Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
pedro_88

Valutazione
10 cent ape..artefatto?

Inviato (modificato)

Ciao a tutti!

In un piccolo lotticino ho trovato questa "doppia moneta" molto molto molto rovinata che mi ha incuriosito, vorrei un parere.

 

Presenta sia al D/ che al R/ il dritto di un 10 cent ape, le misure di diametro sono le stesse. Ho pensato che qualcuno si fosse divertito ad incollarle insieme, infatti si vedeva una linea di sutura. Ho passato un ago lungo la sutura ed ho notato che il "legante" è un metallo chiaro.

La cosa che mi incuriosisce, è che lo spessore delle due monete unite è simile a quello di un 10 centesimi ape, anziché essere il doppio.

Dite che qualcuno ha "affettato" in due parti due monete da 10 centesimi e poi ha unito le due metà con la rappresentazione del dritto? Più che altro è un "oggetto" che è lì da una cinquantina d'anni, c'erano tecnologie così precise da affettare in due una moneta già sottile di per sè artigianalmente?

La prima foto affianca un ape classico con la moneta in questione per dare idea dello spessore.

 

Nota

Per aggiungere una nota storica, la moneta insieme ad un'altra 50ina di sue simili, fa parte delle rimanenze che un uomo residente vicino a me utilizzava in tempo di guerra per creare nuove fedi nuziali di rame da dare agli abitanti del paese che le avevano consegnate per la raccolta d'oro di Mussolini.

 

Grazie :)

post-44504-0-24692800-1443194122.png

post-44504-0-42277400-1443194130.png

Modificato da Littore

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

è chiaramente incollata, frese e tornio esistono dal 1800

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Di poche parole ma preciso!

Lo so, mio nonno era un fabbro e le vedevo fresa e tornio di una volta, senza andare al 1800. Mi sembrava solo insensato fresare via mezza moneta e incollarla (non con la colla) ad un'altra, pensavo potesse essere tipo una moneta truccata per "il lancio della monetina" :D

Non credevo di aver trovato l'unicum di turno, era per far due parole in simpatia. Oltretutto l'avevo già precisato io che sono incollate, non stavo alludendo al fatto che fosse un pezzo unico

Modificato da pedro_88

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Forse, le due "mezze monete" sono state saldate assieme, il rame si salda con "poco calore" usando decapante e stagno, tra l'altro noto il filo di saldatura che le unisce. Provo ad immaginare che durante la guerra ci fosse miseria... quest'uomo riuscendo a trovarsi un lavoro fresava la metà delle monete per ricavare il materiale necessario, da rifondere, per creare delle fedi, ma dato che in periodo di miseria non si butta via nulla, con le restanti metà faceva (mediante una saldatura) delle "nuove monete" che poi spendeva come se fosse niente...  :)

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Forse, le due "mezze monete" sono state saldate assieme, il rame si salda con "poco calore" usando decapante e stagno, tra l'altro noto il filo di saldatura che le unisce. Provo ad immaginare che durante la guerra ci fosse miseria... quest'uomo riuscendo a trovarsi un lavoro fresava la metà delle monete per ricavare il materiale necessario, da rifondere, per creare delle fedi, ma dato che in periodo di miseria non si butta via nulla, con le restanti metà faceva (mediante una saldatura) delle "nuove monete" che poi spendeva come se fosse niente...  :)

 

 

Non era piú semplice fondere una sola moneta invece che due metà?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non era piú semplice fondere una sola moneta invece che due metà?

Sicuramente  :)

Ma forse questo signore non aveva la possibilità di fondere l'intera moneta, oppure abbia constatato di spendere di meno fondendo i trucioli, immagino che i trucioli di rame fondino utilizzando meno gas (o qualsiasi tipo di combustibile) dato che sono più sottili e più piccoli rispetto all'intera moneta.

Oppure (un'altra ipotesi che mi viene in mente) non vedeva di buon occhio il Re.... quindi "sfregiava" la moneta togliendogli il dritto...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@@pedro_88 le altre sorelline hanno il rovescio da entrambe i lati?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@@maxxi non ci avevo pensato!

Le altre sono tutte logore ma integre.. Potrebbe essere stato un tentativo per vedere com'era il risultato in effetti, vai a sapere..

Grazie per l'ipotesi! Possiamo solo tirare a indovinare in effetti e l'argomento non è di chissà quale livello, ma a volte ci si incuriosisce anche per le piccole cose! :)

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per me è solo l'idea di un burlone per il lancio della moneta truccata.

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Peccato che del trucco si accorgerebbe pure un bambino di 5 anni

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

...e cosa dite di questa?

 

Nomisma 53 - lotto 2217 - 5 centesimi 1919 progetto, da una parte di rame e dall'altra di ferro-nichel....come è possibile?..

 

La descrizione dice che manca in tutti i cataloghi, e non fa menzione di "incollature"; ipotizza un progetto intermedio.....

ma potrebbe essere un'incollatura fatta per testare la resistenza dei due materiali?....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

...e cosa dite di questa?

 

Nomisma 53 - lotto 2217 - 5 centesimi 1919 progetto, da una parte di rame e dall'altra di ferro-nichel....come è possibile?..

 

La descrizione dice che manca in tutti i cataloghi, e non fa menzione di "incollature"; ipotizza un progetto intermedio.....

ma potrebbe essere un'incollatura fatta per testare la resistenza dei due materiali?....

Non parla di rame, dice che potrebbe essere una prova intermedia tra la prova ferro-nikel e la prova di bronzo. catalogano la moneta con FE-NI

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

sì, ma sta di fatto che da una parte è rossa e dall'altra è "argentea".....Sembrerebbero due parti "giustapposte".

Cosa vuol dire "intermedia"? Un esperimento con entrambi i materiali, per vedere quale dei due si sarebbe usurato di più, e in quanto tempo?.....

Modificato da Georg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?