Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
apollonia

Una moneta veramente falsa di Lisimaco

Risposte migliori

apollonia
Supporter

Ciao Matteo.

 

La moneta risulta venduta alla CNG 64 del 24 settembre 2003, lotto 154, stima $2000, realizzo $1850.

 

Poi dev’essere stata schedata su forgerynetwork, ma il fatto è che la stessa moneta si trova ora nel The Coin Shop della CNG dove risulta venduta per $2200.

 

https://www.cngcoins.com/Coin.aspx?CoinID=17337

 

 

apollonia

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Matteo91

Vista ora...effettivamente é assurdo risulti nello shop..non è che si tratta sempre della stessa moneta? Venduta in asta, tornata indietro, venduta nello shop e infine bocciata definitivamente su Forgerynetwork?

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Caio153

Vista ora...effettivamente é assurdo risulti nello shop..non è che si tratta sempre della stessa moneta? Venduta in asta, tornata indietro, venduta nello shop e infine bocciata definitivamente su Forgerynetwork?

Io direi scandaloso...

 

Il nome della casa d’aste che con un’e-mail mi ha invitato a partecipare all’asta imminente mi ha ricordato qualcosa che ho riconosciuto andando sul suo sito.

E guarda qui che bella sorpresa!

http://coins.ha.com/...humbnail-071515

 

Credo proprio che proverò ad acquistarla :rofl:

Modificato da Caio153

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

Non ci sono dubbi sullo statere di Lisimaco Thompson 241. Ho ricontrollato tutto e c’è un unico esemplare che ha fatto questo giro:

 

1.Messo in asta dalla CNG nel settembre 2003 https://www.cngcoins.com/Coin.aspx?CoinID=39781

2.Riconosciuto come falso e pubblicato in forgerynetwork http://forgerynetwork.com/asset.aspx?id=sZwqSoqf3yw=

3.Ritornato alla CNG che l’ha messo in vendita nel suo negozio online trovando l’acquirente https://www.cngcoins.com/Coin.aspx?CoinID=17337

 

Quindi la foto è una sola:

 

Diritto

post-703-0-63654600-1449227559.jpg

 

Rovescio

post-703-0-29376800-1449227581.jpg

 

E questa è la ‘sentenza’ di condanna

post-703-0-82524500-1449227591_thumb.jpg

 

 

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

La cosa che non riesco a capire è come questa moneta abbia potuto entrare in asta e vedo di spiegarne i motivi.

Lo statere non è molto raro e alcuni esemplari sono facilmente accessibili dalla rete, come quello in wildwinds (a sinistra in verticale) che ho accostato al falso diritto con diritto e rovescio con rovescio.

 

post-703-0-51523100-1449269717_thumb.jpg

 

post-703-0-31763000-1449269734_thumb.jpg

 

Una delle prime cose che insegnano al collezionista neofita a fronte di una moneta che non ha mai visto per considerarne l’acquisto è il confronto con una autentica. In rete si trovano parecchie monete con il diritto di quella a sinistra, con piccole differenze nella raffigurazione di Alessandro deificato con il corno di Ammone a seconda della zecca (Pella, Lampsaco, Pergamo, Magnesia al Meandro) ma in bello stile, conforme ai canoni classici dell’Ellenismo. Analogo discorso per il rovescio, in quanto una Minerva come quella della moneta di destra si trova solo nelle imitazioni barbariche.

 

Faccio notare che tra le monete in rete pur stilisticamente ‘giuste’ si trovano dei falsi che sono difficili da individuare, e quindi anche nel caso di una moneta piacevole dal punto di vista estetico è opportuno sentire il parere di esperti di quella monetazione per un giudizio attendibile sull’autenticità.

 

Ma in casi di un’evidenza così lampante, non mi sembra proprio il caso di fare un consulto. E’ come se di fronte a foto come queste uno ritenga sia il caso di chiedere a un chirurgo estetico se le labbra o le tette di queste signorine sono naturali.

 

post-703-0-36103900-1449269765.jpg

 

post-703-0-01337300-1449269984.jpg

 

Comunque non è tutto: ho altro da aggiungere, non su queste signorine che – tengo a precisare – non sono il mio tipo, ma sullo statere di Lisimaco Thompson 241 ‘condemned’.

 

(segue)

 

apollonia

 

 

  • Mi piace 1
  • Haha 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Caio153

La cosa che non riesco a capire è come questa moneta abbia potuto entrare in asta e vedo di spiegarne i motivi.

Lo statere non è molto raro e alcuni esemplari sono facilmente accessibili dalla rete, come quello in wildwinds (a sinistra in verticale) che ho accostato al falso diritto con diritto e rovescio con rovescio.

 

attachicon.gifDiritti a confronto.jpg

 

attachicon.gifRovesci a confronto.jpg

 

Una delle prime cose che insegnano al collezionista neofita a fronte di una moneta che non ha mai visto per considerarne l’acquisto è il confronto con una autentica. In rete si trovano parecchie monete con il diritto di quella a sinistra, con piccole differenze nella raffigurazione di Alessandro deificato con il corno di Ammone a seconda della zecca (Pella, Lampsaco, Pergamo, Magnesia al Meandro) ma in bello stile, conforme ai canoni classici dell’Ellenismo. Analogo discorso per il rovescio, in quanto una Minerva come quella della moneta di destra si trova solo nelle imitazioni barbariche.

 

Faccio notare che tra le monete in rete pur stilisticamente ‘giuste’ si trovano dei falsi che sono difficili da individuare, e quindi anche nel caso di una moneta piacevole dal punto di vista estetico è opportuno sentire il parere di esperti di quella monetazione per un giudizio attendibile sull’autenticità.

 

Ma in casi di un’evidenza così lampante, non mi sembra proprio il caso di fare un consulto. E’ come se di fronte a foto come queste uno ritenga sia il caso di chiedere a un chirurgo estetico se le labbra o le tette di queste signorine sono naturali.

 

attachicon.giflabbrone.jpg

 

attachicon.gifimages.jpg

 

Comunque non è tutto: ho altro da aggiungere, non su queste signorine che – tengo a precisare – non sono il mio tipo, ma sullo statere di Lisimaco Thompson 241 ‘condemned’.

 

(segue)

 

apollonia

Evidentemente alla CNG si considerano troppo esperti anche per prendere solo in considerazione l'idea di un confronto... lo stile non è tutto certo, ma se no come si spiega questa cosa? L'unica altra opzione è la malafede, che però escluderei vista l'estrema evidenza della cosa...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

Fino a qui le deduzioni sono state tratte da fotografie degli stateri, e sarebbe un atto di disonestà intellettuale se pensassi che un perito non convinto al cento per cento da esse avesse basato le sue conclusioni esclusivamente sulle immagini (come pure lo sarebbe del perito nei confronti di apollonia se pensasse la stessa cosa nei casi in cui ci può essere anche il pur minimo dubbio).

Il fatto è che il perito aveva la moneta in mano, poteva sentirne il suono, osservarla alla luce del sole a vari ingrandimenti con una lente e al microscopio stereoscopico, ispezionare bene il contorno e riconoscere che aveva in mano uno ‘Slavey pressed modern fake’ prima che lo statere arrivasse a forgerynetwork. Non mi si dica che un perito professionale non è in grado di riconoscere un falso del genere, indipendentemente dalla monetazione di sua specifica competenza. La produzione di falsi per ‘pressing’, per ‘casting’ e per ‘cold technology’ non è limitata alle monete greche e sarebbe bizzarro il fatto che un perito specializzato, per fare un esempio, in monete romane, sia in grado di riconoscere un aureo di Caligola suberato ma non lo statere di Alessandro Magno con un’anima di rame rivestita d’oro che gli viene consegnato.

 

Quindi, se si assume che l’errore sia stato commesso in buona fede, si deve ammettere a parer mio l’incompetenza professionale di chi ha dato l’ok per l’asta a questa moneta. Incompetenza unita a immodestia (qualità a volte inversamente proporzionale al know-how di qualche addetto ai lavori), perché ammesso che il professionista/perito fosse al suo primo impatto con uno statere del Grande, poteva almeno interpellare i colleghi e sentire il loro parere sia sulla moneta in solido sia sulle immagini.

 

La moneta, dopo il giro che può aver compiuto dalla data dell’asta 24 settembre 2003, è ancora nello shop della CNG (preciso tra quelle vendute, non da vendere) e uno può prenderne visione cliccando qui https://www.cngcoins.com/Coin.aspx?CoinID=17337 .

Strano che chi è riuscito a identificare la K in esergo per metà fuori dal tondello del rovescio non si sia accorto di quel globetto sotto la coscia di Atena: sembra uno dei suoi seni arrivati chissà come fin lì.

Il riferimento ai seni della signorina del post precedente è puramente casuale.

 

 

apollonia

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Neppure io riesco a capire come la CNG abbia potuto rimettere in vendita (attraverso la vendita diretta e non in nuova asta, il che è già un pò sospetto) un esemplare chiaramente condannato come falso, realizzando ben 2200 dollari.

In ogni caso un atteggiamento molto riprovevole e penso che sia il caso di chiedere conto alla CNG, alla luce della foregrynetwork.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

E ora vorrei rendere giustizia ad Alessandro Magno, in particolare al suo ritratto raffigurato sugli stateri di Lisimaco che lo vede adorno del corno di Ammone e in espressioni cariche di pathos che riflettono il riconoscimento come figlio di Zeus Ammone dopo la visita al santuario di Siwa, dove questa paternità fu confermata.

Per chi avesse qualche dubbio e logicamente gli potesse interessare la cosa, gli interventi di apollonia sulle monete di Alessandro ed eventuali aspetti storici e mitologici ad esse correlati non sono improntati al benchè minimo interesse commerciale o corporativo ma esclusivamente all’ammirazione per il Macedone (pur con i suoi difetti e i alcuni suoi eccessi condannabili) di un collezionista delle sue monete.

Credo che la discussione ‘Le monete più attraenti di Alessandro Magno da me aperta il 21 gennaio 2011 con le oltre 70.000 visualizzazioni e le quasi 2600 risposte in quattro anni di vita ne sia prova.

 

Nelle discussioni sul forum non vedi l’interlocutore che il più delle volte nemmeno conosci e non puoi usare i toni, la pause e le espressioni di una discussione vis-à-vis. Il vantaggio dello ‘scripta manent’ non compensa i possibili fraintendimenti dovuti al fatto che l’impressione di chi legge un nostro intervento può essere diversa dalla nostra impressione quando lo rileggiamo.

 

Ma veniamo alle immagini cominciando con lo statere di Pella, la zecca di quello incriminato, non dopo però aver ringraziato Blanche R. Brown per le foto tratte dal suo libro ‘Royal Portraits in Sculpture and Coins - Pyrrhos and the Successors of Alexander the Great’, Peter Lang, New York 1995.

 

post-703-0-18852900-1449337141_thumb.jpg

 

apollonia

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

Zecca di Lampsaco

 

post-703-0-19957500-1449337354_thumb.jpg

 

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

Zecca di Pergamo

 

post-703-0-36413200-1449337470_thumb.jpg

 

 

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

Zecca di Magnesia al Meandro

 

post-703-0-70997800-1449337613_thumb.jpg

 

 

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

Zecca di Efeso

 

post-703-0-92336300-1449337797_thumb.jpg

 

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

adalbertones

Il mio Lisimaco ha un peso diverso: è di gr.17.18 (no 16.87,16.67 o 16.76). Sul R, a sx. non c'è "il rametto"e sotto il Nyke al posto di HP sembra esserci un "sigma". Sotto la gamba sx. una punta di freccia rivolta  verso l'alto. DIAMETRO 27. Leggermente concavo il Rovescio.In ottima conservazione.

Non chiedetemi di più e non posso riprodurla.Scusatemi. Adalbertones

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

598b1f3cc4093_TetralisimacoTh48CNG.JPG.bc63b9278eb56c45962aa6ddec17f3e0.JPG

 

598b1f3a5f6ed_Giovenalefirmaconingleseok.jpg.4c2800b3bc93a8a3ff9b241f104988de.jpg

 

 

Tetra lisimaco Th  48  CNG.JPG

Giovenale firma con inglese ok.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

L'hammer è rimasto $650. Il futuro dirà se rimarrà dov'è o se ritornerà in gioco.

 

598c2956c2b3c_Giovenalefirmaconingleseok.jpg.650355b1bbba8d73976d184e2d076db7.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

Al post # 20 ho presentato una dramma ritirata dalla Hess Divo AG Auction 321 del 2012.

Qui e a seguire presento dramme con un diritto simile anch’esse ritirate da altre aste con i commenti rilasciati in acsearch.

https://www.acsearch.info/search.html?id=1087445

Gerhard Hirsch Nachfolger, Auction 275, lot 3403, 22.09.2011

5ad903622dc72_DrammafakeHirsch1087445.m.jpg.f512569fa0641a7c5541f4dd597ecd8b.jpg

LYSIMACHOS. Ionien, Magnesia. Drachme. Postum. Alexanderkopf mit Diadem und Ammonshorn r. Rs: BA_I_E__ _Y_IMAXOY; Athena thront l. mit Speer, Schild und Nike, davor Monogramm und Dreizack. Müller 330. SNG COP. -. 4,13g. Hohes Relief. fast vz

Comments

  Pscipio20. Sept. 2013, 14:07

This is a well-known fake from modern dies.

  Terpandros19. June 2016, 17:53

Wird diese Münze nicht in Thompson in Essays Robinson 118 erwähnt?

  Pscipio19. June 2016, 21:50

It's a Slavey replica.

  Terpandros20. June 2016, 13:22

Hast doch Recht gehabt. Wird auch auf der Fake Seite von Ancient Forum coins prima dargestellt.
Echt besten Dank für die Nachricht.

5ad903632798b_Giovenalefirmaconingleseok.jpg.289960d09c71c010641102c871a5447f.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

https://www.acsearch.info/search.html?id=1266066

Heidelberger Münzhandlung Herbert Grün e.K., Auction 59, lot 56, 15.05.2012

5ad904925c8a5_DrammafakeHeidelberger1266066.m.jpg.d558933938746204c7193dcc5c69d4ad.jpg

Griechische Münzen
KÖNIGE VON THRAKIEN
Lysimachos, 305 - 281
Drachme, Magnesia am Mäander.
Alexanderkopf / Thronende Athena. Thompson 118 3,64 g winz. Rdf., ss+

 

Comments

  Baka2. Feb. 2017, 13:23

Slavey fake 

http://forgerynetwork.com/asset.aspx?mode=6Q/zOXMHeZ0=&id=x5flQFTg97s=

5ad9049359a91_Giovenalefirmaconingleseok.jpg.82100e11876addf6948e1b5711211f42.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

https://www.acsearch.info/search.html?id=211042

Fritz Rudolf Künker GmbH & Co. KG, Auction 97, lot 394, 07.03.2005

5ad905caa56a8_DrammafakeKunker211042.m.jpg.457828c6c4b988a62298cf6f2b6448d7.jpg

GRIECHISCHE MÜNZEN
THRACIA
KÖNIGREICH. Lysimachos, 323-281 v. Chr. 
AR-Drachme, 299/296 v. Chr., Magnesia; 4.27 g. Alexanderkopf r. mit Diadem und Ammonshorn//Athena Nikephoros sitzt l., davor Dreizack. Thompson in Essays Robinson 118. Vorzüglich
Schätzpreis: 200.00 EUR

 

Comments

  Baka2. Feb. 2017, 13:40

Slavey fake
http://forgerynetwork.com/asset.aspx?mode=6Q/zOXMHeZ0=&id=x5flQFTg97s=

 

5ad905cbbc60f_Giovenalefirmaconingleseok.jpg.3cce36f7584095236460c43f9ab37484.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

https://www.acsearch.info/search.html?id=366463

A. Tkalec AG, Auction April 2007, lot 33, 22.04.2007

5ad906bbba6d6_DrammafakeTkalech366463.m.jpg.1c4cb5a86bbdd78bf7ed019f1fb0934a.jpg

GREEK COINAGE
THRACIA
No: 33 Rufpreis/Start price CHF 200
LYSIMACHOS, 305-281
AR Drachm, 3,85 g.
Magnesia, 297/6-282/1 BC.

Obverse: Head of Alexander r.
Reverse: BASILEWS / LUSIMACOU;
Athena, victory, spear, throne, shield, trident, monogram.
Thompson 118.
Extremely fine

Comments

  gibfrog15. Aug. 2010, 16:33

This is a doctored modern Slavey. See Modern Forgeries of Greek & Roman Coins, Prokopov 1997 Obv plate 35, Rev Plate 33.

http://www.forgerynetwork.com/asset.aspx?id=x5flQFTg97s=

5ad906bcc679a_Giovenalefirmaconingleseok.jpg.31cf765a818a8679024bf451c80cc235.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eracle62

Ridicoli...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

Già che siamo sull'argomento, si può fare una scappata qui

https://www.sixbid.com/browse.html?auction=2862&category=59070&lot=2395356

5ada20f6780ee_Lisimacotetradrammafake2395356l.jpg.17cd2d9f4cde61634e83b5c158d9dac5.jpg

Kings of Thrace, Lysimachos (323-281 BC). Fake Tetradrachm (29mm, 16.88g, 12h). Lampsakos, c. 297/6-282/1. Diademed head of the deified Alexander r., with horn of Ammon. R/ Athena Nikephoros seated l., resting on shield, spear behind; monogram above star before. Cf. Thompson 61. Modern fake for study.

5ada20f4e5cce_Giovenalefirmaconingleseok.jpg.f3b1cd494c20cc3aa6bd6ac998e796d3.jpg

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

https://www.sixbid.com/browse.html?auction=2862&category=59070&lot=2395357

5ada224725aae_Lisimacodrammafake2395357l.jpg.a61c77be2891094bb7f41343ef405aed.jpg

Kings of Thrace, Lysimachos (323-281 BC). Fake Drachm (21mm, 7.10g, 12h). Diademed head of deified Alexander r., with horn of Ammon. R/ Athena Nikephoros seated l., holding Nike in extended r. hand, l. arm resting on shield; torch to inner l. Modern fake for study.

5ada224591fae_Giovenalefirmaconingleseok.jpg.c8121b9241c9bf62949bce86213c827e.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×