Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal

Search the Community

Showing results for tags 'Cartofilia' in content posted in Altre forme di collezionismo.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • La più grande community di numismatica
  • Mondo Numismatico
    • La piazzetta del numismatico
    • Bibliografia numismatica, riviste e novita' editoriali
    • Segnalazione mostre, convegni, incontri e altro
    • Contest, concorsi e premi
  • Sezioni Riservate
    • Le prossime aste numismatiche
    • Falsi numismatici
    • Questioni legali sulla numismatica
  • Identifica le tue monete
    • Richiesta Identificazione/valutazione/autenticità
  • Monete Antiche (Fino al 700d.c.)
    • Monete Preromane
    • Monete Romane Repubblicane
    • Monete Romane Imperiali
    • Monete Romane Provinciali
    • Monete greche: Sicilia e Magna Grecia
    • Monete greche: Grecia
    • Altre monete antiche fino al medioevo
  • Monete Medioevali (dal 700 al 1500d.c.)
    • Monete Bizantine
    • Monete dei Regni Barbarici
    • Monete Medievali di Zecche Italiane
    • Altre Monete Medievali
  • Monete Moderne (dal 1500 al 1800d.c.)
    • Monete Moderne di Zecche Italiane
    • Zecche Straniere
  • Stati preunitari, Regno D'Italia e colonie e R.S.I. (1800-1945)
    • Monetazione degli Stati Preunitari (1800-1860)
    • Regno d'Italia: identificazioni, valutazioni e altro
    • Regno D'Italia: approfondimenti
  • Monete Contemporanee (dal 1800 a Oggi)
    • Repubblica (1946-2001)
    • Monete Estere
  • Euro monete
    • Monete a circolazione ordinaria di tutti i Paesi dell’Area Euro.
    • Euro Monete da collezione Italiane e delle altre Zecche Europee.
    • Altre discussioni relative alle monete in Euro
  • Rubriche speciali
    • Monete e Medaglie Pontificie
    • Monete e Medaglie delle Due Sicilie, già Regno di Napoli e Sicilia
    • Monete e Medaglie dei Savoia prima dell'unità d'Italia
    • Monete della Serenissima Repubblica di Venezia
    • Medaglistica
    • Exonumia
    • Cartamoneta e Scripofilia
  • Altre sezioni
    • Araldica
    • Storia ed archeologia
    • Altre forme di collezionismo
    • English Numismatic Forum
  • Area Tecnica
    • Tecnologie produttive
    • Conservazione, restauro e fotografia
  • Lamoneta -Piazza Affari-
    • Annunci Numismatici
  • Tutto il resto
    • Nuovi arrivati, presentazioni
    • Agorà
    • Le Proposte
    • Supporto Tecnico
  • Circolo di esempio's Discussioni
  • GRUPPO NUMISMATICO QUELLI DEL CORDUSIO ex ACQDC's Discussioni
  • Circolo Numismatico Ligure "Corrado Astengo"'s Discussioni
  • Circolo Numismatico Patavino's Discussioni
  • Centro Culturale Numismatico Milanese's Discussioni
  • Circolo Numismatico Asolano's Discussioni
  • CENTRO NUMISMATICO VALDOSTANO's SITO
  • Circolo Filatelico e Numismatico Massese's Discussioni

Calendars

  • Cultural Events
  • Eventi Commerciali
  • Eventi Misti
  • Eventi Lamoneta.it
  • Aste
  • Circolo di esempio's Calendario
  • GRUPPO NUMISMATICO QUELLI DEL CORDUSIO ex ACQDC's Eventi
  • Circolo Numismatico Ligure "Corrado Astengo"'s Eventi
  • Circolo Numismatico Patavino's Eventi
  • Centro Culturale Numismatico Milanese's Eventi
  • Circolo Culturale Castellani's La zecca di Fano
  • CENTRO NUMISMATICO VALDOSTANO's Collezionare.......non solo monete
  • Associazione Circolo "Tempo Libero"'s Eventi
  • Circolo Filatelico e Numismatico Massese's Eventi

Categories

  • Articoli
    • Manuali
    • Portale
  • Pages
  • Miscellaneous
    • Databases
    • Templates
    • Media

Product Groups

  • Editoria
  • Promozioni
  • Donazioni

Categories

  • Libri
    • Monete Antiche
    • Monete Medioevali
    • Monete Moderne
    • Monete Contemporanee
    • Monete Estere
    • Medaglistica e sfragistica
    • Numismatica Generale
  • Riviste e Articoli
    • Rivista Italiana di Numismatica
  • Decreti e Normative
  • Circolo di esempio's Documenti
  • GRUPPO NUMISMATICO QUELLI DEL CORDUSIO ex ACQDC's File
  • Circolo Numismatico Patavino's File
  • Circolo Numismatico Patavino's File 2
  • Cercle Numismatique Liegeois's File
  • CIRCOLO NUMISMATICO TICINESE's VERNICE- MOSTRA
  • Circolo Numismatico Asolano's Documenti dal circolo

Collections

  • Domande di interesse generale
  • Contenuti del forum
  • Messaggi
  • Allegati e Immagini
  • Registrazioni e Cancellazioni
  • Numismatica in generale
  • Monetazione Antica
  • Monetazione medioevale
  • Monetazione degli Stati italiani preunitari
  • Monetazione del Regno d'Italia
  • Monetazione in lire della Repubblica Italiana
  • Monetazione mondiale moderna
  • Monetazione mondiale contemporanea
  • Monetazione in Euro

Marker Groups

  • Members
  • Operatori Numismatici

Categories

  • Monete Italiane
    • Zecche italiane e Preunitarie
    • Regno D'Italia
    • Repubblica Italiana (Lire)
  • Eur
  • Monete mondiali
  • Gettoni
  • Medaglie
  • Banconote, miniassegni...
  • Cataloghi e libri
  • Accessori
  • Offerte dagli operatori
  • Centro Culturale Numismatico Milanese's Annunci
  • CIRCOLO NUMISMATICO TICINESE's Interessante link

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Found 85 results

  1. salve, tra le vecchie conserve cartacee ho notato questa cartolina in perfetto stato di conservazione con francobollo da 10c di Umberto ovviamente "con annullo postale" e al retro il Castello Estensi di Ferrara ovviamente in BN. Per gli esperti del settore cartoline/francobolli pensate abbia un valore di mercato o vostre opinioni in merito ??? grazie e salutiiiiiiiiii BREVE STORIA DEL CASTELLO da wikipedia Il Castello Estense sorse nel 1385 come fortezza per il controllo politico e militare e per la difesa della famiglia estense, quindi pensato anche come strumento repressivo. La prima pietra fu posata simbolicamente il 29 settembre, giorno di San Michele, arcangelo guerriero a capo delle milizie celesti oltre che data fissata tradizionalmente per i traslochi Nel 1860 Ferrara venne annessa al Regno d'Italia. Il castello, divenuto proprietà dello Stato, fu acquistato per 70.000 lire nel 1874 dall'amministrazione provinciale di Ferrara che prese ad impiegarne gli spazi come sede dei propri uffici e della prefettura. Negli anni l'efficienza strutturale del monumento è stata salvaguardata grazie ai continui lavori di manutenzione, ai quali si sono affiancate, in vari momenti, specifiche opere di restauro. Molti interventi furono fatti nel periodo tra il 1910 ed il 1930, alcuni molto discutibili come quelli tesi a creare una piena accessibilità del cortile del castello alle autovetture. Durante la seconda guerra mondiale il rivellino nord fu demolito dai bombardamenti, per poi essere fedelmente ricostruito dal Genio Civile nel 1946.
  2. Buonasera a tutti, io sinceramente sono un'appassionato di numismatica medioevale ma interessato alle cartoline del mio paese, ho visto girando sulla baia che esiste un catalogo di cartoline Italiane Arrasich ma cosa sarebbe? Come le classifica? C'è una valutazione con grado di rarità? Funziona come il classico gigante o Montenegro nella Numismatica? Grazie tantissimo per qualsiasi aiuto. Tiziano
  3. Buonasera a @Hirpini @okt @417sonia @Liutprand @uzifox @Saturno @Pierluigi 1965 @Scipio @sandokan che con passione e da protagonisti avete seguito il post della FONDINA promosso da Hirpini. Ora, non avendo più nulla da postare, apro sulla sezione cartofilia la storia inedita di un giovane soldato italiano, con l'intento di riportare alla memoria quel particolare periodo, bello, brutto, eccitante, noioso, dove c'è chi si è ingrassato e ha imparato a fumare. Un periodo che ogni anno chiamava alla leva obbligatoria moltissimi ragazzi italiani, interrompendo il loro standard di vita. Mi auguro che questo scritto sia di gradimento e richiami alla memoria le tante e stesse cose e azioni del nostro protagonista. Non è facile fare un condensato di uno scritto dettagliato rendendolo piacevole e compressivo. Io ci provo. Se non va bene ed è inappropriato pubblicarlo su www.lamoneta.it ditemelo che chiudo. Grazie PizzaMargherita. A più tardi.
  4. Un saluto a tutti, mi ritrovo in mano queste cartoline, non viaggiate, che raffigurano i paesaggi americani dell Ovest, qualcuno esperto di cartofilia sa dirmi se hanno un qualche valore e sono richieste o meno sul mercato? Ringrazio
  5. Carissimi... Ultimamente sono entrato in possesso di alcune cartoline dell'URSS (anni '60)... Devo dire che è un pezzo che voglio cominciare a collezionarle. Sapreste consigliarmi un catalogo esaustivo (per quanto possibile...) o un database on line tipo www.wildwinds.com per la numismatica??
  6. Buona sera, volevo sapere se possibile il valore di un'enciclopedia UTET in perfette condizioni, e se questa ha un interesse collezionistico. Grazie, cordialità.
  7. Salve, spero di essere nella sezione giusta o quanto meno non fuori tema. Mi chiedevo se questi calendarietti del 1915 sono collezionabili e che valore possano avere. Sono davvero in ottimo stato, illustrati a colori ed hanno ancora i laccetti originali (uno rosso, l'altro rosa antico) . Non é il mio campo, ma li ho trovati interessanti. Grazie. 😊
  8. Buongiorno, Stò facendo delle ricerche in rete per capirne di più ma non riesco a trovare niente. Non so se sia il posto giusto ma provo ugualmente a formulare la domanda. Vi sono mai capitate o avete mai visto carte di identità del Regno d'Italia, periodo seconda guerra mondiale, false? Cioè con il nominativo diverso dall'originale? Ben sappiamo che in quel periodo chi voleva espatriare o aveva qualcosa da nascondere si faceva fare documenti falsi. Ora mi chiederete: e come fai a sapere che è falso? Perché ci sono due documenti, uno presunto originale e l'altro sicuramente falso con dati del tutto differenti ma la stessa foto. Attenzione, non solo la stessa persona, ma proprio la stessa foto del documento originale, solo che la prima è visibilmente più vissuta e quella falsa quasi nuova. Ora la domanda è: avete mai visto documenti simili? Possono essere attendibili d'epoca o falsi recenti? Hanno un mercato collezionistico o una mera curiosità? E se si, quanto potrebbe essere il loro valore. E soprattutto se la persona in questione rivestiva all'epoca una certa carica? Grazie per l'approfondimento che mi vorrete concedere.
  9. Salve,so che sono nella sezione sbagliata ma non trovavo quella giusta,chiedo scusa in anticipo. Ho questa cartolina a casa (insieme ad altre,ma di quelle mi sono fatto un idea online) e non riesco a trovarne la valutazione dato che online non riesco a trovarla in nessun modo...se sareste cosi gentili da informarmi... La cartolina è viaggiata con un francobollo dietro,una T scritta in nero ,un 20 in rosso e scritte varie
  10. Per oggi chiudo con un bel decreto per il commercio del settembre del 1806, stampato in Milano sotto il Regno di Eugenio Napoleone di Beauharnais, Viceré d'Italia, in ottime condizioni di conservazione. Buonanotte, Enrico
  11. Buonasera, vorrei presentare in questa sezione, che penso sia la più indicata, un antico documento del periodo della Repubblica Cisalpina. Si tratta di un'ingiunzione di pagamento. Non mi è tutto chiaro, però... se qualcuno riuscisse ad aiutarmi nella codificazione sarei grato Repubblica Cisalpina Orzi NUovi li 15 frimale anno 9 rep. La municipalità invita il cittadino Francesco (Tonotti) ***** municipale pagare al cittadino Pietro Boldrini lire quaranta a saldo d'andata come da (poliza) **** a posta in ***** il n° 58-*** 40 Bailetti M.
  12. Siamo nel novembre del 1913, secondo l'usanza borghese dell'epoca, una cartolina con ritratto della Famiglia Reale d'Italia viene spedita alla Signora Nina Paladini di Milano. "tenerezze a saluti a te e piccini" Forme ormai passate di gentile affetto. Quasi marziane, nell'epoca di whatsapp.
  13. Eccone un'altra. La cartolina, viaggiata, scritta in francese e indirizzata alla Marchesa Ferrari di Castelnuovo in Ravenna -almeno così mi par di leggere- risale pienamente al periodo bellico, dai timbri direi 1915. Si direbbe emessa per il "Comitato milanese per la raccolta dei fondi per i bisogni della guerra" e riporta un bel messaggio di speranza per i famigliari dei soldati impegnati al fronte. Un alpino, "rientrato a baita" riabbraccia i figliuoli... "IL PRIMO SALVTO per le famiglie dei soldati" dice la scritta. Questa la trovo dolcissima e mi ha fatto tornare in mente il Giùanin di Mario Rigoni Stern, che chiedeva costantemente: "sergentmagiù, ghe rivarèm a baita?"
  14. Da qualche tempo anch'io non riesco a resistere al fascino delle testimonianze della Storia nell'espressione delle cartoline d'epoca. Mi piacerebbe condividere alcune delle "ultime di casa", a cominciare da questa cartolina del Prestito Nazionale consolidato al 5% netto a pubblica sottoscrizione del febbraio del '17. Siamo in piena Prima Guerra Mondiale, raffigurati esponenti degli Imperi Centrali ed in calce il corsivo "Sottoscrivete! si arrenderanno" Mi auguro sia di vostro gusto
  15. El Chupacabra

    Cartofilia CVORE ITALIANO

    Ecco una copertina di quaderno scolastico della fine degli anni trenta (la marca da bollo è del 1938): da poco si è conclusa la conquista dell'Etiopia. ...e le leggi razziali sembrano ancora lontanissime.
  16. Un saluto a tutti... vorrei mostrarvi la mia prima Cartolina Viaggiata del Regno d'italia, timbrata nel 1915. Premetto che sono completamente digiuno in campo di cartoline e francobolli ma mi appassiona tutto ciò che riguarda il Regno, quindi oltre alle monete che sto collezionando ci vorrei affiancare anche la storia postale...chi mi sa dire lo stato di conservazione e qualche info su questa cartolina? Mi ha colpito molto la frase scritta, non sono i soliti saluti ma la trovo molto patriottica... Grazie Daniele
  17. Salve, esiste una sezione dedicata alle cartoline postali? Avrei alcune cartoline viaggiate del Regno d'Italia e vorrei chiedere delle info. @petronius arbiter Grazie Daniele Angelucci
  18. A qualcuno potrebbe interessare aprire un forum su questo argomento? Se sì ho un po' di mercanzia da mostrare. Grazie Italo
  19. Il 24 dicembre 1919 a Fiume, in occasione della Vigilia di Natale, le truppe "dannunziane" sfilano in parata. Qualche giorno prima (il 18 novembre), il Senatore Tenente Colonnello dei Bersaglieri Francesco Lorenzo Pullé conte di San Florian, inviato del Governo italiano a Fiume, aveva riportato sul suo diario una stima della consistenza dell'esercito fiumano: Brigata Randaccio Battaglione Regina
  20. Il 2° Corso Allievi Ufficiali "Accelerato" 1912-13 ebbe inizio all'Accademia di Modena il 1° settembre 1912 (in piena guerra di Libia) e si concluse nell'agosto dell'anno successivo. Durò solo un anno: di qui l'aggettivo "accelerato" che lo accompagnò fin dall'inizio. Molti degli Ufficiali che ne uscirono (382) ebbero la ventura di finire fra i primi al fronte il 24 maggio 1915... La prima pagina della Gazzetta Ufficiale con la quale si istituiva il Corso Accelerato della Scuola Militare di Modena nel 1912 e la pagina specifica.
  21. Cari Lamonetiani, rimettendo a posto delle vecchie carte in uno di questi "sonnacchiosi" giorni d'agosto, è riaffiorata questa foto che credevo ormai perduta. Ebbi modo di vederla una sola volta molto tempo fa e fu l'occasione perché i miei mi raccontassero alcune vicende legate ad uno degli uomini presenti nella foto. I miei genitori sono scomparsi da più di trent'anni e quindi non ho più la possibilità di approfondire (o ripassare) la storia. Tuttavia, se qualcuno la vorrà conoscere, sarò ben lieto di far riemergere ciò che ricordo di quanto mi dissero allora, ancora ragazzo...
  22. Amici, voglio sottoporvi questo oggetto che mi ha sempre affascinato; si tratta di un album con 12 cartoline riguardanti la Repubblica di San Marino. A quanto pare è completo, in quanto non vedo segno di strappo sull'ultima raffigurazione. Non conosco l'anno di produzione (sembrerebbe prodotto nel lasso di tempo dagli anni '20 agli anni '30 del '900); l'unica cosa chiara è l'Autore: Ditta, Pittore: Rufo Reffi. Documentandomi, sul sito dell'UFN sammarinese (che si occupa delle emissioni filateliche e numismatiche della piccola Repubblica) si legge: [...] Anche un Sammarinese operò nel campo della filatelia con onestà e coraggio: fu Alfredo Reffi che nel 1855 fondò la ditta cui volle dare il nome di “Antica casa Filatelica” , commerciò valori postali e stampò le prime cartoline illustrate riproducenti vedute del Paese di fine secolo. Esse sono anche oggi oggetto di appassionata ricerca e, data la loro rarità, hanno raggiunto un alto valore. Notevole, quindi, la figura di questo Sammarinese che può essere considerato un pioniere nell’attività che aprì le porte al grande commercio turistico. Potrebbe essere un parente del citato Alfredo Reffi? Vi chiedo quindi cosa ne pensate di tale oggetto; se potete, anche una valutazione economica, per pura curiosità. Non desidero comunque venderlo, in quanto si tratta di un ricordo che spesso guardavo assieme a mio nonno, che mi ha trasmesso la passione per la Numismatica e per il piccolo Stato in questione Vi ringrazio in anticipo!
  23. Buongiorno a tutti. Oggi voglio provare a fare una piccola ricostruzione, attraverso foto inedite dell'epoca in mio possesso, dei movimenti del 258° Reggimento Fanteria durante l'XI Battaglia dell'Isonzo. Spero possa piacerVi. 10 giugno 1917: La Brigata Tortona è riunita presso Kambresco. Ricomposta negli effettivi dall’arrivo dei complementi da Manzinello, la Tortona si porta in linea per prendere parte all'XI Battaglia dell’Isonzo (17-31 agosto), nel tratto di fronte tra lo Jelenik e la quota 711 (Uhr Kuk) con obiettivo, una volta vinta la resistenza nemica, di puntare sul monte Oscedrik e la Bainsizza, penetrando più in profondità possibile. Il piano di azione italiano prevede la conquista dei due altipiani da parte della 2a armata del Generale Capello, mentre la 3a armata del Duca d'Aosta deve superare le difese del monte Hermada, aprendosi la strada verso Trieste. Manzinello, frazione di Manzano (UD), giugno 1917: partenza della IV Compagnia del 258° Fanteria per formare il Battaglione di marcia. Il 258° Reggimento in marcia sfila davanti alla Bandiera per la "benedizione". 19 luglio 1917: In seguito ad una riduzione del settore, il 258° cede il tratto di fronte dallo sbocco dell'impluvio di Nekovo a quello del torrente Gorenje Vas al 12° bersaglieri, limitando la sua occupazione dallo sbocco di quest'ultimo torrente all'impluvio subito a nord di Krestenica. Luglio 1917: il Maggiore Sergio Martucci, comandante del I Battaglione del 258° Reggimento con i suoi comandanti di Compagnia osserva le linee nemiche dal monte Crior. 17 agosto 1917: Il 258° Reggimento si trasferisce a Liga. Alle 6 del mattino, tutti i cannoni delle due armate aprono contemporaneamente il fuoco, dal Mrzli al mare. Sull'Isonzo, nei pressi di Caporetto, gli Italiani hanno costruito uno sbarramento artificiale per diminuire la portata del fiume e permettere il gittamento di passerelle, sulle quali la notte del 19 agosto passeranno le truppe del XXIV e XXVII Corpo d'Armata. Agosto 1917: Ufficiali del I Battaglione del 258° Reggimento dinnanzi al Comando di Battaglione a Liga di Canale. Foto ricordo prima dell'avanzata. Agosto 1917: La III Compagnia del I Battaglione (258° Reggimento, Brigata Tortona) posa anch'essa in attesa dell'ordine d'attacco. 18 agosto 1917: All'inizio della battaglia della Bainsizza, la Brigata Tortona ha il compito di varcare l'Isonzo fra Gorenje Vas e Gorenje Polje, di impadronirsi dell'Uhr Kuk (o l'Orologio a Cucù) e dello Jelenik, di procedere all'occupazione di quota 855 estendendola fino al margine orientale del bosco che la copre e spingendo la sua ala sinistra fino alla selletta compresa fra la quota 800 ed il cocuzzolo di quota 856. Costituisce due colonne: quella Sud, composta dai Battaglioni I e III del 257°, passato l'Isonzo e vinte le resistenze dello Jelenik attaccherà la quota 850 passando per Oscedrik quella Nord, Battaglioni I e II del 258°, attaccherà il Kuk dal quale muoverà contro la quota 856 in concorso del 257. Il III del 258° in riserva divisionale, il II del 257° in riserva di Brigata. Gran Wass, 18 agosto 1917: l'artiglieria austriaca risponde ai tiri di preparazione italiani per l'azione sulla Bainsizza.
  24. Furono i Tedeschi durante la Grande Guerra (1914-1918) ad utilizzare per primi i gas asfissianti nella battaglia di Ypres. Le truppe alleate prese alla sprovvista dovettero quindi ideare in fretta e furia un sistema difensivo contro tale arma, sistema che divenne disponibile, però, solo qualche mese dopo (il 26 giugno 1915 ). Il primo modello di maschera antigas in dotazione consisteva in una semplice maschera di garza al cui interno era posto del cotone imbevuto di sali alcalini, che neutralizzavano i gas a base di cloro e bromo a protezione del sistema respiratorio. In un secondo momento, tale tipo di maschera fu modificato aggiungendovi anche degli occhiali protettivi (quella che vedete nella foto), per essere poi modificata in una maschera che copriva tutta la faccia, detta "polivalente a protezione unica" e che, secondo la propaganda dell'epoca, avrebbe dovuto proteggere "in modo incondizionato e completo da tutti i gas, anche se impiegati contemporaneamente". Qui Vi sottopongo due fotografie scattate il 24 luglio del 1916. Un gruppo d'Ufficiali italiani del 25° Reggimento Fanteria dispiegato a Ciginì-Tolmino (Brigata Bergamo) sembra quasi divertirsi mentre prova le maschere antigas. Alcuni di loro poi verranno trasferiti all'8° Reggimento (Brigata Cuneo) il 1° agosto dello stesso anno ed il 6 del mese avranno la ventura di partecipare al VI Battaglia dell'Isonzo dove la Cuneo verrà decimata nei pressi del villaggio di Grafenberg.
  25. Chi avesse avuto l'occasione di leggere il bell'articolo di Leonardo Malatesta "L'Arma dei Carabinieri e l'impresa di Fiume" (Rassegna dell'Arma Anno 2011 Editoria Arma dei Carabinieri) visibile anche su internet, avrà potuto rendersi conto di come ad un certo punto (§ 4. I contrasti fra legalisti e scalmanati) si pose fine al periodo di prevalenza degli elementi nazionalistici e patriottici (9 gennaio 1920) per lasciar posto sempre più a fermenti antimonarchici e repubblicani. Il documento che qui riporto, segna - in questo quadro - l'ultimo tentativo del comandante del XXII Reparto (legalista) di richiamare all'ordine gli uomini al suo comando. Siamo ormai in aprile e gli uomini sono sempre più ingovernabili, sedotti dalla propaganda e affascinati dagli ideali rivoluzionari. L'ufficiale in questione arriverà a sfidare a duello uno dei suoi Tenenti il 15 giugno per poi lasciare definitavamente Fiume alla fine dello stesso mese. Qui sotto vi riporto il documento - una vera "chicca" a mio modesto avviso - chiedendo scusa per aver modificato la firma del Capitano per questioni di privacy impostami e che spero di riuscire a rimuovere col tempo.

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.