Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
anto R

Le emissioni pre- e post- Repubblica Romana

Risposte migliori

anto R

Complice l'appena terminata lettura dell'opera del Bruni "Le monete della Repubblica Romana e dei governi provvisori" ho iniziato ad interessarmi a questa sottobranca della numismatica papale, ben lontana dal mio amato Medioevo. Credo che tra i tanti utenti amanti di Pio VI e "annessi e connessi" certamente vi sarà qualcuno che vorrà portre i suoi contributi ad una discussione che credo potrebbe diventare piuttosto interessante...

 

Ma cosa volevo intendere con "annessi e connessi"? Mi riferivo alle emissioni di quei periodi di caos generale immediatamente precedenti e successivi alla Repubblica Romana. Ovviamente gli effetti si sentirono maggiormente nelle zecche più lontane dalla capitale, dove il controllo era decisamente più blando. Si ebbe così la coniazione di monete che ad uno sguardo poco attento potrebbeo sembrare normali emissioni papali, ma che in realtà nacquero quasi al confine tra legalità e clandestinità della zecca. Alcuni conii furono incisi dall'abile mano di Giovanni Hamerani (in questo caso, un cognome una garanzia), altri da incisori sconosciuti che in alcuni casi non siglarono nemmeno le loro opere. Le varianti sono qui all'ordine del giorno, così come le ribattiture, la variazione dei pesi, della lega del metallo e di tutto ciò che possa concorrere a confondere le idee dello studioso.

L'argomento è già stato trattato sul forum, ma sempre in riferimento a casi particolari e mai creando lunghi dibattiti sul fenomeno in generale. 

 

"Ho cercato inoltre di fornire al ricercatore una corposa bibliografia, introduzioni ampie, dati tecnici, spunti archivistici e cronologici, ipotesi di lavoro e quant'altro possa essere di qualche aiuto. Sicuramente varie questioni rimangono ancora senza soluzione e alcune ipotesi attendono una definitiva conferma o smentita. Sono quindi consapevole che questo studio sarà destinato ad essere, prima o poi, criticato, superato, sostituito, perchè uno dei massimi pregi della numismatica è che non consente di mettere mai la parola fine alle ricerche, ma spero però di aver gettato una base di partenza, una fonte primaria di informazione per gli studi succesivi."

Così scrive Bruni nell'introduzione alla sua opera, magari LaMoneta potrà farlo contento...

 

Sperando di aver dato qualche spunto, buona serata

Antonio

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×