Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
noisefuel

denaro aragonese

Salve, questa moneta è sicuramente un denaro aragonese del Regno di Sicilia, ma non mi riesce di capire l'epoca e il regnante. Materiale rame, peso gr.0,6, dimensiomi mm.14. Al dritto aquila ad ali spiegate con testa volta a destra, coda girata a destra ed entrambe le zampe a sinistra, in cerchio lineare; non distinguo niente nella legenda, ma in basso ci sono dei punti che sembrano rosette. Al rovescio stemma aragonese in cerchio, nella legenda la croce iniziale poggia sul cerchio, la prima lettera sembra una O seguita da I o L, le ultime lettere potrebbero essere DEI. Grazie.

post-2474-0-18437000-1452607729_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Interessante quesito, direi, pur non essendo esperto di questa monetazione. Anche io dando una veloce occhiata al catalogo non saprei a chi attribuirla...gli elementi che mi paiono più "strani" sono in effetti la prima lettera del rovescio (in tutte le tipologie è attestato REX SICILIE, mentre qui sembra proprio esserci un O ?) e anche la croce che sormonta lo stemma aragonese, che a memoria dovrebbe intersecare il circolo di perline in modo piuttosto "prepotente" (tranne che in Giovanni).

Aspettiamo pareri più autorevoli in merito, comunque!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Hai centrato il problema, è proprio quella O iniziale al rovescio che non ha riscontri. Comunque anche ipotizzando che sia una C o G il problema rimane.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Ciao @@noisefuel.. a prima vista la attribuirei a Giovanni   ma......personalmente  ho dei dubbi  sulla genuinità della moneta, ( sono giuste le misure ponderali comunicate?)     non è una monetazione che seguo particolarmente, percio'  non mi sbilancio oltre.

Preferisco spostare  la tua richiesta nella sezione "Napoli e Sicilia ecc " ......cosi' probabilmente  potrai avere piu' dettagli

saluti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A me sembra un falso d'epoca

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A me sembra falso:

  1. Le ali dell'aquila sono diverse dalle monete aragonesi
  2. La croce che interseca la legenda ha una forma strana che differisce dalle monete aragonesi siciliane
  3. Lo stemma ed il cerchio che lo racchiude hanno forma non consona ai Denari aragonesi siciliani

--Salutoni

-odjob  

Piace a 3 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Confermo peso e misura. Il rovescio ha delle doppie righe sia sulla croce che sullo stemma che possono far pensare a una ribattitura.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi allineo all'impressione di odjob. Èuna moneta strana specie per l'aquila e lo stemma aragonese che risulta insolitamente asimmetrico rispetto alla già strana croce della leggenda.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Confermo peso e misura. Il rovescio ha delle doppie righe sia sulla croce che sullo stemma che possono far pensare a una ribattitura.

Non è una ribattitura, è uno scivolamento del conio. Però hai ragione sulle lettere impasticciate. Dallo stile e da quanto detto da @@odjob sono quasi certo si tratti di un falso d'epoca.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ma perchè fare un falso del denaro?

Gli originali erano in rame puro o in mistura, seppur con ridottissimo contenuto d'argento.

Perchè se anche gli originali fossero in rame puro non capirei dove sta il guadagno del falsario.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ma perchè fare un falso del denaro?

Gli originali erano in rame puro o in mistura, seppur con ridottissimo contenuto d'argento.

Perchè se anche gli originali fossero in rame puro non capirei dove sta il guadagno del falsario.

Gli originali erano in mistura

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Va bene, è probabillmente un falso d'epoca, ma mi chiedo come mai il falsario non ha riprodotto esattamente una moneta autentica, di cui sarà stato in possesso come modello, incidendo addirittura in legenda delle lettere che non corrispondono al pezzo da falsificare?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@@noisefuel, come vedi le lettere sono tutte impastate ... sicuramente l'incisore falsario era analfabeta ... e questa non è certo una cosa improbabile a quel tempo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?