il C.N.I. non riporta questa variante,chiedo agli esperti notizie in merito
  3. Salve, sono interesato ad approfondire l'argomento relativo alle monete della seconda repubblica pisana coniate fra il 1494 e il 1509 Nei due anni 1494 e1495 furono emesse dalle ricostituite magistrature comunali le monete al nome di Carlo. KAROLUS PISANORUM LIBERATOR, i Fiorini o Zecchini d'oro . Dopo la partenza di Carlo, con la ricostituzione della Seconda Repubblica (1494-1509) Pisa realizza una fioritura notevole di monete: Zecchini, Ducati e Ducati Larghi e Mezzi Ducati (che però non si conoscono) secondo le fonti documentarie, Testoni Doppi Grossi , Mezzi Grossi , Grossetti e Quattrini . Con i Grossetti , alla fine, Pisa ritorna alle origini della sua monetazione tipica e propria, ossia alla coniazione della duplice moneta «alba et nigra». La figurazione comunale è sempre quella della Beata Vergine, ma al rovescio campeggia la Croce Pisana. Vorrei capire bene, innanzitutto, la divisione dei tagli nei quali era suddiviso lo Zecchino, se questo era il nome più diffuso nella repubblica(prima esisteva l'Aguglino!?) se era coniato in oro e gli altri tagli in argento soprattutto la differenza fra Grossetti e Quattrini e le relative immagini, inoltre le misure delle monete. L'unica immagine che conosco, con Vergine con bambino e sul retro Croce Pisana con scritta POPULI PISANI, dovrebbe esser dello Zecchino. Grazie
  4. Sto raccogliendo dati e informazioni sulla zecca di Piombino (1594-1699). Chiunque fosse in grado di fornire notizie, foto di monete, ecc. è pregato vivamente di rispondere. Grazie a tutti Luciano Giannoni- curatore della raccolta numismatica del Comune di Piombino
  5. Un brevissimo e schematico riassunto dell’interessante studio di Antonio Bertino (A. Bertino – La monetazione altomedievale di luni, in Le zecche minori toscane fino al XIV secolo – Atti del 3° convegno internazionale di studi, Pistoia 16-19 settembre 1967 pp 57-75): La datazione dell’attività della zecca episcopale di Luni andrebbe collocata fra la seconda metà del VII secolo e i primi decenni dell’VIII. Le monete di Luni, “hanno il tondello di grosso spessore e irregolarmente circolare, e sono costituite di una lega di piombo rame e stagno, rigida e resistente all’uso”. “Ci sembra naturale, nel periodo in cui si era esaurito l’afflusso del numerario bizantino e mancava qualsiasi altra moneta divisionale, l’apparizione a Luni di una moneta spicciola per le prestazioni di artigiani e di agricoltori e per gli scambi ed i commerci al minuto”. Il Bertino propone la seguente successione cronologica delle diverse emissioni: 1. tipologia con al diritto un rozzo busto di prospetto entro un cerchio in rilievo e al rovescio una croce a tau e un pastorale che fanno parte di un monogramma quadrato con le lettere EPC S VEN alludente all’autorità vescovile (probabilmente EPisCopus Sanctus VENantius: il vescovo Venanzio, che tenne la cattedra lunense dal 594 al 603 circa, fu canonizzzato probabilmente subito dopo la morte) . 2. tipologia con al diritto la scritta ECCL e al rovescio la scritta BANE (ECCLesiae BAsiliaNaE) alludenti alla diocesi lunense intitolata al vescovo S. Basilio .
  6. Allora ora dovrei aver identificato la moneta che dovrebbe essere un grosso da 20 di volterra emesso nel periodo delle emissioni vescovili non so sotto quale vescovo secondo le mie ricerche dovrebbe essere: o VOLTERRA Ranieri degli Ubertini (1252-1258) Grosso – Biaggi 3021 AG (g 1,89) stesso esemplare in vendita sull'asta 39 nomisma o al massimo potrebbe essere VOLTERRA. Ranieri Dè Ricci Vescovo (1291 - 1301) GROSSO da 20 Mir.613 Ag o magari altri vescovi tra i due. Purtroppo ci capisco molto poco di monete medievali e non so riconoscerne un vescovo dall'altro guardando la moneta. Mi è stato detto che il peso di queste emissioni dovrebbe essere compreso tra 1,46 e 1,77 mentre la mia pesa 2,1 g tuttavia anche quello in vendita su nomisma pesa di più (1,89 g). In attesa di fare foto migliori vi rimando alle scannerizzazioni il peso è 2,1 g e il diametro 2,0-2,1 cm circa. Qualcuno mi sa dare qualche informazione in più per la completa identificazione e l'originalità?? anche riguardo quella N incisa vicino la croce? :(
  7. mi sono spesso chiesto come si possa identificare questo tipo di monete?
  8. Recentemente ho avuto modo di acquistare da un amico questo tollero: Gran ducato di Toscana Cosimo III de' Medici (1670-1723) Tollero 1683, monetazione per Livorno Argento grammi 27,049 D/ COSMVS• III• D• G• MAG• DVX• ETRVRIAE• VI• busto radiato, drappeggiato e corazzato a destra; sotto, nel giro •1683• Rv: ET PATET ET FAVET ❀ (è accessibile -il porto - e favorisce - la navigazione ed i commerci), veduta del porto di Livorno con il faro T/ liscio ↓ moneta rara e di bella conservazione. Di Giulio 131, Ravegnani Morosini 13, CNI 16, Davenport 4214 questa tipologia con la testa radiata ed il busto corazzato e paludato a destra non è particolarmente rara, anzi sebbene il Di Giulio vi assegni un grado di rarità sono abbastanza comuni. Da un po' di tempo sono affascinato dalle piastre Medicee, non che Cosimo III si possa definire un "bel ritratto", è l'insieme mi colpisce, vedere, il Granduca con la corana radiata ben piantata sulla testa, dopo tanto patire per averla. Cosimo III non ebbe una vita facile, bigotto ed al tempo stesso attrratto morbosamente dalla scienza, collezionista di piante rare ed anomalie deformi della natura animale (un bel casino in testa doveva avere il granduca). Passò non poco tempo a censurare opere scabrose che rappresentavano nudità artistiche, trasformò Firenze in un convento a cielo aperto; di 75.000 abitanti ben 10.000 erano prelati ch eprontamente si impossessarono le più importanti cariche dello stato e della pubblica amministrazione. Emanò un paio di editti contro la prostituzione e la sodomia e si ritrovò con un figlio poco interessato al gentil sesso, tanto da sancirne l'estinzione della discendenza, ed a nulla potè un matrimonio surreale con una nobildonna tedesca (come lui poco attratta dall'altro sesso). Ossessionato dall'etichetta di corte ed dal suo proporsi alle corti d'Europa, si dimenticò dei propri doveri di granduca verso le sue genti, ch etassò in maniera eccessiva. Il problema che lungamente attanagliò la sua esistenza ? Il Trattamento Regio, una forma di etichetta che gli avrebbe consentito di non togliersi il cappello innanzi ad un sovrano (... questo si che è un problema). Pagine e pagine di carteggio con i propri ambasciatori presso le principali corti d'Europa affinchè gli fosse concesso tale diritto, e l'investimento nel "Borsalino" di corte fu tutt'altro che trascurabile, tanto che dovette imporre nuove tasse. Ironia della sorte, il trattamento fu concesso al Duca di Savoia Vittorio Amedeo II; a Cosimo III a momenti non scoppia il cuore ! Alla fine, alle corte dell'Impero, pur di non sentire più le lagnanze degli ambasicatori toscani, gli concessero l'agognato diritto. Per Cosimo III fu ... un come aver fatto un tredici al totocalcio, poter usare la corona regale ed potersi appellare "altezza reale"; quindi messo di buon buzzo, trascorse il resto della sua vita, tenendosi occupato nel creare sani incidenti diplomatici con le Corti che gli contestavano il trattamento regio.
  9. Anche per questa Rarissima moneta ho deciso di inserire un sondaggio al fine di vedere come la pensate voi... infatti dopo la pubblicazione del MIR sulle zecche di Toscana, il Denaro Cortonese o di Cortona sembra non essere stato mai coniato. Personalmente ne ho visti alcuni esemplari ma con questo non voglio influenzare i vostri voti e ci terrei a sapere cosa ne pensate voi. L'esemplare qui fotgrafato è stato venduto nel noto sito di Aste-online, il suo prezzo di partenza era di $ 0,99 ed ha realizzato $ 1.305,00 ovvero più di € 930,00 Purtroppo ancora non abbiamo esemplari di questa rarissima moneta nella sezione Collezione Reale.
  10. [color="blue"]Salve ragazzi Questa monetina in argento del peso di g.0,9 e diametro mm.16,8(irregolare) mi è stata regalata con mia gradita sorpresa da un USAman ha cui ho comprato qualche monetina.Anche lui come mi ha scritto non sà di preciso cosa è,forse un denaro di Lucca! Vi posto il D/ e R/ e ringrazio chi sà dirmi qualcosa! Ciao F.[/color]
  11. mm17 - mistura ? D/ S.IOANNES. B - S. Giovanni stante. R/ Giglio di Firenze, nel giro FLORENTIA A me sembra della Repubblica...ma non conosco il secolo. Chiedo un Vs. parere. Grazie agrì
  12. Chi sà dirmi entro domani sera (eh eh eh)quanto vale e che tipo è? :unsure: diam. mm.19,5 circa peso g.3,4 circa così dice................ Grazie! F.
  13. Ciao amici. Qualcuno mi identifica questa moneta ? Diam. mm19, mistura, molto sottile. Purtroppo oltre quanto si legge sulla moneta non altro da dire. Grazie ser

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.