Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
vandalo85

valore suberati

Risposte migliori

vandalo85

Buonasera vengo subito al punto. Secondo voi i denari suberati attualmente valgono i denari buoni. Cioè un denario dello stesso tipo se suberato vale di meno di più o uguale?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

altegiovanni

Ma in linea di massima i suberati hanno meno mercato dei denari e argenti in genere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vandalo85

Ma in linea di massima i suberati hanno meno mercato dei denari e argenti in genere.

grazie @@altegiovanni era quello che sospettavo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

altegiovanni

Comunque sono sempre monete con un grande bagaglio di storia e i suberati di zecca sono assolutamente monete ufficiali anche se per svariati motivi non possono ritenersi come quelle che hanno i contenuti giusti di metallo nobile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tinia Numismatica

il rapporto è su 1 a 10..in Italia.

In America valgono meno degli originali ma intorno al 50/60% almeno.

Nel resto d'europa il rapporto è variabile.

L'assurdo è che sono della stessa epoca, quindi mentre il rapporto in America è spiegabile, resta inspiegabile il rapporto Italiano di 1 a 10..e anche meno..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vandalo85

il rapporto è su 1 a 10..in Italia.In America valgono meno degli originali ma intorno al 50/60% almeno.Nel resto d'europa il rapporto è variabile.L'assurdo è che sono della stessa epoca, quindi mentre il rapporto in America è spiegabile, resta inspiegabile il rapporto Italiano di 1 a 10..e anche meno..

infatti non si capisce essendo sempre monete autentiche ...forse e per la solita ricerca del bello...pero addirittura 1\10 ...infatti mi hanno incuriosito lotto di suberati aggiudicati per 2 soldi...mah

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vandalo85

Io ci sono rimasto male trattati quasi come spazzatura

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciosky68
Supporter

Poi ci sono dei casi..tipo il mio avatar..suberato e ibrido praticamente unicum...

 

R.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tinia Numismatica

Poi ci sono dei casi..tipo il mio avatar..suberato e ibrido praticamente unicum...

 

R.

Il tuo denario suberato ibrido, se fosse sottoposto a classificazione, verrebbe dichiarato essere un unicum perché creato, all'epoca, dai falsari del tempo, sbagliando l'accoppiamento dei conii e non rivestirebbe mai l'importanza che potrebbe avere un ibrido di conii ufficiali...ed è anche giusto che sia così...è come per i vari giochetti fatti in zecca sugli euro in modo proditorio...non sono errori " ufficiali" ma fatti ad arte...idem per il suberato ibrido...l'errore di un falsario non ha niente a che vedere , e non ha la stessa rilevanza, di un errore fatto in un emissione ufficiale...è più una curiosità numismatica che una variante di cui tenere conto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grigioviola

Poi ci sono dei casi..tipo il mio avatar..suberato e ibrido praticamente unicum...

R.

Non farmi mai pensare al tuo avatar che me l'hai soffiato all'ultimo :D

A parte tutto, non è un semplice falso e nel caso specifico il tuo ha un valore aggiunto indiscusso. Per l'area di circolazione, la tipologia di moneta ecc non può essere paragonato a un "comune" suberato.

Finita questa premessa, a mio avviso i suberati hanno la medesima dignità dei denari d'argento.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tinia Numismatica

Non farmi mai pensare al tuo avatar che me l'hai soffiato all'ultimo :D

A parte tutto, non è un semplice falso e nel caso specifico il tuo ha un valore aggiunto indiscusso. Per l'area di circolazione, la tipologia di moneta ecc non può essere paragonato a un "comune" suberato.

Finita questa premessa, a mio avviso i suberati hanno la medesima dignità dei denari d'argento.

Perché non può esservi paragonato? Non conosco la storia pregressa di questa specifica moneta, per cui ogni chiarimento sarà gradito, anche se pur sempre di un suberato stiamo parlando...con i pregi e i limiti che questo comporta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grigioviola

Sono al cellulare per cui non riesco ad argomentare bene.

Qui se ne era parlato per la prima volta: http://www.lamoneta.it/topic/80400-denaro-imitativo-ibrido-di-augusto/?fromsearch=1

Poi mi pare si fosse sviluppato il tema anche in altre discussioni.

È un'antica moneta molto interessante

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tinia Numismatica

a quanto ho visto son quasi tutti o tutti denari suberati, quindi la mia considerazione sul valore storico nullo , essendo emissioni irregolari, è corretta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grigioviola

In realtà sono sì suberati ma di un livello diverso rispetto i suberati delle emissioni "regolari".

Questa moneta e altre emerse nella discussione appartengono probabilmente a una sorta di emissione parallela e sussidiaria a opera delle popolazioni della dacia e in qualche misura dovevamo essere tollerate dalle presenze romane in loco. C'è una interessante serie di studi su questa monetazione,qui si trova qualcosa http://rrimitations.ancients.info/. Un qualcosa di analogo di quanto si svilupperanno qualche tempo dopo in ambito gallico con i radiati imitativi.

Modificato da grigioviola

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tinia Numismatica

In realtà sono sì suberati ma di un livello diverso rispetto i suberati delle emissioni "regolari".

Questa moneta e altre emerse nella discussione appartengono probabilmente a una sorta di emissione parallela e sussidiaria a opera delle popolazioni della dacia e in qualche misura dovevamo essere tollerate dalle presenze romane in loco. C'è una interessante serie di studi su questa monetazione,qui si trova qualcosa http://rrimitations.ancients.info/. Un qualcosa di analogo di quanto si svilupperanno qualche tempo dopo in ambito gallico con i radiati imitativi.

ho visto, ma questi non sono suberati, sono in argento, a vario titolo, ma buon argento....mi pare...per cui il parallelismo con i radiati imitativi ci sta tutto. ma nel caso dei suberati, che sono emissioni di falsari, non riesco a comprendere come li si possa considerare facenti parte del circolante ufficiale e tenerne conto nello studio di una monetazione, parallela o no. Sono monete false, quindi possono essere tranquillamente slegate dai canoni di emissione senza per questo rappresentare una variante di cui tenere conto nella repertoriazione.

E' come voler contare nel novero delle Ferrari GTO le imitazioni realizzate a partire da altri telai per imbrogliare qualcuno.

Non saranno mai vere GTO e nel registro non incideranno mai le variazioni di allestimento che potrebbero presentare rispetto alle auto vere. Sono solo imitazioni più o meno fedeli, tale e quale ai suberati ibridi o no.

E non vanno tenute in considerazione negli annali e nei registri.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grigioviola

Sulle ferrari condivido, sui suberati parzialmente: il parallelo regge per le emissioni false/fraudolente che riprendono le serie ufficiali.

In questo caso invece il suberato è probabilmente un prodotto della medesima area di emissione degli altri denari imitativi è probabilmente uscito da una officina dove si batteva sia in argento a basso titolo che, appunto, con la tecnica del suberato. Il prodotto esce dallo stesso laboratorio ma con due tecniche differenti. Un po' come gli imitativi bronzei di postumo: alcuni fusi altri coniati o gli stessi radiati di postumo alcuni suberati altri fusi e i più coniati: tutti imitativi, tutti usciti dal medesimo atelier locale e tutti con la medesima finalità che travalicava e andava oltre il semplice falso perché comunque sempre di prodotti non ufficiali stiamo parlando. Tuttavia hanno acquisito un'altra dignità di circolazione che il semplice falso non ha mai raggiunto.

Modificato da grigioviola

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tinia Numismatica

Sulle ferrari condivido, sui suberati parzialmente: il parallelo regge per le emissioni false/fraudolente che riprendono le serie ufficiali.

In questo caso invece il suberato è probabilmente un prodotto della medesima area di emissione degli altri denari imitativi è probabilmente uscito da una officina dove si batteva sia in argento a basso titolo che, appunto, con la tecnica del suberato. Il prodotto esce dallo stesso laboratorio ma con due tecniche differenti. Un po' come gli imitativi bronzei di postumo: alcuni fusi altri coniati o gli stessi radiati di postumo alcuni suberati altri fusi e i più coniati: tutti imitativi, tutti usciti dal medesimo atelier locale e tutti con la medesima finalità che travalicava e andava oltre il semplice falso perché comunque sempre di prodotti non ufficiali stiamo parlando. Tuttavia hanno acquisito un'altra dignità di circolazione che il semplice falso non ha mai raggiunto.

Facciamo una distinzione fondamentale: SE il suberato risulta emesso con gli stessi conii della parallela e coeva emissione ufficiale, allora è una cosa: si tratta di una emissione anche questa ufficiale su cui gli stessi zecchieri incaricati hanno lucrato e agito fraudolentemente sul titolo, ma appartenente alla stessa serie di emissione legittimamente emessa.

Però, almeno per quello che so e che ho visto, ancora una corrispondenza esatta tra un suberato romano e una emissione ufficiale non è stata riscontrata. Ci sono suberati molto ben fatti, molto accurati e d estremamente simili alle coeve emissioni ufficiali, ma un " die matching" non è ancora stato trovato.

Quindi non si può affermare in ogni caso, con un sufficiente grado di accuratezza, che le due monete siano state emesse dalla stessa officina statale, decentrata o no. Quando avremo il die matching, allora il discorso cambierà. La querelle sulla paternità statale o meno dei suberati va avanti da illo tempore ed è ancora aperta.

C'è chi dice che a causa della complessità tecnica, non potesse essere un prodotto di officine clandestine, c'è chi dice il contrario. Solo un die matching potrà dare la risposta definitiva, fino a che non lo si avrà, dovremo considerare i suberati come opera di falsari, più o meno vicini all'ambiente ufficiale, ma sempre slegati dalle emissioni legittime e senza l'accesso ai conii ufficiali.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

g.aulisio

Centrato il punto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grigioviola

Ma infatti. Sui suberati in linea di principio condivido. Dissento sul valore di questo specifico suberato dove è evidente la mano imitativa, così come è evidente che era destinato a circolare in un luogo periferico dell'impero... A roma chi mai l'avrebbe accettato?

Qui si va oltre il mero intento fraudolento Che è tipico del suberato tradizionale.

Poi sul valore storico del suberato in genere ritengo comunque che sia di un certo interesse in quanto testimonianza diretta di usi,costumi e vissuti della società romana... Che è poi quanto io cerco con le monete.

Detto questo concordo al 100% si è speculato e si specula a lungo sulla mano che sta dietro alla produzione del suberato. Parlare di zecca senza coppie di coni noti... Non ha alcun fondamento.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×