Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Signor Burms

moneta in rame???

Risposte migliori

Signor Burms

salve, ecco una moneta che mi hanno detto essere un falso...

purtroppo attualmente tale moneta l'ho smarrita...chissà dove l'avrò messa <_<

http://img142.imageshack.us/my.php?image=d...rsefalsaeq8.jpg

non posso fornirvi peso e misure e neppure l'altra faccia però ho solo questa foto. Tutt'attorno sono presenti delle limature che credo siano state fatte per rendere la moneta simile ad un'altra e non per asportare meteriale prezioso...rame.

che ne pensate? appena invio la discussione provo a cercarla.

saluti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest Danilo Maucieri

E' un grano siciliano battuto nel periodo Spagnolo, sec.XVI-XVII. Al dritto aquila con il nome del Re, al rovescio VT COMMODIVS ("per la pubblica utilità") e la data, che potrà meglio accertare lei stesso di presenza.

Generalmente è un tipo di moneta assai comune, del valore di poche decine di euro; le limature ai bordi sono usuali e dipendono dal metodo di coniazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Signor Burms

grazie mille! credo proprio sia quella :D , la moneta dopo una breve ricerca l'ho trovata e al dritto ha un'aquila come dicevi.Si legge però solo una p (ai piedi dell'aquila, a dx rispetto a noi)

http://img170.imageshack.us/my.php?image=dscn1643pw8.jpg

Mi potresti dire qualcosa a riguardo del metodo di coniazione e delle relative limature?. grazie comunque in anticipo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest Danilo Maucieri

La legenda del giro è completamente assente, è lì che avremmo letto il nome del Re. Ad ogni modo le lettere I P ai piedi dell'aquila, iniziali dello zecchiere Giovanni Del Pozzo, collocano la moneta al periodo compreso tra il 1611 e il 1638; si tratta quindi di un grano di Filippo II di Spagna, sovrano di Sicilia dal 1598 al 1621, battuto nella zecca di Messina.

Allora le monete venivano battute una ad una con il martello; le limature sarebbero da attribuire, a quanto ne sò, al fatto che i tondelli per la coniazione venivano tagliati da una grande lastra di metallo con delle speciali forbici.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Signor Burms

capito, grazie mille

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×