Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Vict

euro-dubbio coniazione-inflazione

Risposte migliori

Vict

Scusate la domanda un pò stupida (forse).

Ogni anno la BCE conia monete per ciascun Stato? Se si, come si fa a rispettare il fiscal compact e in particolare il punto che afferma che l'inflazione non può superare 1,5% su base annuale per ciascun Stato? Considerando anche gli euro bond che ultimamente sono stati emessi dovrebbe superarlo o mi sbaglio? Scusate un pò la mia ignoranza "economica-fiscale" sulla materia...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Viribus Unitis

La BCE non conia (monete) né stampa (banconote), essendo questi compiti demandati ai singoli Stati. La BCE emana però indirizzi vincolanti sui quantitativi di banconote da creare e vigila sui quantitativi di monete. Per queste ultime, dato che il loro ammontare non è che possa stravolgere l'economia europea, ci si basa essenzialmente sul riconio degli esemplari ritirati o stimati come perduti, valutando eventuali scorte giacenti e valutando inoltre l'eventuale rarefazione sul mercato di certi tagli che possano creare intralcio al commercio minuto.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vict

ah ok, grazie per la info. Comunque per stampare moneta intendevo dire più genericamente BCE come "banca centrale" in senso economico e non in senso materiale. Poi che materialmente stampano moneta i singoli Stati questo è irrilevante per quello che mi interessava sapere nella discussione, facevo riferimento considerando la perdita della sovranità monetaria che è demandata tutta alla BCE.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ART

Scusate la domanda un pò stupida (forse).

Ogni anno la BCE conia monete per ciascun Stato? Se si, come si fa a rispettare il fiscal compact e in particolare il punto che afferma che l'inflazione non può superare 1,5% su base annuale per ciascun Stato? Considerando anche gli euro bond che ultimamente sono stati emessi dovrebbe superarlo o mi sbaglio? Scusate un pò la mia ignoranza "economica-fiscale" sulla materia...

 

Ti stai confondendo con una delle condizioni dei parametri di Maastricht per l'ingresso di uno stato UE nell'unione monetaria (l'inflazione di un dato Stato membro non deve superare di oltre l'1,5% quello dei tre Stati membri che avranno conseguito i migliori risultati in materia di stabilità dei prezzi nell'anno che precede l'esame). Nell'eurozona non esistono dei vincoli o limiti per l'inflazione negli stati, anche perchè essendo la gestione della valuta centralizzata sarebbe impossibile farla variare singolarmente da stato a stato solo agendo sul'Euro nel complesso. L'obiettivo che la BCE ha per mandato è di tenere l'inflazione dell'area Euro più vicina possibile e inferiore al 2%.

 

Purtroppo non esitono ancora gli Eurobond, proposti negli anni '90 da Jacques Delors, la cui emissione risolverebbe un bel po' di problemi. I titoli che la BCE compra sono quelli del mercato secondario, cioè non emanati ex novo apposta per l'emissione di banconote ma già emessi e trattati prima. Questa misura non ha effetti diretti sull'inflazione ma è pensata per aumentare la liquidità (disponibilità di soldi) nel sistema economico, il che come "effetto collaterale" di solito crea anche un aumento dell'inflazione.

Modificato da ART
  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

malawi

Non so se ho ben compreso la domanda e parlo da neofita dell'argomento , provo comunque a dire il mio parere.

Parlando ad esempio esclusivamente delle banconote , la stragrande maggioranza dei biglietti stampati ogni anno serve per rimpiazzare quelli usurati ( ad esempio ho visto un video del Banco de Mexico dove viene detto che circa 80/85 % delle banconote stampate ogni anno servono per sostituire quelle ritirate dalla circolazione perchè danneggiate )

Questi biglietti "sostitutivi" quindi non fanno aumentare la massa di  denaro circolante.

Rimane comunque un 15/20% di biglietti nuovi che portano ad un aumento del denaro circolante , l'inflazione tuttavia si verificherebbe solo se , oltre a  questo aumento di liquidità , l'economia non crescesse e la produzione di beni e servizi rimanesse costante .

Se invece il volume del denaro circolante aumenta in modo proporzionale all'aumento della produzione di beni e servizi , non si verifica inflazione .

Spero di non aver detto eresie , aspettiamo commenti dei più esperti

Modificato da malawi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×