Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
L. Licinio Lucullo

La signora della luce

Risposte migliori

L. Licinio Lucullo

Del Ponte (Dei e miti italici) osserva che la Diana italica è molto più vicina ai Signori degli Animali (e, per riflesso, delle selve ove risiedevano), figure proprie delle antiche civiltà di cacciatori del neolitico, che alla greca Selene. Derivato da *div, il nome stesso rimanda alla luce, ovvero alla luce che filtra tra le fronde degli alberi: trattasi quindi di un riferimento al numen della dea, percepibile nelle sue dimore; l'associazione con la luna è invece molto più tarda.

In linea con il conservatorismo romano, in ambito monetale non mancano riferimenti alle tradizioni più arcaiche: per questo Diana viene raffigurata con una o due torce in mano (in questa emissione, nell'aureo 494/22, http://numismatica-classica.lamoneta.it/moneta/R-G195/5, e nel denario 494/23, http://numismatica-classica.lamoneta.it/moneta/R-G195/6).

Modificato da L. Licinio Lucullo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×