Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
MAP

Zecche del Sannio. Quali sono?

Risposte migliori

MAP

Buonasera a tutti,

volevo sapere quali sono le zecche che appartennero al Samnium, indipendentemente dalla collocazione odierna.


http://www.lamoneta.it/topic/37079-elenco-delle-zecche-della-magna-grecia/page-3


Ho letto qui, ma c'è un po' di confusione con zecche ripetute per più zone.

Qualcuno può fare un elenco e se vuole anche dare un'indicazione del periodo in cui emisero moneta.

Grazie. Ciao a tutti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

E' un pò difficile combinare esattamente gli aspetti storici con quelli geografici, considerando che i popoli sannitici si erano praticamente annessi parti del Lazio e della Campania per un certo periodo che vide anche la produzione di monete.

 

Un punto di partenza potrebbe essere la sistemazione delle zecche come riportata sulla prima pagina dei contenuti di Historia Numorum del Rutter (p. 58-61):

 

post-7204-0-21050600-1443894673_thumb.jp

 

Qualcuno ha osservazioni in merito?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

MAP

Ciao @@acraf e tutti

 

Purtroppo la tabella del Rutter è molto diversa dalle ultime indicazioni archeologiche, alcune discusse pure qui sul forum.

Per esempio Alifae e Phistelia dovrebbero essere sannite. Akudunniad anche.

Mentre Aquinum, Caiatia, Cales, Compulteria, Suessa Aurunca e Teanum Sidicinum(quest'ultima lo so con certezza) non appartennero al Sannio.

 

Finora sono riusciuta ad identificare come sannitiche: Akudunniad, Aesernia, Beneventum, Meles, Peripoloi Pitanai, Saunitai, Telesia, Alifae, Phistelia e forse Fenserni. Non so se Bovianum abbia avuto zecca come indicato da Stelluti.

 

sono ben 11 zecche e la cosa mi lascia molto perplessa perché contrasterebbe un'idea sedimentata che il Sannio non abbia battuto moneta e che i Sanniti fossero un popolo con economia elementare. si ribalterebbe la situazione.

 

comunque cosa ne pensate? all'elenco che ho postato aggiungereste o cancellereste qualche zecca?

Modificato da MAP

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

TARAS

Premetto che non ho elementi sufficienti di conoscenza sulle varie popolazioni italiche nelle loro differenze etniche e culturali, quindi non sono in grado di dare suggerimenti a MAP, che ne sa sicuramente più di me. Come appassionato di numismatica personalmente a volte faccio difficoltà a delimitare chiaramente l'area le cui zecche definirei "sannite". Dobbiamo definire una zecca Sannita quando la polis emittente ebbe origini etniche legate in maniera specifica ai Sanniti? Oppure le città comprese nell'area che diventerà la regione romana del Samnium (regio IV)? In questo caso lo spettro si allargherebbe. Se poi considero le affinità tra le monete emesse nel terzo secolo, a me verrebbe quasi da definire addirittura Teate una "zecca del Sannio".

 

Saluti :)

Nico

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

MAP

ciao nico,

 

io credo che debba essere seguito il criterio proposto da Stazio(ma forse ricordo male), in un articolo.

E cioè sono sannite quelle zecche che quando emisero moneta appartenevano ai Sanniti o che erano situate nel Sannio storico. quello indicato da Salmon per intenderci. quindi sicuramente non è da considerare la divisione augustea di I secolo d.C., età troppo avanzata.

 

Teate per esempio, era città dauna, perché sita nel territorio che storicamente era di etnia dauna, ma per una emissione riporta i caratteri osci perché in quel momento era sotto l'influenza sannita.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Dipende da quale criterio si vuole adottare.

Se si sceglie un criterio esclusivamente geografico, con una regione che grosso modo corrisponde agli attuali Abruzzo e Molise, e abitate solo da genti sannitiche fino alla conquista romana è un conto, mentre se si sceglie il criterio che definirei più storico, con città che caddero per un certo periodo sotto una diretta influenza sannitica, fino ad emettere monete in caratteri osci, è un altro conto.

Sicuramente il criterio geografico è molto più limitativo e sono relativamente pochi i centri che possono appartenervi, ma esso non tiene conto della dinamica dell'influenza sannitica, anche su centri di diversa origine.

Personalmente non credo affatto a Sanniti come un popolo per certi versi primitivo e tetragono alla circolazione monetaria.

Mi sembra che esistano diversi studi della Cantilena che dimostrano una certa vivacità dell'economia monetaria anche nelle zone più interne del Sannio.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

MAP

Personalmente non credo affatto a Sanniti come un popolo per certi versi primitivo e tetragono alla circolazione monetaria.

Mi sembra che esistano diversi studi della Cantilena che dimostrano una certa vivacità dell'economia monetaria anche nelle zone più interne del Sannio.

Concordo pienamente. l'idea che il Sannio fosse una zona primitiva ad economia elementare e numismaticamente assente è dura a morire ma sbagliata. è confermata una certa vivacità sia archeologicamente sia epigraficamente.

@@acraf alle zecche che ho scritto sopra toglieresti qualcuna o aggiungeresti qualcuna seguendo il criterio che reputi più opportuno?

 

Le riporto:

Akudunniad, Aesernia, Beneventum, Meles, Peripoloi Pitanai, Saunitai, Telesia, Alifae, Phistelia e forse Fenserni. Non so se Bovianum abbia avuto zecca come indicato da Stelluti.

 

Ciao. Se qualcun altro vuole esprimere la sua opinione è ben accetta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

La lista sembra molto corretta. Ho solo qualche dubbio per Fenserni, in quanto di ignota ubicazione, ma più probabilmente in Campania e forse non lontano dal Vesuvio.....

Non c'è certezza che Bovianum sia stata sede di una zecca (a parte forse durante la Guerra Sociale).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×