Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Caio153

Titoli regali

Risposte migliori

Caio153

Ciao,

sfogliando i miei libri mi sono imbattuto in un argomento che ha destato il mio interesse. I testi "incriminati" sono due: le Attribuzioni del Newell e il manuale del Price.

post-43481-0-14857200-1446024484.jpg

post-43481-0-73476400-1446024492_thumb.j

Vediamo due posizioni un pò diverse: pur partendo entrambi dal sottolineare l'ellenica avversità contro ogni forma di dittatura orientaleggiante, Newell sostiene che il titolo di ΒΑΣΙΛΕΥΣ sulle monete venne attribuito dai veri eredi di Alessandro (i vari generali/Diadochi) agli eredi fantoccio Filippo III e Alessandro IV e che quindi tali monete non si sarebbero riferite al più "democratico" Alessandro III.

Price invece dimostra la diffusione del titolo regio a macchia d'olio a partire dalla zecca di Babilonia già nel 325-324 e pian piano il suo arrivo in Macedonia, ma già, forse, durante il suo regno (dico forse perchè l'esatto inizio della produzione dei bronzi con scudo non è del tutto certo). Mostra dunque come Alessandro III, scientemente, verso la fine della sua vita abbia voluto attribuirsi il titolo regale anche sulle monete, uno dei mezzi più importanti, se non il più importante e diffuso, della propaganda dell'epoca. Si tratta solo dell'influsso d'Oriente? Tale scelta dovette essere certamente non casuale a mio parere e attuata per indicare un mutamento nella concezione della regalità.

Dunque la teoria del Newell è tutta una bufala o c'è del vero? Perchè si assiste ad uno sdoppiamento degli Alessandri e dei Filippi? Mi sembra poi di capire che dopo la scomparsa di Filippo III e la diffusione della notizia della morte di Alessandro IV nel 306-305 (era stato eliminato 3 anni prima da Cassandro) la presenza del titolo regio su questi due tipi di monete scemi decisamente, se non addirittura scompaia del tutto in molte aree.

Consideriamo poi che il titolo regio, pur non essendo più presente o quasi su Alessandri e Filippi post 305, tuttavia risulterà sempre attestato sulle monete dei sovrani dei vari regni ellenistici, in primis la Macedonia stessa.

Che ne pensate?

Davide




			
		

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Caio153

Forse che l'ipotesi del Newell non sia del tutto balorda, ma vada riconsiderata sotto un'altra luce?
Non è che i Successori vollero sbarazzarsi di quell'"errorino commesso da Alessandro"?
Spiego meglio la mia ipotesi: Concordo col Newell, ma è indiscutibile che Alessandro III stesso in un momento di babilonese follia abbia deciso di porre il titolo regale sulle proprie monete. Forse poi i Diadochi mantenendo per Alessandro III solo il semplice nome a differenza di ciò che fecero per il IV e Filippo III vollero rimediare all'errore poiché volevano porsi come i suoi veri eredi? Un conto infatti è essere erede di un qualsiasi Re Alessandro/Filippo, un conto è Di Alessandro e Di Filippo, quasi a dar loro oltre che un senso di maggiore Greca Democraticità, anche un tocco di divina presenza.
(questa chiave di lettura mi e' venuta in mente solo dopo).

E da grande appassionato di romanzi storici ci aggiungo la mia versione romanzata di questa teoria ipotetica:

Autunno del 323 a.C..

Si diffonde la notizia della nascita di un figlio maschio di Alessandro e Rossane. Si chiamerà anche lui Alessandro.

Anche un pensiero numismatico attraversa la mente di tutti i generali che si sono ritagliati una fetta dell'impero.

"Ottimo, che fortuna! Un maschio!", pensano sfregandosi le mani,"adesso possiamo buttare un pò di m****, che Alessandro (III) si era buttato addosso da solo, su qualcun altro. Noi siamo i suoi veri successori, noi che abbiamo sputato sangue per lui... non quel deficiente di Arrideo (Filippo III), non un neonato. Ci vogliono stabilità e uomini forti per realizzarla... come noi, ad esempio. Ma i legami di sangue non possono essere ignorati. Lasciamo passare un pò d'acqua sotto i ponti, che la gente si abitui a noi: tanto che vuoi che facciano quei due? Se mai decidessimo, non avremmo problemi con loro... Ma non affrettiamo le cose. Rimettiamoci a coniare monete col solo nome di Alessandro e riprendiamo quelle col solo Filippo. Agli altri due affibbiamo un bel titolo dispotico... ciò non farà altro che gettare discredito e disapprovazione verso di loro. Tra qualche anno nessuno si ricorderà più che anche il nostro Alessandro aveva usato lo stesso titolo... lui e suo padre saranno solo Alessandro e Filippo, due eroi, due dei... i nostri numi tutelari..."

Modificato da Caio153

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×