Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Mirko8710

GC Monete con riferimenti al teatro, Atene e non

Risposte migliori

Mirko8710

Salve a tutti,

mi avventuro in questa sezione del Forum per chiedervi un favore, in quanto non ho gli strumenti per poter sapere ciò che sto per chiedervi.

Esistono monete greche che fanno riferimento al teatro in ogni qualsiasi sua sfaccettatura? Rappresentazione di teatranti, orchestre, strumenti musicali ecc ecc?

Sto facendo una relazione sul Teatro di Dioniso di Atene e mi sarebbe utile qualche spunto monetale, qualora vi fosse.

Nel caso non ci sia niente di tutto ciò, grazie lo stesso! :D

Mirko

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

TARAS

Una maschera al rovescio, tuttavia collegata più al rito dionisiaco che al teatro vero e proprio: http://www.acsearch.info/record.html?id=396660

Qui una maschera al dritto: http://www.acsearch.info/record.html?id=303915

Altra maschera: http://www.acsearch.info/record.html?id=645866

Per gli strumenti musicali dai un'occhiata a questa vecchia discussione, tra le immagini superstiti forse puoi trovare qualche greca interessante. http://www.lamoneta.it/topic/25068-strumenti-musicali/

Ciao

Nico

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia

post-703-0-53842800-1371592208_thumb.jpg

EGYPT, Alexandria. Antoninus Pius. 138-161 AD. Æ Drachm. (28.60 gm). Year 5 (=141/142 AD). [AVT K] T AIL AÐP ANTWNEINOC CVECB (sic), laureate head right /Orpheus charming the animals: L E, Orpheus seated right on rock, playing lyre, charming numerous wild animals around. Köln -; cf. Dattari 2996; Milne -. Near VF, brown patina.

apollonia

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia

post-703-0-48461200-1371592325_thumb.jpg

L. Calpurnius Piso Frugi. 90 BC. AR Denarius (20mm, 3.74 g, 6h). Laureate head of Apollo right; owl behind, denomination mark below chin, all in filleted border / PISO FRVGI, horseman galloping left, holding torch; theatre mask above. Crawford 340/1; Sydenham 653; Calpurnia 6. Good VF, toned.

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia

post-703-0-82453800-1371592406_thumb.jpg

Q. Pomponius Musa. 56 BC. AR Denarius (4.06 gm). Laureate head of Apollo right; sceptre behind / Q PO-MPONI MVSA, Melpomene, the Muse of Tragedy, standing facing, head right, holding club in right hand, mask in left. Crawford 410/4; Sydenham 816; Pomponia 14. Attractively toned EF.

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko8710

Grazie TARAS e grazie Apollonia! :good:

Le repubblicane romane già le conoscevo ma per le greche mi siete stati d'aiuto!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia

Le repubblicane romane già le conoscevo ma per le greche mi siete stati d'aiuto!

Forse ti può interessare anche questo bronzo

post-703-0-40984300-1371722827_thumb.jpg

SICILY, Thermae Himerenses. After 241 BC. Æ 24mm (10.16 gm). Turreted and veiled head of Tyche right, cornucopiae behind / The poet Tisias (Stesichoros) standing right, leaning on staff and reading a book. Calciati I pg. 120, 18; SNG ANS -; SNG Morcom -; BMC Sicily pg. 84, 9; Virzi 1059. VF, dark brown and green patina. Very rare.

Tra gli uomini di Zancle (Messina) che con gli esuli di Siracusa fondarono Imera nel 648 a.C. c’era il padre del poeta Tisia, meglio conosciuto come Stesicoro ('capo del coro' o 'choir master'). Tisia visse a Imera e lì scrisse la maggior parte dei suoi 26 libri di poesia lirica. Quando i Cartaginesi distrussero Imera nel 409 a.C., la maggior parte dei sopravvissuti si stabilì a sette miglia di distanza a Termini Imerese, la città fondata dai Cartaginesi così chiamata per l’esistenza nei pressi di sorgenti di acque calde utilizzate ancor oggi per i bagni termali.

Questa moneta raffigura una statua di Tisia che, appoggiato a un bastone, sta leggendo uno dei suoi libri. Dato che i residenti, per quanto lontani nel tempo e nel luogo dai fondatori di Imera, erano orgogliosi di Tisia, il cittadino più famoso, è verosimile che la statua raffigurata sulla moneta fosse collocata nell’anfiteatro probabilmente realizzato in età augustea e di cui sono ancora visibili alcuni dei piloni degli ambulacri.

apollonia

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko8710

Bellissima! Grazie!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini

DE GREGE EPICURI

Per gli strumenti musicali (ma anche per le voci: Maschera, ecc.) puoi vedere la seconda appendice del manualetto di Ambrosoli-Ricci (Monete Greche, ed. Cisalpino); ne trovi un'infinità alle voci: Lyra, Lyra in forma di Cetra, fistula, siringa, ecc. Indica però solo le zecche emittenti, poi le monete sono da cercare.

Anche nell'indice di R.Plant (Greek Coins and their identification) trovi voci analoghe, e anche i disegni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia

Alcuni tetradrammi di Alessandro Magno riportati dal Price provengono da zecche che hanno come simbolo di controllo una maschera (Parion, in Misia), un citaredo (Teo, sulle coste della Lidia, o Euromus, in Caria) o uno strumento musicale (varie zecche).

Dei tetra di Parion (Price 1467-69) al momento non posso fornire documentazione.

Del tetra di Euromus (Price 2474) riporto la foto del Price.

post-703-0-86450400-1371832609_thumb.jpg

apollonia

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko8710

Merci, mi siete stati tutti molto utili. Bella quest'ultima, una precisione di incisione da manuale...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia

Tetradramma spettacolare per qualità e rarità emesso in occasione del festival panellenico celebrato nel santuario di Apollo a Dafne, presso Antiochia, nel 166 a.C., verso la fine del regno di Antioco IV di Siria.

post-703-0-85128700-1372000721_thumb.jpg

Seleucid Kingdom. Antiochus IV. 175-164 BC. Tetradrachm, 16.71g. (h). Antioch. Syria, 166 BC. Obv: Laureate head of Apollo right. Fillet border. Rx: ΒΑΣΙΛΕΩΣ ΑΝΤΙΟΧΟΥ ΘΕΟΥ ΕΠΙΦΑΝΟΥΣ ΝΙΚΗΦΟΡΟΥ Apollo Citharoedus, robed, standing right, holding cithara in left arm and patera in right hand. SC 1401. Le Rider, Antioche, p. 217, 552-561, pl. 25, 12-16. Gulbenkian Coll. 1040. Only about fifteen specimens of this spectacular issue are recorded. Choice EF.

A spectacular, and extremely rare coin issued for the panhellenic festival celebrated in the sanctuary of Apollo at Daphne, near
Antioch, in 166 BC, late in Antiochus’ reign. Antiochus is known for his failures rather than for his achievements: his unsuccessful attempt to conquer of Ptolemaic Egypt and his lost war against the Maccabean rebels in Judaea. However, Antiochus IV was a devoted patron of Greek culture abroad as well as in his realm, sponsoring temples in Athens and elsewhere. The celebration at Daphne was the last major demonstration of his ambitions, and the nearly classical beauty of the coins issued on this occasion does justice to them.

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×