Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal

Search the Community

Showing results for tags 'storia'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • La più grande community di numismatica
  • Mondo Numismatico
    • La piazzetta del numismatico
    • Bibliografia numismatica, riviste e novita' editoriali
    • Segnalazione mostre, convegni, incontri e altro
    • Contest, concorsi e premi
  • Sezioni Riservate
    • Le prossime aste numismatiche
    • Falsi numismatici
    • Questioni legali sulla numismatica
  • Identifica le tue monete
    • Richiesta Identificazione/valutazione/autenticità
  • Monete Antiche (Fino al 700d.c.)
    • Monete Preromane
    • Monete Romane Repubblicane
    • Monete Romane Imperiali
    • Monete Romane Provinciali
    • Monete greche: Sicilia e Magna Grecia
    • Monete greche: Grecia
    • Altre monete antiche fino al medioevo
  • Monete Medioevali (dal 700 al 1500d.c.)
    • Monete Bizantine
    • Monete dei Regni Barbarici
    • Monete Medievali di Zecche Italiane
    • Altre Monete Medievali
  • Monete Moderne (dal 1500 al 1800d.c.)
    • Monete Moderne di Zecche Italiane
    • Zecche Straniere
  • Stati preunitari, Regno D'Italia e colonie e R.S.I. (1800-1945)
    • Monetazione degli Stati Preunitari (1800-1860)
    • Regno d'Italia: identificazioni, valutazioni e altro
    • Regno D'Italia: approfondimenti
  • Monete Contemporanee (dal 1800 a Oggi)
    • Repubblica (1946-2001)
    • Monete Estere
  • Euro monete
    • Monete a circolazione ordinaria di tutti i Paesi dell’Area Euro.
    • Euro Monete da collezione Italiane e delle altre Zecche Europee.
    • Altre discussioni relative alle monete in Euro
  • Rubriche speciali
    • Monete e Medaglie Pontificie
    • Monete e Medaglie delle Due Sicilie, già Regno di Napoli e Sicilia
    • Monete e Medaglie dei Savoia prima dell'unità d'Italia
    • Monete della Serenissima Repubblica di Venezia
    • Medaglistica
    • Exonumia
    • Cartamoneta e Scripofilia
  • Altre sezioni
    • Araldica
    • Storia ed archeologia
    • Altre forme di collezionismo
    • English Numismatic Forum
  • Area Tecnica
    • Tecnologie produttive
    • Conservazione, restauro e fotografia
  • Lamoneta -Piazza Affari-
    • Annunci Numismatici
  • Tutto il resto
    • Nuovi arrivati, presentazioni
    • Agorà
    • Le Proposte
    • Supporto Tecnico
  • Circolo di esempio's Discussioni
  • GRUPPO NUMISMATICO QUELLI DEL CORDUSIO ex ACQDC's Discussioni
  • Circolo Numismatico Ligure "Corrado Astengo"'s Discussioni
  • Circolo Numismatico Patavino's Discussioni
  • Centro Culturale Numismatico Milanese's Discussioni
  • Circolo Numismatico Asolano's Discussioni
  • CENTRO NUMISMATICO VALDOSTANO's SITO
  • Circolo Filatelico e Numismatico Massese's Discussioni

Calendars

  • Cultural Events
  • Eventi Commerciali
  • Eventi Misti
  • Eventi Lamoneta.it
  • Aste
  • Circolo di esempio's Calendario
  • GRUPPO NUMISMATICO QUELLI DEL CORDUSIO ex ACQDC's Eventi
  • Circolo Numismatico Ligure "Corrado Astengo"'s Eventi
  • Circolo Numismatico Patavino's Eventi
  • Centro Culturale Numismatico Milanese's Eventi
  • Circolo Culturale Castellani's La zecca di Fano
  • CENTRO NUMISMATICO VALDOSTANO's Collezionare.......non solo monete
  • Associazione Circolo "Tempo Libero"'s Eventi
  • Circolo Filatelico e Numismatico Massese's Eventi

Categories

  • Articoli
    • Manuali
    • Portale
  • Pages
  • Miscellaneous
    • Databases
    • Templates
    • Media

Product Groups

  • Editoria
  • Promozioni
  • Donazioni

Categories

  • Libri
    • Monete Antiche
    • Monete Medioevali
    • Monete Moderne
    • Monete Contemporanee
    • Monete Estere
    • Medaglistica e sfragistica
    • Numismatica Generale
  • Riviste e Articoli
    • Rivista Italiana di Numismatica
  • Decreti e Normative
  • Circolo di esempio's Documenti
  • GRUPPO NUMISMATICO QUELLI DEL CORDUSIO ex ACQDC's File
  • Circolo Numismatico Patavino's File
  • Circolo Numismatico Patavino's File 2
  • Cercle Numismatique Liegeois's File
  • CIRCOLO NUMISMATICO TICINESE's VERNICE- MOSTRA
  • Circolo Numismatico Asolano's Documenti dal circolo

Collections

  • Domande di interesse generale
  • Contenuti del forum
  • Messaggi
  • Allegati e Immagini
  • Registrazioni e Cancellazioni
  • Numismatica in generale
  • Monetazione Antica
  • Monetazione medioevale
  • Monetazione degli Stati italiani preunitari
  • Monetazione del Regno d'Italia
  • Monetazione in lire della Repubblica Italiana
  • Monetazione mondiale moderna
  • Monetazione mondiale contemporanea
  • Monetazione in Euro

Marker Groups

  • Members
  • Operatori Numismatici

Categories

  • Monete Italiane
    • Zecche italiane e Preunitarie
    • Regno D'Italia
    • Repubblica Italiana (Lire)
  • Eur
  • Monete mondiali
  • Gettoni
  • Medaglie
  • Banconote, miniassegni...
  • Cataloghi e libri
  • Accessori
  • Offerte dagli operatori
  • Centro Culturale Numismatico Milanese's Annunci
  • CIRCOLO NUMISMATICO TICINESE's Interessante link

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Found 20 results

  1. Il sacrificio umano era un aspetto importante della cultura e della religione Azteca, nonostante le proporzioni di questa pratica siano tuttora in discussione tra gli studiosi. Gli Spagnoli, che per primi ebbero contatti con gli Aztechi dicono chiaramente nei propri scritti che il sacrificio umano era largamente praticato in tutta la Mesoamerica, constatando che le scalinate dei templi erano intrise di sangue e che un gran numero di edifici erano adornati da teste. Perché gli Aztechi compivano sacrifici umani? Secondo questo popolo, la Terra e il Sole erano divinità affamate e assetate di energia e gli uomini avevano il compito di soddisfarle. Con i cuori umani nutrivano il Sole, con il sangue dissetavano la Terra, il tutto quindi ricondurrebbe al Mito Azteco dei Cinque Soli. Inoltre era forte convinzione che, una improvvisa morte la quale infliggevano alle loro vittime, ne liberasse la linfa vitale la quale ricadeva come sorta di "beneficio" sul resto dell'intera popolazione. Il sacerdote con una lama di selce, apriva il petto della vittima e ne estraeva il cuore offrendolo (in pieno giorno) alla divinità del sole, infine il corpo era poi fatto rotolare giù per i gradini del tempio.
  2. Philip K. Dick

    TROODON FORMOSUS - IL DINOSAURO INTELLIGENTE?

    Il Troodon (o Troodonte), era un piccolo ma agile predatore Celurosauro (Coelurosauria), vissuto in Nord America verso la fine dell'era dei Dinosauri, circa 77-74 milioni di anni fa. Scoperto nel 1855, è stato tra i primi Dinosauri ritrovati in Nord America, sebbene fosse ritenuto una specie di Lucertola fino al 1877. Simile ad un Velociraptor, era circa 2 metri di lunghezza, ed alto tra gli 1.50 e 1.60 circa. Era bipede e, oltre a un grosso cervello, una capacità visiva frontale e le "mani" a tre artigli "a falce" tipiche di un Raptor, che gli garantivano una certa abilità nella manipolazione di prede o oggetti, non è da escludere l'ipotesi che fosse anche un animale a sangue caldo. Secondo altre ipotesi, i meccanismi di riproduzione di questo piccolo predatore erano simili a quelle dei moderni Coccodrilli e degli Uccelli, deponevano uova in modo regolare a distanza l'una dall'altra, per poi proteggerle con il calore del proprio corpo una volta deposte in nidi, o altri ripari così da non lasciarle esposte anche ad eventuali pericoli. Nonostante la taglia ridotta ma con un cervello di dimensione notevole (e più voluminoso di quello presente in molti altri rettili oggi esistenti), il Troodon era quasi sicuramente un Dinosauro tra i più intelligenti, di classe nettamente superiore.
  3. cortesemente mi aiutate ad identificare questa moneta? Premetto che L unica facciata leggermente visibile e’ questa , con qualche rilievo. L altra e’ completamente liscia. Grazie in anticipo
  4. Salve a tutti. Cortesemente potreste aiutarmi ad identificare la moneta nella foto? Grazie mille in anticipo
  5. Tm_NPZ

    La passione per la Storia

    Mi piacerebbe si parlasse di Storia; ma non necessariamente connessa alla Numismatica. Sì, so che sono due materie vicine, ed è anche questo il bello, e probabilmente tra poco il collegamento lo farò pure io, ma visto il fatto che siamo in Agorà, non c'è alcun vincolo. Chiedo quindi: vi piace la Storia? Di quale periodo storico siete maggiormente appassionati? Cosa vi attrae particolarmente di esso? Inzio parlandone io stesso. La Storia, secondo me, è una materia fantastica. Non necessariamente quella che si studia a scuola; lì avevo voti piuttosto elevati, ma rischiava davvero di farmi addormentare. La Storia che piace a me, infatti, non è fatta di regnanti, conquistatori e persone potenti. Amo la Storia quotidiana, di arte e usanze delle varie epoche. Anche scientifica. Non mi attraggono troppo le guerre e le conquiste militari. Questa disciplina ci permette di essere "immortali" nel passato e, forse, ci rende un po' più saggi. Ci fa comprendere che certi eventi del presente non sono poi così nuovi, come invece vorrebbero farci credere i media contemporanei. Da bambino, anzichè chiedere ai genitori e ai parenti di portarmi in parchi giochi ecc., chiedevo mi portassero a visitare monumenti e simili. Mi piaceva visivamente l'Arte e la Storia antica. Dico "visivamente" perché non potevo capirla. Amavo le Chiese e i castelli medievali e molte opere anche fino al 1500 d.C.. Inevitabilmente, chiedevo mi acquistassero molti libri e pubblicazioni al riguardo, anche se al momento ne possiedo ben poche, perché rovinate nel giocarci nel corso degli anni. Mi interessai addirittura di armi, strumenti di tortura e di esecuzione concreta della pena, visitando vari musei al riguardo. Crescendo, all'età di circa 16 anni - forse tramite la Storia studiata a scuola - mi appassionai prevalentemente all'epoca medievale. Mi soffermavo ad osservare le illustrazioni dell'epoca sui libri di scuola, essendo anche incuriosito sulla terribile situazione causata dalla peste nel 1300. Premetto comunque che avevo vita sociale uscendo ed andando anche in discoteca con gli amici quasi tutte le settimane non pensatemi quindi come un perfetto "secchione". Mi appassionai anche del 1600, vedendo alcune opere di Giuseppe Maria Mitelli, che già conoscevo dall'infanzia, perché viste (con una certa inquietudine) nella storica rubrica RAI Almanacco del giorno dopo. Mi appassionai alla medesima epoca anche grazie alla lettura scolastica de "I promessi sposi", che non ho mai considerato noiosa. Per il secolo successivo, ebbi interesse tramite l'Encyclopédie di Diderot e D'Alembert. Mi domandavo che impatto potesse aver avuto sulla popolazione una simile opera, della quale mi affascinano le illustrazioni. Il tutto con l'influenza dell'Illuminismo. Posso dire che, per ognuno degli ultimi secoli, ho avuto il mio bel periodo di passione, sempre per alcuni motivi particolari. L'800, ad esempio, per la scienza e le invenzioni e il '900 per l'arte e il periodo precedente e successivo la seconda guerra mondiale, con l'eccezione di alcuni fatti bellici e resistenziali. Avessi una macchina del tempo (anche se la Storia è quanto di più si avvicina ad essa), non punterei a conoscere necessariamente i Grandi, ma "curioserei" tra la gente comune (magari ricevendo di resto qualche bella moneta! ). Attendo quindi anche da parte vostra una "rassegna" delle epoche preferite
  6. Yul

    Medaglie malatestiane?

    Buon pomeriggio a tutti. Da appassionato e curioso della storia della famiglia Malatesta di Rimini, volevo sapere se vi sono in giro per le aste (e quali aste sono?) o negozi numismatici specializzati in medaglie, ma molto fidati, medaglie di bronzo, oro o argento, riguardanti la famiglia dei Malatesta? In particolare sono interessato ai personaggi di Sigismondo Pandolfo Malatesta (1417-1468) e Galeotto Malatesta (1299-1385). Un grazie a tutti quanti coloro che vorranno aiutarmi. Buona giornata a tutti. Yul
  7. davide cantautore

    Veneto Anello, dimmi chi sei!

    Buongiorno a tutti, è la prima volta in vita mia che scrivo qualcosa in pubblico su internet... Ma dopo aver visitato questo "luogo" (e averne subito il fascino) ho deciso di battere la timidezza e chiedervi un consiglio! Non è detto che si riesca a capire qualcosa dalle foto, ma qualcuno di voi saprebbe dirmi qualcosa su quest'anello? Me lo regalò mia madre anni fa e da allora lo indosso sempre. Vi ringrazio già se vorrete condividere qualche vostra impressione sull' epoca d'appartenenza o cose simili. (se servono altre foto ditemi!) Grazie . Davide
  8. Buongiorno, cosa riuscite a dire riguardo questa moneta? Io ho sfogliato un po' il Gigante e mi sembra, dalla corona e dallo stemma che si nota, una di quelle del Regno di Sicilia, ma forse mi potrei sbagliare... Lascio dunque la parola agli esperti, grazie e cordiali saluti a tutti,
  9. Young

    Ferrara?

    Buongiorno, sottopongo alla vostra cortese attenzione questa moneta recante apparentemente la scritta FERRARIA 1778 Purtroppo è molto consunta. Riuscite a definire meglio la sua qualità ed identificazione? grazie agli esperti e cordiali saluti a tutti,
  10. Buongiorno, grazie a chi vorrà intervenire per identificazione e notizie sulla storia di questa moneta. Il peso si aggira sul grammo, ma non ho una bilancia di precisione. cordiali saluti,
  11. Buongiorno, grazie a chi vorrà intervenire per identificazione e notizie sulla storia di questa moneta. cordiali saluti,
  12. Salve ragazzi, premetto che sin da bambino colleziono Repubblica e Regno...tra le mani mi è capitata giusto qualche monetina del tardo impero acquistata sulla baia dall'Inghilterra... Tuttavia, da sempre mi piacerebbe iniziare una collezione di monete antiche...la cosa che più mi ha frenato al riguardo (visto che i ladri sono in comune anche con Repubblica e Regno!) è lo STATO ITALIANO e le sue migliaia di leggi spesso una in contrasto con l'altra e tutta la burocrazia che ne segue... Ad ogni modo, visto che studiare ancora non è reato, ho deciso per il momento di approfondire in via generale queste due macro-aree della Numismastica, con l'intento, almeno iniziale, di arrivare ad approfondire da un lato la monetazione dei Flavi e dall'altro quello della Magna Grecia. Venendo al punto, volevo chiedervi quali testi possano essere più consigliabili in tale ottica (prima di approccio generalistico alle due civiltà dal punto di vista della monetazione e poi andando nel dettaglio su Flavi e Magna Grecia). Al momento ho iniziato a leggere "Introduzione alla Numismatica" di P.Grierson ... Gli unici altri due testi in mio possesso che fanno cenni più o meno fugaci a queste due civiltà del passato ed alla loro monetazione sono "Manuale di numismatica" di Remo Cappelli edito da Mursia (con il quale è iniziato tutto, ahimè!!! :D ) e "La moneta e la falsa monetazione" di Umberto Mannucci edito in origine da Hoepli. Attendo i vostri preziosi e dotti consigli! Ad maiora :rolleyes:
  13. Salve a tutti! Ho provato a fare una rapida ricerca su google per capire se in Italia esista un corso di studi dedicato alla Numismatica... Premesso che in diversi paesi del mondo esistono Facoltà di Numismatica, in Italia sembrerebbe che solo in alcune Facoltà di Lettere e di Conservazione dei Beni Culturali esista la cattedra di numismatica (per lo più "classica" arrivando al massimo a quella medioevale). Ovviamente anche questi corsi d'esame sono totalmente infrequentabili per chi ha un orario di lavoro canonico (uscita di casa alle 7 e rientro alle 18 e 30), oltre ad essere una mera infarinatura...una goccia nell'affascinante oceano di questa disciplina. Chiedo o, meglio, spero che qualcuno del Forum sappia smentirmi indicandomi una via che possa portare ad approfondire anche a livello di studio accademico questa passione (se poi è in grado anche di indicarmi dei corsi serali è da oscar!)... Ad maiora
  14. La storia poco conosciuta dell'immagine scelta per la nuova moneta da 1 corona cecoslovacca negli anni '50: il ritratto di una sconosciuta scout ventenne, incarcerata sulla base di accuse assurde, circolò nelle tasche di milioni di «liberi» cittadini cecoslovacchi per oltre 30 anni… Leggi tutto l'articolo ->
  15. Buonasera a tutti, sabato 4 Ottobre 2014 alle ore 17,00, verrà presentato a Nepi, nella Sala Nobile del Palazzo Comunale, il Quaderno del Museo Civico nepesino: "ARCHEOLOGIA E STORIA A NEPI" A cura del dott. Francocci Stefano ed edito dalla Casa Editrice "Dadive Galeb Editore". Il quaderno comprende l'estratto delle Conferenze che si sono tenute nel 2013/2014 a Nepi, organizzate dal dott. Francocci, nella Sala Nobile del Palazzo Comunale, delle quali ora vi fornisco l'Indice: Indice Presentazione, Pietro Soldatelli 7 Nota introduttiva, Stefano Francocci 9 Abitare nel Medioevo: l’esempio delle case con portico in area laziale, Elisabetta De Minicis 11 La Rocca dei Borgia: studio storico di una stratigrafia complessa, Gloria Galanti 22 Le ceramiche medievali e rinascimentali di Farnese, Luciano Frazzoni 51 Bernardo Accolti “l'Unico” a Nepi, Stefano Francocci 69 I Farnese, il Giglio e le monete, Marco Gugliemi 83 Il palazzo Celsi a Nepi, Sara Nelli 94 Spunti per una storia araldica dei Farnese, Maurizio Carlo Alberto Gorra 112 La Madonna di Costantinopoli nella chiesa di San Giovanni Battista a Nepi, Giorgio Felini 126 Domenico Torti, pittore “accademico” da riscoprire, Ferdinando Buranelli 137 Tavole a colori 161 Come potete vedere il Quaderno contiene anche le Conferenze di due nostri amici: Maurizio Carlo Alberto Gorra e Marco Guglielmi. La pubblicazione ha un costo di 15,00 €, se siete interessati contattatemi. Buona serata a tutti. Giò P.S.-Aprirò tra poco una discussione in Segnalazioni Mostre, per chi volesse intervenire alla presentazione, siete tutti invitati. Giò indice_19_settembre (1).pdf
  16. Ciao, poco tempo fa in apertura di una discussione avevo segnalato l'intenzione di postare qualche ricerca su temi relativi al Primo Impero o su temi di ampio arco temporale. Dal momento che "ogni promessa è debito" mi appresto a presentarvi la seguente indagine che abbraccia entrambi i focus, parlando di un nemico "storico" e delle vicende storiche, belliche e numismatiche a lui correlate, sperando di incontrare il Vs. gradimento. LE GUERRE ROMANO-PARTICHE PROLOGO Con il termine di guerre romano-partiche si intende quel complesso di ostilità a bassa o alta intensità che oppose l’Impero Romano ai Parti. Per circa tre secoli, dalla prima battaglia a Carre nel 53 a.C., fino alla caduta della dinastia dei Parti a vantaggio di quella dei Sasanidi, i due imperi si combatterono principalmente lungo il fiume Eufrate, dalle sue sorgenti fino alla pianura mesopotamica ed al deserto palmireno. La guerra tra Roma ed Antiochio III (re seleucide) segnò l’inizio di una nuova fase, in cui Roma sottomise, una dopo l’altra le grandi potenze mediterranee, confrontandosi prima con l’Oriente dei Seleucidi e un secolo e mezzo più tardi con quello dei Parti. Roma prese dapprima possesso del Regno di Pergamo per trasformarlo a partire dal 129 a.C. nella Provincia d’Asia ed in seguito trovò il pretesto per poter cominciare la conquista dell’Oriente mediterraneo, in seguito alla minaccia giuntagli dal vicino Regno del Ponto di re Mitridate VI. Quest’ultimo, dopo una guerra di trent’anni fu sconfitto, sebbene fosse riuscito a fermare, almeno parzialmente e provvisoriamente, le mire espansionistiche romane in questa parte di Mediterraneo. I Romani con Gneo Pompeo Magno portarono i confini di Roma ancora più ad oriente, creando le province della Bitinia e Ponto, della Cilicia e della Siria, controllando i regni locali ed imponendo, dove possibile, sovrani “amici” e ponendo le basi per le successive campagne militari orientali contro i vicini Parti. Campagne che culminarono comunque con la sconfitta di Marco Licinio Crasso, di scarse capacità come condottiero militare che tentava di coprirsi di un po’ della gloria che spettava a Cesare e Pompeo. Deboli nella fanteria ma dotati di una forte cavalleria, i Parti sconfissero nel 53 a.C. un forte esercito romano presso Carre, perdendo anche le aquile simbolo delle Legioni. Lo stesso Giulio Cesare raccolse nel 44 a.C. ad Apollonia un esercito per effettuare una campagna contro i Daci e quindi contro i parti . A sovraintendere i preparativi lasciò il giovane nipote diciottenne Ottaviano e le campagne furono poi abbandonate in seguito all’uccisione di Giulio Cesare. Il progetto di invadere la Parthia fu poi ripreso da Marco Antonio, senza successo. Augusto invece cercò di affermare la preminenza romana nell’area medio-orientale mediante la diplomazia. Il punto cruciale in Oriente era costituito dal Regno d’Armenia che, a causa della sua posizione geografica, era da un cinquantennio oggetto di contesa fra Roma e la Partia. Augusto mirò a fare dell’Armenia uno stato cuscinetto “cliente” di Roma, con l’insediamento di un re gradito a Roma, e se necessario imposto con la forza delle armi. Perso il controllo dell’Armenia Augusto preferì stabilire il predominio romano con la diplomazia, invece che con la forza: ottenne un trattato in cui il sovrano partico restituì ai Romani i prigionieri e il controllo dell’Armenia come stato vassallo dell’Impero romano (32 a.C.). Il II secolo vide l’avanzata romana oltre l’Eufrate: Traiano (114-117) si impadronì dell’Arabia Petrea mentre Lucio Vero (162-166) e Settimio Severo (194-198) portarono all’annessione di Osroene e Mesopotamia e al vassallaggio dell’Armenia.
  17. Buonasera :D Mi sono appena iscritta,quindi chiedo scusa se eventualmente ho sbagliato ad inserire questa discussione nell'area meno adatta,spero possiate ugualmente aiutarmi. Vorrei sottoporvi alcune delle mie monete,con la speranza che possiate aiutarmi a capirne magari un po la storia,qualche particolarità ed il loro valore. Come ho già detto,non ne capisco nulla,quindi spero che copiando quello che c'è su ogni moneta si possa capire di cosa sto parlando :P hehe. Grazie a tutti anticipatamente. - 2Fr. 1981 da un lato una corona di fiori,dall'altra una guerriera (?) con lancia e scudo con croce,sotto la donna la scritta Helvetia ed in piccolino inc° - 50 cent australia 1994 da un lato 3 persone stilizzate ed un cane (o gatto) anch'esso stilizzato,dall'altra Elizabeth II ed in piccolo la sigla RDM - 5 five sollars 1993 da un lato in alto al 5 due ideogrammi cinesi,dall'altro un fiore altri due ideogrammi e la scritta Hong Kong - 20 kroner 1998,da un lato 3 leoni credo,dall'altro Margrethe II danmarks dronning ed in piccolo lg jp (cosa significa? :confused: ) -5 dirhams 1407 1987,da un lato due leoni e due stelle,dall'altro un tizio poco in rilievo (e poco rifinito nei particolari) Ultima (anche se ne avrei tante altre,ma un passo alla volta,così da ricordarmi anche tutte le cose che potrete dirmi a riguardo di ogni moneta)... ecco questa è scritta in una lingua per me incomprensibile,allora da un lato due fucili che formano una x ed un ramoscello,sotto il numero 2 (1978) e la scritta apaxmai.Inoltre a cerchio un'altra scritta EVVHNIKH (le v sono capovolte) poi un triangolo HMOKPATIA. Dall'altro lato c'è un signore con lunghi baffi che mi ricorda il conte dracula :D hehe ed una scritta che non riesco neanche a copiare,con simboli particolari.... Ok,tanti di voi penseranno "questa è matta"... hehe :crazy: Spero di aver scritto in una maniera abbastanza comprensibile,e che molti di voi mi aiutino...(eventualmente se è una cosa possibile potrei mettere le foto delle monete in questione) Grazie ancora :good: Fenasia
  18. Ciao, indirizzato dalla curiosità instillatami da alcuni recenti acquisti ho eseguito una ricerca sulle guerre marcomanniche condotte da Marco Aurelio, limitandomi per lo più alla monetazione in bronzo (salvo qualche eccezione). Il testo di riferimento utilizzato è Wikypedia che presenta on-line un buon riassunto storico, integrato poi in alcune parti da contributi presi da testi di alcuni altri autori (su tutti Anthony Birley, “Marcus Aurelius: a biography” B.T Batsford, London, 1987). Detta presentazione termina con la morte dell’Imperatore (179 d.C.) e non viene trattato il periodo bellico che ricade nel successivo regno del figlio Commodo. Marco Aurelio e le guerre marcomanniche. Cenni storici e monetazioni bronzee Marco Aurelio, Medaglione, Obv. M AVREL ANTONINVS AVG GERM SARM TR P XXXIIII Laureate and cuirassed bust right, Rev. VIRTVS AVG IMP X COS III P P Virtus seated right, holding parazonium and spear. Berlin Cabinet (this coin; deaccessioned as duplicate in 1910), Cohen 886, Gnecchi 52 (pl. 63, 3 (this coin), Leu 71 (24 Oct 1997), lot 405 (this coin). (http://coinproject.com)
  19. Chiunque fosse interessato a segnalare o a far conoscere, notizie ed iniziative inerenti al mondo del lavoro nel campo storico-archeologico, lo può segnalare quì. Ricerca di "personale" per scavi imminenti, posti di lavoro vacanti, stage, possibili collaborazioni... Tutto ciò che possa aiutare coloro che desiderano lavorare in questo campo che purtroppo oggi, viene a stento retribuito. Valentina
  20. In questa sessione parlerò di una delle città a me rimasta nel cuore: Città del Messico. Analizzerò alcuni splendidi luoghi archeologici che hanno segnato la storia di questa maestosa e misteriosa città del centro America. Tlatelolco La storia narra che il 13 Agosto 1521 gli spagnoli, guidati da Alvarado, massacrarono più di 40.000 aztechi. Ben 400 anni dopo, con esattezza il 2 ottobre 1968, avvenne un secondo terribile massacro dove persero la vita, per mano dell'esercito, centinaia di studenti che manifestavano contro il governo. Effettivamente l'impressione che si ha una volta giunti sul sito, è di un luogo pieno di dolore. La gente del luogo ancora oggi si ferma a raccontare ai pochi turisti che si avventurano tra le rovine, come ci sia quasi una sorta di maledizione che avvolge questo sito. La cittadina sorge sulla "Plaza de las Tres Culturas", una delle piazze più importanti di Città del Messico. Il nome "Tres Culturas" sta ad indicare come in questo luogo si fondano tre momenti storici differenti che vanno dal preispanico al coloniale fino all'età contemporanea. Essendo io amante dell'antichità, ho seguito con più ammirazione la parte preispanica: secondo la leggenda il dio Huitzilopochtli elegì gli Aztechi affinchè governassero questa terra. Nel sito archeologico è possibile ammirare più di sessanta strutture che comprendono altari, piattaforme e templi. A seguire ne analizzerò le principali compiendo insieme a voi un piccolo viaggio virtuale attraverso le rovine della città. Fonte principale: Mexico Tlatelolco, Salvador Guilliem Arroyo, INAH, México, 2009 Ixchel

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.