Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Illyricum65

I coccodrilli di Nimes

Risposte migliori

Illyricum65

Ciao,

contravvenendo a quanto dichiarato nell’ultima discussione su Costantino e zecca di Londinium, ho acquistato qualcosa che da lì non proviene. Un’occasione contraddistinta da un prezzo stra-onesto e che mi è utile per un testo al quale sto lavorando da tempo. Quando tutto contento l’ho mostrata a mio figlia undicenne il suo commento spontaneo ma sincero è stato: “Papà, capisco comperare monete ma acquistarne una tagliata a metà proprio non lo comprendo!” :D

E pensare che il bello di questa monetina sta proprio in questo!

Per farla breve ho acquisito un Dupondio di Nimes/Nemeausus di Augusto e Agrippa e non nella versione “integro” ma in quella “dimezzata”. Il tutto per ricollegarmi al filo portante di queste due discussioni

http://www.lamoneta.it/topic/117288-spiccioli-romani/?hl=%2Bmonete+%2Btagliate#entry1331725

http://www.lamoneta.it/topic/113730-un-interessante-caso-di-dimezzamento/?hl=nimes#entry1290770

con particolare riferimento alla seconda.

Inoltre ho ripescato questa:

http://www.lamoneta.it/topic/21530-mezzi-assi-di-nimes/

Modificato da Illyricum65
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

Ecco la nuova arrivata:

post-3754-0-31715700-1407581159_thumb.jppost-3754-0-88878100-1407581170_thumb.jp

Pesa 5,8 gr. ed essendo inferiore alla metà della moneta intera come peso ci siamo…

Il diametro della moneta allo stato iniziale era attorno ai 26 mm e pure questo calza...

post-3754-0-34863000-1407581262_thumb.jp

Delle legende è presente solo al rovescio la seconda metà di [COL] NE(M).

In seguito all’acquisto mi sono documentato un po’ più approfonditamente sugli Assi de Nimes, come chiamati dai transalpini. Ma insomma “assi” o “dupondi”? Direi più correttamente Dupondi in base al peso... Pertanto nella presente discussione presenterò dati su questa monetazione, cercando di evitare di ripetere quanto già esposto nelle discussioni di cui ai link sopradescritti. Un "asse di Nimes" sarebbe il mio, in quanto metà dell'unità di riferimento che valeva un dupondio (e i dati fisici calzano bene).

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

Innanzitutto una prima presentazione per chi non conoscesse questa monetazione: si tratta di una monetazione bronzea contraddistinta al dritto dalla presenza di due ritratti che osservano due aree contrapposte: Agrippa (a sinistra) è rivolto verso sinistra, Augusto (a destra) verso destra. Agrippa calza la corona rostrata conseguita in seguito alla vittoria di Anzio (e conferita per meriti solo ad Attilio Regolo – 257 a.C. – e Terenzio Varrone – 67 a.C.) e nel primo periodo è barbato; Ottaviano dapprima è a capo scoperto (tipo 1 e 2), successivamente calza la corona civica (tipo 3) e ancora dopo, quella laureata (tipo 4). Nell’ultima nei campi destro e sinistro compaiono le lettere P P di 'P(ater) P(atriae)', titolo assegnato nel 2 a.C.. La legenda comprende in tutte le monete della serie la scritta IMP DIVI.F, titolo assegnato nel 27 a.C.

A rovescio è rappresentato un coccodrillo volto a destra incatenato ad una palma inclinata; a sinistra della cima del vegetale vi è una corona. Sussistono differenze nelle quattro fasi. Ad esempio nelle prime due la corona è piegata a destra con le foglie a sinistra e il rettile presenta una fila di denti rivolta verso l’alto all’arcata superiore della mascella. La terza serie ha palma piegata a destra, così come le foglie. Nell’ultima serie, la palma è piegata a sinistra e talvolta presenta due serpenti contrapposti alla corona, con riferimento a Salus ma forse a Cleopatra, evocandone il suicidio, trattandosi di una iconografia dedicata all’Egitto. Tutta la serie presenta la legenda COL NEM (COLonia NEMausus)

La produzione si divide in 4 tipi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

Tipo 1

post-3754-0-82928200-1407581944_thumb.jp

Un exemplaire de qualité rare, représentatif du premier type de la monnaie au crocodile. Il montre clairement un Agrippa barbu à l'avers, mais aussi le pointillé autour de la chevelure d'Auguste et d'Agrippa, que l'on retrouvera sur certains des premiers exemplaires du type II de plus petit module, que l'on appelle variété dite "au cimier".

Tipo 2

post-3754-0-04055900-1407582038_thumb.jp

Caratteristiche tipiche:

- testa di Augusto nuda

- palma a forma di Y rovesciata alla base

- denti del rettile superiormente alla mascella

- muso terminante con una sorta di corno

Considerate che queste sono solo alcune delle varianti possibili e ne esistono molte altre che potete trovare al link:

http://www.in-medias.fr/sitecroco/pages/monnaie/TYPE%202/type2%20page1.html

Tipo 3

post-3754-0-43990400-1407582114_thumb.jp

Peso sui 12-14 g.

Tipo 4

post-3754-0-20453300-1407582134_thumb.jp

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

Direi che il mio… asse è derivato da una Tipo II sulla base del ritratto di Ottaviano a capo scoperto.

Curiosità:

post-3754-0-15096700-1407582289_thumb.gipost-3754-0-97734500-1407582306_thumb.jp

Perché vi mostro i profili delle monete? Perché appena presa in mano ed ispezionata avevo notato dei segni di lima sul bordo della stessa: è assoltamente normale per questa tipologia. Presentano un singolo segno o più comunemente due; serviva a rettificarne i bordi e a dare la misura corretta.

post-3754-0-87041800-1407582339_thumb.jp

In alternativa, i bordi lisci sono quelli delle imitazioni.

post-3754-0-39577700-1407582495_thumb.jp

Sì, perchè esistono imitazioni...

post-3754-0-83887400-1407582552_thumb.jp

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

Esistono anche esemplari contromarcati:

post-3754-0-10947600-1407584100_thumb.jp

post-3754-0-24223700-1407584128_thumb.jp

E' stata redatta una schedatura delle contromarche presenti sui vari tipi:

post-3754-0-86973300-1407584182_thumb.jp

Ed ecco infine alcuni “assi” ovvero dupondi dimezzati:

post-3754-0-51234700-1407584238_thumb.jp

Classe II, 5,48g, 26mm

post-3754-0-05699800-1407584336_thumb.jp

Classe IV, 4,95g, 26mm

"Les provinces germaniques semblent à ce titre les plus concernées.

- Châtelet (Haute Marne) : 4.9% de bronzes coupés

- Port Haliguen (Morbihan) : 6.2 % de bronzes coupés (dont 24% de dupondii nîmois)

- Villeneuve au chatelôt (Aube) : 7,9% coupées (dont 18.8% de dupondii nîmois)

- Camp militaire de Haltern (Germanie) : 30% de bronzes coupés (dont 35% de dupondii nîmois).

- Camp militaire de Oberhausen (Germanie) : 30% de bronzes coupés (dont 58% de dupondii nîmois)."

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

Come venivano tagliati? Con un primo colpo di bulino al dritto.

post-3754-0-77458600-1407584461_thumb.jp

Preparazione

Che residua spesso sulla superficie degli esemplari

post-3754-0-73163100-1407584521_thumb.jp

post-3754-0-24156900-1407584522_thumb.gi

E che è visibile anche sull'esemplare da me acquisito...

post-3754-0-58798100-1407584593_thumb.jp

Alcune monete presentano superfici levigate nei rilievi; non è noto il motivo di questo trattamento. Si è ipotizzato che si trattasse di un mezzo atto ad alleggerire moduli troppo pesanti ma in seguito si è notato che le monete con rilievi lisciati sono in realtà leggermente meno pesanti della media pertanto non è stata individuata una motivazione precisa.

post-3754-0-80349600-1407584683_thumb.jp

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

Va ancora detto che è stata proposta una dicotomia temporale dei Nimes che vengono fatti derivare dagli assi di Narbonne, di Lyon, di Vienne e di Orange.

post-3754-0-07458700-1407584853_thumb.jp

http://vso.numishop.eu/fiche-v34_1101-vso_mo-1-NARBO_NARBONNE_OCTAVE_Dupondius_GB_30_40_AC_.html

post-3754-0-00841800-1407584834_thumb.jp

http://vso.numishop.eu/fiche-v29_0088-vso_mo-1-LUGDUNUM_LYON_JULES_CESAR_ET_OCTAVE_Dupondius_COPIA_GB__32_c_36_AC_.html

post-3754-0-48297900-1407584795_thumb.jp

http://www.cgb.fr/vienna-vienne-jules-cesar-et-octave-dupondius-gb-ae-31-,v34_1107,a.html

Addirittura è stato proposto che dalla prua delle navi si sia via via passati alle... fauci del coccodrillo per successive stilizzazioni della prua e del rostro.

Su uno dei siti sotto elencati era presente un bello specchietto indicativo sulle emissioni dei vari Nimes su scala temporale ma persistendo il veto di utilizzo delle immagini proposte... ho desistito dal presentarvele. Pertanto in caso di approfondimenti vi segnalo i siti tematici:

http://as-de-nimes.pagesperso-orange.fr/

http://www.in-medias.fr/sitecroco/index.html

Sempre in ottica sinergica del Forum, alcuni esemplari di buoni dupondi li trovate anche al link

http://numismatica-classica.lamoneta.it/riepilogo/R-AUGASN

Ciao

Illyricum

:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eliodoro
Supporter

Ciao Illyricum, complimenti per l'acquisto ( anch'io ho intenzione di prenderne uno), e per la dissertazione.

Non sapevo che esistessero ben quattro tipi di assi di Nemasus.
Saluti Eliodoro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

Ciao @eliodoro ,

in effetti non lo sapevo nemmeno io che esistessero 4 tipi che vengono seriati come date di emissione. Ho fatto un breve accenno ma spesso le attribuzioni non sono così semplici... la srematura più semplice è il gruppo IV: legenda con lettere P P di 'P(ater) P(atriae)'. Poi ci sono tanti dettagli che a volte non coincidono: Augusto è a capo scoperto... allora è Tipo I o II ... ma allora i denti superiori del coccodrillo dovrebbero essere rivolti verso l'alto... ma non in tutti i casi, ci son le varianti... (come in quella mia)... e d'altra parte non è laureato per cui non è Tipo III...

Ti consiglio di buttare uno sguardo al secondo dei siti, quello con i vincoli sull'utilizzo delle foto proposte: è molto carino... ;)

Ciao

Illyricum

:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eliodoro
Supporter

Ciao @eliodoro ,

in effetti non lo sapevo nemmeno io che esistessero 4 tipi che vengono seriati come date di emissione. Ho fatto un breve accenno ma spesso le attribuzioni non sono così semplici... la srematura più semplice è il gruppo IV: legenda con lettere P P di 'P(ater) P(atriae)'. Poi ci sono tanti dettagli che a volte non coincidono: Augusto è a capo scoperto... allora è Tipo I o II ... ma allora i denti superiori del coccodrillo dovrebbero essere rivolti verso l'alto... ma non in tutti i casi, ci son le varianti... (come in quella mia)... e d'altra parte non è laureato per cui non è Tipo III...

Ti consiglio di buttare uno sguardo al secondo dei siti, quello con i vincoli sull'utilizzo delle foto proposte: è molto carino... ;)

Ciao

Illyricum

:)

Vedendo i link che hai postato, una cosa che trovo molto interessante ed a cui non avevo pensato è il richiamo, o meglio io vedrei quasi un omaggio, a Giano ed all'asse repubblicano.

Ss2Jz8mYFT6pPmR5j4kLHd27as3K9B.jpg

7RxMf2Po9KsCsr6FBea4E3Gw5HqNb8.jpg

Sicuramente è un ringraziamento al ruolo essenziale svolto da Agrippa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

Vedendo i link che hai postato, una cosa che trovo molto interessante ed a cui non avevo pensato è il richiamo, o meglio io vedrei quasi un omaggio, a Giano ed all'asse repubblicano.

Ss2Jz8mYFT6pPmR5j4kLHd27as3K9B.jpg

7RxMf2Po9KsCsr6FBea4E3Gw5HqNb8.jpg

Sicuramente è un ringraziamento al ruolo essenziale svolto da Agrippa.

Sì, la moneta di Narbonne con la prua di nave ha solo Cesare ed è attribuita al 40 a.C. (?), quindi le altre successive Cesare/Augusto per poi passare alle Nimes con Agrippa/Ottaviano.

http://www.in-medias.fr/sitecroco/pages/monnaie/frappes%20old.html

Sicuramente alludeva alla Concordia tra Augusto e Agrippa, l'artefice della maggior parte dei suoi successi militari. In pratica, il suo "braccio armato".

Prima la sostituzione di Giano con Cesare doveva rappresenatare un tributo al grande condottiero romano conquistatore della Gallia.

Ciao

Illyricum

:)

Modificato da Illyricum65

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×