Jump to content
IGNORED

2 centesimi 1861 Napoli


MARCO B
 Share

Recommended Posts

La nostalgia nel leggere le discussioni a volte prende il sopravvento e anche se molti non meritano nulla, ho deciso di fare un piccolo regalo a chi qui sul forum mi ha sempre rispettato e trattato come uno studioso serio e non un ragazzino.

Vi mostrò quello che a mio parere è uno degli errori più affascinanti per la monetazione del regno:

post-9225-0-13310100-1379353696_thumb.jp

post-9225-0-43042300-1379353732_thumb.jp

Sperando di aver fatto cosa gradita

Buona serata,

Marco B

Link to comment
Share on other sites


forse è uno scherzo che io non so cogliere ma sembra photoshoppata:-))

non mi tornano i conti con la prima immagine:

come fanno ad esserci due aree colpite dalla luce in questo modo sulla stessa moneta??

post-3649-0-87669200-1379359792_thumb.jp

Edited by antares
Link to comment
Share on other sites


mentre la seconda img non capisco cosa debba ritrarre, sembra un gioco di luci creato con una lente

senza parlare di tutta quest'altra area completamente sfuocata nel bel mezzo di una zona perfettamente a fuoco

post-3649-0-37581600-1379360391_thumb.jp

Edited by antares
Link to comment
Share on other sites


Antares non vorrei rispondenti in maniera sgarbata ma é un errore ben noto per la zecca di Napoli questo! Esiste anche per le 5 lire !

Non è una Photoshopata...

L'errore si creava quando nelle presse il meccanismo di espulsione del tondello non funzionava correttamente e la moneta veniva riconiata in parte.

Saluti

Marco

Link to comment
Share on other sites


Ps io come molti sanno sono di Milano, se volessi vederla di persona basta contattarmi... Mi piace passare del tempo a parlare di numismatica davanti a qualche album e un buon caffè :)

Saluti

Marco B

Link to comment
Share on other sites


Purtroppo non ci conosciamo, ma prima sul forum ero molto attivo ... Non sono uno da scherzi, a meno che qualcuno non se lo meriti.

Come chi mi conosce sa bene, io sono un amante degli errori e delle varianti nei coni, ne ho molti ... Dai bordi lisci dell'impero alla lira del 1906 ** piuttosto che i 25 centesimi con la coda lunga o le centinaia di monete con assi ruotati da 15* ai 180* .

Questo esemplare già raro per conto suo è tra i più simpatici che ho in collezione, ma se volessi vederne altri contattami pure in privato.

Saluti

Marco

Link to comment
Share on other sites


Ma dai antares...basta osservare con attenzione i rilievi e non il gioco di luci per escludere il fotomontaggio....prova a notare le differenze tra le lettere i i capelli ;)

Credo che lo spessore delle moneta non sia omogeneo; da ciò potrebbero dipendere le anomalie di illuminazione.

Link to comment
Share on other sites


per carità, nessun marcio, io ho visto una foto, non voglio nemmeno sapere a chi appartiene proprio perchè non voglio assolutamente esprimere un giudizio sulla persona,che per me potrebbe essere Marco o Fiorenzo, senza alcuna differenza:-)

Vorrei solo capire meglio quello che i miei occhi vedono, soprattutto su quell'arco di congiunzione tra le due monete che appare così sfocato.

Forse è successo quello che succede a me quando fotografo conchiglie al microscopio: non trattandosi di un oggetto piatto, se metto a fuoco una parte verrà irrimediabilemente sfocata l'altra, può darsi-

Link to comment
Share on other sites


Antares non vorrei rispondenti in maniera sgarbata ma é un errore ben noto per la zecca di Napoli questo! Esiste anche per le 5 lire !

Non è una Photoshopata...

L'errore si creava quando nelle presse il meccanismo di espulsione del tondello non funzionava correttamente e la moneta veniva riconiata in parte.

Saluti

Marco

Complimenti, bellissimo pezzo....ma questo errore dovuto ad un problema del meccanismo di espulsione, era in concomitanza con una coniazione senza la virola? Perchè con la virola il tondello sarebbe stato solo ribattuto e non ovalizzato....Scusami per la domanda, ma non ho mai assistito al processo di coniazione e mi incuriosisce sapere come potevano avvenire certi errori (soprattutto per capire quanto questi pezzi potessero essere solo il risultato di casualità)....

Saluti...

Edited by Falaride
Link to comment
Share on other sites


per quanto riguarda l'illuminazione probabilmente la luce proviene di lato, ed essendoci un "gradino" c'è un effetto di doppia illuminazione (spero di spiegarmi bene) quando in realtà la luce proviene da 1 punto solo

nel complesso, secondo me, la foto non è nitida al 100% in quanto la parte più bassa della moneta sembra più a fuoco perchè più illuminata….almeno per quello che riesco a vedere

Edited by lindap
Link to comment
Share on other sites


Nikko, sicuramente un esemplare sano e rosso appagherebbe la vista in maniera differente, ma io credo come te che questo esemplare NON sia BELLO, ma AFFASCINANTE.

E detto tra noi le cose un po' uniche le apprezzo sempre un po' di più, soprattutto se le ho in collezione.

Saluti

Marco B

Link to comment
Share on other sites


Nikko, sicuramente un esemplare sano e rosso appagherebbe la vista in maniera differente, ma io credo come te che questo esemplare NON sia BELLO, ma AFFASCINANTE.

E detto tra noi le cose un po' uniche le apprezzo sempre un po' di più, soprattutto se le ho in collezione.

Saluti

Marco B

Bentornato ;)

Come ben dici affascinante e, aggiungerei, curioso. Si sa, i numismatici sono curiosi di natura…

N.

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.