Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Alex0901

Esemplare imperiale di Aureilano

Risposte migliori

Alex0901

Buongiorno a tutti voi,

Questa mattina pongo dinnanzi ai vostri occhi quest' esemplare appartenente alla monetazione di Aureliano, che mi ritrovo per purissimo caso(cassetto del mobile ;)). Visto che la reputazione delle monete ritrovate nei mobili del nonno non è delle migliori, mi rivolgo a voi esperti per una conferma di autenticità, per risalire alla zecca da cui è stata coniata, lo stato di conservazione, l' eventuale rarità e un indicativo valore economico( ammesso che lo abbia...). Peso: 3g circa- diametro:20-22 mm circa.

Grazie infinite a chi interverrà :)!. 

 

post-44541-0-07455700-1424074685_thumb.j

post-44541-0-97281800-1424074694_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Theodor Mommsen

E' un Antoniniano argentato (ma, ovviamente, l'argentatura ci ha lasciato) emesso - mi sembra di intravvedere - dalla zecca di Siscia.

 

Al D/ IMP C AVRELIANVS AVG; l'Imperatore radiato e corazzato, volto a dx.
Al R/ 
CONCORDIA MILITVM; l'Imperatore stringe la mano alla Concordia. In basso - in esergo - una stella e la lettera S.

(Cfr. RIC 215)

 

Non mi piace indicare la conservazione delle monete antiche, usando i parametri di quelle moderne, tuttavia direi che si trova in condizioni molto buone.: venti euro li vale tutti.

Modificato da Theodor Mommsen

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

Complimenti a Theodor Mommsen per l' acutezza visiva nel riconoscere le zecca di Siscia , io cosi' in foto non riesco , comunque questa legenda di moneta Concordia Militum e' stata emessa oltre che dalla zecca di Siscia (disponibile piu' in abbondanza) anche da quella di Mediolanum ; in questo ultimo caso la moneta varrebbe qualcosa in piu' dei 20 euro stimati .

Modificato da Legio II Italica
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alex0901

E' un Antoniniano argentato (ma, ovviamente, l'argentatura ci ha lasciato) emesso - mi sembra di intravvedere - dalla zecca di Siscia.

 

Al D/ IMP C AVRELIANVS AVG; l'Imperatore radiato e corazzato, volto a dx.

Al R/ CONCORDIA MILITVM; l'Imperatore stringe la mano alla Concordia. In basso - in esergo - una stella e la lettera S.

(Cfr. RIC 215)

 

Non mi piace indicare la conservazione delle monete antiche, usando i parametri di quelle moderne, tuttavia direi che si trova in condizioni molto buone.: venti euro li vale tutti.

Non è affatto male per una monetina "rinvenuta" in un cumulo di scartoffie ;)!. Ciò che mi stupisce è come mai riversi in un simile stato di conservazione, nonostante la sua lunga presenza in un umido cassetto!.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Theodor Mommsen

Tu puoi vederla meglio di me: se prima della S c'è una stellina è Siscia, se il campo è completamente liscio, invece, potrebbe essere Milano (in tal caso sarebbe una RIC 120).

A occhio, in base alla cura dei particolari, propenderei per Siscia.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

Tu puoi vederla meglio di me: se prima della S c'è una stellina è Siscia, se il campo è completamente liscio, invece, potrebbe essere Milano (in tal caso sarebbe una RIC 120).

A occhio, in base alla cura dei particolari, propenderei per Siscia , ciao

 

Ciao , si con la Stella * e la S , entrambe in esergo , e' Siscia , pero' senza la stella ma con S oppure T ( officina 2° o 3° ) in esergo , e' Mediolanum .

Comunque anche io propendo per la zecca di Siscia .

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alex0901

Tu puoi vederla meglio di me: se prima della S c'è una stellina è Siscia, se il campo è completamente liscio, invece, potrebbe essere Milano (in tal caso sarebbe una RIC 120).

A occhio, in base alla cura dei particolari, propenderei per Siscia.

 

Ciao , si con la Stella * e la S , entrambe in esergo , e' Siscia , pero' senza la stella ma con S oppure T ( officina 2° o 3° ) in esergo , e' Mediolanum .

Comunque anche io propendo per la zecca di Siscia .

Bene.. Dopo un' accurata analisi sono riuscito a scorgere la famigerata stella che identifica, quindi, questo esemplare come coniato dalla zecca di Siscia.

Soltanto per curiosità, quale sarebbe stato il valore economico di questa moneta se fossa stata coniata a Mediolanum?.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

Bene.. Dopo un' accurata analisi sono riuscito a scorgere la famigerata stella che identifica, quindi, questo esemplare come coniato dalla zecca di Siscia.

Soltanto per curiosità, quale sarebbe stato il valore economico di questa moneta se fossa stata coniata a Mediolanum?.

 

Ciao @@Alex0901 , se fosse stata della zecca di Mediolanum cioe' con la sola S in esergo e con il busto di Aureliano corazzato tipo B1 come nella tua moneta , il valore stimato sarebbe variato tra 20 euro e 100 euro , per classificazioni MB e SPL , nel tuo caso essendo a mio parere un BB , calcola circa un 50/60 euro , ciao . 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Theodor Mommsen

@@Alex0901 diciamo una settantina di euro, ma sono sempre restio a parlare di quotazioni: ti basti l'emozione di aver tra le mani una moneta di Lucio Domizio Aureliano, un uomo che trascorse quasi tutta la sua vita ricoperto dal ferro dell'armatura.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Theodor Mommsen

Ciao @@Alex0901 , se fosse stata della zecca di Mediolanum cioe' con la sola S in esergo e con il busto di Aureliano corazzato tipo B1 come nella tua moneta , il valore stimato sarebbe variato tra 20 euro e 100 euro , per classificazioni MB e SPL , nel tuo caso essendo a mio parere un BB , calcola circa un 50/60 euro , ciao . 

 

Sono stato un po' più generoso di Legio II Italica, ma siamo lì  :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alex0901

Peccato non sia di Mediolanum, ma conserva ugualmente un incredibile fascino e valore storico, sia perché apparteneva ai miei nonni da chissà quante generazioni, ma soprattutto perchè è stata coniata da un simile imperatore... .

Modificato da Alex0901
  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alex0901

@@Alex0901 diciamo una settantina di euro, ma sono sempre restio a parlare di quotazioni: ti basti l'emozione di aver tra le mani una moneta di Lucio Domizio Aureliano, un uomo che trascorse quasi tutta la sua vita ricoperto dal ferro dell'armatura.

Non puoi immaginare quanto appoggi pienamente ciò che hai affermato... E' esattamente ciò che penso a riguardo!.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Theodor Mommsen

Sono contento di questa tua affermazione! 
Falla stare qualche settimana in ammollo in acqua distillata, cambiandola spesso.

Poi con uno stuzzicadenti rimuovi delicatamente quella polverina verde che si vede vicino la legenda e la moneta è bella e pulita.

Non usare altro, sono monetine delicate.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alex0901

Sono contento di questa tua affermazione! 

Falla stare qualche settimana in ammollo in acqua distillata, cambiandola spesso.

Poi con uno stuzzicadenti rimuovi delicatamente quella polverina verde che si vede vicino la legenda e la moneta è bella e pulita.

Non usare altro, sono monetine delicate.

Certamente, senz' altro! Ah, e grazie per avermi fatto notare la presenza di questa polverina! Guardando la moneta velocemente, dev'essermi sfuggita... ma che materiale è precisamente?.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

Sono d'accordo con voi su tutto quanto avete scritto , meno pero' sul fatto di pulire la moneta , anche quella poca polverina verdastra ha la sua storia perche' e' coeva con la moneta .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alex0901

È vero ciò che affermi... Come dovrei procedere? C'è qualche possibilità di alterare in peggio lo stato della moneta se volessi pulirla in acqua distillata? Oppure potrei ottenere un miglioramento?.

Modificato da Alex0901

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Theodor Mommsen

Sono d'accordo con voi su tutto quanto avete scritto , meno pero' sul fatto di pulire la moneta , anche quella poca polverina verdastra ha la sua storia perche' e' coeva con la moneta .

Temo sia cuprite, soltanto per questo ne suggerisco la rimozione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

profausto

............ ma soprattutto perchè è stata coniata da un simile imperatore... .

....forse è meglio dire  ....per un simile imperatore......... :nea:

Modificato da profausto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alex0901

Giusto!È più corretta la tua affermazione... L'imperatore non era di certo un ufficiale di zecca(:!.

Modificato da Alex0901

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alex0901

Comunque, credo che procederò nella rimozione della presunta cuprite... Meglio evitare,in futuro, cancri del bronzo e roba simile(:!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

maurizio7751

Sembra già un'inizio di cancro (per quel che si riesce a vedere, spero di sbagliarmi), Benzotriazolo al 5% per qualche ora dopo aver rimosso il più possibile la polverina, attenzione è cancerogeno e va usato in ambienti ventilati e usando una mascherina

Maurizio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

Comunque, credo che procederò nella rimozione della presunta cuprite... Meglio evitare,in futuro, cancri del bronzo e roba simile(:!

 

Non e' cuprite , questo e' un ossido di colore rosso , mentre quelle piccole macchie sono verdi , ma non e' cancro del bronzo , io non le toccherei , in foto sono praticamente invisibili , comunque decidi tu la moneta e' tua .

Modificato da Legio II Italica

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alex0901

Mah.. non so proprio.. Preferisco attendere un lasso di tempo, e se accade qualcosa di significativo, allora interrverrò!.

Grazie mille dei vostro interessamento e dei vostri proverbiali consigli!.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

pedro_88
Supporter

Temo sia cuprite, soltanto per questo ne suggerisco la rimozione.

Come dice Legio II Italica la cuprite è rossa..poi se fosse cuprite non andrebbe per forza rimossa, la cuprite è solo un ossido, non un cancro..

Modificato da pedro_88

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×