Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
pietromoney

Deamoneta, Sixbid sono "sicuri" per noi italiani?

Risposte migliori

g.aulisio

Visto che anche la legislazione greca é particolarmente restrittiva mi chiedo se ci sarà mai un motivo per cui i paesi più ricchi in quanto a patrimonio archeologico sono anche i più proibizionisti..

Ci sarà un legame? O forse no, semplicemente sono arretrati.... O forse la colpa é del sole, troppo forte nel mediterraneo, che rende la gente cretina...

Personalmente chiudo qua.

Bye

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

A dire la verità, dopo aver visionato le monete "incriminate" e aver notato che sono tutte di zecca siciliana e che parecchie portano ancora tracce evidenti di incrostazioni terrose, mi viene da ipotizzare che il sequestro sia dovuto al sospetto che possano provenire da un ripostiglio recente, fatto arrivare clandestinamente sul mercato numismatico. Da questo punto di vista le monete bizantine non differiscono in nulla dalle monete antiche, dato che possono tranquillamente avere provenienza archeologica. Se l'ipotesi è giusta, la richiesta di mostrare le collezioni potrebbe essere motivata dalla volontà di verificare se magari gli acquirenti di quelle monete non avesero il "vizietto" di acquistare materiale con le stesse caratteristiche. Non sto dicendo giusto o sbagliato, sto solo cercando di capire quale potrebbe essere il processo che ha portato al verificarsi di questa sequenza di fatti sicuramente insolita. D'altra parte, anche quando hanno arrestato Weiss si è trattato di un fatto decisamente insolito. Per non parlare di quando furono messi all'asta il Ripostiglio del Tevere o il Randazzo Hoard. Ancora più insolito, in quei casi, il fatto che non ci fosse stato da parte delle autorità italiane il minimo tentativo di bloccare la dispersione del materiale. Sarebbe sempre bene cercare di comprendere i fatti prima di pontificare...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

Visto che anche la legislazione greca é particolarmente restrittiva mi chiedo se ci sarà mai un motivo per cui i paesi più ricchi in quanto a patrimonio archeologico sono anche i più proibizionisti..

Ci sarà un legame? O forse no, semplicemente sono arretrati.... O forse la colpa é del sole, troppo forte nel mediterraneo, che rende la gente cretina...

Personalmente chiudo qua.

Bye

ma questa legislazione restrittiva serve veramente a proteggere il patrimonio ?

oppure una legislazione troppo restrittiva lo danneggia ?

comunque qui stiamo andando OT

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

pietromoney

Dopo 6 pagine di vivaci ed interessanti interventi (tutti rispettabilissimi) sono più confuso di prima.

Non sò se farò il grande passo :mega_shok:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

Mettiamola così: acquistando da venditori professionali, nel 99,9% dei casi non hai problemi, e quelli di DeaMoneta e di Sixbid (ma anche di MA-Shop, di VCoins e di qualsiasi altro portale analogo) sono tutti venditori professionali.

Sta a te decidere se vuoi accettare quello 0,1% di rischio di incappare in una disavventura. Non credo che questa probabilità sia così diversa in qualunque altro settore (se vai a comprare un regalo in gioielleria, hai la certezza al 100% che non stai comprando merce rubata?)

Penso che solo nel collezionismo ci facciamo tutte queste paranoie. Certo che a quelli che hanno comprato all'asta Bolaffi gli deve rodere parecchio...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

BiondoFlavio82

A dire la verità, dopo aver visionato le monete "incriminate" e aver notato che sono tutte di zecca siciliana e che parecchie portano ancora tracce evidenti di incrostazioni terrose, mi viene da ipotizzare che il sequestro sia dovuto al sospetto che possano provenire da un ripostiglio recente, fatto arrivare clandestinamente sul mercato numismatico. Da questo punto di vista le monete bizantine non differiscono in nulla dalle monete antiche, dato che possono tranquillamente avere provenienza archeologica. Se l'ipotesi è giusta, la richiesta di mostrare le collezioni potrebbe essere motivata dalla volontà di verificare se magari gli acquirenti di quelle monete non avesero il "vizietto" di acquistare materiale con le stesse caratteristiche. Non sto dicendo giusto o sbagliato, sto solo cercando di capire quale potrebbe essere il processo che ha portato al verificarsi di questa sequenza di fatti sicuramente insolita. D'altra parte, anche quando hanno arrestato Weiss si è trattato di un fatto decisamente insolito. Per non parlare di quando furono messi all'asta il Ripostiglio del Tevere o il Randazzo Hoard. Ancora più insolito, in quei casi, il fatto che non ci fosse stato da parte delle autorità italiane il minimo tentativo di bloccare la dispersione del materiale. Sarebbe sempre bene cercare di comprendere i fatti prima di pontificare...

Ma in italia non ci sarebbe qualche leggina che prescrive il deposito in soprintendenza del catalogo d'asta per avere l'autorizzazione alla vendita...? Perché i controlli si fanno sempre tardi? Per configurare il reato basta la messa in vendita degli oggetti, mica devono aspettare che qualcuno li acquisti...? Che poi... Se uno compra in aste pubbliche magari il vizietto lo considera legale, un po' come quello del fumo, che sempre droga è (leggera quanto volete ma sempre droga è) ma che è legalizzato dallo stato... Se uno acquista un pacchetto di sigarette dal tabaccaio, e si scopre che il tabaccaio ha acquistato (consapevolmente o meno) una partita di sigarette in nero, ché chiedono ai fumatori di presentare in questura i vecchi pacchetti perché, avendo il vizietto, potrebbero aver comprato altre sigarette di contrabbando :ph34r: ?

Viva l'italia!!!!!

Non c'entra niente (forse, o forse si) ma se avete visto i servizi delle Iene sugli stacanovisti impiegati del senato (per una volta non politici!), che guadagnano minimo 150.000 euro all'anno (con 15 mensilità!!!!!), avrete compreso che in questo paese tutto torna... Si si! tutto torna! come in un cerchio...

Modificato da BiondoFlavio82
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

alieno

Ma in italia non ci sarebbe qualche leggina che prescrive il deposito in soprintendenza del catalogo d'asta per avere l'autorizzazione alla vendita...? Perché i controlli si fanno sempre tardi? Per configurare il reato basta la messa in vendita degli oggetti, mica devono aspettare che qualcuno li acquisti...? Che poi... Se uno compra in aste pubbliche magari il vizietto lo considera legale, un po' come quello del fumo, che sempre droga è (leggera quanto volete ma sempre droga è) ma che è legalizzato dallo stato... Se uno acquista un pacchetto di sigarette dal tabaccaio, e si scopre che il tabaccaio ha acquistato (consapevolmente o meno) una partita di sigarette in nero, ché chiedono ai fumatori di presentare in questura i vecchi pacchetti perché, avendo il vizietto, potrebbero aver comprato altre sigarette di contrabbando :ph34r: ?

Viva l'italia!!!!!

Non c'entra niente (forse, o forse si) ma se avete visto i servizi delle Iene sugli stacanovisti impiegati del senato (per una volta non politici!), che guadagnano minimo 150.000 euro all'anno (con 15 mensilità!!!!!), avrete compreso che in questo paese tutto torna... Si si! tutto torna! come in un cerchio...

CONFERMO CHE SONO TUTTE PAROLE SAGGE DA FAR RABBRIVIDIRE LA TEORIA DELLA LEGALITA, ma sinceramente ci siamo mai chiesti :tutte le monete trovate dai tombaroli che fine fanno??????????????? io penso che vanno all'estero e poi tornano in parte anche in italia legalizzate, altrimenti perche lavorano inutilmente i tombaroli? e voi pensate che tutto questo non si sappia? OK ALLORA HO VISTO UN ASINO CHE VOLA E VOI DOVETE CREDERCI TUTTI , CIAO.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alberto Varesi

Penso che questo tipo di discussioni ci porti sempre a valutare con poca obiettività quello che realmente accade in Italia in tema di monetazione antica.

Personalmente propongo sempre materiale classico, mai grandi cose è vero (quelle ce le fregano le ditte estere...) ma greche e romane sono sempre presenti in asta.

Le metto in catalogo, spedisco il cartaceo in sovrintendenza e quando è il momento faccio le relative domande di esportazione.

Devo lottare con la burocrazia e, a volte, anche con certe teste di legno che vorrebbero impedire l'uscita di monete di poco conto, ma non vedo un clima così di caccia alle streghe come qualcuno dipinge.....

Certo, il materiale è soggetto a maggiori controlli (chiedono anche le provenienze) ma non mi aspettano dietro la porta con bastoni e forconi, nè mi seguono fino a casa per vedere se la sera vado in giro col metal anzichè a correre per cercare di sciogliere il girovita.

Può capitare a tutti di pestare una cacca, così come può capitare di ricevere certe visite. Bello non è, ma se siamo dalla parte della ragione e rispettiamo la legge non abbiamo nulla da temere.

Modificato da Alberto Varesi
  • Mi piace 5

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vict

non solo ma in nessuna delle leggi viventi si dice esplicitamente che tutte le monete sono beni archeologici 

anzi si fa espresso riferimento ai beni ripetitivi per evitare di finire in situazioni come questa 

 

ammiro alcune cose dette in precedenza ma

mi dispiace contraddirti in un punto ->Dlg 42/2004 (codice dei beni culturali) art 10.4 lett. b

 

[sono comprese tra le cose indicate al comma 1 e al comma 3 lett a: b) le cose di interesse numismatico che, in rapporto all'epoca, alle tecniche e ai materiali di produzione nonchè al contesto di riferimento, abbiano carattere di rarità o di pregio]

Modificato da Vict

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×