Jump to content
IGNORED

Bronzi imperiali tedeschi...


Recommended Posts

Il collezionatutto

mmh.. troppo precisi, il tondello in particolar modo, e anche le figure.. se fossero qspl di certo non le venderebbe a tanto.. rilievi troppo ben definiti anche.. ad occhio mi sembrano falsi, a giudicare dai prezzi che hanno i bronzi in altre aste..Saluti!

Link to post
Share on other sites

Exergus

Mah... le foto non sono il massimo, piccole e sfocate, già di per sè questo mi fa pensar male, da quel poco che vedo le legende mi sembrano stondate come se fossero fuse, anche le figure appaiono forse un po' troppo morbide, la frattura di conio sull'Adriano mi sembra abbia qualcosa che non va, curioso lo "scavo" attorno alla S.

post-18735-0-44915300-1386012480_thumb.jpost-18735-0-93892800-1386012480_thumb.j

Monete di questa levatura (se autentiche) andrebbero presentate un po' meglio, un dupondio con la dicitura "sesterz"... c'è da dire che il venditore tratta monete contemporanee, fossero false potrebbe essere in buona fede.

post-18735-0-30625400-1386012490_thumb.jpost-18735-0-69363500-1386012490_thumb.j

post-18735-0-20401900-1386012498_thumb.jpost-18735-0-82271100-1386012498_thumb.j

Link to post
Share on other sites

altegiovanni

Rilievi gonfi fondi troppo regolari nessun segno di coniazione le foto sono pessime ma probabilmente sono sufficienti per stare alla larga da questo tipo di materiale.

Link to post
Share on other sites

Per me sono falsi fusi quasi sicuramente l'Adriano e il dupondio di Nerone. Il sesterzio di Nerone con Ceres mi sembra quello venuto meglio ma vedendo la somiglianza con le altre due monete e le lettere molto fini direi che non c'e' assolutamente da fidarsi. Da notare la concavita' su entrambi i lati dell'Adriano.

Sono comunque fusi fatti con una certa perizia e credo che possano avere anche qualche annetto o addirittura qualche secolo. Il venditore vedendo cosa vende normalmente potrebbe essere in buona fede, le foto piccole e il canale di vendita scelto per monete di questa levatura pero' fanno pensare il contrario.

Potrebbero essere degli interessanti falsi da studio se comprati a prezzo di riproduzioni, credo che invece alla fine verranno venduti a ben altre cifre.

Link to post
Share on other sites

mazzarello silvio
Supporter

Ciao

lasciano molti dubbi tutti e tre, ma L'adriano è arrivato a 302,10 € .Strano non riesco più a visualizzare il venditore con nessun oggetto mah.

Silvio

Link to post
Share on other sites

Ciao

lasciano molti dubbi tutti e tre, ma L'adriano è arrivato a 302,10 € .Strano non riesco più a visualizzare il venditore con nessun oggetto mah.

Silvio

Eccoli qua, han fatto tutti ottimi realizzi:

http://www.ebay.de/itm/HADRIANUS-117-138-Sesterz-/331077790730

http://www.ebay.de/itm/NERO-54-68-Sesterz-/331077788801

http://www.ebay.de/itm/NERO-54-68-Sesterz-/331077786866

Link to post
Share on other sites

BiondoFlavio82

Io ancora oggi mi chiedo come si possano comprare certe monete con quelle foto...mah...

più le foto sono piccole e brutte e più la gente compra!

Mi è capitato di mettere annunci su ebay per un paio di monete (non romane, del XVI sec.), illustrate da gigantografie e provenienti da aste e collezioni prestigiose, ad un prezzo "di costo" di anni fa... Be', non c'è stato uno che abbia offerto la base o mi abbia contattato per un offerta qualunque.

La gente merita di essere fregata.

Edited by BiondoFlavio82
Link to post
Share on other sites

più le foto sono piccole e brutte e più la gente compra!

Mi è capitato di mettere annunci su ebay per un paio di monete (non romane, del XVI sec.), illustrate da gigantografie e provenienti da aste e collezioni prestigiose, ad un prezzo "di costo" di anni fa... Be', non c'è stato uno che abbia offerto la base o mi abbia contattato per un offerta qualunque.

La gente merita di essere fregata.

Quoto BiondoFlavio.

Ho avuto anch'io esperienze simili purtroppo. Monete oneste e senza ritocchi rimaste invendute (al prezzo di costo di anni prima) in aste di fianco a monete ripatinate e reincise che invece venivano contese a fior di rilanci. Cadono un po' le braccia ma c'e' poco da fare...e' il mercato..

Cosi' come c'e' la sindrome dell'affare su Ebay, dove vende di piu' la moneta con foto piccola e sfuocata "perche' sospetto sia in realta' bellissima e gli altri non offriranno molto perche' la foto e' brutta, il venditore non sa cosa sta vendendo e io faro' l'affare della vita" per cui "sparo un'offerta altissima gli ultimi secondi e la faccio mia".

Peccato che poi nel 99.99% dei casi il venditore sa benissimo cosa sta vendendo e la foto fatta male e' fatta male apposta....

Ma si sa, e' il prezzo dell'emozione del possibile affare che si va a pagare, e dell'attesa per la busta che conterra' il tesoro ;)

La stessa moneta venduta con belle foto in HD invece realizzerebbe forse un terzo di quanto ha realizzato con le foto sfuocate, perche' la' si sa, i difetti li vedono tutti e non c'e' piu' l'emozione di fare l'affare...si sa cosa si compra e c'e' meno mistero.

Sono comunque tutti "errori di gioventu' " secondo me, e tutti ci siamo piu' o meno passati.

Se posso dare un consiglio ai collezionisti di primo o secondo pelo vi consiglierei di provare a vendere qualcuna delle vostre monete, in asta, da un commerciante o come volete. Chiunque ha qualche moneta che ha gia' deciso, prima o poi, di vendere. Non aspettate anni per decidervi, sara' molto educativo, credetemi. Comprenderete molto meglio le dinamiche del mercato e in seguito sarete molto piu' accorti negli acquisti. Fidatevi....

Link to post
Share on other sites

grigioviola

il tutto dipende molto dal "perché" uno acquista "cosa".

so perfettamente che i miei acquisti in mano a un commerciante "frutterebbero" al massimo quanto c'ho speso per averli... dovesse andar bene!

del resto, acquisto non per rivendere, ma perché mi piace quel dato pezzo.

e il bacino di approvvigionamento maggiore per quel che cerco io è, per fortuna/purtroppo, ebay (da intendersi sempre e comunque come negozio ebay di venditore professionale, nella fattispecie straniero, con tutti gli annessi e connessi di fatture ed eventuali licenze d'esportazione)... con i bronzetti imitativi del III secolo... mica posso pretendere guadagni facili!!! mediamente per ogni pezzo che ho in collezione ho speso 5 euro, certo, ho monete con "punte" di 20 euro e altre arrivate con 1 euro a far media... diciamo che sono "fortunato" perché, coincidenza del caso, ciò che mi piace ha costi decisamente contenuti e riesco a collezionare pezzi per me interessantissimi a pochi euro e con tutta la documentazione in regola.

...certo, dovessi vendere... so bene che tramite asta/commerciante probabilmente finirebbe tutto in un lotto unico oppure in sotto costo!

Link to post
Share on other sites

Se posso dare un consiglio ai collezionisti di primo o secondo pelo vi consiglierei di provare a vendere qualcuna delle vostre monete, in asta, da un commerciante o come volete. Chiunque ha qualche moneta che ha gia' deciso, prima o poi, di vendere. Non aspettate anni per decidervi, sara' molto educativo, credetemi. Comprenderete molto meglio le dinamiche del mercato e in seguito sarete molto piu' accorti negli acquisti. Fidatevi....

Non ho mai provato. So che per la moneta da me pagata in asta 100, il conferente si è messo in tasca 60, o 55...Quindi la stessa cosa dovrebbe capitare se domani il conferente fossi io. Sì, è da tenere presente, specie quando si colleziona anche col pretesto di "investire".

Link to post
Share on other sites

Guest Tugay Emin

@@grigioviola Ciao , io penso che sé avresti una disponibilita' economica piu' elevata , non avresti acquistato da 1 euro a 10 o 20 euro. Poiché non è la stessa cosa avere tra le mani le monete che raccogli modeste ,con monete di qualita' superba. Come ai scritto , se un giorno tu o chi per te vorrebbe convertirle in soldi ,anche se non hai speso tanto ,farai fatica a riprendere le spese. cosa che con la qualita' superba (primo ti soddisferanno di piu' , secondo a convertirli in denaro non avresti problemi e ci guadagneresti pure ). Pero' ogni uno sa' quello che fa'.............

Link to post
Share on other sites
grigioviola

mi spiace contraddirti, ma nel mio caso non si tratta di una questione di qualità più o meno modesta.

ma proprio di tipologia di moneta di interesse.

riconosco la bellezza di un grande bronzo o di un aureo o di un argento, ma se non sono nelle mie corde non mi danno soddisfazione.

a me la soddisfazione la dà il bronzetto d'imitazione che racconta una storia travagliata alle spalle, che è stato soldo "della gente", soldo "di fortuna", una sorta di proto-moneta... un anello più evoluto del baratto e al tempo stesso l'involuzione del concetto di moneta che c'era fino a qualche decennio prima.

è la storia prima, con i suoi personaggi noti e meno noti, che mi interessa. la moneta viene dopo, è il mezzo che mi porta alla storia.

le monete che colleziono, anche volendole, non esistono in condizioni eccelse di conservazione e di elevati standard qualitativi perché nascevano umili all'origine... realizzate con mezzi di fortuna, da maestranze spesso analfabete... ma hanno un fascino tutto loro, una scintilla che mi cattura.

non pratico numismatica d'investimento, ma di studio e intrattenimento e, ripeto, ho la fortuna di riuscire ad abbinare ciò che cerco con il prezzo, per me, giusto.

certo, di eccezioni ce ne sono anche in questo settore, e non poche!

ma è pur sempre un settore dove rarità e valore non necessariamente corrispondono a qualità e conservazione.

il tuo/vostro concetto di qualità superba credo sia ben lontano da questo tondellino:

977791l.jpg

...con la piccola precisazione che è partito da una base d'asta di 30.000 euro :)

non metto in dubbio che l'alta conservazione sia più facilmente monetizzabile, ma personalmente non è quella che mi soddisfa di più o di meno di una moneta :)

Link to post
Share on other sites

cosa che con la qualita' superba (primo ti soddisferanno di piu' , secondo a convertirli in denaro non avresti problemi e ci guadagneresti pure ).

Su questo non sono del tutto d'accordo.

Ci sono molte variabili in Numismatica e non e' sempre vero che con la qualita' non si sbaglia mai e anzi ci si guadagna sempre. Certo si trovera' sempre un acquirente se la moneta parte con una stima bassa ma non e' detto che poi salga e di quanto.

Basta una foto non ottimale, un'asta non esaltante o piazzata in una data infelice (subito dopo altre aste importanti magari, o subito prima altre aste in cui ci sono esemplari migliori della nostra moneta) ed ecco che la nostra moneta rimane alla base d'asta...

Inoltre si deve considerare che se si e' contesa una moneta in sala portandola ben oltre la stima, quando verra' rimessa in asta ripartira' da una stima vicina a quella di quando l'abbiamo comprata noi: se in sala quando vendiamo non ci sono due persone interessate ad essa rischiamo di farci molto male...E se si sale con la qualita' e le cifre in gioco perdere il 10% su una moneta da 20.000 puo' voler dire ad esempio averci perso 2000 euro...

Ho visto monete vendute alla NAC in prima battuta per 60.000 e riproposte dopo qualche anno ne hanno fatti 35.000....Io ci vedo una perdita di quasi la meta' per il primo acquirente...e non sono proprio bruscolini...Ci sono anche casi opposti, certo.

Ma tutto questo imperversare delle aste alla fine sta arricchendo solo le case d'asta, i collezionisti ci perdono e basta. Bisogna iniziare a capire che i diritti d'asta sono persi comunque, non rientrano quasi mai, anzi. E si dovrebbero rivalutare i commercianti onesti e gli acquisti tra collezionisti, non c'e' come iniziare a vendere qualche pezzo per rendersi conto di come funziona tutto il meccanismo...

Edited by cliff
Link to post
Share on other sites

Guest Tugay Emin

@@grigioviola il mio è stato solo un punto di vista, rispetto chi spendendo poco riesce a sentirsi appagato ,indipendentemente della qualità . Mi riferivo a parità della tipologia che collezioni. Sappiamo bene entrambi ,che il fine resta sempre lo stesso ; la storia, i personaggi ,il modo che è arrivata a noi. Sempre di "tondellino " si tratta . Se un collezionista mi chiede un consiglio, e ovvio che mi comporto come un architetto che ti propone soluzioni alternative ,a parità del fine ,ma con spesa diversa ,dipenderà dalla disponibilità economica la decisione. Non vedo dove sta il tuo "contraddirti" se alla fine del mio messaggio ho chiuso con " Pero' ogni uno sa' quello che fa'............." @@cliff. Ciao ,ci guadagneresti non è ci guadagnerai. Non vorrai smentirmi che una moneta di qualità ,non abbia più probabilità di essere venduta a differenza di una di qualità modesta. Non credo che un collezionista ,voglia disfarsi delle monete che ha raccolto nel breve tempo. Le collezioni vendute nelle varie aste ,raggiungono prezzi superiori all'acquisto se possedute da molti anni . Certo che se acquisti oggi e vuoi vendere domani..... Quasi sempre e come dici tu. Negli anni 70 / 80 le case d'asta erano contate , oggi nessuno riesce a starci dietro, per non parlare di Ebay.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.