Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
fero.fers

La mala reputaciòn

37 risposte in questa discussione

Buongiorno, vi racconto una situazione che mi è capitata qualche tempo fa, con una piccola casa  d’aste tedesca.

 

Premetto che avevo già fatto acquisti presso altre case d’asta tedesche, però di monete non troppo costose.

Vedo che vi è una moneta interessante e decido di fare un’offerta (una moneta cara, intorno ai 700 euro). Contatto la casa d’aste per email, dando le mie referenze, sicuro che mi avrebbero concesso un budget sufficiente per fare un’offerta. Non ricevendo risposta, provo a chiamare ed una segretaria mi risponde che avrebbero presto risposto alla mia email.

 

Mi rispondono in questo modo “owning to negative experience we have to be precautious. Unfortunately all of our latest attempts to have business with customers from Italy failed - we never got our money. We have asked for reference at our colleagues - and got the information that you bought there only for small amounts. How shall we assess our risk? - It seems quite high for us!”.

 

Sorpreso dalla risposta, incredulo che la decisione di concedere o meno un limite di spesa possa dipendere dalla nazionalità, provo a contattare la casa d’asta con un finto nome e da una finta email svedese, lo Scandinavo Mark.johanson at yahoo.se che vive presso un indirizzo di Stoccolma; nella email specifico che ho partecipato solo ad aste svedesi, norvegesi e danesi. Incredibile a dirsi, ricevo un limite di spesa senza ulteriori “accertamenti”....

 

Per la cronaca, ho poi contattato di nuovo telefonicamente la casa d’aste tedesca, orgoglioso della mia “italianità”, ricevendo alla fine il sospirato limite per fare un’offerta. Ora mi domando, ma è reale l’inaffidabilità degli acquirenti italiani o non si tratta piuttosto di uno stereotipo duro a morire???

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche a me capita, ma più con venditori che non spediscono in Italia. Tutto il mondo è paese, eppure ogni parte del mondo ha delle proprie peculiarità. Per esperienza di osservazione e contatto diretto con moltissime persone (in ambito lavorativo) noi italiani siamo poeti, musicisti, buoni amanti, ma sicuramente l'affidabilità e l'efficienza non fanno parte di noi... Mi ci scontro ogni giorno, senza fare pregiudizi ovviamente! E senza generalizzare, tant'è che io, italianissimo, sono qui a dire queste cose :)

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno, vi racconto una situazione che mi è capitata qualche tempo fa, con una piccola casa  d’aste tedesca.

 

Premetto che avevo già fatto acquisti presso altre case d’asta tedesche, però di monete non troppo costose.

Vedo che vi è una moneta interessante e decido di fare un’offerta (una moneta cara, intorno ai 700 euro). Contatto la casa d’aste per email, dando le mie referenze, sicuro che mi avrebbero concesso un budget sufficiente per fare un’offerta. Non ricevendo risposta, provo a chiamare ed una segretaria mi risponde che avrebbero presto risposto alla mia email.

 

Mi rispondono in questo modo “owning to negative experience we have to be precautious. Unfortunately all of our latest attempts to have business with customers from Italy failed - we never got our money. We have asked for reference at our colleagues - and got the information that you bought there only for small amounts. How shall we assess our risk? - It seems quite high for us!”.

 

Sorpreso dalla risposta, incredulo che la decisione di concedere o meno un limite di spesa possa dipendere dalla nazionalità, provo a contattare la casa d’asta con un finto nome e da una finta email svedese, lo Scandinavo Mark.johanson at yahoo.se che vive presso un indirizzo di Stoccolma; nella email specifico che ho partecipato solo ad aste svedesi, norvegesi e danesi. Incredibile a dirsi, ricevo un limite di spesa senza ulteriori “accertamenti”....

 

Per la cronaca, ho poi contattato di nuovo telefonicamente la casa d’aste tedesca, orgoglioso della mia “italianità”, ricevendo alla fine il sospirato limite per fare un’offerta. Ora mi domando, ma è reale l’inaffidabilità degli acquirenti italiani o non si tratta piuttosto di uno stereotipo duro a morire???

 

Non è che per caso non si fidano delle poste o corrieri italiani? 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per voci di corridoio con amici tedeschi e non che lavorano in case d'asta il fenomeno delle monete non pagate si sta ultimamente allargando sempre di piu', non so se per la crisi di fondo del piccolo consumatore o per una sorta di cattiva abitudine che si sta diffondendo. Mi parlavano addirittura a volte di un 20% di monete non pagate e di queste la metà almeno rimane tale anche a consuntivo. Non so se poi ci sono figure diverse a seconda della nazionalità dell'acquirente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Era una casa non presente su sixbid?

Di solito specie per partecipare in "live" do come referenza Rauch e Kunker.

Ho avuto un solo problema finora con una casa francese, non specializzata in monete, cui ho dato Inumis e CGB e mi hanno risposto che non accettavano le mie offerte. Gli ho scritto: peggio per voi, altri sono ben felici di incassare i miei soldi.

Poi c'è chi non spedisce in Italia perchè probabilmente l'invio è andato perso e non solo una volta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per voci di corridoio con amici tedeschi e non che lavorano in case d'asta il fenomeno delle monete non pagate si sta ultimamente allargando sempre di piu', non so se per la crisi di fondo del piccolo consumatore o per una sorta di cattiva abitudine che si sta diffondendo. Mi parlavano addirittura a volte di un 20% di monete non pagate e di queste la metà almeno rimane tale anche a consuntivo. Non so se poi ci sono figure diverse a seconda della nazionalità dell'acquirente.

Se non paghi non spediscono, ovvio.

Ma offrire , far salire il prezzo artificiosamente e poi scomparire, l'ho già sentito. C'è chi in malafede crea un indirizzo e-mail fasullo e poi fa offerte che non onora.

Capisco la reticenza ad accettare nuovi clienti sconosciuti. Ma se per esempio, nel mio caso , se contattano Rauch o Kunker si sentiranno dire che ci sono e sono affidabile. Se poi qualcuno imbroglia, oggi con una mail circolare si avvisano tutti gli altri.

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Non immaginavo tanto, da neofita mi sono messo nella mail List di Rauch, Kunker, Lanz e altri di stati diversi ma mi hanno sempre accettato.

Le basi partivano da 500 fino a 20.000, poi quando giro per i convegni vado sempre a controllare personalmente che sia ancora inserito ed a dare la mano fisicamente a qualcuno di loro...ne sono sempre felici..

Roberto

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

A prescindere dai facili ed ovvi cliché sugli Italiani, bisogna però dare atto che ci sono effettivamente tra noi anche persone poco corrette (come tra i professionisti sia italiani che stranieri) che hanno l'abitudine di partecipare e non saldare il proprio conto.

Avendo io avi teutonici posso in qualche modo comprendere (ma solo in parte) certi timori d'Oltralpe: bèh diciamocelo con franchezza siamo famosi per certe assurdità o certi comportamenti incoerenti molto eclatanti commessi tuttavia da una minoranza chiassosa e molto appariscente di Italiani che però danneggiano tutti.

 

Negli altri Paesi succedono le medesime cose, è vero infatti esistono carceri anche lì, tuttavia il modus operandi è in genere meno appariscente da loro, quindi rimane nel dimenticatoio della memoria.

 

Gli stereotipi sono duri a morire, ma penso che anche noi in Italia ne abbiamo molti......quindi pazienza perché bisogna averne molta.

 

PS: @@fero.fers io personalmente eviterei quella casa d'aste.........

Modificato da ARES III

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fare offerte e poi non onorarle è un reato. Si chiama "turbativa d'asta".

Danneggia i venditori ed anche gli eventuali altri offerenti che si ritrovano a pagare più del previsto.

Poi le monete non ritirate le ritroviamo di nuovo in vendita e così ci chiediamo : ma come mai l'hanno venduta a 1000 e adesso rieccola con base a 800 un mese dopo..........

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

- Salve mi può dire che prezzo fa quella moneta?
- 150 il pezzo 

- Grazie, ma sono troppo care, buona giornata

- Sei Italiano? 

- Si

- L'avevo immaginato

 

Tutto il dialogo è in spagnolo e le monete in questione erano 4 tarì zecca di Messina, comuni e in conservazione bassa. Di solito quando sono cari si trovano a 70-80

 

E questo è tutto, dalla ragione sono passato al torto perchè italiano, mi sono offeso anche... -.-

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fare offerte e poi non onorarle è un reato. Si chiama "turbativa d'asta".

 

 

No non è reato. E' solo da str###i...

 

... Il reato di turbativa d'asta è tutt'altra cosa.

 

Saluti

Simone

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

- Salve mi può dire che prezzo fa quella moneta?

- 150 il pezzo 

- Grazie, ma sono troppo care, buona giornata

- Sei Italiano? 

- Si

- L'avevo immaginato

 

Tutto il dialogo è in spagnolo e le monete in questione erano 4 tarì zecca di Messina, comuni e in conservazione bassa. Di solito quando sono cari si trovano a 70-80

 

E questo è tutto, dalla ragione sono passato al torto perchè italiano, mi sono offeso anche... -.-

Beh, è normale. Gli spagnoli collezionano le monete coniate daI loro regnanti sui vari regni sottoposti all'autorità spagnola durante quello che loro chiamano "imperio".

E queste monete sono molto più richieste in spagna che in Italia. Tant'è vero che comprare un pierreale o un 4 tarì in spagna costa quasi il doppio di quanto  costa in Italia.

Proprio per questo non ci vedo nulla di male nell'affermazione del venditore, è un semplice dato di fatto :)

Modificato da azaad
Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Beh, è normale. Gli spagnoli collezionano le monete coniate dagli Asburgo durante quello che loro chiamano "imperio".

E queste monete sono molto più richieste in spagna che in Italia. Tant'è vero che comprare un pierreale o un 4 tarì in spagna costa quasi il doppio di quanto si potrebbero trovare in Italia.

Proprio per questo non ci vedo nulla di male nell'affermazione del venditore, è un semplice dato di fatto :)

 

Questa mi è nuova come notizia, buono a sapersi :p

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io credevo che le referenze non venissero controllate.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buona sera al forum ed a voi tutti; ricordando la saggezza dei figli della ninfa Partenope. O' pesce puzza sempre da' capa...volevo farvene partecipi perchè molto spesso nell'immaginario colletrtivo non è solo il comportamento scorretto di un singolo che  porta a generalizzazioni...poi m'è sembrato disdicevole ed ho cancellato il tutto...poi ho letto il post delle monetine (in copia) d'oro e d'argento che possono essere evidentemente proposte nei termini in cui si legge e...sono tornato nel primo proposto...chissà se la nostra " Capa" in futuro magari, potrà offrire all'immaginario collettivo una considerazione più solida che vada al di là ovviamente del singolo "furbetto"

Vi ringrazio per l'opportunità e vi auguro una felice serata.

PS per gli amministratori, se ritenete che sia andato under line bannatemi in tempo, prima di fare danno; grazie

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per voci di corridoio con amici tedeschi e non che lavorano in case d'asta il fenomeno delle monete non pagate si sta ultimamente allargando sempre di piu', non so se per la crisi di fondo del piccolo consumatore o per una sorta di cattiva abitudine che si sta diffondendo. Mi parlavano addirittura a volte di un 20% di monete non pagate e di queste la metà almeno rimane tale anche a consuntivo. Non so se poi ci sono figure diverse a seconda della nazionalità dell'acquirente.

 

Effettivamente questa è stata la mia interpretazione: la casa d'aste in passato ha ricevuto offerte da clienti italiani, senza aver ricevuto il pagamento. Il messaggio parla chiaro: "we never got our money".  Che vi sia stato poi un comportamento discriminatorio a seconda della nazionalità, mi sembra altrettanto evidente. Poi, se davvero ti piace una moneta e te la vuoi aggiudicare, cerchi il canale di comunicazione corretto per "tranquillizzare" la casa d'aste e tieni a bada la patria irritazione....Ma che rabbia!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Personalmente ho avuto un caso simile ma da parte di un venditore inglese. In poche parole non vendeva agli italiani perché aveva avuto un problema con la spedizione (non so se per reale colpa delle poste o perché l'acquirente diceva di non aver ricevuto nulla)... niente di nuovo purtroppo....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Salve, com'è andata l'asta,  ho mandato alcune offerte.......

Non possiamo lamentarci, anzi

Sì...le monete della zecca di....... belle e partivano anche a prezzi interessanti...

Sì vendute tutte

Tra queste il lotto......., ero interessato.....

Guardi ho due offerte allo stesso prezzo se magari vuole è sua per ........

Indovinate chi era offerente per quel lotto ?

Il mondo del collezionismo è stato riempito da psicopatici che, per nessuna ragione, mandavano offerte fittizie, famosissimo l'arabo meno famoso ma più pericoloso ad inizio secolo l'anglo- filippino-malese che imperversava sopratutto in area inglese, chissà quanti altri, 

I collezionisti italiani son benvoluti da tutti, i commercianti e le case d'asta sanno che davanti a materiale interessante non ci tiriamo indietro, ma i commercianti sanno anche che ci vuole sicurezza per aprire credito, quindi dare garanzie è obbligo, sapere come spedire aiuta alla salute di chi vende e di chi compra, l'area di psicopatici resta e resterà comunque presente.

Modificato da luigi78
Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve, com'è andata l'asta,  ho mandato alcune offerte.......

Non possiamo lamentarci, anzi

Sì...le monete della zecca di....... belle e partivano anche a prezzi interessanti...

Sì vendute tutte

Tra queste il lotto......., ero interessato.....

Guardi ho due offerte allo stesso prezzo se magari vuole è sua per ........

Indovinate chi era offerente per quel lotto ?

Il mondo del collezionismo è stato riempito da psicopatici che, per nessuna ragione, mandavano offerte fittizie, famosissimo l'arabo meno famoso ma più pericoloso ad inizio secolo l'anglo- filippino-malese che imperversava sopratutto in area inglese, chissà quanti altri, 

I collezionisti italiani son benvoluti da tutti, i commercianti e le case d'asta sanno che davanti a materiale interessante non ci tiriamo indietro, ma i commercianti sanno anche che ci vuole sicurezza per aprire credito, quindi dare garanzie è obbligo, sapere come spedire aiuta alla salute di chi vende e di chi compra, l'area di psicopatici resta e resterà comunque presente.

 

Pienamente d'accordo @@luigi78, ma perché allo svedese si dà credito senza verificarne le referenze?  Comunque con le case d'asta tedesche più famose mi sono sempre trovato bene.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Al 99 % una piccola case d'aste estera non capisce il  funzionamento delle poste italiane, "funzionamento" è ironico naturalmente.

Modificato da luigi78

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

- Salve mi può dire che prezzo fa quella moneta?

- 150 il pezzo 

- Grazie, ma sono troppo care, buona giornata

- Sei Italiano? 

- Si

- L'avevo immaginato

 

Tutto il dialogo è in spagnolo e le monete in questione erano 4 tarì zecca di Messina, comuni e in conservazione bassa. Di solito quando sono cari si trovano a 70-80

 

E questo è tutto, dalla ragione sono passato al torto perchè italiano, mi sono offeso anche... -.-

 

 

Beh, è normale. Gli spagnoli collezionano le monete coniate daI loro regnanti sui vari regni sottoposti all'autorità spagnola durante quello che loro chiamano "imperio".

E queste monete sono molto più richieste in spagna che in Italia. Tant'è vero che comprare un pierreale o un 4 tarì in spagna costa quasi il doppio di quanto  costa in Italia.

Proprio per questo non ci vedo nulla di male nell'affermazione del venditore, è un semplice dato di fatto :)

Ciao azaad, suggestiva la Tua puntuale analisi, che dal punto di vista numismatico non fa una piega! Ma l'amico spagnolo intendeva semplicemente dire che si sa che noi (italiani) abbiamo - come dicono a Roma- le pezze al culo :pardon: 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Ritengo che coloro che effettuano offerte nelle aste"e poi si pentono"una volta aggiudicato il lotto vi siano in tutte le parti del mondo.E'della singola casa d'aste,in base alla propria esperienza,in base alla professionalità che ha ed alla propria mentalità nell'affrontare le varie situazioni,accettare o meno determinate situazioni che crede possano nuocerle e danneggiare la propria immagine.

 

--Salutoni

-odjob 

Modificato da odjob

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Fare offerte e non onorarle si vede anche su ebay, credo ci siano persone che facciano salire il prezzo in modo tale che la gente si faccia l'idea di un determinato (alto) valore per un pezzo, poi vedi nelle loro aste la stessa moneta al 5% in meno di quanto sembri essere stata venduta... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao.

Partendo dal presupposto che a un qualunque commerciante non faccia piacere precludere in partenza a determinati potenziali clienti l'accesso al proprio negozio (altrimenti sarebbe un commerciante autolesionista...), un tale atteggiamento può spiegarsi solo con ripetute esperienze negative, vuoi con il sistema postale di un Paese e vuoi con l'alta incidenza di "pacchisti" residenti in quel Paese.

Non credo c'entri la discriminazione, il razzismo o altre cose del genere....ad un commerciante sono altri gli aspetti che interessano.

Evidentemente, paghiamo per una "fama" che non è immeritata.

Occorrerà quindi, in casi come questi, presentarsi con una telefonata ed instaurare un rapporto diretto....e magari farsi spedire le monete, anziché in Italia, in Burkina Faso....dove le Poste funzionano meglio.......

Saluti.

M.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Mi sa che se riuscissi a dimostrare che non si tratta di un problema fiduciario nei tuoi confronti, ma nei confronti degli italiani in genere, la magistratura tedesca ci andrebbe giù abbastanza pesantemente, conoscendo un po' certi aspetti della loro legislazione... a me verrebbe voglia di farlo...

Se, invece, si trattasse di un problema legato alla spedizione in Italia, dovremmo dire chi è causa del suo mal...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?