Jump to content
IGNORED

Il programma militare nucleare italiano


Recommended Posts

E' cosa poco nota che negli anni '50 i governi di Francia, Germania e Italia discussero in segreto la formazione di una forza nucleare congiunta, progetto poi abbandonato e proseguito singolarmente dalla Francia. Poco noto è anche che in seguito l'Italia tornò sui suoi passi e decise di mettere in piedi una piccola forza nucleare basata su sottomarini a propulsione nucleare: anche questo programma però fu abbandonato dopo qualche anno, senza che fossero realizzati nè sottomarini nè testate nucleari. Ma si fece in tempo a costruire alcuni prototipi dell'Alfa, l'SLBM (missile balistico lanciato da sottomarino) che avrebbe dovuto essere istallato su quelle unità navali, e sperimentarli. Uno è sopravvissuto ed è conservato ancora oggi all'aeroporto militare di Cameri: la tecnologia sviluppata nel programma è stata in parte applicata alla progettazione dei missili spaziali successivamente sviluppati in ambito ESA.

A seguire due foto degli Alfa e un vecchio articolo di una rivista specializzata che ne parla nel dettaglio.

alfarampe1ov0.jpg

alfavol2ia5.jpg

alfaI.jpg

alfaII.jpg

alfaIII.jpg

alfaIV.jpg

alfaV.jpg

Edited by ART
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.