Jump to content
IGNORED

Monete antiche della Cina


Recommended Posts

Si riferisce ad un vecchio catalogo, su cui non posso esprimermi perché non l'ho mai consultato.
Comunque i dati fondamentali dell'opera sono questi:

Herbert Staack, Die lochmünzen Chinas, 1988
423 pagine, testo in inglese e tedesco

Edited by simone
Link to post
Share on other sites

  • Replies 157
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • Matteo91

    52

  • simone

    43

  • ART

    13

  • filipponotgeld

    11

Top Posters In This Topic

Popular Posts

mah, io sono in Cina da un po' di tempo e ne ho sentite di cose sulle antiche monete sagomate cinesi, spesso in contraddizione tra loro. Secondo quanto ho letto recentemente da riviste di arte e colle

Monete a forma di vanga (Spade coins) Le vanghe vere e proprie furono utilizzate fin dai tempi antichi come mezzo di scambio e di riserva di valore. Le monete in bronzo a forma di vanga, dunque, s

Introduzione storica La Dinastia Shang regnò per circa 600 anni, dal 1600 al 1045 a.C., mentre dal dal 1045 al 256 a.C. le succedette la Dinastia Zhou. Il regno della Dinastia Zhou fu caratterizza

Posted Images

33 minuti fa, simone dice:

Si riferisce ad un vecchio catalogo, su cui non posso esprimermi perché non l'ho mai consultato.
Comunque i dati fondamentali dell'opera sono questi:

Herbert Staack, Die lochmünzen Chinas, 1988
423 pagine, testo in inglese e tedesco

Grazie, non trovavo il riferimento :) 

Link to post
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Per approfondire la storia della Cina antica (dal neolitico alla dinastia Qin) vi consiglio il libro "La Cina antica. Dalle origini all'impero" del professor Jacques Gernet. https://www.amazon.it/Cina-antica-Dalle-origini-allimpero/dp/8879840088/

Invece per conoscere la vita dei singoli imperatori (da quelli mitologici fino agli ultimi Qin) vi rimando al mio "Gli imperatori della Cina antica. Dalla creazione del mondo all'esercito di terracotta". Si tratta di una raccolta di biografie, che però non perde di vista il contesto generale. https://www.amazon.it/Gli-imperatori-della-Cina-antica/dp/1530896665/

 

 

 

Link to post
Share on other sites

  • 2 weeks later...
  • 2 months later...
littleEvil

Ciao a tutti!

mi sa che anch'io mi sono preso la febbre "gialla"... ho cominciato con alcuni Thong bao e poi ho iniziato a prenderci gusto. Oggi sono arrivate per raccomandata tutte queste:

web.thumb.jpg.43a32f13f2b8148b3ae3424dcd998fec.jpg

Spero di non aver preso una fregatura - si sa che ci sono molti falsi in giro - ma il venditore lo conosco e per quello mi sono fidato.

Appena ho più tempo vedo poi di catalogare anche il resto.

Servus

Njk

 

PS: per chi vuole esagerare:

https://www.youtube.com/watch?v=rHhHUm7VqkA

preso dal sito del Museo Cinese di Parma

http://www.museocineseparma.org/artecinese/cina_monete_index.htm

 

Link to post
Share on other sites

La monetazione cinese é molto interessante, sono contento che abbia fatto breccia negli interessi di un altro appassionato! 

Quanto all'autenticità io non sono in grado di dare un giudizio..forse @simone può essere più utile :)

Link to post
Share on other sites

littleEvil

Grazie @simone, grazie @Matteo91!

Quella di simone è una brutta notizia che però non mi coglie impreparato, ieri ho avuto un po' di tempo per fare qualche ricerca, il risultato lo avrei postato oggi io stesso:

fake.thumb.jpg.bd72508060b461efef9c4b592b4559a1.jpg

la fonte è il famoso sito:

http://www.zeno.ru/showphoto.php?photo=117792

http://www.zeno.ru/showphoto.php?photo=117793

E poi le incrostazioni del Knife Coin ( quella da 125 mm) sono così friabili che forse hanno 2000 ore, ma non di certo 2000 anni - per questo ho un po' di esperienza con le monete romane.

Le "monete" le impacchetto e le restituisco, mi era chiaro che ci sono molti falsi in giro e così le ho prese da un commerciante che in teoria ne garantisce l'autenticità (...) e che in ogni caso se le riprende. Come si dice: "Le ho pagate troppo per tenermi dei falsi, troppo poco perchè siano autentiche..."

Mi sa che comincio a collezionare sassi... quelli sono tutti veri ed hanno almeno un milione di anni ;-)

Servus

Njk

 

Edited by littleEvil
ortografia
Link to post
Share on other sites

  • 2 weeks later...
littleEvil

Ciao a tutti!

Piccolo aggiornamento: le "quattro patacche" le ho restitituite senza problemi, quelle tonde le ho tenute e mi sono messo a catalogarle (ho solo impiegato un po' di tempo, che a confronto - per chi non conosce gli ideogrammi - le romane è come se avessero impresso sopra un codice a barre...)

Per l'archivio:

_D.thumb.jpg.431ef884c8010db2add461c3152ffbbb.jpg

1) Annam Nguyen-Phong Thong-Bao (Yuan-Feng Tong-Bao), AD1250's, Type C.

2) One Cash - Wang Mang 14 AD - 23 AD Bronze 5 zhu

3) China Empire Cash Coin Emperor Jen Tsung Chia Ci'ing 1796-1820 Type A

4) Jing You yuan bao, 1034-8, 1 cash, H16.87, S-492 Seal Script
http://elogedelart.canalblog.com/archives/2009/08/28/14871690.html

5) SHAO-SHENG, AD 1094-1097 S-582 Seal Script with YUAN PAO
http://www.calgarycoin.com/reference/china/china5.htm

Se mai mi fossi sbagliato, non mi offendo se mi correggete.

 

Belle patine con colori molto particolari, la n. 2 è proprio di un bel blu scuro, la 1 e la 3 sono le mie favorite del gruppo.

Buona domenica

Njk

 

Edited by littleEvil
Link to post
Share on other sites

  • 3 months later...
simone

Segnalo due importanti novità bibliografiche riguardanti la numismatica cinese.

David Hartill, già autore del fondamentale catalogo Cast chinese coins, ha pubblicato un nuovo libro: A guide to cash coins.
Questo è il testo che compare sulla quarta di copertina:

Cita

This book is intended to guide the beginner and expert through the many kinds of cash - the square-holed coin of China for centuries - produced in China and the many imitations of them produced at various times all over the Far East and along the Silk Road. The first part of the book is a Finding Guide which directs the reader to the appropriate standard work on Chinese, Vietnamese, Japanese or Korean coins. In the second half, information not in the standard works is presented, either from other publications and papers, or from the author's own research.

 

Per chi conosce il francese, è consigliatissimo il nuovo libro di François Thierry. Già curatore del medagliere della Biblioteca Nazionale di Francia, egli ha dato alle stampe il libro Les monnaies de la Chine ancienne. In esso Thierry ha riversato una vita di studio sulle monete cinesi.
Si tratta di un'opera davvero imponente (quasi 700 pagine) che ripercorre con dovizia di dati e di particolari la storia monetaria cinese dalla cauri ai Qing. A mio avviso questo libro è fondamentale quanto Cast chinese coins di David Hartill, anche se per motivi diversi: non per clasificare le monete ma per contestualizzarle e capirne la storia.
Ecco il testo della quarta di copertina:

Cita

Véritable somme, fruit de plusieurs décennies de recherche, ce livre est à ce jour la synthèse la plus complète sur les monnaies de la Chine ancienne, des origines à la fin de l'Empire (1911). Mobilisant une grande variété de sources, il conduit le lecteur au travers d'une aventure monétaire multiséculaire et, ce faisant, trace une passionnante histoire générale de la Chine. Alors que le monde occidental fonctionnait sur le modèle de la valeur intrinsèque de la monnaie (liée à la valeur de la matière dont elle est constituée), le monde chinois a "inventé" la monnaie fiduciaire : celle dont la valeur repose sur la loi. Dès le Xe siècle av. J.-C., les Chinois ont mis au point un système où un objet spécifique est à la fois unité de compte, mesure de la valeur des biens et moyen de paiement et d'échange. Un système avec pour seul signe monétaire une pièce de bronze. A l'aide des textes historiques (annales dynastiques, mémoires au trône, rapports de fonctionnaires) et des découvertes archéologiques les plus récentes, est mise en lumière la différence majeure entre l'image donnée par l'historiographie officielle et la réalité de la circulation monétaire. L'hétérogénéité des espèces en circulation et les pratiques financières montrent tout l'écart qu'il y a entre la monnaie à valeur intrinsèque et la monnaie fiduciaire, cette "remarquable anomalie" aux yeux des Occidentaux. Ce livre est enrichi d'une iconographie exceptionnelle de plus de 370 illustrations, pour la plupart inédites, de 20 cartes et tableaux et d'une bibliographie exhaustive.

 

Link to post
Share on other sites

Matteo91

Grazie per questo importante contributo bibliografico, @simone:)

In merito al testo di François Thierry, sai per cosa si differenzia dai 4 volumi da lui stesso scritti intitolati Monnaies Chinoises? A ogni modo, mi sembra che il prezzo sia molto contenuto e vale sicuramente l'acquisto. Purtroppo non conosco il francese...

Link to post
Share on other sites

simone
6 minuti fa, Matteo91 dice:

In merito al testo di François Thierry, sai per cosa si differenzia dai 4 volumi da lui stesso scritti intitolati Monnaies Chinoises?

Confesso che non ho mai visionato quei quattro volumi, ma credo che in quest'ultimo libro Thierry abbia inserito anche ciò che ha scoperto in seguito e le notizie archeologiche più recenti.

Link to post
Share on other sites

simone

Quanto sono vere queste affermazioni del recensore!

Bien qu’il soit à peine sorti, je peux d’ores et déjà affirmer que ce livre va devenir pour les années à venir un grand classique de la numismatique.
L'importance de cet ouvrage ne sera sans doute pas dépassé avant une bonne trentaine d'années.

Benché sia appena stato pubblicato, posso sin d'ora affermare che questo libro diventerà già nei prossimi anni un grande classico della numismatica.
L'importanza di quest'opera senza dubbio non sarà superata prima di trent'anni almeno.

Link to post
Share on other sites

simone

@Matteo91 Nella biografia che accompagna la recensione c'è scritto che quei quattro volumi che hai citato altro non sono che il catalogo della collezione di monete cinesi della Biblioteca Nazionale di Francia.

Edited by simone
Link to post
Share on other sites

numa numa
Il 2/6/2017 at 00:55, simone dice:

Quanto sono vere queste affermazioni del recensore!

Bien qu’il soit à peine sorti, je peux d’ores et déjà affirmer que ce livre va devenir pour les années à venir un grand classique de la numismatique.
L'importance de cet ouvrage ne sera sans doute pas dépassé avant une bonne trentaine d'années.

Benché sia appena stato pubblicato, posso sin d'ora affermare che questo libro diventerà già nei prossimi anni un grande classico della numismatica.
L'importanza di quest'opera senza dubbio non sarà superata prima di trent'anni almeno.

Ordinato ieri

mi interessano soprattutto le considerazioni sull'origine della moneta e l'evoluzione del processo che ha portato all' introduzione della moneta in Cina

Link to post
Share on other sites

Matteo91
3 ore fa, numa numa dice:

Ordinato ieri

mi interessano soprattutto le considerazioni sull'origine della moneta e l'evoluzione del processo che ha portato all' introduzione della moneta in Cina

Ben fatto! Anche io lo acquisterei in particolare proprio per questo argomento. Anche non conoscendo la lingua un investimento potrei lo stesso farlo...

Ti andrebbe di condividere qualche breve considerazione su questo tema una volta che avrai letto il libro? 

Tempo fa avevo trovato un articolo di François Thierry in italiano sull'origine della monetazione cinese; non ricordo se lo avevo già condiviso. Nel dubbio, eccolo: Origine_e_sviluppo_del_sistema_monetari.pdf

 

Link to post
Share on other sites

apollonia

Salve

Non so nulla di queste monete che ho nell'album.

1.Cina0024.jpg.cbe6474e63706500326d09e34de2d185.jpg

4,359 g, 25 mm.

 

2.Cina0012.jpg.7eecb9f0067fd4a72783dabf897c4c46.jpg

4,791 g, 28 mm.

Sarei grato di informazioni in merito.

59358292e42fc_Giovenalefirmaconingleseok.jpg.a239688c1bf77036771fee2f7ec23174.jpg

Link to post
Share on other sites

simone

@apollonia Sono entrambe giapponesi, apprtenti alla tipologia Ka Nei Tsu Ho.  Esistono molte varianti e molte autorità emittenti (governo centrale, provincie, autorità portuali, ...); comunque furono emesse tra il 1635 e il 1863 circa.

Link to post
Share on other sites

apollonia
3 ore fa, simone dice:

@apollonia Sono entrambe giapponesi, apprtenti alla tipologia Ka Nei Tsu Ho.  Esistono molte varianti e molte autorità emittenti (governo centrale, provincie, autorità portuali, ...); comunque furono emesse tra il 1635 e il 1863 circa.

Grazie simone

57f66fcabd7c2_Giovenalefirmaconingleseok.jpg.3e793125fc89691f8c7eeb8be4aff1c9.jpg.8ef3623ecaf8b33556d550392391f811.jpg

Link to post
Share on other sites

apollonia
10 ore fa, numa numa dice:

 

 

Periodo Edo o Tokugawa

Ciao

Per la seconda moneta postata ho trovato questa indicazione:

Japan 4 Mon (11 waves) Kanei Tsuho (1769-1860)

Ho visto poi che il rovescio andava ruotato di 180°, in modo che le 11 onde sono convesse (come il menisco del mercurio e del metallo fuso di cui ho fatto cenno in un’altra discussione).

593672f591e3e_2.Giappone0012messa.jpg.1add292930c3a067869f9ad0c79e2508.jpg

4,791 g, 28 mm.

593672f64fd97_Giovenalefirmaconingleseok.jpg.3ef54ae620bd7601a759cb4a6df4e1b6.jpg

 

Edited by apollonia
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.