Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
gpittini

Una bella Teodora

Risposte migliori

gpittini
Supporter

Cari amici, sono nella Gallia Narbonense (oggi c'è un tempo da lupi!), senza cataloghi né libri di numismatica, ma con un nuovo pc che, col diabolico web-trotter SFR, mi consente il collegamento. Ho ancora qualche problema, vediamo se riesco a mostrarvi questa Teodora presa domenica. Al D mi par di vedere una bella collana di perle! Al R.l'imperatrice tiene in braccio un bimbo, e la legenda è PIETAS-ROMANA.In esergo: TRS e ramo di palma. Misura 15,5 mm e pesa circa 1,8 g. Non so se abbiamo mai parlato di Teodora, forse si potrebbe metter giù un minimo di biografia, cercherò su Wikipedia.

post-4948-0-58982500-1388654226_thumb.jp

Modificato da gpittini
  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

Ed ecco il rovescio.

post-4948-0-54886000-1388654310_thumb.jp

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

Ecco quel poco di biografia che ho trovato. Questa Flavia Massimiana Teodora non è da confondere con la più nota Teodora (500-548 d.C.), moglie di Giustiniano, rappresentata su alcuni mosaici a Ravenna. La nostra Teodora, di cui non ho trovato date di nascita e di morte, è invece la matrigna di Costantino. Infatti, Costanzo Cloro ebbe Costantino da Elena, con cui non pare fosse sposato. Successivamente nel 293, anno in cui fu costituita la prima tetrarchia, gli venne data in moglie Teodora figlia di Massimiano, e quindi sorella di Massenzio. Costanzo Cloro morì poi a Eburacum nel 306, dopo aver avuto da Teodora numerosi figli: Dalmazio, Giulio Costanzo, Annibaliano (suppongo padre dell'Annibaliano fatto uccidere alla morte di Costantino), Costanza, Anastasia, Eutropia. L'ipotesi che Costanzo Cloro e Teodora fossero segretamente cristiani o simpatizzanti per la nuova religione si basa, fra l'altro, sul nome ANASTASIA, che significa "resurrezione". Ma è più probabile che Costanzo Cloro fosse seguace del culto del Sole.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Matteo91

Ciao Gianfranco e Buon anno :) Complimenti per la moneta.

L'ipotesi che Costanzo Cloro e Teodora fossero segretamente cristiani o simpatizzanti per la nuova religione si basa, fra l'altro, sul nome ANASTASIA, che significa "resurrezione". Ma è più probabile che Costanzo Cloro fosse seguace del culto del Sole.

Per Teodora esiste una variante della tua stessa moneta con una croce nel campo sinistro:

post-18657-0-74344000-1388663065_thumb.j

Su wildwinds c'è anche un altro esempio. Cosa ne pensi?:)


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

DE GREGE EPICURI

A Matteo 91: interessante, mai avuta né vista, credo sia una moneta rara. Mah, quanto al significato della croce: penso sia collegato non tanto a Teodora (ed alla sua eventuale fede cristiana), quanto al momento in cui fu coniata la moneta ed alla "autorità imperiale effettiva" del periodo. Immagino sia dopo la morte di Costantino, me lo confermi? Qui non ho né RIC né altro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Matteo91

Immagino sia dopo la morte di Costantino, me lo confermi?

Questa è la descrizione: Theodora, AE follis, 337-340 AD. Trier. FL MAX THEO-DORAE AVG, bust right wearing plain mantle and necklace, hair elaborately dressed / PIETAS-ROMANA, Pietas standing facing, carrying an infant at her breast. Cross in left field. Mintmark TRS. RIC VIII Trier 43; Sear (1988) 3911, Cohen 4.

E' stata coniata nel periodo immediatamente successivo alla morte di Costantino.

Trovo curioso che la stessa variante sia presente anche su una moneta di Elena coniata nello stesso periodo:

post-18657-0-66903500-1388745107_thumb.j

Helena AE4, 1.87 g, 14.59 mm. Trier. 337-340 AD. FL IVL HE-LENAE AVG, mantled bust right, hair elaborately dressed / PA-X PV-BLICA, Pax standing left holding branch and transverse sceptre. Cross in left field. Mintmark TRP. RIC VIII Trier 42; cf Sear 3910.

Anche secondo me questi simboli non sono la prova della reale fede di Teodora e Elena. Forse, in quel periodo, si è voluto "cristianizzare" qualche importante figura femminile; anche se non mi è chiarissimo il motivo. O forse sono simboli che non significano niente di particolare :D Onestamente non saprei...Anche perchè c'è da dire che sulle monete di questo periodo non compaiono spesso le croci: più usati sono il Chi-rho e il monogramma IX.

Comunque non dovrebbero essere monete "rarissime": sul mercato on-line mi è capitato di vederle qualche volta. Dal punto di vista meramente economico, il prezzo non è proprio basso però!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×