Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
uzifox

Brutta rapina a Milano post Cordusio

Risposte migliori

g.aulisio

Basta, con le solite storielle che abbiamo seminato criminalità in tutto il mondo, dobbiamo sdebitarci e subire queste ingiustizie?

 

Il fatto che l'Italia dal punto di vista della criminalità non abbia, storicamente, nulla da imparare da altre nazioni credo sia un dato, non una storiella.

 

Se poi lei pensa che l'atto criminale di cui alla discussione sia stato necessariamante compiuto da stranieri, beh, le faccio i miei complimenti per l'acume investigativo, e le consiglio di proporsi come consulente alle Forze dell'Ordine ed alla Magistratura.

 

Concordo con lei che le ingiustizie, e questi atti criminali lo sono, non debbano essere subite. Solo credo che il cittadino, piuttosto che tramutarsi in improbabile pistolero, dovrebbe ESIGERE il rispetto dei propri diritti, e tra questi la certezza della pena di chi viola le leggi e la propria protezione, così come avviene in altre nazioni.

 

Ovvio che se assieme ai diritti vanno i doveri.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

maxxi

.....Se poi lei pensa che l'atto criminale di cui alla discussione sia stato necessariamante compiuto da stranieri, beh, le faccio i miei complimenti per l'acume investigativo, e le consiglio di proporsi come consulente alle Forze dell'Ordine ed alla Magistratura.....

 

I complimenti li faccio io a lei @g.aulisio ! Probabilmente farebbe una carriera migliore della mia...Come fa sostenere che mi riferivo a degli stranieri???

 

...Solo credo che il cittadino, piuttosto che tramutarsi in improbabile pistolero, dovrebbe ESIGERE il rispetto dei propri diritti, e tra questi la certezza della pena di chi viola le leggi e la propria protezione, così come avviene in altre nazioni....

 

Per risponderle in quello che credo io si entrerebbe a piedi pari in un discorso politico... evito perché proibito sul forum  ;) 

Modificato da maxxi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

g.aulisio

I complimenti li faccio io a lei @g.aulisio ! Probabilmente farebbe una carriera migliore della mia...Come fa sostenere che mi riferivo a degli stranieri???

 

Basta, con le solite storielle che abbiamo seminato criminalità in tutto il mondo, dobbiamo sdebitarci e subire queste ingiustizie?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

corallino

Quanto si leggono certi interventi non ha piu' senso nulla......nulla, ho non escono mai di casa, oppure sono ciechi. Non ho voglia di argomentare, ma la rabbia dentro e' tanta, perche' io ho visto come e' cambiata l'Italia..... purtroppo. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Anche per fare il punto su quanto e' successo realmente e per capire di cosa stiamo parlando da tempo, recapitolo : due venditori padre e figlio, quindi non collezionisti, del Cordusio alla fine mattina alle 12 ripongono le loro monete in quattro borse e le mettono nel baule della loro auto , evidentemente erano stati curati e scelti come prede, li seguono in moto e quanto arrivano a casa loro e loro aprono il baule per scaricare le valigie cercano di portargli via le borse, i due reagiscono con le mani, gli altri sparano due colpi , uno colpisce di striscio il padre, un altro finisce rompendo un vetro in un appartamento, portano via solo una borsa e fuggono.

Quindi armi solo da parte degli aggressori, un tentativo di reazione fisica da parte dei due venditori senza successo, così stanno le cose, cose che purtroppo succedono anche uscendo da convegni, non così gravi mi sembra, o che capitano in tanti ambiti lavorativi e sociali, qui ed è' l'aspetto che ci fa scrivere , il furto era di monete, il frutto del lavoro di questi due uomini....e noi siamo su un forum di numismatica....

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ART

Qualche breve considerazione.

 

In questo caso ai due è andata bene, ma teniamo anche presente che un morto poteva scapparci lo stesso se qualcuno si fosse trovato sulla traiettoria della pallottola che ha mancato il malcapitato.

 

Come qualcuno ha già fatto sconsiglierei vivamente d'improvvisarsi "pistoleri", non solo perchè come già detto si rischia di finire nei guai con la legge in caso di eccesso di legittima difesa, giusto o assurdo che si consideri questo concetto, ma anche e soprattutto perchè chi non è portato all'uso di armi da fuoco e non ne ha dimestichezza rischia di fare più danni a sè stesso che ai criminali. Per un novellino impugnare un'arma carica genera uno stato di tensione che s'impara a dominare col tempo e con l'addestramento, il quale può portare facilmente ad errori e disgrazie.

 

Lasciando perdere i discorsi sulla criminalità in Italia, non bisognerebbe dimenticare che un posto come il Cordusio o qualunque altro suo equivalente sarà sempre a rischio furti o rapine. Se si espone lì a mio avviso l'unico modo per evitare questi problemi è organizzare un minimo di sorveglianza, che sia vigilanza comunale o privata, e una piccola scorta per quando si fa il tragitto per tornare a casa. Sarà difficile e/o costoso ma secondo me è l'unica alternativa realistica.

Modificato da ART
  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

viganò

I giuristi che al loro tempo scrissero il Codice Penale sapevano quel che facevano e produssero norme opportune e congrue per permettere alle Autorità di prevenire e/o di reprimere la commissione di molti reati.

I successivi interventi normativi (abrogativi, modificativi ecc.) e, soprattutto, l'interpretazione giurisprudenziale di parecchie norme hanno in qualche modo limitato l'efficacia di queste ultime. Da qui il dibattito (più vecchio di me) sulla certezza della pena, sulla proporzionalità della legittima difesa ecc. ecc.

Secondo me questo è il tema da affrontare per dare una risposta seria agli interrogativi e alla rabbia che il caso di domenica hanno suscitato in molti di noi. Ronde e pistole lasciamole ai cialtroni che occupano le pagine dei giornali....

Modificato da viganò
  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Forse si è sottovalutato un aspetto di questo caso, mi piace studiare l'animo umano e i comportamenti, certo se capitava a me e lo consiglierei a tutti in un caso del genere avrei detto prendete...come prendete il portafoglio....l'orologio...però l'animo umano non è una macchina, non è un computer, è soggetto a reazioni impreviste e non prevedibili, questi uomini non avevano pistole, facevano il loro lavoro, nel momento in cui ti senti all'improvviso minacciato sulla tua persona, sui tuoi valori, io sarei stato fermo, ma l'istinto a volte tenta a portare a difendere te stesso e i tuoi beni, pensiamo agli animali che se sono attaccati reagiscono fisicamente....

La cosa secondo me più deprecabile di tutto ciò è lo scarso valore che viene dato oggi alla vita umana, l'attaccare all'improvviso un uomo anziano, direi anche vecchio di 79 anni, questo è grave ancor di più, perché qualunque psicologo o neurologo vi dirà che un uomo di quell'età non ha il più controllo totale delle sue reazioni emotive e psichiche, questa è la vita ....e quindi vai a colpire un soggetto debole, molto vulnerabile e che di solito tra l'altro non ha più i freni inibitori e questo è grave, grave... se poi andiamo a toccare i nostri vecchi...io la penso così...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cinna74

Non mi pare che nelle nazioni in cui è lecito e più o meno facile procurarsi delle armi per la difesa personale si sia risolto il problema della criminalità. .... anzi...

Viviamo in una democrazia e l'unico modo che abbiamo per esprimere dissenso è attraverso il voto o con l'impegno politico da portare avanti in prima persona.

Purtroppo (o per fortuna) tutti gli altri discorsi su cosa sia giusto o sbagliato rimarranno puro esercizio dialettico. Della discussione restano utili solo i consigli su come limitare i rischi e magari su come organizzare una vigilanza privata in occasione di manifestazioni che potrebbero attrarre malviventi.

Buona giornata

E.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Exergus

Non si tratta di improvvisarsi "pistoleri", e i cialtroni che occupano le pagine dei giornali, sono malviventi che si procurano le armi al mercato nero, alquanto fiorente da quel che si può vedere.

 

Un cittadino onesto ed incensurato che supera un rigoroso esame tecnico, pratico e giuridico, che ha sempre dimostrato comportamento equilibrato ed irreprensibile e che non fa parte di associazioni o frange estremiste deve avere la possibilità di circolare armato, per la sua sicurezza e quella del prossimo.

Ricordo inoltre che dagli anni '50 TUTTE le sparatorie di massa negli USA hanno avuto luogo in una "Gun-Free Zone" dove pazzi scatenati e terroristi sono certi di non trovare alcuna resistenza, se volete controllare: Virginia Tech, Arkansas Sate University, Northern Illinois University, Louisiana Tech, University of Memphis, Delaware State University (due volte), South Mountain Comunity College, University of Iowa, San Diego Sate University, Appalachian School of Law, University of Arizona, Shepherd University, Bard College, Case Western Reserve University, Penn State University, Farleigh Dickinson University, University at Central Arkansas, University if Alabama at Huntsville.
E pochi giorni fa UMPQUA Community College.

 

Quando al cittadino viene negata la possibilità di difendersi, la democrazia è finita.
 

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

corallino

cinna74@ ha scritto:

Viviamo in una democrazia e l'unico modo che abbiamo per esprimere dissenso è attraverso il voto o con l'impegno politico da portare avanti in prima persona.

 

 

Mi sono fatto la piu' grande risata negli ultimi 30 anni

 

Corallino

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

corallino

Non si tratta di improvvisarsi "pistoleri", e i cialtroni che occupano le pagine dei giornali, sono malviventi che si procurano le armi al mercato nero, alquanto fiorente da quel che si può vedere.

 

Un cittadino onesto ed incensurato che supera un rigoroso esame tecnico, pratico e giuridico, che ha sempre dimostrato comportamento equilibrato ed irreprensibile e che non fa parte di associazioni o frange estremiste deve avere la possibilità di circolare armato, per la sua sicurezza e quella del prossimo.

Ricordo inoltre che dagli anni '50 TUTTE le sparatorie di massa negli USA hanno avuto luogo in una "Gun-Free Zone" dove pazzi scatenati e terroristi sono certi di non trovare alcuna resistenza, se volete controllare: Virginia Tech, Arkansas Sate University, Northern Illinois University, Louisiana Tech, University of Memphis, Delaware State University (due volte), South Mountain Comunity College, University of Iowa, San Diego Sate University, Appalachian School of Law, University of Arizona, Shepherd University, Bard College, Case Western Reserve University, Penn State University, Farleigh Dickinson University, University at Central Arkansas, University if Alabama at Huntsville.

E pochi giorni fa UMPQUA Community College.

 

Quando al cittadino viene negata la possibilità di difendersi, la democrazia è finita.

 

Parole sante.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Exergus

Viviamo in una democrazia e l'unico modo che abbiamo per esprimere dissenso è attraverso il voto o con l'impegno politico da portare avanti in prima persona.

 

L'importante è crederci ;)

Modificato da Exergus
  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cinna74

Si può ridere quanto si vuole ma è così. Per quanto difficile o utopico non ci sono altre vie. La litania delle lamentele non credo dia risultati migliori. A meno che non vi organizziate e tentiate una rivoluzione.

  • Mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Conosco abbastanza il Cordusio ormai come frequentatore, giustamente sono stati dati buoni consigli, prudenza, attenzione, guardarsi bene in giro, poi il controllo dei vigili urbani comunali, questo direi che c'è, girano, non fosse altro per controllare i permessi e la frequenza degli Associati, una vigilanza privata.... certo l'Associazione se ritenesse potrebbe anche decidere di pagare un paio di guardie che girano....tutte cose buone e utili, ma il problema, almeno in questo caso non si sarebbe risolto e non si risolverebbe, il fatto è successo non al Cordusio dove con tutta la gente che c'è difficilmente avrebbero osato, ma fuori di questo contesto sotto casa degli stessi.

Giustamente si dice controlliamo anche il tragitto...bene...di solito al Cordusio sono persone singole i venditori, in questo caso erano in due, quindi erano già un passo oltre gli altri, uno faceva, l'altro controllava....si dice andate in tre o quattro, portatevi dietro un vigilantes privato, ma fossero stati lì anche tutti questi con due con le pistole puntate, mi sembra anche tipi decisi da quel che abbiamo visto, cosa avrebbero fatto o cosa avrebbero potuto fare ? Nulla....davanti a due pistole anche in cinque o sei ti fermi...e quindi vediamo che arriviamo al punto che ogni misura può non essere sufficiente o utile...l'unica domanda che si porranno legittimamente questi uomini o altri sarà....ma vale la pena fare tutto questo ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter

Stavolta intervengo come moderatore.

 

Questa discussione, nata per commentare un grave fatto di cronaca che ci tocca da vicino, in quanto numismatici, ha visto poi alcuni interventi che poco o nulla hanno a che vedere con il fatto in se, spaziando dalla situazione della giustizia in Italia, a cosa dovrebbe fare il cittadino per difendersi.

 

Lo staff ha ricevuto alcune segnalazioni al riguardo, non è mia intenzione prendere provvedimenti quali l'oscuramento di messaggi o la chiusura della discussione, però invito tutti a rimanere, come si dice in gergo giornalistico, "sul pezzo".

 

Grazie per la collaborazione.

 

petronius.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

viganò

@@Exergus

I malviventi sono tali e basta.

I cialtroni che occupano le pagine dei giornali sono invece quelli che parlano molto ma non propongono mai soluzioni credibili e fattibili.

 

Secondo lei se i due malcapitati della via Martinetti avessero avuto la rivoltella sarebbe servito a qualcosa? Forse si, forse no, forse avremmo qualche "cittadino onesto" all'obitorio perché voglio vedere Lei a 79 anni a fare John Wayne contro gente di quella risma....

 

Ove mai venissero individuati i malviventi, invece, sarebbe più serio e interessante verificare eventuali precedenti onde accertare i motivi per cui questi erano liberi in strada invece che a San Vittore a "meditare"...

 

Un saluto.

  • Mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

david7

Questa discussione, nata per commentare un grave fatto di cronaca che ci tocca da vicino, in quanto numismatici, ha visto poi alcuni interventi che poco o nulla hanno a che vedere con il fatto in se, spaziando dalla situazione della giustizia in Italia, a cosa dovrebbe fare il cittadino per difendersi.

 

petronius.

 

 

C'è poco da commentare su questo fatto se non quello di essere tremendamente dispiaciuto.

 

Per il resto ognuno prenda le prevenzioni e contromisure che vuole. L'andazzo è questo.. purtroppo..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Monetaio

Mi raccomando, come suggeritovi, quando e se (speriamo mai) rapinano/aggrediscono voi o la vostra famiglia, siate civili e possibilmente ben educati! (<- non é ironico ma letterale)
Magari provate a gridare con tutte le vostre forze "ESIGO IL RISPETTO DEI MIEI DIRITTI", hai visto mai che funzioni...

Modificato da Monetaio
  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

david7

Mi raccomando, come suggeritovi, quando e se (speriamo mai) rapinano/aggrediscono voi o la vostra famiglia, siate civili e possibilmente ben educati! (<- non é ironico ma letterale)

Magari provate a gridare con tutte le vostre forze "ESIGO IL RISPETTO DEI MIEI DIRITTI", hai visto mai che funzioni...

 

@@Monetaio diciamolo pure allora: lo stato non esiste. e quando non c'è ognuno per sè.. non è però la miglior condizione di vita..

 

Al momento attuale tu non puoi avere un'arma (che sia giusto o no non ne voglio discutere e andremmo off topic) e per me la cosa migliore (a meno che non sia un campione di MMA :pleasantry: ) è "farsi rapinare" , la vita è più importante.

 

Non so poi come funziona e che prezzo abbia, ma esistono le assicurazioni..

Modificato da david7

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Monetaio

@@Monetaio diciamolo pure allora: lo stato non esiste. e quando non c'è ognuno per sè.. non è però la miglior condizione di vita..

 

Al momento attuale tu non puoi avere un'arma (che sia giusto o no non ne voglio discutere e andremmo off topic) e per me la cosa migliore (a meno che non sia un campione di MMA :pleasantry: ) è "farsi rapinare" , la vita è più importante.

 

Non so poi come funziona e che prezzo abbia, ma esistono le assicurazioni..

 

Io invece so come funziona e quindi ti dico che sono molto duttile: m'adeguo alla realtà aspettando le tue "migliori condizioni di vita". ;)

Modificato da Monetaio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

corallino

Quello che mi rode, e che la piccola minoranza di questo sito non accetta le opinioni della maggioranza, e di conseguenza arrivano le consuete minacce di chiusura moderazioni di toni etc etc.

Beh siamo in democrazia, bella roba.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

incuso
Supporter

Quello che mi rode, e che la piccola minoranza di questo sito non accetta le opinioni della maggioranza, e di conseguenza arrivano le consuete minacce di chiusura moderazioni di toni etc etc.

Beh siamo in democrazia, bella roba.

 

Democrazia (ma poi da quando il forum è una democrazia?) non significa "diritto di fare quel che si vuole a qualunque costo".  C'è un regolamento e ci si attiene ad esso (in assenza di buon senso).

 

Toni accesi sul forum sono vietati. Così come è vietato parlare di politica perché tanto noi italiani non ne in genere siamo capaci e quindi si ricade nel caso precedente.

 

Che questa discussione sia a rischio mi sembra evidente. Un invito a moderare i toni mi sembra DOVEROSO.  Che non significa stare zitti ma evitare di litigare.

 

Grazie.

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

corallino

Non ce' bisogno di cercare tanto per vedere come funziona la giustizia in Italia, notizia fresca fresca, leggetela bene, in particolare i buonisti, ma si perdoniamolo di nuovo e lasciamolo domani ancora in liberta'.

 

 

http://www.milanotoday.it/cronaca/rapina-accoltellato-via-san-rocco.html

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

david7

Io invece so come funziona e quindi ti dico che sono molto duttile: m'adeguo alla realtà aspettando le tue "migliori condizioni di vita". ;)

 

@@Monetaio il problema è che adeguarsi alla realtà ci rimetti.. anche a me piacerebbe potermi difendere quando un ladro mi entra in casa. Ma non posso, lo stato non te lo permette e se faccio di testa mia in carcere vado io.. ne vale la pena? Lo ammetto la mia è rassegnazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ospite
Questa discussione è chiusa.
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×