Jump to content
IGNORED

Chiedo un parere


aleroit2000
 Share

Recommended Posts

Ciao a tutti.

Innanzitutto spero di non infrangere nessuna regola del forum. Se così fosse, oltre a chiedere scusa, provvederò immediatamente a rimuovere il post.

Un conoscente, che ha pubblicato un catalogo prezziario sulle monete inglesi dall'800 ad oggi, mi ha chiesto che interesse potrebbe avere una tale pubblicazione in Italia.

Vi metto il link alla pagina di presentazione. Naturalmente lui il libro lo vende, ma ripeto, questo non è il mio fine. Non vuole nemmeno essere una pubblicità (tanto è vero che chiedo anche eventuali critiche) e men che meno io incasso un centesimo o... un penny. Solo mi interessa un vostro parere, sia perchè qui nel forum ci sono persone molto esperte, sia per poter raccogliere un buon numero di pareri.

Essendo il libro fatto per il mercato britannico credo che abbia alcune "mancanze" per poter essere distribuito anche in Italia, ma aspetto un vostro parere; sia sul libro in se, sia sull'opportunità che qualcuno si metta a distribuire da noi un libro solo sulle monete britanniche. Può avere mercato?

Grazie e attendo le vostre risposte :)

[url="http://www.predecimal.com/books/ccgb2005framed.htm"]Link alla pagina di presentazione[/url]
Link to comment
Share on other sites


Partendo dal presupposto che non ho la minima idea di come sia il mercato delle monete britanniche in Italia, volevo porre i miei interrogativi.

Innanzitutto bisogna che la classificazione venga "tradotta" in MB, BB, SPL e così via, cosa che da quanto ne so non è automatica.
Poi bisogna valutare (è un preziario no?) che i prezzi siano gli stessi convertiti in euro, senza considerare le oscillazioni dei cambi, altrimenti si rischia di confondere.

Magari sono sciocchezze, ma ho voluto esprimere i miei dubbi.

Agli altri l'ardua sentenza. :)
Link to comment
Share on other sites


Io idem..non ne capisco molto di monete inglesi ma cmq credo che l'iniziativa possa essere solo lodevole e nulla di +.
Se ci sta gente che dedica il proprio tempo per studi e catalogazioni, con errori o meno cmq compie un gesto degno di lode che va a ttuto vantaggio del numismatico.
Se poi il testo va nel dettaglio esplorando solo una categoria di monete ci si può aspettare che gli studi fatti sia + precisi xchè + mirati quindi ben venga se così fosse.....
Nel caso specifico non sono d'accordo con joker sul discorso conversione stato di conservazione, solo perchè si rischia di esporsi a critiche e continui appunti su questa o quella discutibile valutazione se FDC, qFDC rispetto a UNC o altro....ed inoltre essendo cmq riferito a monete la cui collezione avviene in gran parte nel regno britannico o cmq ad esso si riferisce io direi di rispettare e seguire la classificazione anglosassone, mettendo come per esempio avviene per il Gigante legenda all'inizio o alla fine in cui si fa o si tenta una traduzione e così facendo diciamo ""ok ci sta ma non giusto per farvi un favore"""
Sulla conversione della valutazione in termini di prezzo, sono invece d'accordissimo, noi acquistiamo in € ed in € si deve parlare, sono loro che ahnno deciso di non adottarla quindi che si adattino loro e non noi per una volta eh he ehe


saluti
kasmene :ph34r:
Link to comment
Share on other sites


[color="blue"]Non è male specialmente il prezzo!
Bisognerà controllare l'esattezza sia delle quotazioni che della descrizione(peso,diametro,rarità,ecc.)delle monete.
Sicuramente è molto più facile del nostro catalogo essendo sempre la stessa moneta ed un unico stato Gran Bretagna dal 800 ad oggi,infatti appena 54 pag.
Ciao
F.[/color]
Link to comment
Share on other sites


[quote name='joker79' date='07 dicembre 2004, 15:43']Poi bisogna valutare (è un preziario no?) che i prezzi siano gli stessi convertiti in euro, senza considerare le oscillazioni dei cambi, altrimenti si rischia di confondere.
[right][post="7164"]<{POST_SNAPBACK}>[/post][/right][/quote]
Più che il cambio sterlina/euro credo che bisognerebbe adattare i prezzi al mercato italiano; mi spiego, io non sono mai stato in Inghilterra, ma per quel che so tutto è mediamente + caro che in Italia. E se fosse così anche per le monete da collezione? :o a tanti non parrebbe vero avere una base d'appoggio per aumentare i prezzi <_<

Ciao.

Petronius :)
Link to comment
Share on other sites


Ragazzi, vi ringrazio molto per le vostre opinioni e i consigli.
Alcuni erano anche i miei (vedi il discorso sui prezzi esposti in euro)... ma non li avevo esposti per non "influenzare"...

Come ho anche già detto a chi mi ha fatto la domanda, in Italia le monete inglesi, anche se antiche "non vanno molto", a parte, credo, gli ori e le celebrative.
Qui gli ori mancano (per scelta) e le celebrative sono un po' confuse con le altre...
In fin dei conti da noi è più facile avere in collezione qualche sterlina d'oro o qualche corona della regina Vittoria che magari degli scellini, anche se rari o costosi....

Comunque ancora grazie!
Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.