Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Giuseppe

Curiosità sul consumo dell'argento nelle monete

Risposte migliori

Giuseppe

Allego una parte di un vecchio libro trovato oggi in rete; pensavo che la lega argento/rame fosse stata adottata anche perchè più dura rispetto al metallo puro, o comunque a leghe ad alto titolo, e quindi più resisistente all'usura ma da quanto si può leggere nel testo sembra non sia cosi...

Incidentalmente il testo si riferisce alle successive diminuzioni nel titolo in argento nelle monete napoletane nel '700, in particolare nel 1785

post-1298-0-41953900-1429118297_thumb.jp

post-1298-0-86382800-1429118305.jpg

Modificato da Giuseppe

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

demonetis

Ciao @@Giuseppe, potresti postare il link del suddetto testo? Grazie.

Modificato da demonetis

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giuseppe

Ciao @@Giuseppe, potresti postare il link del suddetto testo? Grazie.

 

Si tratta di una lettera di Giovanni Fabbroni in commento anche ad un testo di Luigi Diodati.

Giovanni Fabbroni fu tra l'altro direttore della zecca di Firenze per alcuni anni nei primi del 1800.

Trovi notizie su entrambe i personaggi facilmente, anche in Wikipedia.

I testi sono liberamente scaricabili in rete, credo tu possa trovarli facilmente:

Lettera responsiva di un georgofilo fiorentino circa il sistema monetario napoletano. Author, Giovanni Valentino Mattia Fabbroni. Published, 1794.

Luigi Diodati - Dello stato presente della moneta nel Regno di Napoli - 1790

Secondo me sono piuttosto noiosi ma parecchie notiziole interessanti ci sono

Modificato da Giuseppe

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

demonetis

Ciao @@Giuseppe, il primo testo mi era ignoto; e per questo ti ringrazio. Mentre il secondo è assai importante per la monetazione del regno di Napoli del XVIII secolo; non a caso Luigi Diodati - oltre a essere un giurista - è stato direttore della zecca partenopea.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×