Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
rick2

sesterzio fuso, falso d epoca con calco in argilla

Risposte migliori

rick2

vi faccio vedere un rottame che ho pescato in una ciotola da 5 sterline

si tratta di un falso d epoca di un sesterzio di severo alessandro

ric 616 con victoria augusti , vittoria a destra

la particolarita` di questo sesterzio e` il fatto che e` una moneta ottenuta per fusione da 2 calchi d argilla

come si puo` vedere dalle foto del bordo

la sua ridotta dimensione di 26mm e` il risultato del restringimento termico del calco d argilla

al momento non riesco a darvi il peso perche` son senza batterie per la bilancia

che sappia io i calchi si trovano ma le monete ottenute in questo modo sono piuttosto rare

io ne ho un altra in collezione , una urbs roma del 330-337

tutti commenti sono graditi

post-8662-0-26745100-1381853694_thumb.jp

post-8662-0-27842200-1381853695_thumb.jp

post-8662-0-29233300-1381853696_thumb.jp

post-8662-0-11535300-1381853697_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Afranio_Burro

mi son sempre chiesto da cosa si distingue un falso fuso antico rispetto a quelli moderni

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

e` una questione economica

il falso moderno te lo fanno di monete di alcune centinaia di euro e quindi posson spendere 100 euro per farne 1 fatto bene o ancora di piu` per approntare conii di metallo

quindi errori grossolani non ne fanno

uno coevo invece e` fatto molto piu` grossolanamente visto che ci dovevano pagare le spese

e un metodo semplice e` quello di fare un calco d argilla e versarci dentro metallo fuso

il risultato e` una moneta piu` piccola con bordi leggermente sfasati

mentre un sesterzio moderno vale poco un falso d epoca come questo per me vale di piu` di un originale , visto che i sesterzi di severo alessandro con 25 sterline li trovi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Afranio_Burro

e non c' è il rischio di confondere un falso antico con un falso moderno mal fatto?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cliff

il risultato e` una moneta piu` piccola con bordi leggermente sfasati

26mm non mi sembra tanto piu' piccola, anzi...

e non c' è il rischio di confondere un falso antico con un falso moderno mal fatto?

Si, bisogna un po' raccontarsela diciamo. E crederci poi.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cliff

secondo voi e` un falso moderno ?

Mah...difficile dirlo. Ma se fosse antico mi aspetterei un po' piu' di patina. Potrebbe essere un falso fatto male e non troppo moderno, diciamo anni '50? Non saprei.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

viene da un venditore che vende monete provenienti dall est e pulite

le sue monete purtroppo son tutte spatinate e con questa patina uniforme

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Afranio_Burro

onestamente, mi mancano le basi per dirlo... ma appunto, da persona senza basi, mi chiedevo come si potesse dire con certezza che un falso è antico e non moderno mal fatto...o moderno ben fatto per imitare un falso antico :D

ci sono elementi CERTI o ci si basa anche su ciò che vorremmo che fosse?

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

in collezione ho 2 falsi moderni fatti per fusione

e son fatti con uno spessore ed un peso giusto e in piu` presentano le classiche bolle di fusione.

son fatti con una certa cura

questo mi fa pensare ad un falso d epoca per la poca cura, il peso ridotto , per la dimensione ridotta e per lo sfasamento dei 2 lati

c e` una ragione di tecnica di produzione e di costo di produzione che mi fan pensare ad un falso coevo e non moderno

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dux-sab

:nea:

Modificato da dux-sab

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

Ciao,

se il problema è solo relativo alla patina, allora metto...benzina alla discussione.

Ho una moneta stretta parente di quella di Rick...

Questo sesterzio(?) probabilmente di Alessandro Severo lo presentai un paio d'anni fa, senza grossi risultati.

post-3754-0-22674100-1381858301_thumb.jppost-3754-0-19944600-1381858314_thumb.jp

I dati sono i seguenti:
- Peso: 13 gr
- Diametro: 28 mm
- Spessore: 3 mm
- Legende abrase e non determinabili

- Patina verde di discreta qualità

Non si riuscì a determinarlo e perchè fosse "sottopeso"... "modulo piccolo", si disse...

Tra un po' vi posto il profilo. Ma attenzione: vi posso garantire che non è un falso recente. La patina è genuina. L'aspetto pure. E d'altra parte i falsi per fusione sono storicamente documentati.

Ciao

Illyricum

;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

Ecco qua.

Il profilo è generalmente liscio tranne in 2 punti:

Ore 6 del dritto

post-3754-0-17380300-1381859553_thumb.jp

Ore 11:

post-3754-0-99595700-1381859585_thumb.jp

Che ve ne pare?

A proposito, un noto numismatico americano me lo "diagnosticò" come sesterzio battuto su un modulo da 28 anzichè da 30mm (tipico del periodo).

Ciao

Illyricum

:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

g.aulisio

Qualche matrice:

post-3247-0-32498800-1381860223_thumb.jp

post-3247-0-90247700-1381860250_thumb.jp

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65
Qualche matrice:

...

... quindi anche tu ritieni verosimile l'ipotesi che si tratti di una copia per fusione?

Ciao

Illyricum

:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

g.aulisio

Il fenomeno delle copie per fusione sembrerebbe estremamente diffuso, soprattutto nel III secolo, e non solo nelle aree periferiche.

In Francia si sono rinvenute intere officine (i materiali postati sono di origine transalpina, e sono una scelta dal mucchio), ma anche in Italia il fenomeno era ben presente ( http://www.ermannoarslan.eu/Contributi/2004-EAA-MonetaFusa.pdf ).

Si', mi sembra verosimile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

Sì, i miei riferimenti si indirizzavano verso gli antoniniani (anche Grigioviola tempo fa aveva proposto questo tema) ma evidentemente il fenomeno interessava anche i grossi moduli. Specie - credo - in zone periferiche e per fenomeni collegati alla scarsità di "small changes" ovvero... delle monete di piccolo taglio, usate ogni giorno per i piccoli scambi quotidiani.

Per curiosità, la mia ipotesi:

post-3754-0-51987500-1381861693_thumb.jp

Combaciano le lettere

... ANDER ... a ore 3

il ... COS PP finale a rovescio e il SC sotto la figura e alcuni dettagli della figura seduta.

Ciao

Illyricum

:)

Modificato da Illyricum65

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

potrebbe essere un sesterzio di fusione

anche lui

con il restringimento termico il clay mould passa da 30 a 28mm

e sul tondello potrebbero essere segni di disassamento

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grigioviola

Sì, i miei riferimenti si indirizzavano verso gli antoniniani (anche Grigioviola tempo fa aveva proposto questo tema) ma evidentemente il fenomeno interessava anche i grossi moduli.

A suo tempo ne parlai in questa discussione http://www.lamoneta.it/topic/86487-stampi-monetari-in-terra-cotta-del-iii-secolo/

ci sono anche, nei vari messaggi, dei link ad articoli completi sulla fenomeno della falsificazione per fusione con tanto di censimenti di rinvenimenti di calchi in argilla.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×