Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Legio II Italica

Un importante reperto archeologico

Risposte migliori

Legio II Italica

Molte volte dal passato , tramite fortuiti ritrovamenti , ci giungono testimonianze storiche che probabilmente vanno a confermare ed ampliare quanto ci tramandano le fonti scritte , e’ questo il caso di un Sarcofago trovato a Roma .

Forse il piu’ bel Sarcofago con allegoria militare pervenutoci integro dall’ antichita’ e’ il cosi’ detto “Sarcofago di Portonaccio” , un sarcofago di epoca romana risalente al II secolo , rinvenuto nell’ anno 1931 nel corso di lavori edilizi in Via delle Cave di Pietralata nel quartiere Portonaccio situato in zona Est di Roma ; il quartiere e’ cosi’ chiamato perche’ deriva il suo nome dalla presenza in antico di un antico grande Arco , oggi non piu’ esistente , di cui ancora negli anni Sessanta del 1900 , si vedeva un pilastro addossato all' Osteria detta appunto di Portonaccio , poi demolito . Questo grande Sarcofago e’ oggi conservato al Museo Nazionale Romano presso il Palazzo Massimo alle Terme ; e’ alto 1,53 metri per una lunghezza di circa 2,40 metri , mentre la larghezza e’ di poco inferiore all’ altezza , è stato datato attorno al 180 circa , ma potrebbe essere di qualche anno anteriore o posteriore di qualche anno alla data del 180 in relazione alla morte della figura storica del personaggio qui sepolto , che sembra in base ad una lapide , essere morto a Lambesi in Numidia : http://db.edcs.eu/epigr/epi_einzel_it.php?p_belegstelle=CIL+08%2C+02582&r_sortierung=Belegstelle

Il Sarcofago di squisita fattura doveva essere la tomba di un importantissimo personaggio , di cui stranamente non esiste lapide dedicatoria , forse un Console di rango senatorio , che certamente era stato in vita un alto ufficiale o generale romano impegnato nelle campagne sarmatiche-marcomanniche di Marco Aurelio degli anni 172-175 ; nel suo genere e’ un capolavoro dell’ arte del II secolo , le scene raffigurate e lo stile ricorda le immagini della Colonna Antonina in Piazza Colonna .

Le insegne militari delle Legioni , fanno presagire , ma con qualche dubbio a causa delle piu’ Legioni nominate nella lapide di Lambesi contro le sole due citate nel Sarcofago , il nome del personaggio sepolto ; queste due Legioni sono rappresentate sul bordo superiore della cassa , dove troviamo un' Aquila tra i cui artigli e’ riportata la Legio IIII Flavia e un Cinghiale con la Legio I Italica , questo permette con buona probabilita’ e in base ad una iscrizione , la C.I.L. VIII 2582 , di attribuire il Sarcofago a : Aulus Iulius Pompilius , ufficiale di Marco Aurelio al comando di due squadroni di cavalleria distaccati in queste due Legioni nel corso della guerra contro i Marcomanni , tra il 172-175

Se il proprietario del Sarcofago fosse stato veramente Aulo Giulio Pompilio , la dedica ci informerebbe che nel sarcofago riposava : 

 

[A(ulus)] Iulius Pompilius A(uli) fil(ius) Cornelia Piso T(itus) Vib[ius Laevilius Quadratus] / Berenicianus Xvir stlitibus iudicandis tri[bunus militum leg(ionis) XII Fulminatae] / item XV Apollinaris quaestor urb(anus) adlec[tus inter tribunicios praetor] / candidatus Augustorum legatus leg(ionis) XIII [Geminae item IIII Flaviae] / praepositus legionibus I Italicae et III / auxiliorum dato iure gladi(i) leg(atus) August[orum pro praetore leg(ionis) III Aug(ustae)] / consul desig[natus]

 

Che tradotta piu' o meno dice :

"Aulo Giulio Pompilio Pisone Tito Vibio Levillo Quadrato Bereniciano , figlio di Aulo , della Gens Cornelia , decemviro per il giudizio delle controversie , tribuno militare della legione XII Fulminata e della XV Apollinaris , questore urbano , cooptato in senato con la dignità tribunizia , pretore candidato degli Augusti ( probabilmente si riferisce a Marco Aurelio e Lucio Vero) , legato della legione XIII Gemina e della IIII Flavia Felix , posto a capo delle legioni I Italica e IIII Flavia con tutte le relative truppe ausiliarie , con diritto di combattere , legato degli Augusti pro pretore della Legio III Augusta , nominato Console"

Come nella Colonna di Marco Aurelio , forse lo stesso artista del Sarcofago , non traspare alcuna pietà per i vinti e per il loro valore a causa della asprezza e della difficoltà della lunga guerra , iniziata due anni prima contro Sarmati e Iazigi , aggravata dal fatto che dopo secoli , cioe’ dall’ epoca di Caio Mario , i Barbari avevano osato invadere l’ Italia del nord/est fino ad Aquileia ; i Barbari sono raffigurati come sguaiati , disprezzabili , schiacciati dall' inesorabile superiorità romana . Con l' arrivo del III secolo , sotto Gallieno , la classe senatoria romana perse ogni potere militare , per cui scomparvero le scene di battaglia dai sarcofagi dei Senatori , sostituite da raffigurazioni di filosofi , muse o soggetti pagani cristiani .

Interessante il pannello in basso a sinistra che riproduce l’ attraversamento dell’ esercito romano su di un fiume , su un ponte di barche , assomiglia in modo quasi preciso , tranne che per la mancanza della balaustra , a quello del rarissimo Sesterzio di Marco Aurelio con la Virtus Aug ; se cosi’ fosse non sarebbe questo raffigurato sul Sarcofago il Ponte di Traiano a Drobeta in quanto quello aveva i piloni in pietra ; ma esiste anche la possibilita' che le barche raffigurate sotto il Ponte rappresentino la navigabilita' del fiume Danubio o Reno e non la base del Ponte .

post-39026-0-43131600-1450772884_thumb.j

Modificato da Legio II Italica
  • Mi piace 6

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Veridio

Grazie per questo intervento che apprezzo moltissimo.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

Grazie per questo intervento che apprezzo moltissimo.

 

Mi fa piacere e ti ringrazio @@Veridio , altre immagini del Sarcofago , con particolari , le trovi in :

http://www.bing.com/images/search?q=sarcofago+di+portonaccio&qpvt=sarcofago+di+portonaccio&qpvt=sarcofago+di+portonaccio&FORM=IGRE

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Veridio

Mi ricordo di averlo visto a Palazzo Massimo.

Se potessi viaggiare nel tempo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

Mi ricordo di averlo visto a Palazzo Massimo.

Se potessi viaggiare nel tempo...

 

........certamente sarebbe bello , io almeno per dare un' occhiata a Roma antica nel suo massimo splendore , altrimenti inimmaginabile .

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

A proposito dell' ultima parte del post di apertura , nella quale ipotizzavo che il Ponte con sotto le barche significasse la navigabilita' del fiume , ho riscontrato in un passo di Cassio Dione che questa ipotesi e' errata , in quanto in realta' rappresenta proprio un Ponte di legno gettato sopra le barche .

A chi interessa , puo' leggere il passo di Cassio Dione sulla costruzione dei Ponti provvisori militari , nella risposta n° 27 nel post "Marco Aurelio un ponte mai visto" nella sezione "Monete Imperiali Romane"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

Una ampia rassegna fotografica dei particolari del sarcofago di portonaccio e' presente in questo sito :
http://commons.wikimedia.org/wiki/Category:Portonaccio_sarcophagus
Tra i particolari ho rintracciato l'Aquila tra i cui artigli e’ riportata la placca con la Legio IV Flavia , ma non ho trovato il Cinghiale con la Legio I Italica , vediamo se qualcuno riesce a trovare questa seconda Legione .

post-39026-0-89827700-1450942040_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

massi75rn

ciao legio,ma il cinghiale non era della X fretensis?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

ciao legio,ma il cinghiale non era della X fretensis?

 

Ciao massi , alcune volte diverse Legioni avevano gli stessi simboli , oltre alla comune Aquila , nel nostro caso la Legio I Italica e la X Fretensis avevano entrambe come simbolo il Cinghiale , anche se e' documentato che quest'ultima Legione adottava oltre al Cinghiale anche il Toro ; forse simboli diversi di una stessa Legione venivano adottati per piccoli distaccamenti presi dalla Legione madre .

 

post-39026-0-75782100-1450962566.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

massi75rn

ho sempre saputo che il toro,era della x gemina(la preferita di giulio cesare),la x fretensis e' nata dalle ceneri della precedente,proprio con l'incorporazione di alcuni veterani,forse per questo hanno riutilizzato il toro...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×