Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
ARES III

Celtica di Zemplén

Inviato (modificato)

Buon giorno agli amici della sezione.

Oggi mi rivolgo a Voi per chiedere qualche informazione su questa particolare dracma celtica di Zemplén [in ungherese] o Zemplìn [in slovacco]  (località slovacca al confine con l'Ungheria con maggioranza etnica ungherese).

Di questa monetina, le cui misure sono 1,4 cm e 2,08 g , so assai poco e mi domandavo se il rovescio fosse effettivamente una stilizzazione di un gallo.

 

Grazie a tutti.

 

ARES III

post-35490-0-29959300-1430899995_thumb.j

post-35490-0-84235800-1430900006_thumb.j

Modificato da ARES III

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E' una dracma del tipo definito Vogelpferd dal Pink, che la mette in realazione con l'insieme (piuttosto variegato, per la verità) delle tetradracme cosiddette Buckelavers (quelle, per intenderci, col dritto costituito da una semplice protuberanza circolare ed il rovescio in cui il cavallo, nei tipi più "estremi" é rappresentato da globuli -uno più grosso, un gruppo di quattro più piccoli ed un'altro piccolo isolato).

 

Il Pink attribuisce il tutto, dubitativamente, ai Cotini. L'associazione e l'attribuzione é ripresa dal Göbl nell'OTA.

 

Se ti serve qualche riferimento bibliografico più recente, o qualche immagine, posso mettermi a scartabellare, per quanto credo non ci sia moltissimo, essendo una serie abbastanza elusiva. Andrebbe forse guardato tra i lavori della Kolnikova.

 

Dimmi ciò che hai già guardato, cosi' evito di darti riferimenti che hai già. 

 

Quanto al gallo credo che in realtà si tratti di una delle ultime, lontane, metamorfosi del povero cavallo di Filippo II che, arrivato stremato in Mitteleuropa, si é trasformato in volatile...

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ritengo proprio che tu abbia ragione sul cavallo-gallo, anche se la coda assomiglia a quella di un volatile.

Comunque siamo abituati a leoni-lupo e leoni-scorpione, perché no ad un cavallo-volatile?

 

Ti sarei molto grato e riconoscente @g.aulisio se potresti inviare, quando naturalmente avrai tempo e voglia, il materiale della Kolnikova che purtroppo non possiedo.

E grazie ancora del prezioso aiuto che ci offri.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

 

Quanto al gallo credo che in realtà si tratti di una delle ultime, lontane, metamorfosi del povero cavallo di Filippo II che, arrivato stremato in Mitteleuropa, si é trasformato in volatile...

  :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?