Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
cancun175

Dracma Alessandro.

Risposte migliori

cancun175

Grazie in anticipo. Un amico mi sottopone questa moneta chiedendomi un parere sull'autenticità. Pesa circa 3 grammi. Non conosco il settore, per cui chiedo a mia volta il vostro aiuto. Ho sospetti. Voi che cosa ne dite?

post-7971-0-52158000-1412522982_thumb.jp

post-7971-0-74396600-1412522997_thumb.jp

Modificato da cancun175

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

andreagcs

3 grammi, meno di 3 grammi o 3 grammi quasi 4?

Se pesa 3 grammi esatti ed è una dracma non è un buon segno (visto che la dracma dovrebbe stare sui 4,17-4,28 grammi), tuttavia lo stile non è malvagio, ossia ripete in linea generale i tipi di diritto e rovescio già visti su alcuni tipi di dracme. Non ho però al momento dietro il libro del Price per la classificazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cancun175

Grazie @@andreagcs. Sono perplesso per la porosità e le bollicine. Il peso, invece, torna: 3,9

Modificato da cancun175

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

skubydu

I dettagli sei rilievi mi sembrano parecchio "impastati".

Personalmente la metterei nel " limbo"...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia

Dovrebbe trattarsi di una dramma di Lisimaco coniata in nome e nei tipi di Alessandro Magno nella zecca di Magnesia al Meandro.

Non mi torna però quella lettera sotto la testa del leone che dovrebbe essere una E come in questa moneta e non una sigma schiacciata.

post-703-0-06004700-1412612563_thumb.jpg

Questo particolare lascia molti dubbi sull'autenticità.

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia

Dopo aver consultato il Price devo rettificare: la dramma con la sigma sotto la testa del leone esiste ed è catalogata come Price 1992 - Muller 334.

Anzi, è più rara di quella con la E in quanto non ho trovato un esemplare corrispondente in rete, mentre della dramma con la E (Price 1993) ce ne sono tre o quattro.

I dubbi sull'autenticità però restano non per i tipi ma per le caratteristiche dei rilievi descritte da skubydu. Lo scettro di Zeus sembra un lungo bastone mentre di solito appare costituito da una serie di perline come nella dramma con la E.

apollonia

Modificato da apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cancun175

@@apollonia, ho trovato in vendita sul FAC questa moneta simile a quella che ho proposto (anche se diversa è la zecca e l'autorità emittente). Te la faccio vedere perché lo scettro è senza perlinatura e simile a quello della moneta che ho proposto io. E Joe Sermarini è un venditore serio. Per carità, non sto difendendo la moneta (che tra l'altro non è neanche mia). Noto, comunque, evidenti differenze di "stile", ma non so valutare quanto siano attribuibili al conio o all'usura. Sto solo cercando di avvicinarmi alla verità. Se possibile...Ti ringrazio molto.

http://www.forumancientcoins.com/catalog/roman-and-greek-coins.asp?radd=1&vpar=18&zpg=82948

post-7971-0-15712100-1412667533_thumb.jp

Modificato da cancun175

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia

‘Bisognerebbe vedere la moneta dal vivo’ è una frase fatta quando alcuni particolari non sono evidenti dalla foto, ma s’adatta perfettamente a questo caso dove il particolare è lo scettro di Zeus e nel dettaglio la sua perlinatura. La mia impressione è che la perlinatura sia stata, diciamo così, resa uniforme dall’usura perché nella parte bassa dello scettro intravedo qualche perlina rimasta isolata. La ‘fusione’ delle perline si nota anche in questo esemplare in grado di conservazione ben superiore (buon BB), ma in questo caso potrebbe essere attribuita al conio.

post-703-0-53463800-1412688715_thumb.jpg

A parer mio la moneta in FAC è autentica ma il prezzo è alto per quel grado di conservazione.

apollonia

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

centurioneamico

Ritengo che la moneta sia autentica sulla base dell'aspetto assunto dal metallo. Nei secoli infatti, in determinate condizioni, per via del naturale processo corrosivo che tende a rimineralizzare il metallo, l'argento può assumere quellaspetto a "pelle di coccodrillo" come amo definire questa particolare conformazione. Può in effetti essere confusa con le superfici porose e imperfette di alcune brutte fusioni, tuttavia, se si conosce il fenomeno, le differenze ci sono. Certo, servirebbero foto migliori, ma mi sembra di riconoscere in questa moneta il fenomeno appena descritto e, poiché non replicabile artificialmente, propendo per l'autenticità.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×