Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
eliodoro

Crispina sesterzio Laetitia

Risposte migliori

eliodoro
Supporter

Ciao a tutti, 

Vi posto il mio ultimo acquisto preso da Tinia Numismatica, 

Sesterzio di Crispina con, al rovescio, la Laetitia:

Riguardo la vita della sfortunata Imperatrice, rimando a questa vecchia discussione:

http://www.lamoneta.it/topic/97862-crispina/?hl=%2Bcrispina#entry1093582

Vi volevo, invece, parlare  del post mortem di Crispina...

Crispina, secondo Dione  pari a Commodo come ferocia, fu dapprima  esiliata a Capri, e, poi fatta uccidere dall'Imperatore in quanto  accusata, forse ingiustamente, tanto di  adulterio ( accusa alquanto bizzarra tenuto conto del fatto che Commodo aveva tanto una concubina, quanto un preferito), quanto di aver partecipato al tentativo di congiura ispirato da Lucilla..

Orbene, nel 1810, le truppe francesi guidate da Giocchino Murat saccheggiarono la chiesa di Santa Costanzo, a Marina Grande...

Nelle navate della chiesa, i Francesi trovarono un sarcofago romano dove riposava l'Imperatrice Crispina.

All'interno del sarcofago, infatti, fu rinvenuto  lo scheletro dell'Imperatrice avvolto in vesti d'oro e d'argento, arricchito con gioielli ed un bastone a forma di scettro con tre cerchi d'oro. 

In bocca,  infine, fu trovato  un aureo di Vespasiano, probabilmente l'obolo pagato a Caronte.

Dopo un secolo, il sarcofago di Crispina, ricomparve nel giardino dell'Hotel Grotte Bleue, luogo d'elezione di futuristi come Marinetti.

In seguito alla ripartizione dell'albergo in appartamenti, avvenuta nel 1960, il sarcofago, si trova, tuttora,  in un'area di proprietà privata.

Insomma, Imperatrice è stata  sfortunata nella vita e nella morte..

Saluti Eliodoro 

post-6393-0-99865500-1425566888_thumb.jp

Modificato da eliodoro
  • Mi piace 7

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anniovero

Che spettacolo...come una moneta possa regalare spunti ed emozioni incredibili

Modificato da Anniovero

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Afranio_Burro

Grazie @@eliodoro. Una domanda: è ricomparso il sarcofago con tutto il suo contenuto oppure i monili e le vesti sono stati "trattenuti"?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eliodoro
Supporter

Grazie @@eliodoro. Una domanda: è ricomparso il sarcofago con tutto il suo contenuto oppure i monili e le vesti sono stati "trattenuti"?

Ciao Afranio...

è  rimasto solo il sarcofago che, leggevo, è stato usato, in passato,  come fioriera...figurati se i Francesi lasciavano qualcosa...

Modificato da eliodoro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Afranio_Burro

Ciao Afranio...

è rimasto solo il sarcofago che, leggevo, è stato usato come fioriera...figurati se i Francesi lasciavano qualcosa...

Ecco, appunto... Chissà dove sono finiti il corpo ed il corredo...

Modificato da Afranio_Burro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

DE GREGE EPICURI

Peccato per le ossa...ma soprattutto per lo scettro, i gioielli ed i mantelli. D'altra parte, il 1810 non era proprio un periodo tranquillissimo; ma se il generale Murat avesse portato la refurtiva a Parigi, ora quanto meno la potremmo ammirare al Louvre. Bello il tuo sesterzio,anche considerando che quelli di Crispina sono quasi introvabili!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Druso Galerio

Nn conoscevo questa vicenda. Interessante quanto deprimente, consentitemi.. :-(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eliodoro
Supporter

@@gpittini, grazie il sesterzio che ho preso non è affatto male ;)

Riguardo il sarcofago, c'è una forte spinta da parte del mondo accademico, della società civile e della Chiesa volta al recupero del sarcofago, magari rimettendolo nelle navate della chiesa o con la creazione di un museo archeologico..

Riguardo Murat ed i Francesi, piccolo O.T., ritengo che i dieci anni "Napoleonidi" hanno portato il Regno di Napoli nella modernità con l'uscita del medioevo..

I francesi introdussero i primi codici, riformarono  la giustizia, basata sui consigli feudali, ossia i nobili decidevano essi stessi la giustizia...con le leggi del 1806,   abolirono in genere le servitù e disposero anche la divisione delle terre, con l’assegnazione per una quota agli ex feudatari e, per l'altra ai Comuni, con possibilità di suddividerle in quote da sorteggiare...tutte riforme che i Borboni, ritornati al potere, mantennero..

Diciamo che il problema dell'Europa fu, in quei primi decenni dell'800, il Congresso di Vienna con il quale i grandi  Stati ebbero la presunzione di fermare il progresso...

Modificato da eliodoro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

Salve , ottimo l'articolo postato da @@eliodoro , pero' non e' affatto sicuro che il sarcofago e il corpo in esso conservato appartenga a Crispina , la probabilita' e' inferiore alla probabilita' che appartenga invece a Lucilla , anch'essa confinata a Capri come Crispina . Considerando la grande ricchezza del corredo funebre dovuto al fatto che era la figlia prediletta di Marco Aurelio e che al contrario Crispina sia stata colpita dopo la morte dalla "damnatio memoriae" , fa

propendere che il corpo trovato dentro il sarcofago appartenga piu' a Lucilla che a Crispina . Comunque in entrambi i casi non esiste prova decisiva , tranne che la tradizione .

E' anche possibile , ma non provato , che il corpo appartenga ad altra donna sconosciuta di altissimo lignaggio in quanto e' per lo meno strano , ma possibilissimo , che sia stata trovata como obolo di Caronte una moneta di Vespasiano risalente a piu' di 110 anni prima della morte delle due donne imperiali .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cliff

pero' non e' affatto sicuro che il sarcofago e il corpo in esso conservato appartenga a Crispina , la probabilita' e' inferiore alla probabilita' che appartenga invece a Lucilla , anch'essa confinata a Capri come Crispina.

 

@@eliodoro mi spiace, ma ora ti tocca purtroppo rimediare subito con un bel sesterzio di Lucilla... ;) 

E sicuramente l'amico Tinia non potrà che esserne contento! :D

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Theodor Mommsen

Ecco il discusso sarcofago, decisamente mal tenuto.

 

post-37105-0-20193400-1425631058.jpg

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cancun175

Un aureo come obolo per Caronte? Molto più che alto lignaggio...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Theodor Mommsen

Un aureo come obolo per Caronte? Molto più che alto lignaggio...

Non è detto. Nelle tombe di V e VI secolo, per esempio, la presenza di aurei come viatico non è infrequente, pur essendo - ovviamente - un'eccezione rispetto alla consuetudine.

Per i secoli precedenti, invece, sono convinto che circolasse molto più oro di quanto siamo portati a pensare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eliodoro
Supporter

Riguardo la spoliazione, le cronache del tempo riportano che:

"Il manto e la veste nel prendere l'aria immediatamente si ridussero in polvere, che raccolta e venduta diede l'introito di circa cento lire", mentre, dai racconti di un viaggiatore del 1834, risultava che :

" i Romani vennero nell'isola e ne atterrarono tutti gli edifici; ma questo fatto, per dire il vero, non è

confermato dalla storia, la quale del pari non dice se i successori di Tiberio visitarono Capri. Certo Caligola dimorò nell'isola: ivi si fece radere per la prima volta la barba, vi vestì la toga e si formò alla scuola di suo zio. Anche Vitellio, l'imperatore crapulone, fu da giovanetto nell'isola, e più tardi, sotto il regno di Commodo, vi vennero mandati in esilio Crispino, la sua consorte e Lucilla sua sorella, secondo quanto narra Dione Cassio e come venne confermato da un bassorilievo scoperto a Capri nel secolo scorso, bassorilievo che rappresenta le due principesse nella mesta attitudine di chi domanda protezione."

Modificato da eliodoro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×