Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
grosso

Minimo?

Risposte migliori

grosso

Buona serata a tutti,

non so se possa essere definito un minimo o cosa esattamente sia. In ordine a questo tipo di monetazione sono veramente digiuno.

Il diametro è 12 mm ed il peso 0,45 gr.

Al dritto la legenda parrebbe iniziare con DN VA...

Al rovescio, direi, una vittoria, legenda che inizia con VI e termina con AVGGG. La zecca mi pare Siscia (ASIS).

Qualcuno può aiutarmi a capire cosa effettivamente sia e a catalogarla correttamente?

Ringrazio sin d'ora chi interverrà.

Cordialmente

Pietro

post-1538-0-73730600-1411940363_thumb.jp

post-1538-0-48498200-1411940413_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

profausto
Supporter

potrebbe essere Valentiniano III con al R/ Victoria Augg(g)- ma non vedo molto bene l'immagine.....potrebbe anche essere Valentiniano II RIC IX 39 - Siscia....

attendi altri pareri ......

Modificato da profausto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

profausto
Supporter

penso che sia Valentiniano II° - RIC 39a

Siscia
RIC 39a Valentinian II AE4. DN VALENTINI-ANVS PF AVG, diademed draped & cuirassed bust right / VICTOR-IA AVGGG, Victory advancing left, holding wreath & palm, ASIS in ex. Cohen 46. Text

val2044.jpg

Modificato da profausto
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grosso

Grazie mille @@profausto,

è proprio lei. Moneta alla mano corrisponde in pieno.

Ma a cosa corrispondevano queste monetine? erano frazioni del centennionale?

Scusa la domanda probabilmente banale, ma il tardo impero lo frequento pochissimo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

profausto
Supporter

@@grosso ti riporto una "bozza" che trovi in rete..

Con “minimi” si definiscono le monete di imitazione, più o meno nettamente barbariche, dei bronzi romani AE 4 dei secoli IV e V (Callu J.P., Adelson e Kustas, ecc.). Alcuni Autori designano “minimi” anche gli ultimi bronzi ufficiali di dimensioni ridottissime, peso teorico 1 scrupolo (1,137 g); così Picozzi, 1966, ma anche Sutherland (op. cit.).

Generalmente, i MINIMI hanno un diametro di almeno 10 mm ed un peso non inferiore a 1,2 g.
Esistono in realtà esemplari di peso anche molto inferiore (da 0,25 a 1,15 g nel ripostiglio studiato da Callu, con diametro fra 7 e 13 mm). I MINIMISSIMI sono quindi le monete più piccole in assoluto, inferiori cioè a 10 mm di diametro ed a 1,2 g di peso; possono scendere a 7 mm di diametro e 0,3 g di peso, o eccezionalmente anche meno (P. Bastien, 1985, p. 145). In realtà, nella bibliografia sull’argomento è difficile trovare una delimitazione precisa in diametro e peso fra MINIMI e MINIMISSIMI (termine quest’ultimo poco usato) e le suddette misure di 10 mm e 1,2 g non sono da tutti accettate e vanno considerate assolutamente convenzionali.
L’uso pratico dei minimissimi sembra utilizzasse non tanto la singola moneta, quanto sacchetti di monete, forse sigillati e valutati “a peso”.
P.S.." per quanto riguarda questa ultima osservazione, vi sono pareri discordi piu' o meno dettagliatamente giustificati.."
Modificato da profausto
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×