Jump to content
IGNORED

Sui gettoni S.T.E.C.A.V. del 1944


Riccardo Fontana
 Share

Recommended Posts

Un cordiale buonasera. Avendo raccolto e studiato una discreta quantità di gettoni S.T.E.C.A.V. da 20 centesimi mi sono accorto che esistono (almeno) due conii differenti da cui sono state ottenuti i medesimi gettoni. Il primo conio è quello, riportato anche nel catalogo Lamoneta, con tondello di 20 mm; un secondo conio, che ha battuto tondelli leggermente più grandi (circa 21 mm) presenta due differenze sostanziali nel diritto, in corrispondenza della torre in alto a sinistra e sullo sfondo.

In buona sostanza la torre in alto a sinistra nella cornicetta al diritto è priva del puntino in rilievo (che compare invece nel I conio); inoltre, la torre sullo sfondo (sulla sinistra della Porta Torre) è molto meglio definita che nel I conio, dove si intravvede quasi solo un'ombra. Qui invece la struttura è molto più evidente.

Aggiungo anche, per completezza, che sia il pezzo da 20 centesimi che quello da 50 centesimi (per il quale non ho potuto visionare ancora un numero di pezzi sufficiente a chiarire l'esistenza di varianti nel conio) hanno l'asse di conio orientato a 0° o 180°, con leggeri spostamenti intermedi.

Spero che queste poche righe possano essere interessanti per l'area exonumia :)

post-34080-0-77554400-1385319403_thumb.p

Link to comment
Share on other sites


Anche io mi ero accorto che questi gettoni sono stati coniati sia con asse alla francese sia alla tedesca; per quanto riguarda le varianti è molto probabile, così come avviene oggi, che quando si andava a sostituire un conio usurato con un altro venivano apportate piccole, quasi impercettibili, modifiche migliorative.

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.