Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
bombatio

ASSE GIANO BIFRONTE - POMPEIUS MAGNUS PIUS?

Risposte migliori

bombatio

HO QUESTO ASSE ROMANO CON GIANO BIFRONTE DI DIAMETRO 28 MM E PESO 28 GRAMMI.

CREDO SIA RICONDUCIBILE AL PERIODO DI POMPEIUS MAGNUS PIUS....NELLA SCANSIONE NON SI VEDE BENE MA GUARDANDOLO CON LA LENTE RIESCO A LEGGERE SOPRA LA PRUA DELLA NAVE LA SIGLA "PVS" E NON "PIVS" COME NELLE TIPOLOGIE RICONDUCIBILI ALLO STESSO IMPERATORE, E' POSSIBILE OPPURE STO' SBAGLIANDO CATALOGAZIONE?

post-25896-0-19062300-1367957575_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bombatio

SI LEGGE "PVS" SOPRA LA PRUA E SOTTO "IMP"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L. Licinio Lucullo

Se c'è PIVS è sicuramente un asse pompeiano, quello coniato da Sesto però ( http://numismatica-classica.lamoneta.it/moneta/R-I6/11 ) , non quello coniato da Gneo ( http://numismatica-classica.lamoneta.it/moneta/R-CP/5 ) che invece reca CN MAG.

Purtroppo è illeggibile il dritto, che in queste emissioni è molto caratteristico (la moneta di Sesto reca infatti un ritratto gianiforma del padre)

Visto lo stato di conservazione, non mi fossilizzerei sul fatto che la "I" non si legga, potrebbe solo essere consumata.

Se poi fosse effettivamente PVS al posto di PIVS, potrebbe trattarsi di una variante non ancora attestata (il che non mi sembrerebbe strano, visto che queste monete furono probabilmente prodotte in zecche diverse, prima in Spagna e poi in Sicilia), oppure di un'imitazione; ma escluderei la seconda ipotesi, perché il retro mi sembra di buona fattura

Modificato da L. Licinio Lucullo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bombatio

Salve, sono certo anche riguardando con la lente che sia presente la scritta PVS anziche' PIVS anche perchè non ci sarebbe lo spazio necessario per inserir una I. Comunque secondo lei anche non è catalogata è sempre riconducibile a Pompeius magnus?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L. Licinio Lucullo

Attenzione che non fu il Magno a emettere assi, furono i suoi figli.

Secondo me è proprio una moneta RRC 479/1. Anche al dritto, si intravedono alcuni particolari peculiari di quella emissione, soprattutto in alto.

Sulla mancanza della I, non saprei che altro aggiungere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×