Jump to content
IGNORED

Decisione doverosa vista la situazione creatasi


Recommended Posts

Io sto sempre di più allontanandomi dalla collezione di tutte le monete euro dei vari paesi, nell'ultimo anno ho comprato molte confezioni della zecca, oggetti che ora, valgono il 40/50 % di quanto le avevo pagate, è una cosa folle e inaudita che non intendo più accettare, quindi per quanto mi concerne non comprerò più nessuna emissione tranne Vaticano e Monaco (se acquistati alla fonte). Perchè pensavo che almeno un 90% di ciò che pagavo rimanesse di valore!

Link to post
Share on other sites

Infatti sono pochi i set che si rivalutano , io di divisionali ufficiali ho solo vaticano 2013 che è una delle poche che mi piacciono veramente .

Io credo che l'eurocollezione non sia collezzione da investimento, io compro tutti i 2 euro cc e per le monete ordinarie solo quelle che mi "piacciono"

Adesso che ne farai della tua collezione?

Edited by alfgio
Link to post
Share on other sites

Boh non ne ho la più pallida idea! Ho serie di cipro spagna gracia portogallo olanda, slovenia, boh proverò sulla baia, ma ci ho già provato in passato perdendoci anche il 60%

Link to post
Share on other sites

Sensazione di un non collezionista del settore: passato l'hype iniziale gli euro faranno la fine delle monete della Repubblica, che a parte un paio di annate in FDC vengono ora vendute al kilo, che siano in kit zecca o meno.

Link to post
Share on other sites

Infatti sono pochi i set che si rivalutano , io di divisionali ufficiali ho solo vaticano 2013 che è una delle poche che mi piacciono veramente .

Io credo che l'eurocollezione non sia collezzione da investimento, io compro tutti i 2 euro cc e per le monete ordinarie solo quelle che mi "piacciono"

Adesso che ne farai della tua collezione?

Infatti sono pochi i set che si rivalutano , io di divisionali ufficiali ho solo vaticano 2013 che è una delle poche che mi piacciono veramente .

Io credo che l'eurocollezione non sia collezzione da investimento, io compro tutti i 2 euro cc e per le monete ordinarie solo quelle che mi "piacciono"

Adesso che ne farai della tua collezione?

Mah io anche le compravo per piacere, ma sai......con i tempi che corrono vedersi togliere il 30/40/50 % di quanto avevo pagato è tanto!!!

Link to post
Share on other sites

Dei paesi che hai citato ritengo buone divisionali slovenia 2011, portogallo 2007 e olanda 2010, quindi se le hai ti consiglio di tenerle senza tenere conto del ritorno economico

Edited by alfgio
Link to post
Share on other sites

Dei paesi che hai citato ritengo buone divisionali slovenia 2011, portogallo 2007 e olanda 2010, quindi se hai ti consiglio di tenerle senza tenere conto del ritorno economico

Dei paesi che hai citato ritengo buone divisionali slovenia 2011, portogallo 2007 e olanda 2010, quindi se hai ti consiglio di tenerle senza tenere conto del ritorno economico

Noo sono degli ultimi 3 anni! Ho 13 serie di vari paesi pagate 30/35 euro l'uno degli anni 2012 e 2013 principalmente!

Link to post
Share on other sites

Sensazione di un non collezionista del settore: passato l'hype iniziale gli euro faranno la fine delle monete della Repubblica, che a parte un paio di annate in FDC vengono ora vendute al kilo, che siano in kit zecca o meno.

Non condivido... c'è un altro utente che la pensa così :P ma i due fenomeni sono ben differenti.

Tornando al Topic dell'amico Andreap, bisogna capire come ha impostato la propria collezione, cioè cosa lo ha guidato ad acquistare tutto quel materiale.

La Numismatica (di ogni tipo) difficilmente si presta ad intenti di rivalutazione... serve la classica frase che diciamo ai neofiti: se inizi per il puro desiderio di guadagnare soldi, lascia perdere; ci deve essere la passione di mezzo, così se anche si rivendesse alla metà, almeno l'altra metà la si ha spesa divertendosi.

Cosa ha comprato il nostro amico? Forse divisionali e monete sì dalla bassa tiratura, ma dal basso interesse da parte del mercato. Probabilmente non ha pure acquistato alla fonte.

La maggior parte delle monetazioni sono fatte in prevalenza di monete comuni, o comunque poco valutate, altrimenti che rarità ci sarebbero? L'Euro non fa certo eccezione. Quindi non diciamo che finirà come la Lira della Repubblica, diciamo piuttosto che le rarità saranno poche, ed è fisiologico.

Volete che vi parli in puro spirito di speculazione? Comprate allora Monaco (quello che si riesce) e Vaticano alla fonte, appunto come lui stesso ha detto... quelle, male che vada, si riacquista quanto speso... ma diventare ricchi non esiste :P

Senza offesa, quindi meglio ponderare i propri acquisti (regola universalmente valida) e non fidarsi delle rarità che non hanno le "carte in regola" per esserlo; altra cosa: non voler completare a tutti i costi la collezione, essendo uno studente (con budget al momento limitato), anche io rinuncio all'acquisto di monete che sono troppo costose o che soggettivamente non mi piacciono, visto l'assurdo e ingiustificato aumento di emissioni di questi ultimi tempi... fate così pure voi, vedrete che prima o poi capiranno, leggendo e "incassando" le cifre degli invenduti.

Spero solo questo Topic non diventi la "gogna" dell'Eurocollezionismo, visto che vedo partecipazione di utenti che solitamente scrivono in altre sezioni :P

Link to post
Share on other sites

Non condivido... c'è un altro utente che la pensa così :P ma i due fenomeni sono ben differenti.

Tornando al Topic dell'amico Andreap, bisogna capire come ha impostato la propria collezione, cioè cosa lo ha guidato ad acquistare tutto quel materiale.

La Numismatica (di ogni tipo) difficilmente si presta ad intenti di rivalutazione... serve la classica frase che diciamo ai neofiti: se inizi per il puro desiderio di guadagnare soldi, lascia perdere; ci deve essere la passione di mezzo, così se anche si rivendesse alla metà, almeno l'altra metà la si ha spesa divertendosi.

Cosa ha comprato il nostro amico? Forse divisionali e monete sì dalla bassa tiratura, ma dal basso interesse da parte del mercato. Probabilmente non ha pure acquistato alla fonte.

La maggior parte delle monetazioni sono fatte in prevalenza di monete comuni, o comunque poco valutate, altrimenti che rarità ci sarebbero? L'Euro non fa certo eccezione. Quindi non diciamo che finirà come la Lira della Repubblica, diciamo piuttosto che le rarità saranno poche, ed è fisiologico.

Volete che vi parli in puro spirito di speculazione? Comprate allora Monaco (quello che si riesce) e Vaticano alla fonte, appunto come lui stesso ha detto... quelle, male che vada, si riacquista quanto speso... ma diventare ricchi non esiste :P

Senza offesa, quindi meglio ponderare i propri acquisti (regola universalmente valida) e non fidarsi delle rarità che non hanno le "carte in regola" per esserlo; altra cosa: non voler completare a tutti i costi la collezione, essendo uno studente (con budget al momento limitato), anche io rinuncio all'acquisto di monete che sono troppo costose o che soggettivamente non mi piacciono, visto l'assurdo e ingiustificato aumento di emissioni di questi ultimi tempi... fate così pure voi, vedrete che prima o poi capiranno, leggendo e "incassando" le cifre degli invenduti.

Spero solo questo Topic non diventi la "gogna" dell'Eurocollezionismo, visto che vedo partecipazione di utenti che solitamente scrivono in altre sezioni :P

Non condivido... c'è un altro utente che la pensa così :P ma i due fenomeni sono ben differenti.

Tornando al Topic dell'amico Andreap, bisogna capire come ha impostato la propria collezione, cioè cosa lo ha guidato ad acquistare tutto quel materiale.

La Numismatica (di ogni tipo) difficilmente si presta ad intenti di rivalutazione... serve la classica frase che diciamo ai neofiti: se inizi per il puro desiderio di guadagnare soldi, lascia perdere; ci deve essere la passione di mezzo, così se anche si rivendesse alla metà, almeno l'altra metà la si ha spesa divertendosi.

Cosa ha comprato il nostro amico? Forse divisionali e monete sì dalla bassa tiratura, ma dal basso interesse da parte del mercato. Probabilmente non ha pure acquistato alla fonte.

La maggior parte delle monetazioni sono fatte in prevalenza di monete comuni, o comunque poco valutate, altrimenti che rarità ci sarebbero? L'Euro non fa certo eccezione. Quindi non diciamo che finirà come la Lira della Repubblica, diciamo piuttosto che le rarità saranno poche, ed è fisiologico.

Volete che vi parli in puro spirito di speculazione? Comprate allora Monaco (quello che si riesce) e Vaticano alla fonte, appunto come lui stesso ha detto... quelle, male che vada, si riacquista quanto speso... ma diventare ricchi non esiste :P

Senza offesa, quindi meglio ponderare i propri acquisti (regola universalmente valida) e non fidarsi delle rarità che non hanno le "carte in regola" per esserlo; altra cosa: non voler completare a tutti i costi la collezione, essendo uno studente (con budget al momento limitato), anche io rinuncio all'acquisto di monete che sono troppo costose o che soggettivamente non mi piacciono, visto l'assurdo e ingiustificato aumento di emissioni di questi ultimi tempi... fate così pure voi, vedrete che prima o poi capiranno, leggendo e "incassando" le cifre degli invenduti.

Spero solo questo Topic non diventi la "gogna" dell'Eurocollezionismo, visto che vedo partecipazione di utenti che solitamente scrivono in altre sezioni :P

Beh si, dovevo valutare meglio come spendere i soldi, ma sai....quando ci sono i soldi necessari si ha la passione e non si ha grandi preoccupazioni, si può anche comprare roba che si svaluta!

Link to post
Share on other sites

Personalmente non colleziono confezioni di zecca, "raccolgo" tutto quello che trovo di circolato e chiudo i buchi tra i 2€ commemorativi con monete da rotolino acquistate al minor prezzo possibile ma condivido il pensiero di @@Andreap che si sente preso in giro!

Un esempio su tutti: San Marino. Se sei iscritto alle liste ti inviano i 2€ cc a casa con una spesa di circa 24€, se non sei in lista e acquisti direttamente dal sito spendi 19!

Comunque puoi imparare dall'esperienza: le divisionali che acquisti dopo qualche mese si deprezzano? Non acquistarle subito appena emesse ma aspetta qualche mese e acquistale ad un prezzo inferiore rispetto a quello di emissione!

Link to post
Share on other sites

MEDUSA51

Mah........

Chi colleziona monete in Euro da qualche tempo conosce anche l'andamento del mercato.

La mia sensazione è che stia venendo meno il tuo interesse verso le monete in Euro, venendo meno quello salta fuori anche tutto il resto.............

E' come quando uno è innamorato....................non vede i difetti della persona amata, passata la "cotta" inizia a vederli e cominciano a dargli fastidio fino a che non la sopporta più.........

Ecco, secondo me è venuta meno la "scintilla" della passione verso queste monete............

Link to post
Share on other sites

417sonia
Supporter

Buona serata

Credo - prima di tutto - che la spinta ad acquistare una moneta (di qualsiasi tipo) debba essere la passione; un filo sottile che lega una moneta ad un pensiero, un ricordo, uno scopo che, ciascuno di noi, elabora con una propria logica e non ultima, una concezione molto personale del bello.

@@alfgio ha detto bene, a mio parere, ma estenderei il suo pensiero a tante altre monetazioni, non solo gli euro.

Sono veramente poche le monete sulle quali si può ragionevolmente pensare di "investire" e, generalmente non sono monete per "tutti".

Credo anche che il nostro @@Andreap abbia raggiunto quello stadio di "rottura" al quale taluni arrivano, prima o poi, e che gli fa pensare.....che ci faccio adesso con tutte queste belle scatoline, bustine, blister, cofanetti pieni di monete, magari anche belle, pagate a volte anche un botto, ma che non mi sanno più dare emozioni?

Il mio consiglio è di cercare monete che riescano a farti riannodare quel sottile filo emozionale che si è spezzato, senza anteporre la necessità di guadagnarci.

saluti

luciano

Link to post
Share on other sites

Mah proprio non capisco.. uno di appassiona, compra delle monete per la loro bellezza ed il loro significato e poi tutto d'un tratto quando si svalutano perdono anche la loro bellezza, mentre quelle che mantengono o incrementano il loro valore mantengono il loro fascino.. non riesco a capire questa logica..

Link to post
Share on other sites

mah... è un problema semplice che si risolve alla base.

Conserva le monete che hai in collezione, e considera i soldi spesi solo un'esperienza negativa che hai fatto.

D'ora in poi, utilizza quest'esperienza per acquistare monete in euro (se ancora ne sei interessato) a basso prezzo, o comunque ad un prezzo molto minore di quanto le hai acquistate finora.

Forse si svaluteranno ancora un pochino, però potrai continuare la collezione a poco prezzo :-D

Link to post
Share on other sites

Dico che la prima cosa, il presupposto corretto sarebbe collezionare monete senza considerare l'eventuale perdita.... perchè non si guadagna niente! Anzi se va bene ci perdi!

Euro, Repubblica, Regno, preunitari.... andiamo ancora indietro nel tempo? sono tutte uguali!

Collezionare significa attribuire un valore (non economico) in termine di bellezza, storico, Geografico... chi più ne ha ne metta...

l'unica cosa che posso dirti e non mollare... continua con le monete in euro anche dei ministati... ma non mollare!!

Cambia, colleziona monete mondiali... europpe pre euro.... Regno d'italia o Repubblica... ma continua....e non farti prendere dal fattore guadagno!

Dai un senso alla tua collezione, il tuo senso.. solo il tuo, quando riguardi le tue monete ne devi essere orgoglioso, di essere riuscito a raggrupparle insieme!

Link to post
Share on other sites

Diabolik73

Collezionare significa attribuire un valore (non economico) in termine di bellezza, storico, Geografico... chi più ne ha ne metta...

quoto in pieno.

queste poche parole riassumono lo spirito del collezionista.

Link to post
Share on other sites

Io sto sempre di più allontanandomi dalla collezione di tutte le monete euro dei vari paesi, nell'ultimo anno ho comprato molte confezioni della zecca, oggetti che ora, valgono il 40/50 % di quanto le avevo pagate, è una cosa folle e inaudita che non intendo più accettare, quindi per quanto mi concerne non comprerò più nessuna emissione tranne Vaticano e Monaco (se acquistati alla fonte). Perchè pensavo che almeno un 90% di ciò che pagavo rimanesse di valore!

Ciao Andrea,

il tuo discorso ha sicuramente senso, ma non è così per tutti, quindi disclaimer del tipo "attenzione truffa in corso" hanno meno senso, ci sono collezionisti che continueranno a comperare le confezioni di zecca semplicemente perché gli piacciono e per il gusto e la soddisfazione di averle in collezione e di completarla.

Se le hai comprate per investimento sei stato poco attento negli acquisti, siamo nel 2013 ed è oramai chiaro a tutti da un pezzo che le divisionali di zecca non si rivalutano ed anzi possono perdere anche molto del loro valore, se sei giunto anche tu a questa conclusione perché non pensi di acquistarle tu quando i prezzi sono calati? E non credere, anche Vaticano e Monaco oramai si comprano bene anche dai commercianti.

Io personalmente non colleziono divisionali di zecca tranne alcune eccezioni (tema particolare, rarità, affare) soprattutto per il motivo da te esposto.

Link to post
Share on other sites

Il fattore svalutazione vale sicuramente per la maggior parte delle serie divisionali, discorso diverso per i commemorativi fdc secondo me. Il fattore è dato anche dal singolo costo di una moneta, per la maggior parte dei casi affronti una spesa che varia da 3 a 5€, perciò il fattore "rischio" diminuisce parecchio (anche perchè la moneta è spendibile con valore nominale di 2€). Chi comprò alla fonte le prime commemorative vaticane, 2005 in primis, ha fatto veri e propri affari, chi comprò la finlandia 2004 a 5€ oggi si trova fra le mani una moneta che ne costa 35/40. D'accordissimo sul fatto che un collezionista debba collezionare qualsiasi moneta per passione, però non è sempre vero che uno di debba rimettere gran parte dei soldi spesi.

Link to post
Share on other sites

Il fattore svalutazione vale sicuramente per la maggior parte delle serie divisionali, discorso diverso per i commemorativi fdc secondo me. Il fattore è dato anche dal singolo costo di una moneta, per la maggior parte dei casi affronti una spesa che varia da 3 a 5€, perciò il fattore "rischio" diminuisce parecchio (anche perchè la moneta è spendibile con valore nominale di 2€). Chi comprò alla fonte le prime commemorative vaticane, 2005 in primis, ha fatto veri e propri affari, chi comprò la finlandia 2004 a 5€ oggi si trova fra le mani una moneta che ne costa 35/40. D'accordissimo sul fatto che un collezionista debba collezionare qualsiasi moneta per passione, però non è sempre vero che uno di debba rimettere gran parte dei soldi spesi.

Il fattore svalutazione vale sicuramente per la maggior parte delle serie divisionali, discorso diverso per i commemorativi fdc secondo me. Il fattore è dato anche dal singolo costo di una moneta, per la maggior parte dei casi affronti una spesa che varia da 3 a 5€, perciò il fattore "rischio" diminuisce parecchio (anche perchè la moneta è spendibile con valore nominale di 2€). Chi comprò alla fonte le prime commemorative vaticane, 2005 in primis, ha fatto veri e propri affari, chi comprò la finlandia 2004 a 5€ oggi si trova fra le mani una moneta che ne costa 35/40. D'accordissimo sul fatto che un collezionista debba collezionare qualsiasi moneta per passione, però non è sempre vero che uno di debba rimettere gran parte dei soldi spesi.

Ma perchè no..?!

Se acquisti una camicia o un paio di scarpe e spendi molto perchè quel tipo di capo con quella particolare "griffe" ti da soddisfazione l'acquisti e basta , Giusto?

Dopo qualche anno quando oramai il "capo di abbigliamento o la calzatura e diventata vecchia o fuori moda, che fai ? Ti peni di aver speso dei soldi per un qualche cosa che oramai a perso il valore iniziale.......

Oppure dopo aver speso dei soldi per un viaggio o una vacanza o una cena o una serata al cinema, comunque tutti soldi spesi per aver vissuto delle "emozioni" rimpiangi di aver speso dei soldi per un qualche cosa che non può più rivalutarsi..??!!

Credo che la tua mentalità sia più da commerciante che da collezionista

Edited by Euripe
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.