Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
fricko

VENEZIA Grosso Veneziano

Recommended Posts

Arka

@417sonia  Non mi risulta che il Montenegro abbia delle novità rispetto al CNI. Per quanto riguarda il lavoro di Keber, efettivamente cita questo massaro. Aspettiamo sue notizie. Sul CNI il massaro RB è assente e non so perchè.

Arka

Diligite iustitiam

Edited by Arka
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

fabry61

Ipotesi per ipotesi Luciano non è caduto molto lontano.

Infatti  Ducato di Milano. Per tutti:

Tucci.."I grossetti con la falsa "stampa venetiana" emessi dalla Zecca di Milano causarono perdite gravissime. Con questa monetina, infatti, si faceva incetta di ducati d'oro, depauperandone la circolazione, e si provocavano gravi sconcerti nelle vendite al minuto, in certe zone fino alla chiusura degli esercizi, per gli sconvolgimenti e gli attriti delle operazioni di cambio"

"Coi provvedimenti adottati nel maggio 1472 il consiglio dei dieci si trovò ad affrontare una delle più disastrose invasioni di moneta straniera del secolo. Venezia e il territorio erano sempre più inondate da monete d'argento con la falsa stampa della Zecca nazionale, affluite in grande quantità da diversi luoghi: bisognava che entro un termine brevissimo tutti portassero le monete che possedevano in Zecca o alle casse della Terraferma, dove le avrebbero esaminate e restituite agli interessati, quelle "adulterine" tagliate a metà. Un informatore del duca di Mantova, forse con qualche esagerazione, scrive che seguirono questa sorte sette su dieci pezzi presentati. Milano aveva emesso grossetti e grossoni veneti per un valore di 80.000 ducati, con un contenuto fino così basso che il loro corso venne ridotto - per i grossetti - da soldi a 2 soldi e mezzo. A sua volta il Ducato visconteo era anch'esso inondato di monete estere. Ai due Stati si ponevano gli stessi problemi e la loro soluzione veniva complicata forse meno dalla costatazione del consiglio segreto milanese che era "da alchuno tempo in qua cressuto per tutto lo pretio dell'argento", che non dalle incertezze di politiche monetarie condotte spesso senza conoscere con precisione i princìpi che si cercavano di applicare, e dalle difficoltà di imporre la sovranità monetaria in territori di limitata estensione e dai confini relativamente recenti".

Convinto che queste sia una delle monete del 1472. Consideriamo che all'epoca sia il Malipiero che il Moro emettono pochissimi grossetti e non emettono grossoni, non resta che pensare al Foscari. 80.000 ducati per lire 6 e soldi 4 sono 2.480.000 grossetti da 4 soldi od 1.240.000 grossetti e 620.000 grossoni.

Cari amici Milano è vicina ed è molto interessata a danneggiare la Dominante.

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

ak72
4 ore fa, 417sonia dice:

sarebbe interessante sapere dove Andrea ha reperito questo nome.

I massari dell'Ag in Venezia per il Doge Francesco Foscari (1423-1457) sono:

1) Tomaso Mocenigo - 20 Aprile 1423 - Sigla: T S

2) Paolo Michiel - 24 giugno 1423 - Sigla: P O

3) Marin Caravello - 12 agosto 1423 - Sigla: (non scritta ??)

4) Zuan Boldù - 14 luglio 1429 - Sigla: Z B

5) Nicolò Venier - 14 luglio 1429 - Sigla; n V

6) Nicolò Venier - 12 Aprile 1432 - Sigla: n V

7) Zuanne Barbo - 12 Aprile 1432 - Sigla: 2ZB

8) Raffaele Barisan - 15 Aprile 1434 - Sigla: R B

...

ad esempio. Durante la stesura del lavoro mi ero imbattuto in un grosso con sigle RB per cui ho dedotto chi vi fosse dietro ...

image.png.90ab1bb5b8b44b1b2dd61607583e6f37.pngimage.png.eabae7d2be8fb23ec4e3a3dc9c277680.pngimage.png.d774c02135d86deeb48596358bf49d70.png

 

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

417sonia
Supporter
1 ora fa, fabry61 dice:

Ipotesi per ipotesi Luciano non è caduto molto lontano.

Infatti  Ducato di Milano. Per tutti:

Tucci.."I grossetti con la falsa "stampa venetiana" emessi dalla Zecca di Milano causarono perdite gravissime. Con questa monetina, infatti, si faceva incetta di ducati d'oro, depauperandone la circolazione, e si provocavano gravi sconcerti nelle vendite al minuto, in certe zone fino alla chiusura degli esercizi, per gli sconvolgimenti e gli attriti delle operazioni di cambio"

 

Il volume del Tucci ..... l'hai acquistato?

Share this post


Link to post
Share on other sites

fabry61

No perchè è la storia di Venezia 1996. Se ti interessa cerca Enciclopedia Treccani: Il Rinascimento  Monete e banche nel secolo del Ducato d'oro. Capitolo VI

Interessante. Parla di tutto il 400 ed anche dei nostri amici Foscari e Tron.

  • Like 1
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Arka

Devo approfondire il discorso dei falsi grossoni e grossetti prodotti dalla zecca di Milano. E soprattutto bisogna scoprire come distinguere i veri dai falsi milanesi. Una cosa del genere poteva tranquillamente scatenare una guerra...

Arka

Diligite iustitiam

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

mfalier

La questione è estremamente interessante. Un approfondimento sul tema si trova qui:

http://www.rmoa.unina.it/998/1/RM-Mueller-Imperialismo.pdf

E si può leggere anche sul volume dedicato alla zecca di Milano della Società Numismatica Italiana l'articolo dello stesso autore "Guerra monetaria tra Venezia e Milano nel Quattrocento".

Trattandosi di monete contraffatte in una zecca ufficiale, si dovrebbe presupporre una fattura di qualità, senza le imperfezioni tipiche delle contraffazioni "artigianali". Il duca poteva ben permettersi di affidare l'incisione dei conii a provetti orefici.

Un argomento sicuramente da approfondire, magari con nuovi elementi quando la moneta sarà arrivata!

  • Like 1
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

chievolan

Per quanto riguarda “la S”, credo anch’io di leggere DVX , con D mal fatta, V mancante dell’apice , mentre della X si nota “l’ombra” accanto alla mano del doge e si vedono anche “i buchi “ agli apici del rombo. 

  • Like 2
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

fabry61

Grazie Alessandro è sempre un piacere.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

chievolan

Quando avrai la moneta ci dirai ...

Certo che la tua è una passione invidiabile. Quello dei falsi, delle imitazioni e contraffazioni d'epoca, è un campo interessantissimo, importante, non sufficientemente studiato, che può essere affrontato solo da chi conosce bene la monetazione ufficiale e può dare grandi soddisfazioni nella ricerca e scoperta.

  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

fabry61

Ti ringrazio Alessandro. Non penso di fare nulla di straordinario. Solo che mi piace e se piace e come dici tu c'è passione si fa tutto con piacere.

Non pesano i soldi (non sempre vedasi la moglie😆) e non pesa il tempo. Semplicemente è bello e c'è sempre da imparare.

Un salutone.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

fabry61

Ecco il brano in proposito: 1470 " L' è vegnudo a notitia della Signoria, che • el duca Galeazzo de Milan ha fatto batter grosseti (moneta del valore di 4 soldi) alla nostra stampa, per 80.000 ducati; e i ha mandai a smaltir qua, e per le terre della Signoria; e che 'l medemo ha fatto Bologna, Ferrara, e Mantoa. Questi grosseti era fatti de mistura de rame e arzento; e in Consegio di X è stà tolto 'l Colegio, e vinticinque de Zonta, e preso che i grosseti no se possa spender più de do soldi e mezo l'un, e i grossoni cinque soldi. E questa deliberation ha fatto metter stalo (incaglio) a le faccende: perchè i homeni no voleva dar fuor moneda a questi prezzi, sperando che la provision no dovesse durar longamente: e otto zorni dapuò, è stà preso de bandir del tutto i grosseti e i grossoni; e che la Ceca togia i grosseti boni a 4 lire e meza l' onza, e i oresi (orefici) e banchieri non possa pagar i altri più de quatro lire, perchè i è tanto sborzai (calanti per frode), che i no val più de due soldi luno, che vuoI dar botta de 50 per cento: e se stiina che, tra la Terra e 'l stado, ghe sia danno d'un milion d'oro; che' importa più che la perdeda de Negroponte (1), dalla reputation in fuora. "

('1) Avvenuta nel 1470 per lo appunto

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

fabry61

Nello stesso periodo il Botta scrive al suo Duca parlando di Venezia:

 " Credo che la V. Ill.ma Sig.ria habia inteso como questa Sig.ria ha mandato doi ambasatori al duca de Modena videlicet messer Marcho Barbarigo et messer Bernardo Justiniano. Et la casone principale de landata loro, si è che questa Sig.ria hauto noticia come a Ferrara sè fabricato et facto grandissima quantità de monete false del conio et stampo viniti ano, et che non solum sono sparte per tuta Italia, ma che questi Ferraresi se sono ingigniati de mandarne infino in Soria in belli ligazi signati del bollo de San Marco, et vogliono fare grandissima instantia apresi al prefato duca che li dia nelli mani questi malfactori che sono per quanto ho inteso delli principali Citadini de Ferrara. Et che principaliter sono avilupati in questa cosa uno mesere Jobanni de Roma, li Sforzate et alcuni altri.... (omissis). Alla parte delle monete false facte a Ferrara, questa Ill.ma Signoria dice che hanno trovato, che tale mese nè stato portato q uà per più di trentasei migliara de ducati, et che costoro contrafacevano tute le monete loro grosse et picchole et monstrano havere questa cosa molto al core. "

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.