Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
numa numa

siciliana in bello stile

Risposte migliori

numa numa
Supporter

agli amici "siculi/sicani/sicelioti" (=appassionati di siciliane)

che ne pensate di questo bronzetto ?

post-4253-0-36063200-1388784788_thumb.jp

post-4253-0-50330000-1388784803_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Si tratta di un tetras di Gela.

Non ho sottomano il Jenkins per identificare i conii, che sembrano piuttosto rari. Sarebbe sempre utile fare un diretto confronto con altri esemplari simili.

Fa parte di una serie prodotta in ottimo stile, ma dalla foto noto una certa pastosità e rilievi non tutti conformi.

A parte il colore e il fastidioso fondo nero, per il resto è una foto fatta bene tecnicamente.

Bisogna controllare bene lo strano bordo alle ore 2 del rovescio.

A proposito di queste monete, noto che esiste molta confusione tra diritto e rovescio, nel senso che la testa del dio fluviale viene posto indifferentemente o al diritto oppure al rovescio nei vari cataloghi di asta.

Posso sbagliarmi, ma credo che il toro sia sempre al diritto e la testa del dio fluviale al rovescio....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa
Supporter

Grazie Alberto

Si e' un tetras di Gela. Non ho sottomano libri al momento. Puoi dirmi se le lettere della legenda sono congruenti con gli esemplari noti ( nel CNAI la zecca di Gela era stata trattata - non ricordo piu ')

L'appiattimento del bordo R ad ore 2 potrebbe essere il risultato di un colpo o qualcos'altro. ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Ho ora sottomano il Corpus del Jenkins.

Una premessa. Questo Corpus non ha analizzato i singoli conii per il bronzo e ho notato che la ricerca degli esemplari è stata molto meno accurata rispetto alle monete in argento. L'autore ha preferito catalogare almeno i tipi e le varianti più evidenti.

In ogni caso il particolare stile della testa del dio fluviale dimostra che questo tetras dovrebbe appartenere all'ultimo periodo della produzione di questo nominale (Jankins 521-532).

L'esemplare postato da Numa non trova precisi riscontri con il catalogo di Jenkins e quindi potrebbe essere definito inedito.

La cosa strana è la quasi totalità dei conii incisi da questo notevole artista reca l'etnico sul lato della testa del dio fluviale e non del toro. Poi solo all'inizio della serie con questo stile (Jenkins 521-523), l'etnico è ripetuto anche sopra il toro. Successivamente sopra il toro scompare l'etnico e viene sostituito in genere dal ramoscello di ulivo.

Mi lascia perplesso la forma delle lettere, soprattutto la E di GELAS, che appare irregolare e col trattino inferiore che è sghembo.

Purtroppo i tetrantes di Gela sono stati ampiamente falsificati e sul mercato compaiono esemplari assai dubbi e/o con stile veramente ridicolo (come minimo pesantemente ritoccati).

Allego alcuni esemplari che devono essere usciti dalla stessa mano dell'artista:

Jenkins 521

post-7204-0-50125100-1388846182_thumb.jp

Jenkins 524

post-7204-0-14411100-1388846217_thumb.jp

Jenkins 527 (che è il più comune, ma che è formato da vari conii...)

post-7204-0-43551000-1388846267_thumb.jp

post-7204-0-86320900-1388846438_thumb.jppost-7204-0-51389200-1388846453_thumb.jp questo esemplare è il Jenkins 5.13 e proveniva dalla collezione Seymour de Ricci 1456, comprando dall'asta Sambon-Canessa 1927, n. 3,31. Interessante la somiglianza della patina.....

Jenkins 528 (con la testa del toro più abbassata, come il pezzo di Numa)

post-7204-0-31168900-1388846545_thumb.jppost-7204-0-19366400-1388846554_thumb.jp

anche questo proviene da Parigi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa
Supporter

Alberto grazie mille per questi dati e le tue riflessioni.

Attiravo l'attenzione sull'etnico perché le lettere mi sembravano leggermente diverse e disposte rispetto agli altri esemplari della stessa tipologia

Anch'io avevo avuto a questo proposito qualche sospetto, e so quanti falsi vi siano ma di stile piuttosto scadente. Lo stile di questo esemplare invece è molto fine

e l'incisione molto ben definita sia al diritto che al rovescio, non pastoso nè approssimato e con tratti molto ben definiti (capelli, membra del toro).

Dovrei confrontare anche cosa riporta il Calciati per questi tetras.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×