Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
punkettoman

Dubbi su Denario di Pertinace

Risposte migliori

punkettoman

Buongiorno a tutti, sono un appassionato di storia romana che da pochi mesi ha deciso di avventurarsi nell'affascinante mondo della numismatica. Mi accingo ad effettuare i miei primi acquisti, ma ho molta titubanza (visto il numero di falsi che girano sul mercato) a decidermi ad aprire il portafogli....

I miei dubbi sono aumentati in modo esponenziale quando mi sono imbattuto in un sito estero ( www.eatsy.com) che riproduce, tramite la microfusione e con la tecnica della cera persa , denari romani identici (almeno ai miei occhi inesperti) a quelli originali.

Recentemente mi è stato offerto da un venditore un denario di Pertinace che ha destato in me diversi dubbi, sia sulla conservazione ( troppo buona, direi SPL) che soprattutto sul peso( 2,39 gr).Il venditore mi ha gentilmente concesso di fotografarlo cosi posso sottoporlo alla vostra attenzione.

Cosa ne pensate? Il peso non mi convince è troppo basso (potrebbe essere alluminio e non argento), ma è anche vero che è stato coniato in un periodo di forte crisi economica dell'impero e che le emissioni di questo periodo sono molto scorbutiche...

Chiedo aiuto a persone più competenti di me e vi ringrazio anticipatamente per le vostre risposte.

post-30784-0-12341700-1415520346_thumb.j

post-30784-0-66240000-1415520361_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

Ciao , non mi addentro nella originalita' o meno della tua moneta in base alla foto , pero' dubito molto , te ne allego una autentica uguale alla tua , considera che un denario con l' aequitas anni fa veniva venduto tra i 600 e i 1000 dollari a secondo della conservazione .

Il peso di 2,39 grammi ci puo' stare .

post-39026-0-28262400-1415525949_thumb.j

Modificato da Legio II Italica

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Exergus

Ciao, il peso ci potrebbe anche stare, dal ritratto grande si potrebbe attribuire alla zecca di Alessandria, coniate su tondello ridotto, se ne è parlato qui

Detto questo... la moneta è falsa, la metto a confronto con due esemplari conosciuti dello stesso stampo, nel primo si legge chiaramente in esergo una S a indicare che si tratta di una riproduzione, evidentemente cancella ta per spacciarla come autentica.

post-18735-0-10177900-1415528074_thumb.j

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rorey36

Ne posto anch'io una buona ( almeno credo)

post-8209-0-10085300-1415530489_thumb.jp post-8209-0-20909600-1415530504_thumb.jp

il peso è 3,48 RIC 13a

Non è aequitas

Modificato da rorey36
  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rorey36

La moneta postata sopra ha un pedigree:

ex Robert Friedinger-Pranter Collection. Acquistato il 25 febbraio 1914 dal mercante Voeller per 44 corone. ex Asta Herzfeld 1913 (Frsv 60).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

punkettoman

Se, come dite voi, il peso è congruo da che cosa desumete che la moneta è falsa? sareste cosi gentili da spiegarmi quali elementi ve lo fanno pensare?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Exergus

Se, come dite voi, il peso è congruo da che cosa desumete che la moneta è falsa? sareste cosi gentili da spiegarmi quali elementi ve lo fanno pensare?

Beh... l'aspetto ad un occhio allenato crea sicuramente delle perplessità, il ritratto non è canonico, i rilievi sono un po' bassi e impastati, ci sono delle bollicine che generalmente sono associate a copie fuse.

E poi... visto che i due esempi di falsi conosciuti messi a comparazione, sono evidentemente provenienti dallo stesso stampo, non ci dovrebbero essere dubbi, no?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Exergus

Se provi a confrontare il ritratto dell'esemplare in esame con uno autentico, come quello al post 4 ad esempio, noterai che lo stile è piuttosto differente.

post-18735-0-14501800-1415536170_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

punkettoman

Exergus, ti ringrazio dei chiarimenti, mi hai evitato di prendere una bella "sola" pronta ed impacchettata per me. Vista la mia scarsa esperienza vorrà dire che approfitterò della vostra gentilezza per postarvi le monete a cui sono interessato per avere le vostre opinioni.

Grazie a tutti quelli che hanno partecipato alla discussione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vickydog
Supporter

@@punkettoman anche se "Etsy" non lo conoscevo, parrebbe una vetrina dove confluiscono vari venditori, quali sono le microfusioni che ti hanno lasciato confuso? Quelle che ho trovato non sembrerebbero molto offensive... https://www.etsy.com/it/search?q=roman%20coins%20replica&order=most_relevant

Modificato da vickydog

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

punkettoman

Vickydog, ho premesso di essere un neofita in materia ,quindi, quello che lascia perplesso me, potrebbe non impensierire una persona esperta della materia. Tornando alla tua domanda quello che mi aveva incuriosito era la riproduzione del denario di Pertinace ( la prima dall'alto di quelle postate da Exergus con lo sfondo rosso) soprattutto se poi ti cancellano la "S" all'esergo e te lo spacciano per vero....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vickydog
Supporter

...quello che mi aveva incuriosito era la riproduzione del denario di Pertinace ( la prima dall'alto di quelle postate da Exergus con lo sfondo rosso) soprattutto se poi ti cancellano la "S" all'esergo e te lo spacciano per vero....

I falsi ben fatti sono difficili da distinguere, persino dal vivo. Ma se le imperiali ti appassionano ne guarderai numerose, magari quotidianamente. Con questo allenamento qualcosa che non "quadra": stile, lettere, bordi etc. ti salterà all'occhio. Cercando tra alcuni siti specifici è possibile trovare trovare altri cloni, come ha fatto Exergus.

Modificato da vickydog

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×