Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
incuso

RIVISTE Società Numismatica Italiana comunicazione 01/2013

Recommended Posts

Meh
incuso
Staff

È online il nuovo numero di comunicazione della SNI ovvero del bollettino pensato per le comunicazioni ai soci:

http://www.socnumit.org/comunicazione_13.html

Bella ricca la parte dedicata alle recensioni. Lodevole l'iniziativa di rendere disponibili tutti i numeri della RIN fino al 51 (o al 48 come scritto in altra pagina).

Come sempre si segnala il fatto che chi desidera contribuire alle attività della SNI può farlo anche destinandovi il 5 per mille della dichiarazione dei redditi (la prossima volta non ringraziate solo i soci ;)).

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vincenzo

L'introduzione online della RIN fino al 1948(credo legato ai 65 anni per cessione diritti) è un'ottima notizia.

Spero che venga effettuata in tempi brevi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Meh
incuso
Staff

Beh i diritti immagino siano loro e quindi potrebbero pubblicarle anche tutte. Però i numeri dal 1951 sono ancora in vendita e quindi immagino preferiscano finanziarsi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vincenzo

Gli anni '30 sono particolarmente interessanti, perchè cominciano ad affacciarsi sul panorama internazionale grandi numismatici italiani.

Ho una domanda? Per la RIN esistono gli indici tematici per materie, sul modello del NSc(fino al 1955) e dell'AIIN, pubblicati da ultimi nel 2004?
E se vi sono, dov'è possibile consultarli?

Grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites

niko

Ricevuta oggi la busta Comunicazione n°64 (e altro).

Lodevole l'iniziativa di rendere disponibile le RIN fino al n.51.

N.

Share this post


Link to post
Share on other sites

piergi00

Gli anni '30 sono particolarmente interessanti, perchè cominciano ad affacciarsi sul panorama internazionale grandi numismatici italiani.

Ho una domanda? Per la RIN esistono gli indici tematici per materie, sul modello del NSc(fino al 1955) e dell'AIIN, pubblicati da ultimi nel 2004?

E se vi sono, dov'è possibile consultarli?

Grazie.

Gli indici della RIN sono disponibili in formato cartaceo e acquistabili presso lo stesso sito

Share this post


Link to post
Share on other sites

Liutprand

Gli anni '30 sono particolarmente interessanti, perchè cominciano ad affacciarsi sul panorama internazionale grandi numismatici italiani.

Ho una domanda? Per la RIN esistono gli indici tematici per materie, sul modello del NSc(fino al 1955) e dell'AIIN, pubblicati da ultimi nel 2004?

E se vi sono, dov'è possibile consultarli?

Grazie.

La RIN ha pubblicato gli indici 1888-1967 e 1968/2000 ma mi sembra non siano consultabili online, se cerchi qualcosa di preciso posso farti una scansione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

uzifox

Gli anni '30 sono particolarmente interessanti, perchè cominciano ad affacciarsi sul panorama internazionale grandi numismatici italiani.

A quanto risulta dal loro sito dal 1930 al 1940 la pubblicazione della RIN è stata interrotta...

http://www.socnumit.org/page_22.html

Saluti

Simone

Edited by uzifox

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vincenzo

A quanto risulta dal loro sito dal 1930 al 1940 la pubblicazione della RIN è stata interrotta...

http://www.socnumit.org/page_22.html

Saluti

Simone

In effetti la RIN si interrompe per un decennio e non ne conosco onestamente il motivo.

Gli scritti della Cesano sono confluiti molti in NSc.

Ringrazio tutti quelli che mi hanno risposto sugli indici.

Dovrei consultare numerosi voci. Spero che essi siano presenti presso la Biblioteca Germanico in Roma o alla Biblioteca Nazionale.

Dal 2001 in poi, dovrò visionare anno per anno.

Saluti.

Edited by Vincenzo

Share this post


Link to post
Share on other sites

piergi00

In effetti la RIN si interrompe per un decennio e non ne conosco onestamente il motivo.

Prova a riflettere su cosa e' avvenuto in Italia in questo arco storico ..................... ;)

Qui trovi una spiegazione "ufficiale" insieme alla storia della R.I.N,

http://www.socnumit.org/doc/GORINI_1988.pdf

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Meh
incuso
Staff

Ringrazio tutti quelli che mi hanno risposto sugli indici.

Non sono indici tematici ma sul mio sito trovi gli indici degli articoli fino al 1927 realizzati grazie ai volontari del forum:

http://incuso.altervista.org/rin.php

Share this post


Link to post
Share on other sites

Utente.Anonimo3245

Non sono indici tematici ma sul mio sito trovi gli indici degli articoli fino al 1927 realizzati grazie ai volontari del forum:

http://incuso.altervista.org/rin.php

E quando ne potrai caricare altri sistemeremo anche quelli. Ciao, Giò

Share this post


Link to post
Share on other sites

numa numa

Sul sito della SNI vi sono gli indici relativi alle serie IV e V, fino al 2012

Edited by numa numa

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vincenzo

Gli indici generali, effettivamente, li conoscevo.

Cercavo quelli tematici per fare ricerche incrociate.

Dovrò provvedere in biblioteca.

Ringrazio tutti per la disponibilità mostrata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vincenzo

Prova a riflettere su cosa e' avvenuto in Italia in questo arco storico ..................... ;)

Qui trovi una spiegazione "ufficiale" insieme alla storia della R.I.N,

http://www.socnumit.org/doc/GORINI_1988.pdf

"Infatti in questo momento si ha uno iato nelle pubblicazioni che dura ben dieci anni dal 1930 al 1940 sul quale non si ha alcuna documentazione negli archivi della Società Italiana di Numismatica (14). Le possibili cause di questa cesura vanno ricercate evidentemente nel periodo storico nel quale la RIN e quindi la Società Italiana di Numismatica si trovavano a vivere: il Fascismo. È indubbio come la linea politica dei componenti della Società Italiana di Numismatica fosse essenzialmente liberal-democratica, espressione dell’imprenditoria industriale e finanziaria e della nobiltà impegnata nelle professioni della nuova Italia, sorte dopo l’esperienza della prima guerra mondiale, che mal vedevano l’affermarsi sempre più sicuro e penetrante nella vita culturale italiana delle nuove idee. Soprattutto non veniva accettata accanto ad una ideologia totalitaria ed antilibertaria, la vuota esaltazione della romanità. Sono questi gli anni della adesione al Fascismo a Milano di Serafino Ricci (15), a Padova di Luigi Rizzoli (16), a Roma di S. Lorenza Cesano (17) come di numerosi altri numismatici italiani. Non è quindi improbabile che la RIN abbia sospeso le pubblicazioni per non soggiacere a tale linea e a tale spiegazione sembra di poter risalire attraverso una documentazione orale, raccolta proprio in quegli ambienti di tradizione antifascista liberale, che tanto furono attivi in Lombardia negli anni dell’apogeo del Fascismo in Italia."

Fonte: Giovanni Gorini, RivItalNum, XC, 1988.

Molto interessante come discorso, che andrebbe opportunamente approfondito...

Share this post


Link to post
Share on other sites

acraf

Un episodio che da un lato rende onore alla SNI per non essersi sottomessa ai dettami fascisti e dall'altro conferma ancora una volta come in determinati regimi si cerca di asservire la stessa cultura. Nel ventennio fascista si diede grande risonanza alla romanità (e un riflesso fra i tanti si può ritrovare nella costruzione del quartiere EUR a Roma) e numerosi studi furono effettuati anche sulle monete romane, ma ben pochi risultarono veramente validi sul piano scientifico.

Per ironia della storia, i migliori e più duraturi studi furono fatti dalla scuola inglese, con i cataloghi prima del British Museum e poi della serie del RIC (Roman Imperial Coinage), il cui primo volume vide la luce per la prima volta nel 1926.....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vincenzo

Un episodio che da un lato rende onore alla SNI per non essersi sottomessa ai dettami fascisti e dall'altro conferma ancora una volta come in determinati regimi si cerca di asservire la stessa cultura. Nel ventennio fascista si diede grande risonanza alla romanità (e un riflesso fra i tanti si può ritrovare nella costruzione del quartiere EUR a Roma) e numerosi studi furono effettuati anche sulle monete romane, ma ben pochi risultarono veramente validi sul piano scientifico.

Per ironia della storia, i migliori e più duraturi studi furono fatti dalla scuola inglese, con i cataloghi prima del British Museum e poi della serie del RIC (Roman Imperial Coinage), il cui primo volume vide la luce per la prima volta nel 1926.....

Discorso vero, nella sostanza, ma bisogna valutare anche l'aspetto opposto e ugualmente pericoloso.

Cioè credere che dato che si è operato in regimi poco democratici, tutte le opere degli studiosi prodotte in quel periodo siano faziose e poco scientifiche.

Bisogna valutare attentamente. Tale, per esempio, il caso di Loranza Secondina Cesano.

Edited by Vincenzo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.