Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'Piemonte'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • La più grande community di numismatica
  • Identifica le tue monete
    • Richiesta Identificazione/valutazione/autenticità
  • Mondo Numismatico
    • La piazzetta del numismatico
    • Bibliografia numismatica, riviste e novita' editoriali
    • Segnalazione mostre, convegni, incontri e altro
    • Contest, concorsi e premi
  • Sezioni Riservate
    • Le prossime aste numismatiche
    • Falsi numismatici
    • Questioni legali sulla numismatica
  • Monete Antiche (Fino al 700d.c.)
    • Monete Preromane
    • Monete Romane Repubblicane
    • Monete Romane Imperiali
    • Monete Romane Provinciali
    • Monete greche: Sicilia e Magna Grecia
    • Monete greche: Grecia
    • Altre monete antiche fino al medioevo
  • Monete Medioevali (dal 700 al 1500d.c.)
    • Monete Bizantine
    • Monete dei Regni Barbarici
    • Monete Medievali di Zecche Italiane
    • Altre Monete Medievali
  • Monete Moderne (dal 1500 al 1800d.c.)
    • Monete Moderne di Zecche Italiane
    • Zecche Straniere
  • Stati preunitari, Regno D'Italia e colonie e R.S.I. (1800-1945)
    • Monetazione degli Stati Preunitari (1800-1860)
    • Regno d'Italia: identificazioni, valutazioni e altro
    • Regno D'Italia: approfondimenti
  • Monete Contemporanee (dal 1800 a Oggi)
    • Repubblica (1946-2001)
    • Monete Estere
  • Euro monete
    • Monete a circolazione ordinaria di tutti i Paesi dell’Area Euro.
    • Euro Monete da collezione Italiane e delle altre Zecche Europee.
    • Altre discussioni relative alle monete in Euro
  • Rubriche speciali
    • Monete e Medaglie Pontificie
    • Monete e Medaglie delle Due Sicilie, già Regno di Napoli e Sicilia
    • Monete e Medaglie dei Savoia prima dell'unità d'Italia
    • Monete della Serenissima Repubblica di Venezia
    • Medaglistica
    • Exonumia
    • Cartamoneta e Scripofilia
  • Altre sezioni
    • Araldica
    • Storia ed archeologia
    • Altre forme di collezionismo
    • English Numismatic Forum
  • Area Tecnica
    • Tecnologie produttive
    • Conservazione, restauro e fotografia
  • Lamoneta -Piazza Affari-
    • Annunci Numismatici
  • Tutto il resto
    • Agorà
    • Le Proposte
    • Supporto Tecnico
  • Circolo di esempio's Discussioni
  • GRUPPO NUMISMATICO QUELLI DEL CORDUSIO ex ACQDC's Discussioni
  • Circolo Numismatico Ligure "Corrado Astengo"'s Discussioni
  • Circolo Numismatico Patavino's Discussioni
  • Centro Culturale Numismatico Milanese's Discussioni
  • Circolo Numismatico Asolano's Discussioni
  • CENTRO NUMISMATICO VALDOSTANO's SITO
  • Circolo Filatelico e Numismatico Massese's Discussioni
  • associazione numismatica giuliana's Discussioni

Calendars

  • Cultural Events
  • Eventi Commerciali
  • Eventi Misti
  • Eventi Lamoneta.it
  • Aste
  • Circolo di esempio's Calendario
  • GRUPPO NUMISMATICO QUELLI DEL CORDUSIO ex ACQDC's Eventi
  • Circolo Numismatico Ligure "Corrado Astengo"'s Eventi
  • Circolo Numismatico Patavino's Eventi
  • Centro Culturale Numismatico Milanese's Eventi
  • Circolo Culturale Castellani's La zecca di Fano
  • CENTRO NUMISMATICO VALDOSTANO's Collezionare.......non solo monete
  • Associazione Circolo "Tempo Libero"'s Eventi
  • Circolo Filatelico e Numismatico Massese's Eventi

Categories

  • Articoli
    • Manuali
    • Portale
  • Pages
  • Miscellaneous
    • Databases
    • Templates
    • Media

Product Groups

  • Editoria
  • Promozioni
  • Donazioni

Categories

  • Libri
    • Monete Antiche
    • Monete Medioevali
    • Monete Moderne
    • Monete Contemporanee
    • Monete Estere
    • Medaglistica e sfragistica
    • Numismatica Generale
  • Riviste e Articoli
    • Rivista Italiana di Numismatica
  • Decreti e Normative
  • Circolo di esempio's Documenti
  • GRUPPO NUMISMATICO QUELLI DEL CORDUSIO ex ACQDC's File
  • Circolo Numismatico Patavino's File
  • Circolo Numismatico Patavino's File 2
  • Cercle Numismatique Liegeois's File
  • CIRCOLO NUMISMATICO TICINESE's VERNICE- MOSTRA
  • Circolo Numismatico Asolano's Documenti dal circolo
  • associazione numismatica giuliana's File

Collections

  • Domande di interesse generale
  • Contenuti del forum
  • Messaggi
  • Allegati e Immagini
  • Registrazioni e Cancellazioni
  • Numismatica in generale
  • Monetazione Antica
  • Monetazione medioevale
  • Monetazione degli Stati italiani preunitari
  • Monetazione del Regno d'Italia
  • Monetazione in lire della Repubblica Italiana
  • Monetazione mondiale moderna
  • Monetazione mondiale contemporanea
  • Monetazione in Euro

Categories

  • Monete Italiane
    • Zecche italiane e Preunitarie
    • Regno D'Italia
    • Repubblica Italiana (Lire)
  • Eur
  • Monete mondiali
  • Gettoni
  • Medaglie
  • Banconote, miniassegni...
  • Cataloghi e libri
  • Accessori
  • Offerte dagli operatori
  • Centro Culturale Numismatico Milanese's Annunci
  • CIRCOLO NUMISMATICO TICINESE's Interessante link

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

  1. Volevo sapere dove posso trovare le valutazioni per le banconote con quasi tutti i numeri di serie differenti. io ho una banconota da 50 euro con solo il numero 6 che si ripete ,tutti gli altri sono diversi tra loro il numero 9 è quello “mancante “e che viene “sostituito “ dal 6 se per caso qualcuno mi sa dire dove poter guardare e trovare informazioni per trovare ,nel caso fosse rara,una valutazione (se può avere un valore)grazie in anticipo a chi risponderà saluti davide
  2. Buonasera a tutti , la conservazione non è granché , giaceva da tempo nella scatoletta delle monete da identificare , spero di esserci riuscito , ci ho messo quasi tutto il pomeriggio di questa giornata uggiosa dedicata alle monete
  3. Inizio questa discussione tematica con medaglie di Chiese o Santuari del Piemonte. Invito gli amici a postare medaglie in TEMA. Parto con il Santuario di OROPA (Biella), sorge a 1200 metri s. l. m., ed è il più importante Santuario Mariano delle Alpi. Nel Santuario si Venera una antichissima statua lignea della Vergine portata da Gerusalemme e presunta opera di S. LUCA evangelista, collocata in una cavità da S. Eusebio Vescovo di Vercelli nel 369. Nel sacello di S. Eusebio antichissime lapidi ricordano i miracoli ottenuti per intercessione della Madonna di Oropa. Nel tempo è stato costruito un complesso monumentale con doppia fila di fabbricati che racchiudono quattro successivi piazzali. Per dare il senso della monumentalità possono essere ospitate in comode camere oltre trecento pellegrini. Il complesso del Sacro Monte è stato recentemente inserito nel PATRIMONIO MONDIALE DELL'UNESCO. Stampina da un volume del 1864
  4. Buongiorno,volevo sapere come può essere classificata questa banconota,oltre ad avere solo 3 numeri differenti.
  5. Segnalo la pubblicazione del n°59 del Bollettino della Numismatica 2° volume dedicato alla zecca di Casale Monferrato, da Guglielmo II a Giovanni Giorgio Paleologo curato da Luca Giannazza. Un altro importante passo sulla strada della completa fruibilità di un grande patrimonio pubblico. L'opera è scaricabile dal sito dei BdN: https://www.bdnonline.numismaticadellostato.it/materiali/index.do per chi non riuscisse è disponibile anche su academiaedu https://www.academia.edu/45618365/La_collezione_numismatica_di_Vittorio_Emanuele_III_La_zecca_di_Casale_Monferrato_Parte_II_Da_Guglielmo_II_Paleologo_1494_1518_a_Giovanni_Giorgio_Paleologo_1530_1533_ Complimenti a Luca Giannazza per il grande lavoro. Mario
  6. Cari amici, approfittando delle scuole chiuse per la bomba di neve che alla fine non è arrivata, vorrei mostrarvi una moneta di Asti che sul forum non credo sia mai apparsa. Dopo la battaglia di Ravenna (11 aprile 1512), Luigi XII ritirò le sue guarnigioni dal nord Italia nominando Guglielmo II Paleologo (1486-1518) [alias Guglielmo IX Marchese del Monferrato (1494-1518)] governatore di Asti e dello Stato astese per un breve periodo. Il Paleologo era del resto la persona più indicata, vista la comprovata lealtà nei confronti della politica francese. Nel 1513 Guglielmo protesse l'esercito d'oltralpe durante la sua ritirata da Milano e per evitare rappresaglie da parte di Massimiliano Sforza fu costretto a versargli 30.000 scudi. I patti con Massimiliano non furono però rispettati e le truppe milanesi penetrarono nel Monferrato. Verso la metà di giugno del 1513 Asti fu occupata da Massimiliano Sforza. Quest'ultimo non coniò moneta ad Asti, ma esiste un'unica terlina attribuita al breve periodo del dominio di Guglielmo (CNI manca; MIR 2003, p.26 n.95; Biaggi (2), p.133; Bobba & Vergano, p.47; MEC 12, p.135). Se la lettura delle legende è corretta, è possibile che la zecca produsse questa terlina o forte utilizzando e adattando gli stessi conii usati durante il precedente regno di Luigi XII. L'emissione di Guglielmo riprodusse non solo gli stessi tipi orleanesi, i due fiordalisi sul dritto e la croce patente sul retro, ma anche le legende che si riferiscono al re francese e al primo marchio d'emissione con le stelle. Solo al rovescio il conio venne leggermente modificato sostituendo il DNS (dominus) riferimento al signore precedente, con EX D [ominus] e aggiungendo le iniziali GV nel quarto della croce. D/ LV ° D : G FRANCOR ° REX; R/ MLI ° DVX ° ASTNSIS ° EX D;
  7. Ciao ragazzi ed ecco l’altro acquisto del 6 febbraio, l’altra data dello scudo napoleonico battuto a Torino, stavolta nel 1804 (AN 13). Come la sorella dell’AN 14 condivisa tre settimane fa, e come si può ben vedere, la conservazione è assai modesta, anzi questa secondo me è lievemente messa peggio, ma la coppiola l’ho presa benino e su questi millesimi raretti trovare di meglio non è proprio facilissimo. 😂 E comunque questo pezzo non ha colpi deturpanti, non è appiccagnolato e non presenta graffi o mancanze gravi. Ed è già qualcosa 😜 Come scrivevo questa monetazione mi sta molto stuzzicando per il grande significato storico e per la rarità che contraddistingue tutti i millesimi, fino all’introvabile 1814 Genova. Ora mi sono messo in testa di trovare il capostipite degli scudi napoleonici in Italia, il mitico AN12 di Torino. E li è veramente un’impresa, in qualsiasi stato di conservazione. I pochissimi BB in circolazione passano i diecimila eurozzi, a trovarli. Qualità superiori non ne conosco, e anche i MB sono cari come il fuoco, girano come niente sui cinquemila. E sono ricercati perché fa tipologia unica. Chiedo all’amico @lorluke, grande fan di Napoleone, un gentile sempre gradito commento. Ma insomma, lo sappiamo, la ricerca stessa è in se’ molto appassionante! 😇 Buon fine settimana a tutti
  8. Apro questa discussione per avere in vostri pareri su questa moneta che mi ha fatto vedere un socio del Circolo Numismatico Torinese Nel MIR Piemonte e' solo segnalato il doppio Tornese di Francesco I per Torino al N.1001 Questo esemplare presenta invece al D/ solo due gigli peso 0,86 gr. , diametro 13/14 mm. Legende identiche al Doppio Tornese Tornese inedito di Francesco I di Francia zecca di Torino
  9. Gent.li Signori Volevo chiedere, in quanto ignorante in materia, se questo 20€ Con il numero di serie con solamente due cifre differenti a un valore. e nell’ultima foto altre 2 ma penso in base a quanto letto su internet non così particolari. sono più che altro curioso sulla prima banconota ringraziando in anticipo chiunque risponderà
  10. Segnalo la pubblicazione del n°58 del Bollettino della Numismatica: LA COLLEZIONE DI VITTORIO EMANUELE III, La zecca di Casale Monferrato Parte I Da Gian Giacomo Paleologo (1418-1445) a Guglielmo II Paleologo (1494-1518). Curato da Luca Giannazza. https://www.bdnonline.numismaticadellostato.it/materiali/index.do?id=233 pubblicazione disponibile anche in formato cartaceo. Buona lettura e complimenti all'autore. Mario
  11. Cari Lamonetiani buona domenica sera, salute a tutti, ed eccoci puntualmente alla moneta della settimana entrante. Condivido oggi una delle ultimissime acquisizioni in collezione, corredata da alcune informazioni supplementari. L’amico @lorluke (accidenti a lui 😜) ha suscitato in me reconditi sussulti napoleonici ormai sopiti da decenni 🤪, e questo mi sta portando a riprendere di sviluppare il vassoio in legno e velluto blu che raccoglie gli scudi di quel tumultuoso, e per certi versi incredibile periodo, dopo un po’ di tempo in cui è stato fermo o quasi. Il nuovo nummo di oggi è un 5 franchi del 1804-1805 AN14 del Bonaparte, periodo dell’impero francese in Italia, zecca torinese ovviamente, l’unica che ha battuto questo genere di rare monete nel primo decennio del XIX secolo in Italia. Come noto l’Imperatore invece dilagava in Francia con esemplari di questo conio battuti in numerose zecche transalpine, riconoscibili dai segni di zecca a ore sette e cinque del rovescio, costituiti rispettivamente da un simbolo e da una o più lettere dell’alfabeto. L’incisore Tiolier attribuì a Torino un cuore e la U. Le altre due zecche italiane, che batterono in anni successivi al 1810 in tirature molto limitate questa bisbetica tipologia, furono Genova (una nave e le lettere CL) e Roma (la lupa e una R sovramontata da una coroncina). I 5 franchi battuti in Italia da Napoleone, dal rarissimo AN12 fino all’ancora più raro 1814 Genova, difficilissimi entrambi da trovare in qualsiasi stato di conservazione, sono una serie sofisticata, da amatori, e non sono mai state comuni sul mercato numismatico, per cui tengono bene il valore già in BB e in qualche caso, come la prima della serie, anche in MB. La qualità di questo esemplare (R2 o R3 a seconda dei cataloghi) è certamente modesta, e ne sono consapevole, ma questa monetazione è veramente ardua da reperire in alta conservazione. Mentre per gli anni dal 1811 in poi qualcosa di meglio con pazienza si trova, nei primi anni anche pagandoli salati gli SPL sono pressoché introvabili, e non vado sopra perché i qFDC o FDC non sono neanche quotati dai cataloghi. I passaggi in asta reperibili nel catalogo di LaMoneta infatti sono infrequenti e generalmente per pezzi compresi tra B e MB. 🤩 Contro le mie abitudini, che privilegiano almeno lo SPL, mi sono quindi accontentato di questa conservazione dopo un po’ di ricerche infruttuose di esemplari migliori ed ho avuto, nel caso di specie, la fortuna di reperirla ad un prezzo vantaggioso. Insieme ad essa ho fatto l’accoppiata con l’AN13, sempre ben comprata e sempre della stessa qualità, provenendo dalla stessa collezione. Devo dire in conclusione che danno belle sensazioni in mano e quindi da qualche giorno mi sono messo in testa di completare la serie. 🙉. Sono quattordici esemplari in tutto, e tutti rari o più che rari, per ora me ne mancano dieci. 😳 Grazie di avermi seguito fin qui e buona settimana a tutti
  12. Inizio questa discussione per dire due parole riguardo ad una moneta sconosciuta, perché introvabile. Alla fine del 1500, nel principato di Messerano (ora Masserano), era in carica il principe Besso Ferrero Fieschi (1528-1584), nipote di Ludovico II (famoso per i testoni in argento). Besso Ferrero Fieschi, a livello di conio, ha prodotto bianchi in argento a partire dal 1566 fino ad arrivare al 1578, poi nel 1581 ne ha prodotto un'ultima serie. Sui cataloghi (ad esempio il Domenico Promis), infatti la serie si interrompe nel 1578 (ci sono 2 righe sul bianco del 1581, considerato rarissimo). A inizio 2017, acquistai un bianco di Messerano, datato 1579. Non sapevo che la serie si interrompesse nel 1578, infatti facendo due ricerche non usciva niente, completamente niente. Pensai fosse un falso. Allora chiesi aiuto ad un mio amico, collezionista anche lui, molto esperto sulla zecca....rimase a bocca aperta. Mi disse che avevo una rarità assoluta, nemmeno nella collezione di Franco Fornacca (il più grande collezionista italiano della zecca di Messerano) e nemmeno a San Pietroburgo (dove c'è la più grande collezione al mondo di monete di Messerano) è presente. Anche il mio amico l'ha avuta, poi venduta in un'asta Ghiglione. Se ci dovesse essere qualcuno che per caso ha questa moneta, me lo faccia sapere:) Spero sia stato interessante quello che ho detto e spero anche possa essere stato d'aiuto:) Saluti a tutti! cc000 link: http://www.rhinocoins.com/ITALY/SEC1/MESS5.HTML : in questo link sono presenti tutte le monete prodotte sotto Besso Ferrero Fieschi, se scorrete fino alla sezione dei bianchi, ci saranno tutti gli anni tranne 1579, manca anche 1580, magari anche in quell'anno è stata prodotta un'altra serie di cui non si sa ancora nulla. Foto:
  13. sancio

    Piemonte SIGILLO

    Buongiorno, sareste così gentili nel darmi qualche dritta sul periodo e le eventuali origini di detto sigillo ? pare essere un bronzo , sigillo da collana in alto si distingue la caratteristica croce vi allego anche una mio ipotesi di traduzione ma alcune lettere non sono molto chiare sigillo.pdf
  14. Ho acquistato dei Luigini da classificare. Alcuni ci sono riuscito ed alcuni no. Vi posto intanto il primo, grazie in anticipo per l'aiuto. Peso 1.89 diametro 21mm
  15. domini

    Piemonte Piombo con la data 1797

    Buongiorno a tutti voi Vorrei avere maggiori informazioni sul sigillo in piombo, con la particolarità della data ben leggibile, 1797. Le scritte intorno sono ancora da decifrare. La foto è stata effettuata con un cellulare, avente una scarsa definizione. Ringrazio anticipatamente Saluti
  16. Fino a qualche giorno fa conoscevo solo i gettoni del Salone dell'auto di Torino , emessi nel 1972 e nel 1984 Ed ecco spuntare un esemplare datato 1986 , con la contromarca FACSIMILE Forse un esemplare di prova per una seria poi non emessa ? Cosa ne pensate ?
  17. Cari amici buon lunedì sera in questo triste inizio di autunno. Covid in crescita a parte, approfitto infatti per esprimere la mia solidarietà agli amici delle zone flagellate dall’alluvione del weekend appena trascorso. Coraggio e in bocca al lupo per una pronta ricostruzione. 👏 La moneta della settimana è un 5 franchi di Napoleone del 1812, Impero Francese in Italia, zecca torinese, discretamente rara, particolarmente in un caso come questo, di una conservazione di tutto rispetto. A Voi la parola. Cari saluti
  18. Salve, prima volta su questo gruppo di discussione pertinente la numismatica. Cerco informazioni riguardo i guadagni, costi della vita e prezzi nel 1200 e 1300, in Italia e nel Centro ed Est Europa, per necessità di ricerca storica. Inoltre, cerco informazioni sul cambio, e "sottomultipli" del denaro, solido e libbra/lira, nonchè del fiorino, genovino e ducato. Vi ringrazio in anticipo per qualsiasi informazione e fonte riportata. -S.
  19. Chiedo un aiuto su questo Liard 1585 Desana Delfino Tizzone, per le scritte in legenda. Non le trovo nelle varie varianti del MIR. Al n° 506 come figure ci siamo anche la scritta al R/ credo sia lei ma al D/ è diversa come potete vedere dalla foto. Simile al 514 - D/ DELFI TI CO DECIA R/ SIT NO D BENED ma con qualche lettera in più D/ DELFI(N) TICO. CO . DECIA + R/ SIT NO D BENEDIC . 1585 + Grazie F.
  20. Ciao a tutti ho incredibilmente ritrovato in una giacca che non usavo da moltissimo tempo due banconote da 100000 lire qualcuno sa dirmi che valore hanno ?
  21. Luigipol

    Piemonte Medaglia o simile

    Salve a tutti voi, scartocciando vecchie cose di quando ero all'estero mi è capitato di trovare una medaglia svizzera riguardante il traforo San Gottardo, sapete se ha un valore ? Grazie .
  22. Buongiorno a tutti, sono Nicola e sono da pochissimo iscritto in questo forum! Mi sono iscritto perché da poco ho ereditato una collezione vastissima di banconote provenienti da Italia e resto del mondo, e visto che di numismatica ci capisco veramente niente, volevo chiedere una vostra valutazione. il vero problema è la quantità di banconote in mio possesso, ora vi posterò un paio di foto per farvi capire meglio la quantità. Quindi volevo chiedervi, posso postare la foto di ogni banconota creando un post kilometrico, oppure posso sentire direttamente in privato qualcuno di voi per una valutazione? Scusate se mi sono dilungato troppo ma volevo che fosse tutto chiaro! Grazid in anticipo!
  23. Buon giorno a tutti! Recentemente ho trovato la medaglia raffigurata nelle foto. Purtroppo non riesco a trovare niente di simile cercando su internet. Se qualcuno può aiutarmi, ringrazio in anticipo. Posso dirvi che la medaglia ha 62mm e 49.3 grammi. Grazie!
  24. Cari Colleghi! Sto cercando fotografie di monete di Casale dei tempi Gian Giorgio Paleologo, Marchese (1530-33): - Quarto; - Rolabasso; - Mezzo testone Qualcuno può inviare o condividere foto di queste monete con me? Potrebbe essere la scansione della (mia e-mail: roberten@onet.eu)
  25. Vorrei parlare della zecca di Alessandria e di una sua moneta , il denaro imperiale piccolo, moneta che poi vi farò vedere. Alessandria è una di quelle zecche di cui si hanno poche notizie, risultano solo tre monete in epoca medievale,tutte estremamente rare,per i mezzi grossi del secolo XIII abbiamo per Varesi una rarità R5, per l'imperiale piccolo (secolo XIV) abbiamo un R2 , per Biaggi per i mezzi grossi R5 e R4, per il denaro imperiale piccolo R3. Partirei con qualche osservazione riportate dal nuovo libro sulle zecche della Travaini di Luca Gianazza sull'argomento per inquadrare di cosa stiamo parlando. Attualmente non si hanno notizie di un diploma di concessione del privilegio di zecca ; Gianazza ritiene che l'ipotesi più probabile di autorizzazione ad emettere monete è che sia stata data da Federico I , anche se non viene esclusa anche la possibilità di una iniziativa autonoma comunale durante i periodi di lotta con l'Imperatore. Della zecca di Alessandria si sa e non si sa, anzi da quello che leggo sono più i dubbi e i punti interrogativi che le certezze. Di certo furono coniati due rarissimi mezzi grossi in argento riportanti al diritto in leggenda FREDERICVS IPRT ( imperator ) e al rovescio quello della città ALEXANDRIA. Per il fatto che in questi esemplari è riportato il nome della città, molti hanno ritenuto un'emissione dopo il 1197. Alessandria che con Federico I aveva il nome di Cesarea , prende il suo nome attuale solo alla morte di Enrico VI nel 1197 con la conseguenza di riportarlo anche sulla moneta. E' interessante , e questo sarà motivo di riflessione, che nel XIII-XIV secolo in Alessandria la moneta di conto era il denaro tortonese e negli atti pubblici è nominata di solito la moneta pavese, mai quella di Alessandria. Una fase successiva di coniazione l'abbiamo tra il XIII e il XIV secolo : venne emesso un denaro piccolo imperiale e di questo vorrei spero anche insieme ad altri occuparmi. Per il momento mi fermerei qui, di certo di Alessandria non si sono occupati in molti, ma qualche importante contributo c'è , del Promis, per esempio e di Cunietti-Cunietti A. in RIN 21,1908 : loro cercheranno o proveranno di capire cosa c'è dietro a questa coniazione di breve durata e pare non molto numerosa ; parleremo di loro,vedremo ovviamente il denaro imperiale piccolo e qui mi aspetto la collaborazione di un amico, cercheremo se riusciremo di fare qualche congettura in più insieme.
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.